Giovedì , 20 Settembre 2018
VIGNETTA della SETTIMANA
Esercente l'attività editoriale
Realizzazione ed housing
BLOG
MACROLIBRARSI.IT
RICERCA
SU TUTTO IL SITO
TellusFolio > Nave Terra > Oblò cubano
 
Share on Facebook Share on Twitter Share on Linkedin Delicious
Le riforme di Raúl non si fermano 
Il blog di Yoani Sánchez spina nel fianco del regime • A Cuba si compreranno le case di abitazione • Il 'camello' va in pensione • Presto i cubani potranno viaggiare?
Raúl Castro, disegnato per la rivista
Raúl Castro, disegnato per la rivista 'Time' da Brian Latell  
21 Aprile 2008
 

A Cuba registriamo timidi segnali di cambiamento. La libertà è ancora limitata, i dissidenti restano in galera e il rispetto dei diritti umani è un miraggio. Yoani Sánchez guadagna un importante premio giornalistico e viene intervistata dalle Iene per aver inventato (a suo rischio e pericolo) un seguitissimo blog dove racconta la vita quotidiana dei cubani. A Cuba l’uso di internet è soggetto a controlli, esistono filtri che impediscono l’accesso a determinati siti ed è possibile collegarsi solo dagli internet point degli alberghi. Yoani Sánchez ha vissuto in Svezia per tre anni ed è rientrata a Cuba per motivi familiari, suo zio è uno dei 75 prigionieri politici arrestati durante la Primavera Nera del 2003 e si trova ancora in galera. Yoani entra negli hotel, si fa passare per straniera, paga in pesos convertibili (può permetterselo perché ha vissuto all’estero) e si connette. Non è facile mandare avanti il blog perché pubblica un articolo ogni quindici giorni. Tutto questo per dire che a Cuba in tema di espressione del pensiero non è cambiato niente.

Raúl Castro è stato prodigo di innovazioni propagandistiche. Telefonini, elettrodomestici, lettori dvd, possibilità di frequentare gli stessi alberghi degli stranieri… cose importanti per chi lavora nel turismo e per chi possiede parenti all’estero che assicurano cospicue rimesse. Cambiamenti che hanno il sapore della beffa per chi sopravvive con i miseri stipendi statali pagati in pesos, valuta che non serve a niente, neppure a garantire la sopravvivenza alimentare.

Raúl ha concesso la possibilità di comprare la casa e di lasciarla in eredità ai figli per tutti coloro che hanno abitato in un edificio per almeno vent’anni. Il cubano può riscattare l’abitazione dal datore di lavoro, senza bisogno di rivolgersi al governo. Il provvedimento non riguarda tutti i cubani, ma soltanto chi lavora nelle aziende di Stato (zuccherifici, coltivazioni di tabacco, etc.) e militari. Resta impossibile acquistare e vendere un’abitazione. È un passo avanti, ma resta il limite del potere di acquisto della moneta ufficiale. Può permettersi di riscattare una casa soltanto chi possiede un parente all’estero. L’economia cubana è legata a doppio filo alle rimesse degli emigranti.

È notizia di questi giorni il pensionamento del camello, l’autobus creato unendo due pullman tra loro, che a me fa tanta nostalgia. Il camello mi ricorda i primi viaggi a Cuba, il 1998, i sogni ancora intatti di una rivoluzione, un mondo che doveva essere un modello. Mi hanno tolto pure quello. Da domani a Cuba viaggeranno soltanto mezzi pubblici cinesi, gli Yutong, tremila autobus importati da Pechino e utilizzabili grazie al petrolio venezuelano. Il trasporto pubblico diventa moderno, pare che all’Avana abbiano rifatto pure le strade, messe davvero male, sistemate soltanto ai tempi del viaggio del Papa. In compenso il biglietto di una corsa è raddoppiato. Come potranno permettersi gli Yutong i dipendenti statali che guadagnano quindici dollari al mese?

La notizia più importante deve ancora arrivare. Sta per cadere il tabù più pesante: il divieto di viaggiare all’estero. Si è diffusa la voce che il governo cubano procederebbe sulla strada di una graduale liberalizzazione dei permessi per espatriare (fonte: El Pais). Per andare all’estero non servirà più la famigerata carta blanca e verrà eliminato l’obbligo di una carta di invito da parte di un cittadino straniero. Una nuova legge sulle regole migratorie semplificherà l’ingresso e l’uscita dei cittadini cubani dall’isola. Se nei prossimi giorni la notizia verrà confermata si tratterebbe della prima vera grande riforma utile per tutti i cubani. Una libertà di uscita dal paese permetterebbe di recarsi all’estero per lavorare e tornare in patria con denaro da spendere. Il cambiamento gioverebbe all’economia del paese e alle tasche dei cittadini cubani. Non resta che aspettare.

