Domenica , 16 Giugno 2019
VIGNETTA della SETTIMANA
Esercente l'attività editoriale
Realizzazione ed housing
BLOG
MACROLIBRARSI.IT
RICERCA
SU TUTTO IL SITO
TellusFolio > Nave Terra > Oblò cubano
 
Share on Facebook Share on Twitter Share on Linkedin Delicious
A Cuba si vive un luglio rovente 
Cominciano le liberazioni dei prigionieri politici. Si rivede in pubblico Fidel Castro. Proposto il Nobel per la Pace per le Damas de Blanco
Auguri a Reinaldo Escobar da Tellusfolio
Auguri a Reinaldo Escobar da Tellusfolio 
12 Luglio 2010
 

Fidel Castro alcuni giorni fa aveva previsto lo scoppio di una guerra nucleare prima della fine del campionato mondiale di calcio. Per fortuna non è accaduto niente di tutto questo, mentre da Cuba arrivano soltanto buone notizie in tema di liberazione dei prigionieri politici. Fidel Castro, intanto, riappare in pubblico. In piedi, tuta da ginnastica bianca d’ordinanza, circondato da persone che lo aiutano a camminare, magro, bianco in volto e aspetto sofferente. Mercoledì scorso sono state scattate quattro fotografie del Comandante con il telefono cellulare e subito sono state diffuse dai blog di tutto il mondo, ma soprattutto da alcuni siti cubani di ispirazione governativa. Era dal luglio 2006 che l’ottantatreenne Fidel Castro non usciva per fare una visita come quella che si è tenuta presso il Centro nacional de investigaciones cientificas, dove ha salutato e lanciato baci al pubblico festante. La visita è avvenuta lo stesso giorno in cui Raúl Castro ha avuto un colloquio con il ministro degli esteri spagnolo Miguel Angel Moratinos, nella settimana in cui è stata annunciata la liberazione di 52 prigionieri politici dopo lunghi colloqui con la Chiesa Cattolica. L’uscita di Fidel ha un senso politico, vuole dare all’esterno un’immagine di forza e di vitalità del regime, vuol far capire che tutto è ancora come prima. Non esistono cedimenti.

Apprendiamo dal Twitter di Yoani Sánchez che il cardinale Ortega ha parlato per telefono con il prigioniero Omar Rodriguez Saludes e gli ha comunicato la sua pronta scarcerazione in direzione della Spagna. Non solo. Presto sarà liberato Pablo Pacheco - autore del blog Voce tra le sbarre - perché le autorità del carcere di Canaleta, situata a Ciego de Avila, gli hanno detto di raccogliere i suoi effetti personali. Pablo Pacheco e altri 10 prigionieri politici adesso si trovano preso l’Ospedale nazionale dei reclusi nel Combinado del este. Si attendono altri 6 prigionieri scarcerati. Yoani spera che uscirà anche suo zio Adolfo Sainz e che possa incontrarsi di nuovo con la moglie Julia e con la figlia Joanna. Ne ha parlato spesso nei post di Generación Y come di una presenza tenuta viva da una sedia vuota durante le riunioni familiari, in attesa della sua scarcerazione. Yoani Sánchez ha detto: «Se saranno scarcerati tutti i prigionieri politici, sarà una vittoria dei cittadini, ma non dobbiamo fermarci perché abbiamo mete ancora più importanti da raggiungere. Noi non ci adegueremo!» Alejandrina, una Dama de Blanco comunica che il cardinale Ortega sta chiamando i prigionieri per sondare la loro disposizione a uscire dal paese. Lei è decisa: «Io resto nella mia Cuba!». Molti sono della sua stessa opinione.

La liberazione dei prigionieri politici è importante, segna un successo della lotta cittadina e della dissidenza democratica, ma deve essere un punto di partenza per raggiungere i veri cambiamenti sociali e politici. Le liberazioni non devono trasformarsi in deportazioni verso la Spagna e soprattutto devono cambiare le leggi in tema di espressione del pensiero. Il punto principale sul quale continuare a lottare è la depenalizzazione della divergenza politica e l’ammissione della libertà di critica. A parte questo restano i due problemi basilari della vita quotidiana cubana: eliminazione del doppio sistema monetario e libertà di movimento all’interno e all’esterno dell’isola.

