Venerdì , 30 Ottobre 2020
VIGNETTA della SETTIMANA
Esercente l'attività editoriale
Realizzazione ed housing
BLOG
MACROLIBRARSI.IT
RICERCA
SU TUTTO IL SITO
TellusFolio > Critica della cultura > Dialogo Tf
 
Share on Facebook Share on Twitter Share on Linkedin Delicious
Tonaca e mascherina. La CEI al tempo del Covid 
di Maria Lanciotti
02 Maggio 2020
 

Dov’è Dio?”

Dio è in terra in cielo e in ogni luogo: Egli è l’Immenso”.

Le prime nozioni del catechismo apprese da fanciullini innocenti, non si scordano mai. Come il primo amore. E stanno sempre lì a ricordarci ‒ sia pure in chiave prettamente laica ‒ che dovunque si volga lo sguardo, al di fuori o dentro di noi, il “Perfettissimo” si mostrerà in tutto il suo Mistero, insondabile per la mente umana e solo percepibile per quel nesso vitale che tutto e tutti comprende.

Ma sembra che così non possa funzionare per la CEI (Conferenza Episcopale Italiana) presieduta dal Cardinale Bassetti, i cui vescovi in tempo di Covid-19 vanno a scontrarsi ‒ come tutti i comuni mortali ‒ con le restrizioni imposte per estrema necessità dal nostro governo e che a un certo punto hanno detto basta, dando il via a un’accesa diatriba con tutti i mezzi a loro disposizione, esigendo di poter riprendere in autonomia il ruolo di curatori delle anime, snobbando, e incitando così il mondo cattolico e non solo a fare altrettanto, le misure adottate dalle autorità istituzionali a tutela della salute pubblica.

Poiché, si legge nell’ultimo passaggio del comunicato CEI riferito al nuovo decreto contro il coronavirus per la fase due, annunciato dal presidente Conte lo scorso 26 aprile, “I Vescovi italiani non possono accettare di vedere compromesso l’esercizio della libertà di culto. Dovrebbe essere chiaro a tutti che l’impegno al servizio verso i poveri, così significativo in questa emergenza, nasce da una fede che deve potersi nutrire alle sue sorgenti, in particolare la vita sacramentale”.

Si capisce pienamente la preoccupazione e lo sconforto della chiesa cattolica in tale frangente, con le chiese vuote e tutte le cerimonie annullate, dal battesimo all’estrema unzione, con le “libere offerte” a quota zero, ed è certamente un dolore di tutto rispetto anche per tutti i credenti praticanti, ma santiddio ci troviamo tutti in altomare in burrasca sperando in possibili salvagenti, e dimenarsi a sproposito non è proprio il caso, piuttosto sarebbe auspicabile uno sguardo collettivo rivolto al cielo e alla terra e in ogni luogo, fidando nella Provvidenza e nel buon senso comune, nutrendosi alla sorgente della propria fede di appartenenza o alla spiritualità in senso lato, anche per provarne l’esistenza e la sostanza.

E a proposito del buon senso comune, va rilevato purtroppo che manca talvolta proprio in chi dovrebbe essere d’esempio, per incuria personale o altro che non è dato sapere. Come è capitato di notare in uno dei maggiori ospedali universitari della Regione Lazio, rigorosamente conforme alla normative anticoronavirus, in cui un giovane prete senza mascherina e senza guanti, presso un ascensore è stato redarguito da un semplice utente che gli ha ricordato di tutelarsi per tutelare. Un moto di sorpresa, autentica o simulata non è dato saperlo, e il giovane in tonaca nera si è cacciato subito dalla tasca guanti e un paio di mascherine, una caduta in terra e presto raccolta e rinfilata in tasca. “Ma vanno indossati?” Sì reverendo, vale per tutti.


