Domenica , 19 Novembre 2017
VIGNETTA della SETTIMANA
Esercente l'attività editoriale
Realizzazione ed housing
BLOG
MACROLIBRARSI.IT
RICERCA
SU TUTTO IL SITO
TellusFolio > Nave Terra > Oblò cubano
 
Share on Facebook Share on Twitter Share on Linkedin Delicious
Yoani Sánchez. La corruzione della sopravvivenza
21 Agosto 2008
 

Dal blog Generación Y

19 agosto 2008

 

 

La corrupción

de la sobrevivencia

Tiene 28 años y trabaja en la piscina de un hotel, porque su padrastro le compró un empleo en el turismo. Su dominio del inglés es fatal, pero con los dos mil pesos convertibles que le pagó al administrador, no fue necesario hacer la prueba de idiomas. Más de la mitad de las botellas de ron y coca cola que vende en el snackbar, la ha comprado él mismo a precio de mercado minorista. Los colegas le enseñaron a priorizar la venta de su “mercancía” por encima de la que el Estado destina a los turistas. Gracias a ese truco, se embolsa en cada turno de trabajo lo que ganaría un neurocirujano en un mes.

Su ritmo de gastos se apoya en las ganancias ilegales, así que trata de cumplir y no desentonar en el plano de la “incondicionalidad ideológica”. Es uno de los primeros que llega cuando convocan a una marcha o al desfile del primero de mayo. Entre sus ropas guarda, para cuando haga falta, un pulóver alusivo a los cinco héroes, otro con el rostro de Che Guevara y uno, intensamente rojo, que dice “Batalla de Ideas”. Si su jefe intenta sorprenderlo en el desvío de recursos, se cuelga una de esas camisetas y la presión baja.

Con sus pocos años, ya ha comprendido que no importa cuántas veces pasas la línea de la ilegalidad, siempre que te mantengas aplaudiendo. Unas consignas gritadas en un acto político, o aquella vez que le salió al paso a un “grupúsculo” contrarrevolucionario, lo han ayudado a conservar tan lucrativo empleo. Sus manos, que hoy roban, engañan a los clientes y desvían mercancías estatales, firmaron –hace casi seis años- una enmienda constitucional para que el sistema fuera “irreversible”. Para él, si lo dejan seguir llenándose los bolsillos, el socialismo bien podría ser eterno.

 

Yoani Sánchez

 

 

La corruzione della sopravvivenza

Ha 28 anni e lavora nella piscina di un hotel perché il suo patrigno gli ha comprato un impiego nel turismo. La sua padronanza dell’inglese è pessima, però, grazie ai duemila pesos convertibili che ha pagato all’amministratore, non è stato necessario sostenere l’esame di lingue. Più della metà delle bottiglie di rum e coca cola che vende nello snackbar, le ha comprate lui stesso a prezzi di mercato al dettaglio. I colleghi gli hanno insegnato a mettere in risalto la vendita della sua “mercanzia” sopra a quella che lo Stato destina ai turisti. Grazie a codesto trucco, si mette in tasca a ogni turno di lavoro quello che guadagnerebbe un neurochirurgo in un mese.

Il suo ritmo di consumi dipende dai profitti illegali, così che cerca di adempiere al proprio dovere e di non stonare nel piano della “non condizionalità ideologica”. È uno dei primi ad arrivare quando convocano una marcia o alla sfilata del primo maggio. Tra i suoi vestiti conserva, per quando serve, una maglietta che allude ai cinque eroi, un'altra con il volto di Che Guevara e una, di colore rosso intenso, che dice “Battaglia delle idee”. Se il suo capo cerca di sorprenderlo mentre sta deviando le risorse, indossa una di quelle camicette e la pressione scende.

Nonostante abbia pochi anni, ha già capito che non importa quante volte oltrepassi la linea della illegalità, basta che tu continui ad applaudire. Alcune parole d’ordine gridate durante un’azione politica, o quella volta che è uscito contemporaneamente a un “gruppuscolo” controrivoluzionario, lo hanno aiutato a conservare un impiego così redditizio. Le sue mani, che oggi rubano, ingannano i clienti e deviano mercanzie statali, firmarono - circa sei anni fa - un emendamento costituzionale affinché il sistema fosse “irreversibile”. Per lui, se lo lasciano libero di continuare a riempirsi le tasche, il socialismo può durare in eterno.