 

Gordiano Lupi


Articoli correlati

  Gordiano Lupi. Yoani Sánchez, il suo periodico e la mia libertà
  Un fumetto di Claudia Cadelo sulle violenze a Yoani
  Yoani Sánchez. Quello che vedo intorno
  Antonio Stango. La blogosfera libererà Cuba?
  Buon compleanno, Yoani!
  Tellusfolio nello speciale che La Repubblica dedica a Yoani Sánchez
  Gordiano Lupi. La chiamavano blog-trotter
  Yoani Sánchez. 33 (Con gli auguri da Tellusfolio)
  Gordiano Lupi. Gianni Minà attacca Yoani Sánchez
  Gordiano Lupi. Com'è che non riesci più a volare?
  Gordiano Lupi. Raúl o Fidel la sostanza non cambia
  Yoani Sánchez. Gorki
  Yoani Sánchez. Cibermutilati
  Yoani Sánchez si racconta a 'El Nuevo Herald'
  Yoani Sánchez. Rapporto e documentazione sul “caso Gorki”
  Yoani Sánchez. Violenza domestica, silenzio letale
  Yoani Sánchez. Piccoli diseredati
  Yoani Sánchez. Anche il moderato è un nemico
  Yoani Sánchez tra le 100 persone più influenti del pianeta
  Yoani Sánchez. La lampada di Aladino non soddisfa il desiderio di libertà
  Gordiano Lupi. Yoani Sánchez, un’eroica blogger cubana
  Marcello Bussi. Franqui: La storia è una puttana
  Gordiano Lupi. L’Europa cancella le sanzioni contro Cuba
  Gordiano Lupi. Yoani racconta l’avventura di “Generación Y” – 1ª parte
  Generación Y compie quattro anni
  Yoani Sánchez. Che altri soffino sulle candeline
  Yoani Sánchez . La “Y” al potere
  Yoani Sánchez. Qualcosa per evadere
  Yoani Sánchez. Democrazia in Chevrolet
  Yoani Sánchez. Due anni
  Yoani Sánchez. Cuba sopravvive a Fidel Castro
  Yoani Sánchez: una blogger ribelle
  Yoani al telefono. E una poesia di Orlando Luis Pardo
  Yoani Sánchez. Raúl? Niente di nuovo a Cuba
  Cuba. La tecnologia erode il sistema totalitario
  Yoani Sánchez. Il blog dei blog
  Yoani Sánchez non esce da Cuba
  Cuba libre. Il libro di Yoani Sánchez in libreria dal 15 aprile
  Yoani Sánchez si confida a Lorena Chauca
  Yoani Sánchez. Divertiamoci ai carnevali!
  Barack Obama allenta la morsa su Cuba. Verso la fine dell’embargo?
  Yoani Sánchez. Salire e scendere
  Yoani Sánchez. A capelli sciolti
  Aldabonazo en Trocadero 162
  Yoani Sánchez. L’arte di trasformare gli artisti in “nemici”
  Yoani Sánchez. Mi sono creduta libera... Un delitto davvero esecrabile
  Gordiano Lupi. Fidel Castro contro Yoani Sánchez
  Yoani Sánchez. Internet o morte… “Twitteremos!”
  La reazione del regime. Yoani Sánchez accusata su youtube
  Marcello Bussi. Come sopravvivere alla diseconomia cubana. Intervista a Yoani Sánchez
  Wishes on a falling star / Desideri su una stella cadente
  Yoani Sánchez. Atterraggio forzato
  Yoani Sánchez. Io
  Yoani Sánchez. Come aiutare?
  Yoani Sánchez. Giornalismo o letteratura
  Yoani Sánchez a Pontedera
  Yoani Sánchez. Terra spianata
  Yoani Sánchez riceve il “Premio Brunet” per i Diritti Umani
  Yoani Sánchez. L’altra Avana
  Yoani Sánchez telefona al Parlamento europeo
  Yoani Sánchez. Da Gorki a Gustav
  Yoani Sánchez. Perdere tutto
  Gordiano Lupi. Yoani senti cosa fo’
  Yoani Sánchez. Juan condannato al niente
  Ivis Acosta Ferrer. Intervista a Yoani Sánchez
  Yoani Sánchez. Cinque anni in una birra
  Yoani Sánchez. Soroa
  Gianni Minà diffama Yoani Sánchez
  Yoani Sánchez. Populismo alla cubana: conquiste, minacce e leadership
  Yoani Sánchez. Dal 1° Maggio al 26 Luglio
  Yoani Sánchez. Il bosco di Sherwood
  Yoani Sánchez. Cose da uomini
  Yoani Sánchez. Uniformi azzurre e ombre
  Yoani Sánchez. La corruzione della sopravvivenza
  Yoani Sánchez. Moda “Y”
  Yoani Sánchez. A Cuba non solo la terra è improduttiva...
  Cuba. Governo rallenta accesso a blog più cliccato dell'isola
  Oltre i muri: da Cuba al Medio Oriente. La sfida per la democrazia
  Yoani Sánchez. Il sermone di José Conrado nella chiesa di legno
  Cuba. Stato sociale, forse cade un tabù
  Yoani Sánchez. Cuba. Il numero 1.5
  Yoani Sánchez. Mi dimeno nell’Olimpo
  Raúl Castro convoca per aprile 2011 il 6° Congresso del PCC
  Raúl Castro riapre il settore dei trasporti ai privati
  Cuba senza Castro. L'ottimo libro di Giorgio Ferrari
  Breve analisi economico-politica del 2009 di Raúl Castro
  Garrincha. Il cambiamento di Raúl
  A Cuba reimpasto nel governo
  Gorki Águila. “El general”. Arrestato mentre la registrava
  A. Torreguitart. Speedy Gonzales e il socialismo realista
  Valter Vecellio. La situazione. Cuba, come prima, peggio di prima
  Cuba, 26 luglio. Raúl Castro non parla
  Yoani Sánchez. Il peccato originale
  Iniezioni di libero mercato e campi da golf per l'economia cubana
  Yoani Sánchez. Una visita più simbolica che politica
  Raúl Castro apre al lavoro privato ma non parla di libertà
  Yoani Sánchez. Che cosa fa un presidente?
  Gordiano Lupi. Le innovazioni del sistema cubano
  Yoani Sánchez. Assenza di colori
  Aspettando il 26 luglio. Parlerà Fidel o Raúl?
  Raúl Castro: “Il futuro è nel privato! Ma siamo ancora socialisti...”
  Yoani Sánchez. La presenza di Fidel unica sorpresa del Congresso
  Lula paragona i dissidenti cubani ai delinquenti comuni brasiliani
  I risultati del Congresso del Partito comunista cubano
  Cuba. Meno detenuti politici, ma situazione diritti non migliora
  Domenico Vecchioni. “Raúl Castro”
  Cuba. Liberato Lázaro González Adán, in carcere dal 2004
  Reinaldo Escobar. Te l’avevo detto
  Omar Santana e la situazione cubana
 
