Lunedì , 16 Settembre 2019
VIGNETTA della SETTIMANA
Esercente l'attività editoriale
Realizzazione ed housing
BLOG
MACROLIBRARSI.IT
RICERCA
SU TUTTO IL SITO
TellusFolio > Nave Terra > Oblò cubano
 
Share on Facebook Share on Twitter Share on Linkedin Delicious
Yoani Sánchez in viaggio tra dubbi e speranze
10 Luglio 2010
 

Yoani Sánchez ha passato la notte in ospedale insieme a Coco Fariñas, è voluta restare alcune ore accanto a un uomo che con un prolungato sciopero della fame e della sete ha contribuito alla liberazione di tanti prigionieri. Niente telefono cellulare nelle sale dei degenti, il regolamento parla chiaro, così ha dovuto rinunciare a twittear, non ha potuto praticare il suo antidoto quotidiano alla mancanza di libertà. Coco Fariñas ha passato una notte difficile, soffre molti dolori nella zona inguinale. Il suo calvario non è terminato perché il corpo è ancora fragile dopo aver passato quattro mesi senza ingerire cibi solidi e liquidi.

Al mattino Yoani ha salutato Fariñas e ha ripreso la strada per L’Avana insieme al marito Reinaldo Escobar. A casa c’è Teo che l’attende, ma ci sono pure i doveri di un blog che per molti lettori è l’unico modo per conoscere la situazione cubana. Due giorni senza dormire non hanno scalfito la sua voglia di lottare, perché la piccola blogger è fragile soltanto nella costituzione, ma ha un carattere forte, come una donna d’altri tempi, come una rivoluzionaria della Sierra Maestra. Manca soltanto un buon caffè per riprendere le battaglie quotidiane a suon di kylobites, alla conquista della libertà tra buche sul selciato, autostoppisti, venditori di formaggio e marmellata di guayaba che offrono prodotti ai bordi dell’autostrada. Yoani viaggia lungo una strada percossa dal sole e pensa a Fariñas che durante la notte ha dormito solo pochi minuti, si lamentava, soffriva, ma era vivo, questa è la cosa più importante. Adesso si tratta soltanto di seguire la sua salute con attenzione, di vigilare su possibili ricadute, di alimentarlo con oculatezza, di farlo bere a piccoli sorsi.

Yoani si accarezza i lunghi capelli, passa le mani sulla fronte, stanca, spossata, il volto tirato che osserva il sole e i neri avvoltoi che si levano in volo sul piccolo fiume che attraversa Santa Clara. Le dita corrono veloci sul telefono cellulare che non abbandona un istante per digitare dubbi e speranze. Il governo non ha la volontà di smantellare l’apparato repressivo, pensa Yoani, e allora è tutto inutile, siamo punto e a capo, sarà sufficiente una nuova Primavera Nera per provocare ancora un’ondata di arresti. Forse potrebbe bastare molto meno, semplici articoli, opinioni espresse in maniera non conforme, critiche più o meno velate al potere.

Yoani siede accanto a Reinaldo che guida una vecchia Lada lungo l’autostrada in direzione dell’Avana, guarda il suo uomo e sorride. Tutto sommato è felice, almeno questa volta nessuno è morto per ottenere un diritto, anche se il futuro presenta molti lati oscuri.

«Hanno liberato questi prigionieri perché non potevano fare altro, erano in difficoltà, ma è stata una concessione dall’alto, un gesto di magnanimità. Non c’è nessuna volontà di cambiare», dice al marito. Reinaldo annuisce. Pure lui sa che le cose stanno in questo modo, ma per il momento meglio non pensarci, adesso è il momento di godere la vittoria fino in fondo. Reinaldo sa qual è la differenza tra liberare e deportare, sa che un uomo libero deve scegliere il suo destino e non può essere costretto a lasciare il suo Paese.

«Pablo Pacheco uscirà di prigione, ma dovrà andare in Spagna», dice Reinaldo. Yoani sorride, ma è un sorriso amaro. Pure lui deportato, quindi. «Almeno potrà leggere il suo blog…», sussurra.

La strada è ancora lunga. L’Avana è lontana. Yoani pensa che la mattina tropicale è stupenda, non ha niente a che vedere con il grigio montano delle montagne svizzere, diffonde luce e colori mentre rami di palme frondose si muovono al vento. Non cambierebbe con niente al mondo questo panorama. Yoani guarda avanti, percorre con gli occhi una strada irta di difficoltà, ma dentro al cuore cova tanta speranza, pur tra mille dubbi che non la fanno dormire. Il suo posto è qui, tra questi uomini e queste donne che lottano, accanto a suo marito e a suo figlio. Per le strade di una Cuba che sta cambiando e che un giorno non lontano sarà davvero libera.