Articoli correlati

  Mellana. Quel che è fatto è reso
  Sandra Chistolini. Scuola con il “vademecum” senza “lockdown”
  Giovanni Maria di Lieto. I tempi correnti, l’etica privata, l’etica pubblica
  Sandra Chistolini. Il Coronavirus visto dai bambini della scuola dell’infanzia all’aperto
  Mellana. Il monumento all’eroe sconosciuto
  Mellana. Lo sballo in maschera
  Roberto Malini. Il coronavirus somiglia all’influenza di Hong Kong del 1968
  C. Ruscigno, G. Monti. Covid-19, una risposta europea
  Sopra la maschera investo me stessa
  Emmanuela Bertucci. Coronavirus: Quando il diritto alla salute diventa dovere di salute
  Michele Tarabini. Non raccontiamocela così tragica
  Nicoletta Varani. Covid-19 in Africa: alcune con­si­de­ra­zio­ni geo­eco­no­mico-sociali. (II parte)
  Lombardia. Continua la quarantena del Consiglio Regionale
  Carlo Forin. Distanziamento
  Maria Lanciotti. In quarantena con l’istrice
  Agustín. Ponzio Pilato
  “I sopravvisuti”
  Giuseppina Rando. Movide selvagge del “bel paese”
  Roberta De Horatis. Hic et nunc
  Rosella Reali. I nostri eroi quotidiani
  Nicoletta Varani. Covid-19 in Africa: alcune considerazioni geo-sociali. (I parte)
  Oltre le indicazioni
  Enrico Bernardini: Enoturismo. Esempi di buone pratiche ai tempi del coronavirus
  Vetrina/ Michele Tarabini. In un incubo
  CIA Manzoni. La lezione si fa alla radio
  Michele Tarabini. Retoriche banalità
  La sanità divisa nell’Europa unita
  Coronavirus: predisponete un piano per proteggere le persone anziane più indigenti
  Mellana. Coprifuoco
  Agustín. Le cose più importanti
  La scuola a prova di coronavirus
  Enrico Bernardini. Turismo in Italia: alcuni riflessioni a seguito dell’emergenza Covid-19
  Vita da cani. #PossoPor­ta­re­il­Ca­ne­Fuori
  Mellana. Un settore ancora trainante
  Renato Ciaponi. Un grazie sentito ai negozi di vicinato
  Vincenzo Donvito. Il populismo sanitario
  Mellana. Una mano lava le altre
  Michele Usuelli. Regione Lombardia: Consiglio in auto-quarantena
  Paola Mara De Maestri. Corona Virus
  Anna Lanzetta. Invito alla lettura
  Mellana. Ad ognuno come le pare
  Carlo Forin. Primavera 2020
  Linda Pasta. Inquinamento atmosferico e diffusione del virus
  Carlo Forin. Covid 19 virus intelligente
  Nel tempo angusto e oscuro del Coronavirus
  Vetrina/ Michele Tarabini. Il grande nemico
  Mellana. La negatività che ci piace
  Mellana. Stretti tra scienza a superstizione
  Stati Uniti d'Europa. Coronavirus: prima gli italiani?
  Giuseppina Rando. Covid 19: “lectio magistralis”
  Laboratori virologici e ricerca nucleare: è necessario che operino alla luce del sole
  Mellana. Altro che resurrezione...
  Michele Tarabini. Vivere o tirare a campare?
  Mellana. Diogene
  Giulia Crivellini. Dividersi in tifoserie persino su un virus?
  Coronavirus oltre i numeri
  Giuseppina Rando. Si riaprono i cancelli delle scuole, finalmente!
  La maestra Mara e le sue storie per i bambini
  Roberto Malini. Ansia da pandemia
  Sergio Caivano. Maledetto coronavirus covid 19
  Linda Pasta. Covid-19: “Mission possible: limitare il contagio”
  Mellana. Tutto andrà benissimo
  «Gli uccelli» di Hitchcock, il progresso che implode e le logiche del virus
  Vetrina/ Maria Lanciotti. Nossignori...
  Vetrina/ Maria Lanciotti. Casi
  Vetrina/ Maria Lanciotti. Generazioni
  Vetrina/ Maria Lanciotti. E ora che le parole...
  Maria Lanciotti. “Canto di primavera”
  Vetrina/ Maria Lanciotti. L’ultima freccia...
  Vetrina/ Maria Lanciotti. Notte di primavera
  Maria Lanciotti. Natale all’ipermercato
  Vetrina/ Maria Lanciotti. Pensiero d’aprile
  Vetrina/ Maria Lanciotti. Veranda sul mare d’inverno...
  Vetrina/ Maria Lanciotti. Romanza
  Roma. Trentennale del Movimento studentesco “La Pantera”
  Vetrina/ Maria Lanciotti. Borgata Mondo
 
 
 
Commenti
Lascia un commentoLeggi i commenti [ 3 commenti ]
 
Indietro      Home Page
STRUMENTI
Versione stampabile
Gli articoli più letti
Invia questo articolo
INTERVENTI dei LETTORI
Un'area interamente dedicata agli interventi dei lettori
SONDAGGIO
TURCHIA NELL'UNIONE EUROPEA?

 75.3%
NO
 24.7%

  vota
  presentazione
  altri sondaggi
RICERCA nel SITO



Agende e Calendari

Archeologia e Storia

Attualità e temi sociali

Bambini e adolescenti

Bioarchitettura

CD / Musica

Cospirazionismo e misteri

Cucina e alimentazione

Discipline orientali

Esoterismo

Fate, Gnomi, Elfi, Folletti

I nostri Amici Animali

Letture

Maestri spirituali

Massaggi e Trattamenti

Migliorare se stessi

Paranormale

Patologie & Malattie

PNL

Psicologia

Religione

Rimedi Naturali

Scienza

Sessualità

Spiritualità

UFO

Vacanze Alternative

TELLUSfolio - Supplemento telematico quotidiano di Tellus
Dir. responsabile Enea Sansi - Reg. Trib. Sondrio n. 208 del 21/12/1989 - ISSN 1124-1276 - R.O.C. N. 32755 LABOS Editrice
Sede legale: Via Fontana, 11 - 23017 MORBEGNO - Tel. +39 0342 610861 - C.F./P.IVA 01022920142 - REA SO-77208 privacy policy