 

Traduzione di Gordiano Lupi

 

 

Nota del traduttore: Ho trovato alcune analogie tra la bella prosa di Yoani e una poesia di Heberto Padilla, pubblicata nel famoso Fuera del juego (1968), che costò al poeta sette anni di detenzione e il successivo esilio. Padilla indicava tra le qualità indispensabili dell’uomo nuovo la necessità che fosse sempre disposto ad applaudire. Padilla è poeta pressoché sconosciuto in Italia, anche se Alberto Moravia fu uno dei firmatari del documento inviato a Fidel Castro per ottenere la sua liberazione. Riporto la poesia con relativa traduzione a uso e consumo dei lettori.

 

Instrucciones para ingresar en una nueva sociedad

 

Lo primero: optimista.
Lo segundo: atildado, comedido, obediente.
(Haber pasado todas las pruebas deportivas).
Y finalmente andar
como lo hace cada miembro:
un paso al frente, y
dos o tres atrás:
pero siempre aplaudiendo.

 

Istruzioni per entrare in una nuova società


Per prima cosa: ottimista.

Per seconda: elegante, misurato, obbediente.

(Aver superato tutte le prove sportive).

E finalmente camminare

come fa ogni membro:

un passo avanti, e

due o tre indietro:

però sempre applaudendo.

 

(Traduzione di Gordiano Lupi)


Articoli correlati

  Aldabonazo en Trocadero 162
  Gianni Minà diffama Yoani Sánchez
  Yoani Sánchez. Due anni
  Wishes on a falling star / Desideri su una stella cadente
  Yoani Sánchez. Quello che vedo intorno
  Yoani Sánchez. Piccoli diseredati
  Yoani Sánchez si racconta a 'El Nuevo Herald'
  Yoani Sánchez. Soroa
  Yoani al telefono. E una poesia di Orlando Luis Pardo
  Generación Y compie quattro anni
  Yoani Sánchez a Pontedera
  Antonio Stango. La blogosfera libererà Cuba?
  Yoani Sánchez. Che altri soffino sulle candeline
  Yoani Sánchez. Juan condannato al niente
  Yoani Sánchez. Come aiutare?
  Yoani Sánchez. A Cuba non solo la terra è improduttiva...
  Yoani Sánchez. Atterraggio forzato
  Yoani Sánchez . La “Y” al potere
  Yoani Sánchez. Raúl? Niente di nuovo a Cuba
  Yoani Sánchez. A capelli sciolti
  Yoani Sánchez. Il bosco di Sherwood
  Yoani Sánchez. Perdere tutto
  Cuba. La tecnologia erode il sistema totalitario
  Yoani Sánchez: una blogger ribelle
  Gordiano Lupi. Yoani racconta l’avventura di “Generación Y” – 1ª parte
  Yoani Sánchez. Cinque anni in una birra
  Marcello Bussi. Franqui: La storia è una puttana
  Yoani Sánchez. Divertiamoci ai carnevali!
  Le riforme di Raúl non si fermano
  Yoani Sánchez non esce da Cuba
  Yoani Sánchez si confida a Lorena Chauca
  Yoani Sánchez. Dal 1° Maggio al 26 Luglio
  Gordiano Lupi. L’Europa cancella le sanzioni contro Cuba
  Barack Obama allenta la morsa su Cuba. Verso la fine dell’embargo?
  Gordiano Lupi. Yoani Sánchez, un’eroica blogger cubana
  Yoani Sánchez. Mi sono creduta libera... Un delitto davvero esecrabile
  Yoani Sánchez. Qualcosa per evadere
  La reazione del regime. Yoani Sánchez accusata su youtube
  Yoani Sánchez. La lampada di Aladino non soddisfa il desiderio di libertà
  Un fumetto di Claudia Cadelo sulle violenze a Yoani
  Cuba libre. Il libro di Yoani Sánchez in libreria dal 15 aprile
  Gordiano Lupi. Yoani Sánchez, il suo periodico e la mia libertà
  Yoani Sánchez. L’altra Avana
  Gordiano Lupi. Fidel Castro contro Yoani Sánchez
  Yoani Sánchez. Violenza domestica, silenzio letale
  Gordiano Lupi. Yoani senti cosa fo’
  Yoani Sánchez tra le 100 persone più influenti del pianeta
  Marcello Bussi. Come sopravvivere alla diseconomia cubana. Intervista a Yoani Sánchez
  Oltre i muri: da Cuba al Medio Oriente. La sfida per la democrazia
  Gordiano Lupi. Raúl o Fidel la sostanza non cambia
  Yoani Sánchez. Da Gorki a Gustav
  Yoani Sánchez. Salire e scendere
  Yoani Sánchez. Cibermutilati
  Yoani Sánchez. Populismo alla cubana: conquiste, minacce e leadership
  Yoani Sánchez. Moda “Y”
  Buon compleanno, Yoani!
  Yoani Sánchez. Rapporto e documentazione sul “caso Gorki”
  Yoani Sánchez. Terra spianata
  Yoani Sánchez. Gorki
  Yoani Sánchez. L’arte di trasformare gli artisti in “nemici”
  Yoani Sánchez. Giornalismo o letteratura
  Gordiano Lupi. La chiamavano blog-trotter
  Yoani Sánchez. Internet o morte… “Twitteremos!”
  Yoani Sánchez. Democrazia in Chevrolet
  Gordiano Lupi. Gianni Minà attacca Yoani Sánchez
  Yoani Sánchez riceve il “Premio Brunet” per i Diritti Umani
  Yoani Sánchez. Il blog dei blog
  Ivis Acosta Ferrer. Intervista a Yoani Sánchez
  Gordiano Lupi. Com'è che non riesci più a volare?
  Yoani Sánchez telefona al Parlamento europeo
  Yoani Sánchez. 33 (Con gli auguri da Tellusfolio)
  Yoani Sánchez. Cuba sopravvive a Fidel Castro
  Tellusfolio nello speciale che La Repubblica dedica a Yoani Sánchez
  Yoani Sánchez. Cose da uomini
  Yoani Sánchez. Io
  Yoani Sánchez. Uniformi azzurre e ombre
  Cuba. Governo rallenta accesso a blog più cliccato dell'isola
  Gordiano Lupi. La morte del gatto e la rivoluzione
  Yoani Sánchez. Piccola e appartata
  Norberto Fuentes rivela gli atti ufficiali del caso Padilla
  Letteratura e censura a Cuba
  Gordiano Lupi: Antologia poetica di Heberto Padilla (2ª parte)
  La poetessa e attivista Isoke Aikpitanyi è finalista al Premio Letterario Camaiore Proposta 2014
  Gordiano Lupi. A Cuba non si legge e non si scrive poesia
  Il regalo
  Gordiano Lupi. Gli intellettuali cubani denunciano: Repressione silenziosa
  Gianfranco Spadaccia. Cuba, processo a mezzo secolo di regime
  NuovaCuba. Il castrista digitale
  Esilio
  Gordiano Lupi: Heberto Padilla, un poeta contro il regime
  Yoani Sánchez. La luce in fondo al tunnel
  Gordiano Lupi. “Fuori dal gioco” e il caso Padilla
  Marisa Cecchetti. “Fuera del juego” di Heberto Padilla
  Tra l’epica e la lirica. Intervista a Heberto Padilla
  Roberto Ampuero. I nostri anni verde oliva
  Gordiano Lupi al Camaiore 2014 (XXVI Premio letterario) con Stefania Sandrelli
  Libri e autori assenti alla Fiera del Libro dell'Avana
  Gordiano Lupi: L’Avana secondo Virgilio Piñera
  Yoani Sánchez. 1971 – 2009: il millennio grigio
  Gordiano Lupi. L’Avana, ritratto (senza cuore) di una città
  Gordiano Lupi: Antologia poetica di Heberto Padilla (3ª parte)
  Gordiano Lupi. Il regime nega l’evidenza
  Canzone del giullare
 
