Venerdì , 20 Settembre 2019
VIGNETTA della SETTIMANA
Esercente l'attività editoriale
Realizzazione ed housing
BLOG
MACROLIBRARSI.IT
RICERCA
SU TUTTO IL SITO
TellusFolio > Diario di bordo
 
Share on Facebook Share on Twitter Share on Linkedin Delicious
Valter Vecellio. Le gocce che scavano le pietre 
La situazione. SLA, Farina Coscioni, Cuba, Fariñas, le lotte nonviolente
Da sinistra: Pietro Pinna e Aldo Capitini
Da sinistra: Pietro Pinna e Aldo Capitini 
09 Luglio 2010
 

La “situazione” di oggi comincia ricordando, innanzitutto a chi parla, quello che una grande figura di intellettuale che non a caso si tende a dimenticare e che è stato un teorico-pratico della nonviolenza – parlo di Aldo Capitini – scrive in un suo libro, Le tecniche della nonviolenza: e cioè che il nonviolento è convinto che non è la fretta a vincere, ma tenacia, l’ostinazione lunga, come la goccia che scava la pietra, come la cultura che cresce a poco a poco, come il corallo, che si forma lentamente ed è durissimo. La pressione nonviolenta è lenta e instancabile. È difficile, conclude, che se è così, non riesca. Quello se si vuole, che spesso ci ricorda Marco Pannella con quella sua felice sintesi: la durata è la forma delle cose.

 

Questa riflessione, questo insegnamento capitiniano viene in mente pensando da una parte all’iniziativa di Maria Antonietta Farina Coscioni per quel che riguarda la SLA e l’incredibile situazione che si è creata: il provvedimento relativo ai Livelli Essenziali di Assistenza e del nomenclatore, che attende di essere aggiornato dal 1999, una bazzecola che riguarda direttamente alcuni milioni di malati e delle loro famiglie, da febbraio fermo sul tavolo del ministro dell’Economia: che in quattro mesi non ha ancora trovato il tempo di apporvi la sua eminente firma; e dall’altra dalla vicenda del dissidente cubano Guillermo Fariñas.

Sono due casi di gocce che scavano la pietra.

 

Il Governo, ieri il governo con il sottosegretario all’Economia Sonia Viale ha dato una risposta estremamente deludente, e svelato la sua nudità: «Si precisa che sotto il profilo tecnico il provvedimento richiede una verifica dei suoi contenuti con l'attuale scenario di carattere finanziario»; candidamente si ammette che il ministero in questi quattro mesi non ha fatto assolutamente nulla, e che quello che si doveva fare, si farà. Se non fosse una cosa tremendamente seria, che riguarda, ripeto, alcuni milioni di persone che soffrono, e soffrono tutti i giorni, verrebbe davvero da ridere. Ma non c’è niente da ridere se si pensa che tanti fieri difensori della vita, dalle Eugenie Roccelle ai Maurizi Sacconi, e tutti i portatori d’acqua nei giorni della vicenda Englaro, stanno osservando un significativo silenzio, spia di un’indifferenza più che eloquente. E ha ragione, per esempio il dottor Luigi Attenasio, presidente di Psichiatria Democratica, che esprimendo solidarietà ad Antonietta Farina Coscioni osserva come sia curioso che ci si accorga della tragedia dei malati solo quando questi chiedono come Welby di non subire accanimento terapeutico. E poi ci ricorda un qualcosa con cui tra breve dovremo fare i conti – conti politici: «L'attuale governo, nel voler “affossare” la 180, tramite proposte di legge attualmente in discussione presso la XII Commissione Affari Sociali della Camera, reintroducendo di fatto il paradigma del “grande internamento” per motivi psichiatrici, sembra guidato da un unico obiettivo: “tagliare” le risorse, ma anche “togliere” sia ai matti che agli stessi malati di SLA diritti non negoziabili, come la libertà e il diritto alla cura senza essere sopraffatti e umiliati».

 

Si parlava prima di Fariñas e di Cuba. Coco Fariñas ha posto fine a uno degli scioperi della fame più lunghi della storia, durato 135 giorni. E lo ha fatto dopo aver raggiunto un risultato, perché il regime di Raúl Castro ha annunciato il rilascio, in tempi diversi, di un “groppone” di 52 prigionieri politici, a seguito del dialogo in corso tra la chiesa cattolica e il governo.

