Lunedì , 25 Giugno 2018
VIGNETTA della SETTIMANA
Esercente l'attività editoriale
Realizzazione ed housing
BLOG
MACROLIBRARSI.IT
RICERCA
SU TUTTO IL SITO
TellusFolio > Critica della cultura > Calamaro gigante
 
Share on Facebook Share on Twitter Share on Linkedin Delicious
Maria Lanciotti: L’ombra cupa der cupolone
18 Gennaio 2008
 

Noi qui in Italia abbiamo tante cupole e un paio di cupoloni, uno dei quali fa veramente tanta ombra. E all’ombra ci nascono i funghi, i licheni e le muffe, che di per sé servono a comporre il sottobosco, che a sua volta nutre col suo humus il bosco. Insomma, ogni cosa in questo mondo ha la sua funzione e la sua ragion d’essere, veleni e antiveleni, importante è saperli riconoscere e sapere che uso farne. O non farne. Benedetto XVI, al secolo Joseph Ratzinger, sta passando un brutto momento. E quando un papa passa un brutto momento l’ombra der cupolone s’addensa da far paura. Può perfino arrivare ad oscurare la luce del sole come in caso di eclissi totale. L’università di Roma “La Sapienza” è diventata da un giorno all’altro un covo di ignoranti, di intolleranti e razzisti, ma per fortuna c’è l’esercito del bene sempre armato e pronto a difendere a spada tratta la Santa Sede con tutto ciò che contiene e che rappresenta. Il gusto per le crociate è rimasto attaccato al palato dei buoni cristiani come miele rancido. L’ombra cupa del cupolone ottunde sensi e ragione, non fa capire più niente. O forse fa capire troppo.

La vicenda di un gruppo di insegnanti e di studenti che non vuole il papa presente per l’inaugurazione dell’anno accademico, è senz’altro sgradevole, imbarazzante. Nasce per l’improntitudine di un rettore – che forse voleva solo una cerimonia con tutti i crismi per la sua università, che peraltro non ne sente affatto il bisogno e comunque la cosa andava concordata – ma cresce e si sviluppa come un fungo malefico nel grasso sottobosco e da ogni parte si grida allo scandalo.

Ma mi faccia il piacere”, avrebbe detto Totò, al secolo principe Antonio De Curtis, e tutto sarebbe stato ricondotto nei giusti limiti. Invece qui si vuole esasperare la faccenda, farne un caso clamoroso che richiami l’attenzione sulla bianca figura del vicario di Cristo a cui non sono stati spalancati i portoni, per cui non sono stati stesi tappeti di fiori e intonati inni solenni.

Il papa ha rinunciato ad andare in visita all’ateneo. Mai si è visto un papa tanto rinunciatario, salvo forse il mite Celestino V, così diverso dal ferreo Benedetto XVI . Ma la rinuncia dell’uovo oggi forse porta alla gallina domani, e il papa sarà stato ben consigliato da tutti quegli “scienziati” di cui si circonda, a prendere la palla al balzo lanciata da un rettore in cerca di propaganda senza farsi sfuggire l’occasione ghiotta di fare la vittima, gridando al complotto. Certo avrebbe potuto lanciare i suoi anatemi in tutte le direzioni ma non l’ha fatto: Ratzinger sa bene che certi tipi di armi sono superati, che bisogna far ricorso a mezzi ben più sofisticati per portare avanti la propria bandiera. E i mezzi allo Stato del Vaticano certo non mancano.

Votantò, votantò, votantò”, avrebbe detto il grande Totò, ma purtroppo è uscito dalla scena, e semmai ci stesse guardando da una nuvoletta rosa si starebbe scompisciando dal ridere. Ma finché si è su questa terra ahimè c’è poco da ridere, già tanti buffoni lo fanno a “Porta a Porta”.