 
 
Commenti
Lascia un commentoLeggi i commenti [ 5 commenti ]
 
Indietro      Home Page
STRUMENTI
Versione stampabile
Gli articoli più letti
Invia questo articolo
INTERVENTI dei LETTORI
Un'area interamente dedicata agli interventi dei lettori
SONDAGGIO
ISRAELE NELL'UNIONE EUROPEA. Cosa ne pensi?

Sono d'accordo. Facciamolo!
 62.6%
Non so.
 1.1%
Non sono d'accordo.
 36.3%

  vota
  presentazione
  altri sondaggi
RICERCA nel SITO



Agende e Calendari

Archeologia e Storia

Attualità e temi sociali

Bambini e adolescenti

Bioarchitettura

CD / Musica

Cospirazionismo e misteri

Cucina e alimentazione

Discipline orientali

Esoterismo

Fate, Gnomi, Elfi, Folletti

I nostri Amici Animali

Letture

Maestri spirituali

Massaggi e Trattamenti

Migliorare se stessi

Paranormale

Patologie & Malattie

PNL

Psicologia

Religione

Rimedi Naturali

Scienza

Sessualità

Spiritualità

UFO

Vacanze Alternative

TELLUSfolio - Supplemento telematico quotidiano di Tellus
Dir. responsabile Enea Sansi - Reg. Trib. Sondrio n. 208 del 21/12/1989 - ISSN 1124-1276 - R.O.C. N. 24762 LABOS Editrice
Sede legale: Via Fontana, 11 - 23017 MORBEGNO - Tel. e Fax 0342 610861 C.F./P.IVA 00668000144 - SONDRIO REA 46909 - capitale sociale € 7.000 i.v. privacy policy