Martedì , 18 Giugno 2019
VIGNETTA della SETTIMANA
Esercente l'attività editoriale
Realizzazione ed housing
BLOG
MACROLIBRARSI.IT
RICERCA
SU TUTTO IL SITO
TellusFolio > Nave Terra > Oblò cubano
 
Share on Facebook Share on Twitter Share on Linkedin Delicious
Reinaldo Escobar. Ossigeno 
Cuba ha bisogno di respirare aria libera
18 Giugno 2010
 

La polemica scatenata dalla lettera indirizzata da alcuni rappresentanti della società civile cubana al Congresso degli Stati Uniti per ottenere facilitazioni commerciali e minori limitazioni di viaggio verso l’isola oggi registra l’opinione autorevole di Reinaldo Escobar, marito di Yoani Sánchez.

 

 

Uno dei punti di maggior contrasto quando si dibatte il tema Cuba è quello che si riferisce alle restrizioni imposte all’isola da parte del governo degli Stati Uniti. Tendere ad ammorbidire o a inasprire le suddette restrizioni, con tutte le sfumature immaginabili, caratterizza la diversità di opinione che produce posizioni contrastanti, nell’esilio, nell’opposizione interna e nella politica verso Cuba messa in atto dalla maggioranza dei paesi.

Tra gli argomenti portati avanti dai partigiani dell’inasprimento troviamo quello metaforico, che non accetta nessun segno di distensione perché vorrebbe dire procurare ossigeno al regime.

Da alcuni giorni circola una lettera indirizzata al Congresso degli Stati Uniti, sottoscritta da una serie di persone rappresentative della società civile cubana, nella quale si chiede un incremento delle facilitazioni per vendere alimenti a Cuba e che venga permesso ai turisti nordamericani di visitare il nostro paese. Come era prevedibile, il documento ha provocato l’irritazione dei sostenitori della linea dura. Non pretendo di essere imparziale su questo tema, anche perché sono uno dei 74 firmatari e perché in questo paese vive tutta la mia famiglia: mia madre, mia sorella, i miei figli, mia moglie, i miei nipoti e un’enorme quantità di cugini e cugine. Per dura che diventi la situazione nessuno di loro scenderà in strada e si renderà protagonista di una protesta sociale, soprattutto perché non sanno che le loro mancanze dipendono principalmente dall’inefficienza governativa. Finché ci sarà l’embargo da accusare, finché esisteranno limitazioni pubbliche alle potenzialità commerciali, la colpa sarà dell’imperialismo, soprattutto se non vedremo mai un gringo da queste parti per poterne apprezzare la natura non demoniaca.

In questo acquario manca l’ossigeno e chi si oppone a pomparlo non si rende conto che vuol punire persone con le bombole sulle spalle e il cannello in bocca, non comprende che questi privilegiati hanno il monopolio di tutte le cose respirabili e le dividono secondo i meriti di chi ingrossa le fila dei politicamente corretti. Sembra non sapere che i nostri diritti sono stati sequestrati proprio in nome della minaccia di asfissia e per colmo, contraddicendo la logica, dimentica che un’atmosfera ricca di ossigeno favorisce il fuoco e l’esplosione.

 

Reinaldo Escobar

(dal blog Desde Aquí, 12 giugno 2010)

Traduzione di Gordiano Lupi


Articoli correlati

  A pranzo con José Conrado
  “Che Cuba si apra al mondo e che il mondo si apra a Cuba”. Lettera di Yoani e altri blogger al Congresso degli Stati Uniti
  Cuba. La polizia libera il giornalista di “14ymedio”, Reinaldo Escobar
  Reinaldo Escobar / Guillermo Fariñas. Conto alla rovescia per la liberazione
  Il silenzio di Raúl Castro
  Yoani Sánchez piace a tutti ma non al regime
  Generación Y. Ragioni civiche 2
  Claudia Cadelo. El Dorado e la sinistra del XXI secolo
  Generación Y. Ragioni civiche
  ULC. Lettera alla Unione Europea dei cubani in esilio in Europa
  Antonio Stango. La blogosfera libererà Cuba?
  Reinaldo Escobar. Il cadavere scomodo di Orlando Zapata
  A Cuba si vive un luglio rovente
  Gordiano Lupi. Federica Mogherini apre a Cuba
  Reinaldo Escobar. Un’idea giusta in fondo a una cella
  Reinaldo Escobar. Il carcere di Guantánamo
  Cuba. Arrestati a Bayamo Yoani Sánchez e Reinaldo Escobar
  Reinaldo Escobar. Perchè fare campagna elettorale?
  Yoani Sánchez. Salire e scendere
  Yoani Sánchez. Giornalismo o letteratura
  Reinaldo Escobar. Trasformare la bugia in verità
  Yoani Sánchez. Galletta
  A Barcellona i cubani della diaspora manifestano per i diritti umani
  Yoani Sánchez. Tra due muri
  Reinaldo Escobar. Gli idioti
  “Sul tetto di vetro”. La risposta di Reinaldo Escobar a Fidel
  Yoani Sánchez. Cose da uomini
  Reinaldo Escobar. Te l’avevo detto
  Reinaldo Escobar. Da cosa ti sei salvato, Camilo!
  Raúl Castro: “Non rimettete troppe speranze nella Conferenza del Partito”
  Ivis Acosta Ferrer. Intervista a Yoani Sánchez
 
 
 
Commenti
Lascia un commentoLeggi i commenti [ 2 commenti ]
 
Indietro      Home Page
STRUMENTI
Versione stampabile
Gli articoli più letti
Invia questo articolo
INTERVENTI dei LETTORI
Un'area interamente dedicata agli interventi dei lettori
SONDAGGIO
TURCHIA NELL'UNIONE EUROPEA?

 74.8%
NO
 25.2%

  vota
  presentazione
  altri sondaggi
RICERCA nel SITO



Agende e Calendari

Archeologia e Storia

Attualità e temi sociali

Bambini e adolescenti

Bioarchitettura

CD / Musica

Cospirazionismo e misteri

Cucina e alimentazione

Discipline orientali

Esoterismo

Fate, Gnomi, Elfi, Folletti

I nostri Amici Animali

Letture

Maestri spirituali

Massaggi e Trattamenti

Migliorare se stessi

Paranormale

Patologie & Malattie

PNL

Psicologia

Religione

Rimedi Naturali

Scienza

Sessualità

Spiritualità

UFO

Vacanze Alternative

TELLUSfolio - Supplemento telematico quotidiano di Tellus
Dir. responsabile Enea Sansi - Reg. Trib. Sondrio n. 208 del 21/12/1989 - ISSN 1124-1276 - R.O.C. N. 24762 LABOS Editrice
Sede legale: Via Fontana, 11 - 23017 MORBEGNO - Tel. e Fax 0342 610861 C.F./P.IVA 00668000144 - SONDRIO REA 46909 - capitale sociale € 7.000 i.v. privacy policy