 

Gordiano Lupi


Articoli correlati

  Yoani Sánchez. L'importanza di un premio
  Gordiano Lupi. 'Peones' della dittatura
  Yoani Sánchez. I funerali di Payá tra arresti e sospetti
  Coco Fariñas è in ospedale
  Fariñas pensa a un nuovo sciopero della fame se non si risolverà il caso dei tredici prigionieri politici
  Liberiamo i prigionieri politici. Tuteliamo i diritti umani a Cuba
  È arrivato il momento della Primavera cubana?
  Fariñas arrestato e rilasciato dalla polizia cubana
  Coco Fariñas in sciopero della fame e della sete
  Marianna Mascioletti. Cuba, atto terzo. La fabbrica degli eroi e il Nobel per la pace
  Reazioni a Cuba dopo la notizia delle future liberazioni di prigionieri politici
  Yoani-Twitter. Nuovo diniego a viaggiare. Coco Fariñas in pericolo di vita
  Liberato Fariñas
  Pablo Pacheco. Sajarov a Fariñas: un riconoscimento ai democratici cubani
  Guillermo Fariñas in terapia intensiva dopo 16 giorni di sciopero della fame
  Il Granma parla del caso Fariñas
  Cuba dopo Castro
  “Il governo cubano usa il terrore contro la penna”. Espulso da Cuba un giornalista spagnolo
  Cuba. Un piano per eliminare Fariñas?
  Yoani Sánchez telefona al Parlamento europeo
  Cuba. Arrestati Guillermo Fariñas, Librado Linares e altri 15 dissidenti
  “Cuba non cederà ai ricatti”. Raúl Castro parla sul caso Fariñas
  Cuba. Fariñas agli arresti senza un capo di imputazione
  Yoani Sánchez e Guillermo Fariñas in attesa di un permesso
  Appello urgente per la vita del dottor Guillermo Fariñas in Cuba
  Cuba. Liberata la blogger Yoani Sánchez dopo diverse ore di detenzione
  “Hasta cuando?” Yoani Sánchez chiede che il Papa parli di Cuba
  Il Granma parla di Fariñas
  La Spagna corre in aiuto del dissidente Fariñas in pericolo di vita
  Cuba. Arrestato Fariñas per reati di opinione
  Gordiano Lupi. Il Parlamento Europeo assegna il “Premio Sakharov” al dissidente cubano Guillermo Fariñas
  Reinaldo Escobar / Guillermo Fariñas. Conto alla rovescia per la liberazione
  Valter Vecellio. Le gocce che scavano le pietre
  Yoani Sánchez piace a tutti ma non al regime
  Cuba. Coco Fariñas in pericolo di vita
  Jardim. L'Unione Europea manda un messaggio all'Avana
  Andria Medina. Ancora due o tre cose sul Sakarov a Fariñas
  Gordiano Lupi. Fariñas candidato favorito al Premio Sacharov
  Cuba: Liberati i dissidenti arrestati
  Notizie da una Cuba in movimento
  Gordiano Lupi. I rapporti Cuba - Spagna in pericolo dopo le elezioni
  Nuova detenzione per Fariñas
  Cuba. In libertà alcuni prigionieri politici
  Dissidenti cubani firmano progetto unitario di lotta
  La missione delle Dame in Bianco: Lottare per la Libertà del popolo cubano
  Yoani Sánchez. Il primo sorso d’acqua
  Guillermo Fariñas interrompe lo sciopero della fame
  Muore prigioniero
  Pablo Pacheco Avila. Grazie New York!
  Pablo Pacheco Avila. Svegliarsi da un Letargo
  Pablo Pacheco Avila. Cronaca da un carcere cubano
  Pablo Pacheco Avila. Con quale diritto
  Pablo Pacheco Avila. Abbiate cura di voi
  Pablo Pacheco. Una Nuova Strada
  Pablo Pacheco. Le impronte della memoria
  Pablo Pacheco Ávila. Voz tras las rejas. Dal Blog “Voce tra le sbarre”
  A Cuba si vive un luglio rovente
  Pablo Pacheco Avila. La mia fiducia
  Pablo Pacheco Ávila. Le voci dissidenti a Cuba
 
 
 
Commenti
Lascia un commentoNessun commento da leggere
 
Indietro      Home Page
STRUMENTI
Versione stampabile
Gli articoli più letti
Invia questo articolo
INTERVENTI dei LETTORI
Un'area interamente dedicata agli interventi dei lettori
SONDAGGIO
TURCHIA NELL'UNIONE EUROPEA?

 75.7%
NO
 24.3%

  vota
  presentazione
  altri sondaggi
RICERCA nel SITO



Agende e Calendari

Archeologia e Storia

Attualità e temi sociali

Bambini e adolescenti

Bioarchitettura

CD / Musica

Cospirazionismo e misteri

Cucina e alimentazione

Discipline orientali

Esoterismo

Fate, Gnomi, Elfi, Folletti

I nostri Amici Animali

Letture

Maestri spirituali

Massaggi e Trattamenti

Migliorare se stessi

Paranormale

Patologie & Malattie

PNL

Psicologia

Religione

Rimedi Naturali

Scienza

Sessualità

Spiritualità

UFO

Vacanze Alternative

TELLUSfolio - Supplemento telematico quotidiano di Tellus
Dir. responsabile Enea Sansi - Reg. Trib. Sondrio n. 208 del 21/12/1989 - ISSN 1124-1276 - R.O.C. N. 32755 LABOS Editrice
Sede legale: Via Fontana, 11 - 23017 MORBEGNO - Tel. +39 0342 610861 - C.F./P.IVA 01022920142 - REA SO-77208 privacy policy