Martedì , 21 Novembre 2017
VIGNETTA della SETTIMANA
Esercente l'attività editoriale
Realizzazione ed housing
BLOG
MACROLIBRARSI.IT
RICERCA
SU TUTTO IL SITO
TellusFolio > Nave Terra > Oblò cubano
 
Share on Facebook Share on Twitter Share on Linkedin Delicious
Yoani Sánchez. Gorki
28 Agosto 2008
 

Dal blog Generación Y

26 agosto 2008

 

 

Gorki

Se lo llevaron, porque nada desestabiliza más a los intransigentes que un hombre en su estado más libre. En la quinta Unidad de policía -3ra y 62, Playa- donde los delincuentes se alternan y una taza de baño es una quimera dolorosa, rasga Gorki las cuerdas de su rebeldía. Es un tipo raro, todos lo notan; más raro aún en una sociedad donde el modelo del “hombre nuevo” es la versión, a color, del tonto del aula (1).

Gorki concentra el atractivo que no tienen sus censores: canta, se contonea y grita en sus cruentas letras de rock lo que otros balbucean con miedo. Tiene una habitación forrada con cartones de huevo que le han regalado, porque sumando los recibidos en el mercado racionado no hubiera podido empapelar ni un armario. Está acusado de un delito salido del guión del filme “Minority Report”; incriminado bajo el eufemismo de “peligrosidad pre delictiva”. Traducido al lenguaje de la realidad, significa que te ponen tras las rejas para que no cometas esa trastada que otros presagian.

En el caso de Gorki, la inculpación ha sido moldeada por un delegado de la circunscripción con delirios de James Bond, por una vecina a la que han “aconsejado” que haga la denuncia y por una comunidad que evita interceder por los “incómodos”. El jueves será la vista preliminar y sólo alguna ropa y objetos de aseo, que su padre le llevó, han podido entrar hasta donde lo tienen “guardado”. Hay pocas posibilidades de que el abogado defensor convenza al estricto fiscal que la melena de Gorki, sus canciones de rock y el ruido de su guitarra, no son más peligrosos que la inercia, el conformismo o la doble moral que lo envuelve todo.

 

Yoani Sánchez

 

 

Gorki

Se lo sono portato portarono via perché niente destabilizza di più gli intransigenti che un uomo nella sua condizione più libera. Nella quinta Unità della polizia - 3ra y 62, Playa - dove i delinquenti si avvicendano e una tazza da bagno rappresenta una dolorosa chimera, Gorki strappa le corde della sua disubbidienza. È un tipo singolare, tutti lo possono vedere; ancora più singolare in una società dove il modello dell’uomo nuovo è la versione, a colori, dello scemo del villaggio.(1)

Gorki possiede il fascino che non hanno i suoi censori: canta, ancheggia e grida con una musica rock composta di parole cruente ciò che altri balbettano con timore. Possiede una stanza ricoperta con cartoni da uova che gli hanno regalato, perché mettendo insieme quelli ricevuti nel mercato razionato non avrebbe potuto foderare nemmeno un armadio. È accusato di un delitto che sembra uscito dalla sceneggiatura del film Minority Report; incriminato sotto l’eufemismo di pericolosità pre criminale. Tradotto nel linguaggio reale, significa che ti mettono dietro le sbarre perché tu non commetta una marachella che altri predicono.

Nel caso di Gorki, l’imputazione di colpa è stata plasmata da un delegato della circoscrizione con deliri da James Bond, da una vicina alla quale hanno consigliato di fare la denuncia e da una comunità che evita di intercedere in favore di personaggi “scomodi”. Giovedì prossimo avrà luogo l’udienza preliminare, dove lo tengono sotto vigilanza sono stati ammessi soltanto alcuni vestiti e oggetti d’igiene personale, che gli ha portato suo padre. Ci sono poche possibilità che l’avvocato difensore convinca il severo pubblico ministero che la capigliatura di Gorki, le sue canzoni rock e il rumore della sua chitarra, non sono più pericolose dell’inerzia, del conformismo o della doppia morale che avvolge tutta la nostra esistenza.

 

Traduzione di Gordiano Lupi

 

 

(1) Ho reso tonto del aula, espressione che in italiano non esiste, con scemo del villaggio. Il significato è identico. Yoani fa riferimento a un grave fatto di cronaca, nuovo episodio di limitazione dei diritti umani a Cuba, dove purtroppo niente sta cambiando.