Yoani Sánchez dice che è al fianco di Jorge Edwards e appoggia la sua proposta di assegnare il Premio Nobel per la Pace alle Damas de Blanco, perché nessuno lo merita più di loro. A questo proposito la nota blogger apre una campagna su Twitter per chiedere il riconoscimento. A proposito di Fariñas ha dichiarato: «Chiunque può prendere le foto di Coco Fariñas che ho pubblicato nel mio spazio di Twitter, incluso agenzie e giornali. Difendo il software libero e per questo voglio che i cittadini abbiano accesso aperto al codice primitivo dell’informazione».

Concludiamo con un evento privato in casa di Yoani Sánchez, perché oggi il marito Reinaldo Escobar, giornalista indipendente e autore del blog Desde Aquí compie 63 anni. Yoani lo festeggia con un messaggio su Twitter: «Tra giorni intensi, notti senza dormire, speranze e dubbi, oggi Reinaldo Escobar celebra il suo sessantatreesimo compleanno. Auguri, amore mio! Reinaldo è la persona più giovane che conosco. Molti ventenni o trentenni vorrebbero avere la sua energia e la sua vitalità!»

Non manca l’ironia sul Twitter di Yoani: «È finito il Mondiale di Calcio e ancora non comincia la guerra nucleare annunciata dall’Avana da Fidel Castro».

In compenso si è rivisto il suo fantasma per le strade dell’Avana…

 

Gordiano Lupi


Articoli correlati

  Pablo Pacheco Avila. Grazie New York!
  Pablo Pacheco Avila. Abbiate cura di voi
  Pablo Pacheco Avila. Svegliarsi da un Letargo
  Pablo Pacheco Ávila. Voz tras las rejas. Dal Blog “Voce tra le sbarre”
  Pablo Pacheco. Una Nuova Strada
  Pablo Pacheco Avila. Cronaca da un carcere cubano
  Pablo Pacheco Avila. Con quale diritto
  Pablo Pacheco Ávila. Le voci dissidenti a Cuba
  Yoani Sánchez in viaggio tra dubbi e speranze
  Muore prigioniero
  Pablo Pacheco. Sajarov a Fariñas: un riconoscimento ai democratici cubani
  Pablo Pacheco Avila. La mia fiducia
  Pablo Pacheco. Le impronte della memoria
  Cuba. In libertà alcuni prigionieri politici
  Esuli cubani si incontrano con deputati del Parlamento europeo a Bruxelles
  A Cuba continua la repressione
  Pannella sulla manifestazione di radicali ieri a Cuba, e su altre iniziative di politica transnazionale
  Yoani Sánchez. Il mio ultimo briciolo di fede
  Sesta marcia delle Dame in bianco
  La missione delle Dame in Bianco: Lottare per la Libertà del popolo cubano
  Democrazia cubana e modello statunitense
  Cuba. Repressione contro le Damas de Blanco
  Il venerdì nero dei diritti umani
  Gordiano Lupi. A Cuba segnali di fermento
  Liberiamo i prigionieri politici. Tuteliamo i diritti umani a Cuba
  ULC. Lettera alla Unione Europea dei cubani in esilio in Europa
  Gordiano Lupi. 'Peones' della dittatura
  Legislatori USA nominano le Damas de Blanco e Biscet per il Nobel della Pace
  Massimo Campo. L'universo della dissidenza
  Cuba: Il 2012 inizia sotto il segno delle Damas de Blanco
  Cuba. Chaviano, da 13 anni in carcere, si iscrive al Partito Radicale
  Marianna Mascioletti. Cuba, atto terzo. La fabbrica degli eroi e il Nobel per la pace
  La fine del venerdì nero con parole di speranza. Nuovo premio per Yoani
  Carlos Carralero. “A Cuba non si tortura... A Cuba non si uccide... A Cuba non c’è opposizione al regime...”
  Nuovo nome alle Dame in Bianco in memoria di Laura Pollán
  Gordiano Lupi. Il Parlamento Europeo assegna il “Premio Sakharov” al dissidente cubano Guillermo Fariñas
  Un rosso scolorito
  Dissidenti cubani? Arrestati e condannati in base alla legge
  Cuba senza Castro. L'ottimo libro di Giorgio Ferrari
  Yoani Sánchez. Intimidazioni per chi manifesta per la libertà di parola
  Raúl rivolto a Fidel: "Cazzo, è un'infermiera! Non è un Dama in Bianco!"
  Michele Minorita. L’associazione “Zone del silenzio” per conoscere la verità, per ottenere giustizia
  Preparativi per la visita del papa all'Avana
  Joel Rodriguez. Cuba: la Chiesa a 90 gradi
  Yoani Sánchez. Il buon pastore
  Gordiano Lupi. Il regime nega l’evidenza
  Cuba. I funerali di Orlando Zapata Tamayo
  Oswaldo Payá Sardiñas. Forte repressione contro le 'Damas de Blanco'
  La verità su Cuba
  Atto di ripudio organizzato contro le Damas de Blanco
  Raúl Castro «rammaricato» per la morte di Orlando Zapata Tamayo
  Il mio vaso di Pandora contro l’intolleranza
  Cuba: Raydel Poey e Yasser Portuondo liberi
  Gordiano Lupi: “Sono stato minacciato”. Yoani Sánchez e gli stalinisti
  Cuba. La polizia libera il giornalista di “14ymedio”, Reinaldo Escobar
  Reinaldo Escobar / Guillermo Fariñas. Conto alla rovescia per la liberazione
  Raúl Castro: “Non rimettete troppe speranze nella Conferenza del Partito”
  Il silenzio di Raúl Castro
  Yoani Sánchez piace a tutti ma non al regime
  Cuba. Arrestati a Bayamo Yoani Sánchez e Reinaldo Escobar
  Generación Y. Ragioni civiche 2
  Claudia Cadelo. El Dorado e la sinistra del XXI secolo
  Antonio Stango. La blogosfera libererà Cuba?
  A Barcellona i cubani della diaspora manifestano per i diritti umani
  Generación Y. Ragioni civiche
  Reinaldo Escobar. Il cadavere scomodo di Orlando Zapata
  Gordiano Lupi. Federica Mogherini apre a Cuba
  Reinaldo Escobar. Un’idea giusta in fondo a una cella
  Reinaldo Escobar. Ossigeno
  Reinaldo Escobar. Il carcere di Guantánamo
  Reinaldo Escobar. Perchè fare campagna elettorale?
  Yoani Sánchez. Salire e scendere
  Yoani Sánchez. Giornalismo o letteratura
  Reinaldo Escobar. Trasformare la bugia in verità
  Yoani Sánchez. Galletta
  Yoani Sánchez. Tra due muri
  Reinaldo Escobar. Gli idioti
  “Sul tetto di vetro”. La risposta di Reinaldo Escobar a Fidel
  Yoani Sánchez. Cose da uomini
  Reinaldo Escobar. Te l’avevo detto
  Reinaldo Escobar. Da cosa ti sei salvato, Camilo!
  Ivis Acosta Ferrer. Intervista a Yoani Sánchez
 