Ora è vero che a questa liberazione non è estraneo il lavorio della chiesa cattolica. Però è altrettanto vero che cardinali ed eminenze si sono mosse perché pungolate dall’iniziativa di Fariñas. Cinque detenuti saranno liberati in queste ore, altri saranno trasferiti in carceri più vicine al loro luogo di residenza; e il regime che non aveva mai riconosciuto l’esistenza di questa questione, è stato costretto a farlo. La goccia, il corallo di cui parla Capitini.

 

In tutta questa vicenda brilla l’assenza di iniziativa degli Stati Uniti; e infatti Hillary Clinton se la cava parlando di segnale positivo, qualcosa che avrebbe dovuto avvenire da tempo. Certo: a patto che si lavori, perché queste cose accadano. Vale anche per l’Unione Europea: da Bruxelles un comunicato curioso: «abbiamo seguito con grande interesse il dialogo tra la chiesa e il governo, e spera che questo dialogo porterà al rilascio di tutti i prigionieri politici». Hanno seguito. Sempre meglio dell’Italia, che non fa e non segue. Diverse capitali si sono fatte avanti per accogliere quei detenuti che saranno liberati e che andranno all’estero. Chi sono queste capitali? Washinton, Santiago del Cile, Madrid e Parigi.

 

Peccato che a nessuna università estiva, di quelle che organizzano un po’ tutti, partiti, movimenti e fondazioni, venga in mente di organizzare un corso di nonviolenza e politica, per approfondire Capitini, Martin Luther King, Tolstoi, Gandhi, anche alla luce di quanto accade in questi giorni.

 

Valter Vecellio

(da Notizie radicali, 9 luglio 2010)


