Lunedì , 19 Agosto 2019
VIGNETTA della SETTIMANA
Esercente l'attività editoriale
Realizzazione ed housing
BLOG
MACROLIBRARSI.IT
RICERCA
SU TUTTO IL SITO
TellusFolio > Nave Terra > Oblò cubano
 
Share on Facebook Share on Twitter Share on Linkedin Delicious
Atto di ripudio organizzato contro le Damas de Blanco 
La documentazione fotografica di Luis Orlando Pardo Lazo
25 Settembre 2011
 

Circa 300 sostenitori del regime cubano hanno circondato 35 componenti delle Damas de Blanco per impedire che sfilassero con un gladiolo in mano verso la chiesa per commemorare il giorno della Vergine delle Grazie, patrona dei prigionieri politici.

Gli slogan erano i soliti, difficilmente traducibili, ma di una tristezza desolante, non spontanei, organizzati da vere e proprie truppe di regime: “¡Pin, pon, fuera, abajo la gusanera!” (Pin, pon, fuori, abbasso i vermi!), “¡Cuba sí, yanquis no!” (Cuba sì, yankees no!), “¡Brujas por aquí no pasarán!” (Streghe, da qui non passerete!). Il gruppo che ha partecipato all’atto di ripudio era composto da studenti universitari e da membri dell’Unione dei Giovani Comunisti. Si sono dati appuntamento davanti alla casa di Laura Pollán, leader del gruppo delle mogli degli ex prigionieri politici, nel popolare quartiere di Centro Avana.

Le donne erano vestite di bianco, hanno consumato un tè in casa e hanno acceso candele davanti a un’immagine della Vergine, ma verso le due del pomeriggio è cominciato l’assedio dei militanti. Alle quattro hanno cercato di aprirsi un varco tra la moltitudine, ma non ci sono riuscite, perché gli attivisti facevano pressione alla porta di casa. Laura Pollán e altre donne sono state colpite e spintonate ripetutamente. Proprio in quel momento è arrivato un autobus con agenti di polizia femminile con il compito di liberare il luogo, ma le Damas de Blanco si sono rifiutate di salire sul mezzo e di sfilare all’interno del cordone di polizia.

«Sono gli stessi di sempre, gruppi di studenti e persone che hanno già partecipato ad altri atti di ripudio, non sono il popolo infervorato come dicono, non sono manifestanti spontanei, sono persone condotte sul posto proprio per svolgere quel compito», ha dichiarato Laura Pollán.

Il governo accusa le Damas de Blanco, Premio Sacharov 2005, e tutti gli altri oppositori, di essere mercenari degli Stati Uniti. «Oggi non vi pagheranno!», gridavano sabato i gruppi di attivisti dopo aver esposto una grande bandiera cubana e un’altra del Movimento 26 Luglio (che dette il via alla Rivoluzione) da un lato all’altro della strada.

«Nessuno può impedirci di andare a messa. Questa è una grave violazione dei diritti umani», ha affermato la Pollán. Almeno tre donne sono state intercettate dalla polizia da agenti della sicurezza e portate a casa prima di raggiungere il luogo della riunione.

Il regime cubano accusa le Damas de Blanco di provocare “disordini” per mostrare “un presunto aumento della repressione” e aggiunge che “continuano con le loro provocazioni” nonostante siano stati liberati 130 prigionieri politici, tra luglio 2010 e marzo 2011, grazie alla mediazione della Chiesa e a un proficuo dialogo tra il cardinal Jaime Ortega e il presidente Raúl Castro. L’opposizione assicura che esiste un aumento della “repressione”, che in carcere ci sono ancora almeno 50 prigionieri politici e che ogni giorno si verificano arresti di nuovi dissidenti.

Nonostante l’atto di ripudio contro Laura Pollán e il gruppo storico delle Damas de Blanco, Berta Soler è riuscita a partecipare alla messa insieme a un esiguo numero di colleghe, aggirando il cordone di polizia.

Il blogger Luis Orlando Pardo Lazo ha realizzato un servizio fotografico interessante che documenta passo per passo l’atto di ripudio. Si può vedere a questo link.