 

Maria Lanciotti


Articoli correlati

  Vetrina/ Maria Lanciotti. A volte, il cielo... (1960)
  Maria Lanciotti. Amal, la speranza migrante
  Maria Lanciotti: Cantuccio della fantasia. Leggende indiane. (Seconda parte)
  Maria Lanciotti. Il Caligola riflesso
  Maria Lanciotti. Cantuccio della fantasia/ Leggende indiane. (Quinta parte)
  Vetrina/ Maria Lanciotti. Assolo
  Maria Lanciotti: La Rosa di Ferro
  Vetrina/ Maria Lanciotti. Traccia
  Maria Lanciotti. La via di Pepe
  Maria Lanciotti. SpirAli – Appunti per un vissuto
  Vetrina/ Maria Lanciotti. Paisà
  Luca Leoni. “Se tu mi chiedessi”, ovvero la realtà che precede la fantasia
  Vetrina/ Maria Lanciotti. L'onda
  Maria Lanciotti: “Tempo di abbracciare”. Prendendo spunto dal libro dell’Ecclesiaste
  Vetrina/ Maria Lanciotti. Percezioni (12 haiku)
  Premio di poesia e stornelli nei dialetti del Lazio “Vincenzo Scarpellino” 2016
  Vetrina, In libreria/ Maria Lanciotti. Suono e visione – 1/3
  In libreria/ Maurizio Rossi. “Riόne Munnu (Borgata Mondo)” di Maria Lanciotti
  Maria Lanciotti. SpirAli – Appunti per un vissuto
  Vetrina/ Maria Lanciotti (haiku)
  Maria Lanciotti. SpirAli – Appunti per un vissuto
  Maria Lanciotti. Music “on Volcanic Lakes”
  Vetrina/ Maria Lanciotti. Bianco
  Vetrina/ Maria Lanciotti. Mediterraneo
  Vetrina/ Maria Lanciotti. Nuvole e fumo
  Maria Lanciotti. Estate 1943 – Forse un ricordo, forse un racconto
  Maria Lanciotti. Sulla Ciampino-Roma alcuni anni fa
  Maria Lanciotti: I mangiatori di carta.
  Vetrina/ Maria Lanciotti. Leggi
  Maria Lanciotti. Stasera si cambia programma
  Vetrina/ Maria Lanciotti. Araldica
  Maria Lanciotti. Poesie sparse
  Maria Lanciotti: Aspettando Samuele
  Maria Lanciotti. Castelli da amare
  In libreria/ Memoria e dialetto in “Giracéo” di Maria Lanciotti
  Vetrina/ Maria Lanciotti. Estemporanee
  I “Brevissimi” di Maria Lanciotti/ 1. Rione Mirafiori
  Vetrina – In libreria/ Maria Lanciotti. Flash
  Maria Lanciotti. Il gioco del “Mai si sarebbe pensato”
  Vetrina/ Maria Lanciotti. Estasi
  Vetrina/ Maria Lanciotti. Già tutto detto...
  Monte Compatri. Maria Lanciotti per “Il Caligola riflesso”
  Vetrina/ Maria Lanciotti. E pensavo a te (per i Ragazzi del ’99)
  Maria Lanciotti. Panorama
  Maria Lanciotti. Murale
  Vetrina/ Maria Lanciotti. Sassi e astri
  Vetrina/ Maria Lanciotti. Io sono musulmana
  A Monte Compatri il Villaggio di Gennaro
  Vetrina/ Maria Lanciotti. Haiku – con e senza kigo
  Vetrina/ Maria Lanciotti. La ballata del monsignore
  Vetrina/ Maria Lanciotti. Non vedo bambini nel borgo
  Maria Lanciotti: Cantuccio della fantasia. Leggende indiane (Terza parte)
  Vetrina/ Maria Lanciotti. Nuove terre
  Maria Lanciotti: Per chi ama, per chi è amato.
  Lapegrama: “Come andarono i fatti” di Maria Lanciotti
  Vetrina/ Maria Lanciotti. Lungomare degli Ardeatini
  Shingle. Diari scritti dai padri per i nostri figli
  Amina e la maledizione dell’abate
  14 febbraio. Amore, “dacci un segno di vita”
  Maria Lanciotti. Se tu mi chiedessi
  Vetrina/ Maria Lanciotti. Cicli
  Maria Lanciotti: Invettiva
  Maria Lanciotti: La confessione
  Maria lanciotti: Io Nico che so come amarti
  Maria Lanciotti: Infinitamente mai
  Maria Lanciotti su Storia dell'infelicità di Flavio Ermini.
  Maria Lanciotti: Cantuccio della fantasia. Leggende indiane. (Prima parte)
  Premi e concorsi/ Maria Lanciotti. Giuggiole m’offri...
  Maria Lanciotti, Pensierino estivo della sera
  Vetrina/ Maria Lanciotti. Ancora e sempre una possibilità per un sogno di pace
  Vetrina/ Maria Lanciotti. Eroi
  Maria Lanciotti. Ricordati di santificare le feste
  Maria Lanciotti. Qui ci sono i leoni
  Vetrina/ Maria Lanciotti. Ecclèsia
  Maria Lanciotti: Un passo indietro
  Spot/ Maria Lanciotti. E dirti ancora
  Vetrina/ Maria Lanciotti. Lungomare
  Vetrina/ Maria Lanciotti. Dieci haiku
  Alberto Pucciarelli. “Il Villaggio di Gennaro”, ovvero Cooperativa san Giuseppe
  Maria Lanciotti. La voce della Luna
  Maria Lanciotti: L'ultimo Milingo a Zagarol
  Maria Lanciotti. Augusto racconta.../ Ringo
  Maria Lanciotti. Forza Roma!
  Maria Lanciotti. Mi hanno rubato la conca di rame
  Maria Lanciotti. La vera faccia del corteo contro l’inceneritore di Albano
  Maria Lanciotti. La Cina nel cuore
  Maria Lanciotti: Questione di QI
  Da Triestelaica. Il Municipio non è uno stadio
  Valeria Manieri: Vittimismo di Papa, libertà di parola per tutti, studenti compresi
  Lidia Menapace. Il “vade retro” di Benedetto XVI
  Benedetto XVI e Università: Giusta protesta laica. Intervista a Marcello Cini
  Daniele Garrone. Tutto sbagliato, tutto da rifare
  Ratzinger - Università La sapienza. Lettera dell'Aduc al Papa: chi semina vento raccoglie tempesta
  Hypókrisis (Simulazione, in greco)
  Antonia Sani. Coscienza civile: per liberare le istituzioni dalla sudditanza al Vaticano
  Marco Pannella. “E dove sono, tutti, quando si tratta del diritto nostro di parlare?”
 