 
 
Commenti
Lascia un commentoNessun commento da leggere
 
Indietro      Home Page
STRUMENTI
Versione stampabile
Gli articoli più letti
Invia questo articolo
INTERVENTI dei LETTORI
Un'area interamente dedicata agli interventi dei lettori
SONDAGGIO
TURCHIA NELL'UNIONE EUROPEA?

 74.8%
NO
 25.2%

  vota
  presentazione
  altri sondaggi
RICERCA nel SITO



Agende e Calendari

Archeologia e Storia

Attualità e temi sociali

Bambini e adolescenti

Bioarchitettura

CD / Musica

Cospirazionismo e misteri

Cucina e alimentazione

Discipline orientali

Esoterismo

Fate, Gnomi, Elfi, Folletti

I nostri Amici Animali

Letture

Maestri spirituali

Massaggi e Trattamenti

Migliorare se stessi

Paranormale

Patologie & Malattie

PNL

Psicologia

Religione

Rimedi Naturali

Scienza

Sessualità

Spiritualità

UFO

Vacanze Alternative

TELLUSfolio - Supplemento telematico quotidiano di Tellus
Dir. responsabile Enea Sansi - Reg. Trib. Sondrio n. 208 del 21/12/1989 - ISSN 1124-1276 - R.O.C. N. 24762 LABOS Editrice
Sede legale: Via Fontana, 11 - 23017 MORBEGNO - Tel. e Fax 0342 610861 C.F./P.IVA 00668000144 - SONDRIO REA 46909 - capitale sociale € 7.000 i.v. privacy policy