Gordiano Lupi


Articoli correlati

  Cuba. Repressione contro le Damas de Blanco
  La missione delle Dame in Bianco: Lottare per la Libertà del popolo cubano
  Dubbi sulla morte di Laura Pollán
  Cuba. Laura Pollán ricoverata in ospedale
  Brevi da L'Avana: Arrestato graffitaro cubano, Laura Pollán stabile
  Cuba. Un 8 settembre di arresti e violenze
  Yoani Sánchez. L'opposizione cubana eternamente divisa
  Proposti due dissidenti cubani al premio Nobel per la pace
  Gordiano Lupi. 'Peones' della dittatura
  Oswaldo Payá, il Gandhi cubano
  Muore Laura Pollán
  Yoani Sánchez. Laura, grande Laura
  Gordiano Lupi. Yoani Sánchez ancora bloccata a Cuba
  Yoani Sánchez. Anniversario della morte di Laura Pollán
  Yoani Sánchez. Cronaca di un arresto arbitrario
  “Premio Nacional Tolerancia Plus” 2012 assegnato alle Damas de blanco
  Massimo Campo. L'universo della dissidenza
  Reazioni a Cuba dopo la notizia delle future liberazioni di prigionieri politici
  L'Avana. Le Damas de Blanco sfilano lungo la 5ª Avenida
  Andria Medina. Liberiamo i prigionieri politici. Tuteliamo i diritti umani a Cuba
  Arrestate Dame in Bianco a Matanzas
  Nuovo nome alle Dame in Bianco in memoria di Laura Pollán
  Cuba: Il 2012 inizia sotto il segno delle Damas de Blanco
  Cuba. I funerali di Orlando Zapata Tamayo
  Gordiano Lupi. Il giorno dei diritti umani nella Cuba di sempre...
  Yoani a Miami-mon-amour
  Cuba: Liberati i dissidenti arrestati
  Gordiano Lupi. I rapporti Cuba - Spagna in pericolo dopo le elezioni
  Arresti a Cuba
  La verità su Cuba
  Il mio vaso di Pandora contro l’intolleranza
  Marianna Mascioletti. Cuba, atto terzo. La fabbrica degli eroi e il Nobel per la pace
  Liberiamo i prigionieri politici. Tuteliamo i diritti umani a Cuba
  Pannella sulla manifestazione di radicali ieri a Cuba, e su altre iniziative di politica transnazionale
  ULC. Lettera alla Unione Europea dei cubani in esilio in Europa
  Gordiano Lupi. A Cuba segnali di fermento
  Democrazia cubana e modello statunitense
  Yoani Sánchez. Il mio ultimo briciolo di fede
  Preparativi per la visita del papa all'Avana
  Un rosso scolorito
  Cuba. In libertà alcuni prigionieri politici
  Cuba: Raydel Poey e Yasser Portuondo liberi
  Michele Minorita. L’associazione “Zone del silenzio” per conoscere la verità, per ottenere giustizia
  Raúl Castro «rammaricato» per la morte di Orlando Zapata Tamayo
  A Cuba si vive un luglio rovente
  Yoani Sánchez. Intimidazioni per chi manifesta per la libertà di parola
  La fine del venerdì nero con parole di speranza. Nuovo premio per Yoani
  Dissidenti cubani? Arrestati e condannati in base alla legge
  Cuba senza Castro. L'ottimo libro di Giorgio Ferrari
  Il venerdì nero dei diritti umani
  Raúl rivolto a Fidel: "Cazzo, è un'infermiera! Non è un Dama in Bianco!"
  Gordiano Lupi. Il Parlamento Europeo assegna il “Premio Sakharov” al dissidente cubano Guillermo Fariñas
  Joel Rodriguez. Cuba: la Chiesa a 90 gradi
  Yoani Sánchez. Il buon pastore
  Oswaldo Payá Sardiñas. Forte repressione contro le 'Damas de Blanco'
  Pablo Pacheco Ávila. Voz tras las rejas. Dal Blog “Voce tra le sbarre”
  A Cuba continua la repressione
  Esuli cubani si incontrano con deputati del Parlamento europeo a Bruxelles
  Sesta marcia delle Dame in bianco
  Cuba. Chaviano, da 13 anni in carcere, si iscrive al Partito Radicale
  Legislatori USA nominano le Damas de Blanco e Biscet per il Nobel della Pace
  Gordiano Lupi. Il regime nega l’evidenza
  Carlos Carralero. “A Cuba non si tortura... A Cuba non si uccide... A Cuba non c’è opposizione al regime...”
  Gordiano Lupi: “Sono stato minacciato”. Yoani Sánchez e gli stalinisti
 
 
 
Commenti
Lascia un commentoLeggi i commenti [ 2 commenti ]
 
Indietro      Home Page
STRUMENTI
Versione stampabile
Gli articoli più letti
Invia questo articolo
INTERVENTI dei LETTORI
Un'area interamente dedicata agli interventi dei lettori
SONDAGGIO
TURCHIA NELL'UNIONE EUROPEA?

 75.5%
NO
 24.5%

  vota
  presentazione
  altri sondaggi
RICERCA nel SITO



Agende e Calendari

Archeologia e Storia

Attualità e temi sociali

Bambini e adolescenti

Bioarchitettura

CD / Musica

Cospirazionismo e misteri

Cucina e alimentazione

Discipline orientali

Esoterismo

Fate, Gnomi, Elfi, Folletti

I nostri Amici Animali

Letture

Maestri spirituali

Massaggi e Trattamenti

Migliorare se stessi

Paranormale

Patologie & Malattie

PNL

Psicologia

Religione

Rimedi Naturali

Scienza

Sessualità

Spiritualità

UFO

Vacanze Alternative

TELLUSfolio - Supplemento telematico quotidiano di Tellus
Dir. responsabile Enea Sansi - Reg. Trib. Sondrio n. 208 del 21/12/1989 - ISSN 1124-1276 - R.O.C. N. 32755 LABOS Editrice
Sede legale: Via Fontana, 11 - 23017 MORBEGNO - Tel. +39 0342 610861 - C.F./P.IVA 01022920142 - REA SO-77208 privacy policy