 
 
Commenti
Lascia un commentoNessun commento da leggere
 
Indietro      Home Page
STRUMENTI
Versione stampabile
Gli articoli più letti
Invia questo articolo
INTERVENTI dei LETTORI
Un'area interamente dedicata agli interventi dei lettori
SONDAGGIO
TURCHIA NELL'UNIONE EUROPEA?

 75.3%
NO
 24.7%

  vota
  presentazione
  altri sondaggi
RICERCA nel SITO



Agende e Calendari

Archeologia e Storia

Attualità e temi sociali

Bambini e adolescenti

Bioarchitettura

CD / Musica

Cospirazionismo e misteri

Cucina e alimentazione

Discipline orientali

Esoterismo

Fate, Gnomi, Elfi, Folletti

I nostri Amici Animali

Letture

Maestri spirituali

Massaggi e Trattamenti

Migliorare se stessi

Paranormale

Patologie & Malattie

PNL

Psicologia

Religione

Rimedi Naturali

Scienza

Sessualità

Spiritualità

UFO

Vacanze Alternative

TELLUSfolio - Supplemento telematico quotidiano di Tellus
Dir. responsabile Enea Sansi - Reg. Trib. Sondrio n. 208 del 21/12/1989 - ISSN 1124-1276 - R.O.C. N. 24762 LABOS Editrice
Sede legale: Via Fontana, 11 - 23017 MORBEGNO - Tel. e Fax 0342 610861 C.F./P.IVA 00668000144 - SONDRIO REA 46909 - capitale sociale € 7.000 i.v. privacy policy