 
 
Commenti
Lascia un commentoLeggi i commenti [ 4 commenti ]
 
Indietro      Home Page
STRUMENTI
Versione stampabile
Gli articoli più letti
Invia questo articolo
INTERVENTI dei LETTORI
Un'area interamente dedicata agli interventi dei lettori
SONDAGGIO
TURCHIA NELL'UNIONE EUROPEA?

 76.5%
NO
 23.5%

  vota
  presentazione
  altri sondaggi
RICERCA nel SITO



Agende e Calendari

Archeologia e Storia

Attualità e temi sociali

Bambini e adolescenti

Bioarchitettura

CD / Musica

Cospirazionismo e misteri

Cucina e alimentazione

Discipline orientali

Esoterismo

Fate, Gnomi, Elfi, Folletti

I nostri Amici Animali

Letture

Maestri spirituali

Massaggi e Trattamenti

Migliorare se stessi

Paranormale

Patologie & Malattie

PNL

Psicologia

Religione

Rimedi Naturali

Scienza

Sessualità

Spiritualità

UFO

Vacanze Alternative

TELLUSfolio - Supplemento telematico quotidiano di Tellus
Dir. responsabile Enea Sansi - Reg. Trib. Sondrio n. 208 del 21/12/1989 - ISSN 1124-1276 - R.O.C. N. 24762 LABOS Editrice
Sede legale: Via Fontana, 11 - 23017 MORBEGNO - Tel. e Fax 0342 610861 C.F./P.IVA 00668000144 - SONDRIO REA 46909 - capitale sociale € 7.000 i.v. privacy policy