Articoli correlati

  Gabriella Falcicchio. Il convegno di Pienza su “La pedagogia di Aldo Capitini tra profezia e liberazione”
  Un seminario su Aldo Capitini. A Reggio Emilia l'11 dicembre
  Nanni Salio. Persuasi, dubbiosi, scettici e oppositori della nonviolenza
  Mao Valpiana. La lunga marcia della nonviolenza
  Francesco Pullia. Animalismo e vegetarianesimo, il nuovo possibile
  Francesco Pullia. Un progetto federalista per sconfiggere la spirale della violenza
  Il Movimento Nonviolento alla CGIL su sciopero, spese militari, guerra
  Andrea Maori. Da Capitini a Sharp: Noncollaborazione, liberalismo e democrazia
  Incontro su Capitini e nonviolenza. A Perugia il 1° ottobre
  Francesco Pullia. Ad Assisi per restituire a Capitini ciò che gli spetta
  Giancarla Codrignani. Per la salvezza del futuro
  Mao Valpiana. Il Movimento Nonviolento compie 50 anni
  Mao Valpiana. Al Presidente della Repubblica, sul “pacchetto sicurezza”
  Mao Valpiana. La nonviolenza degli studenti romani
  Aldo Capitini: la bellezza della luce
  Lorenzo Porta. Da un ambito locale con lo sguardo al mondo
  Ferrara. Lucia Boni per Azione Nonviolenta
  Presentazione del libro “Matti in libertà”
  Assegno invalidità. Bene abrogazione innalzamento percentuale
  Ferrara. Maria Antonietta Farina Coscioni: Matti in Libertà
  Maria Antonietta Farina Coscioni. «Per ogni nuova legge, abroghiamone 10!»
  Maria Antonietta Farina Coscioni sulla “Giornata delle malattie rare”
  SLA. Prosegue il digiuno di lotta e dialogo di Maria Antonietta Farina Coscioni
  “Fermare i farisei e i sacerdoti di ogni fanatismo”
  Maria Antonietta Farina Coscioni. Testamento biologico: 24 ore in Parlamento
  M. Antonietta Farina Coscioni. Vieni via con me: pretestuosa la richiesta di parcondicio dell'Udc
  Maria Antonietta Farina Coscioni. Biotestamento, il Pd cosa fa?
  Maria Antonietta Farina Coscioni. Auguri informali al neoministro della Salute Balduzzi
  Online il numero di agosto di Agenda Coscioni
  Gordiano Lupi. 'Peones' della dittatura
  Il Granma parla del caso Fariñas
  Yoani Sánchez. I funerali di Payá tra arresti e sospetti
  “Cuba non cederà ai ricatti”. Raúl Castro parla sul caso Fariñas
  Andria Medina. Ancora due o tre cose sul Sakarov a Fariñas
  Coco Fariñas è in ospedale
  Cuba. Liberata la blogger Yoani Sánchez dopo diverse ore di detenzione
  Fariñas pensa a un nuovo sciopero della fame se non si risolverà il caso dei tredici prigionieri politici
  Liberiamo i prigionieri politici. Tuteliamo i diritti umani a Cuba
  È arrivato il momento della Primavera cubana?
  Fariñas arrestato e rilasciato dalla polizia cubana
  Coco Fariñas in sciopero della fame e della sete
  Marianna Mascioletti. Cuba, atto terzo. La fabbrica degli eroi e il Nobel per la pace
  Reazioni a Cuba dopo la notizia delle future liberazioni di prigionieri politici
  Liberato Fariñas
  Nuova detenzione per Fariñas
  Pablo Pacheco. Sajarov a Fariñas: un riconoscimento ai democratici cubani
  Guillermo Fariñas in terapia intensiva dopo 16 giorni di sciopero della fame
  Cuba dopo Castro
  Il Granma parla di Fariñas
  “Il governo cubano usa il terrore contro la penna”. Espulso da Cuba un giornalista spagnolo
  Yoani Sánchez telefona al Parlamento europeo
  Cuba. Fariñas agli arresti senza un capo di imputazione
  Yoani Sánchez e Guillermo Fariñas in attesa di un permesso
  Yoani Sánchez. L'importanza di un premio
  “Hasta cuando?” Yoani Sánchez chiede che il Papa parli di Cuba
  Cuba. Un piano per eliminare Fariñas?
  La Spagna corre in aiuto del dissidente Fariñas in pericolo di vita
  Cuba. Arrestato Fariñas per reati di opinione
  Cuba. Arrestati Guillermo Fariñas, Librado Linares e altri 15 dissidenti
  Yoani Sánchez in viaggio tra dubbi e speranze
  Gordiano Lupi. Il Parlamento Europeo assegna il “Premio Sakharov” al dissidente cubano Guillermo Fariñas
  Reinaldo Escobar / Guillermo Fariñas. Conto alla rovescia per la liberazione
  Appello urgente per la vita del dottor Guillermo Fariñas in Cuba
  Yoani Sánchez piace a tutti ma non al regime
  Cuba. Coco Fariñas in pericolo di vita
  Jardim. L'Unione Europea manda un messaggio all'Avana
  Gordiano Lupi. Fariñas candidato favorito al Premio Sacharov
  Cuba: Liberati i dissidenti arrestati
  Notizie da una Cuba in movimento
  Yoani-Twitter. Nuovo diniego a viaggiare. Coco Fariñas in pericolo di vita
  Gordiano Lupi. I rapporti Cuba - Spagna in pericolo dopo le elezioni
  Cuba. In libertà alcuni prigionieri politici
  Dissidenti cubani firmano progetto unitario di lotta
  La missione delle Dame in Bianco: Lottare per la Libertà del popolo cubano
  Yoani Sánchez. Il primo sorso d’acqua
  Guillermo Fariñas interrompe lo sciopero della fame
 
 
 
Commenti
Lascia un commentoNessun commento da leggere
 
Indietro      Home Page
STRUMENTI
Versione stampabile
Gli articoli più letti
Invia questo articolo
INTERVENTI dei LETTORI
Un'area interamente dedicata agli interventi dei lettori
SONDAGGIO
TURCHIA NELL'UNIONE EUROPEA?

 75.7%
NO
 24.3%

  vota
  presentazione
  altri sondaggi
RICERCA nel SITO



Agende e Calendari

Archeologia e Storia

Attualità e temi sociali

Bambini e adolescenti

Bioarchitettura

CD / Musica

Cospirazionismo e misteri

Cucina e alimentazione

Discipline orientali

Esoterismo

Fate, Gnomi, Elfi, Folletti

I nostri Amici Animali

Letture

Maestri spirituali

Massaggi e Trattamenti

Migliorare se stessi

Paranormale

Patologie & Malattie

PNL

Psicologia

Religione

Rimedi Naturali

Scienza

Sessualità

Spiritualità

UFO

Vacanze Alternative

TELLUSfolio - Supplemento telematico quotidiano di Tellus
Dir. responsabile Enea Sansi - Reg. Trib. Sondrio n. 208 del 21/12/1989 - ISSN 1124-1276 - R.O.C. N. 32755 LABOS Editrice
Sede legale: Via Fontana, 11 - 23017 MORBEGNO - Tel. +39 0342 610861 - C.F./P.IVA 01022920142 - REA SO-77208 privacy policy