Foto allegate

Articoli correlati

  Gorki Águila torna a Cuba
  Gorki Águila. “El general”. Arrestato mentre la registrava
  Cuba. Gorki Aguila a giudizio venerdì
  Yoani Sánchez picchiata al concerto!!!
  Gorki Carrasco di nuovo libero
  Yoani Sánchez. Da Gorki a Gustav
  Yoani Sánchez. Rapporto e documentazione sul “caso Gorki”
  Cuba. Arrestato il cantante Gorki Aguila
  Liberato il cantante anti-castrista Gorki Águila
  Aldabonazo en Trocadero 162
  Buon compleanno, Yoani!
  Gianni Minà diffama Yoani Sánchez
  Yoani Sánchez. Due anni
  Wishes on a falling star / Desideri su una stella cadente
  Yoani Sánchez. Piccoli diseredati
  Yoani Sánchez si racconta a 'El Nuevo Herald'
  Yoani Sánchez. Soroa
  Un fumetto di Claudia Cadelo sulle violenze a Yoani
  Yoani al telefono. E una poesia di Orlando Luis Pardo
  Generación Y compie quattro anni
  Yoani Sánchez. 33 (Con gli auguri da Tellusfolio)
  Antonio Stango. La blogosfera libererà Cuba?
  Yoani Sánchez. Cuba sopravvive a Fidel Castro
  Yoani Sánchez. Che altri soffino sulle candeline
  Yoani Sánchez. Juan condannato al niente
  Gordiano Lupi. Yoani senti cosa fo’
  Yoani Sánchez. Come aiutare?
  Yoani Sánchez. A Cuba non solo la terra è improduttiva...
  Yoani Sánchez a Pontedera
  Yoani Sánchez. Atterraggio forzato
  Yoani Sánchez . La “Y” al potere
  Yoani Sánchez. Raúl? Niente di nuovo a Cuba
  Yoani Sánchez. A capelli sciolti
  Yoani Sánchez. Perdere tutto
  Cuba. La tecnologia erode il sistema totalitario
  Yoani Sánchez: una blogger ribelle
  Gordiano Lupi. Yoani racconta l’avventura di “Generación Y” – 1ª parte
  Yoani Sánchez. Quello che vedo intorno
  Yoani Sánchez. Cinque anni in una birra
  Marcello Bussi. Franqui: La storia è una puttana
  Yoani Sánchez. Divertiamoci ai carnevali!
  Le riforme di Raúl non si fermano
  Yoani Sánchez non esce da Cuba
  Yoani Sánchez si confida a Lorena Chauca
  Yoani Sánchez. Dal 1° Maggio al 26 Luglio
  Gordiano Lupi. L’Europa cancella le sanzioni contro Cuba
  Barack Obama allenta la morsa su Cuba. Verso la fine dell’embargo?
  Gordiano Lupi. Yoani Sánchez, un’eroica blogger cubana
  Yoani Sánchez. Mi sono creduta libera... Un delitto davvero esecrabile
  La reazione del regime. Yoani Sánchez accusata su youtube
  Yoani Sánchez. La lampada di Aladino non soddisfa il desiderio di libertà
  Yoani Sánchez. Qualcosa per evadere
  Cuba libre. Il libro di Yoani Sánchez in libreria dal 15 aprile
  Gordiano Lupi. Yoani Sánchez, il suo periodico e la mia libertà
  Yoani Sánchez. L’altra Avana
  Gordiano Lupi. Fidel Castro contro Yoani Sánchez
  Yoani Sánchez. Violenza domestica, silenzio letale
  Yoani Sánchez tra le 100 persone più influenti del pianeta
  Marcello Bussi. Come sopravvivere alla diseconomia cubana. Intervista a Yoani Sánchez
  Oltre i muri: da Cuba al Medio Oriente. La sfida per la democrazia
  Gordiano Lupi. Raúl o Fidel la sostanza non cambia
  Yoani Sánchez. Salire e scendere
  Yoani Sánchez. Cibermutilati
  Yoani Sánchez. Populismo alla cubana: conquiste, minacce e leadership
  Yoani Sánchez. Moda “Y”
  Yoani Sánchez. Il bosco di Sherwood
  Yoani Sánchez. Terra spianata
  Yoani Sánchez. L’arte di trasformare gli artisti in “nemici”
  Yoani Sánchez. Giornalismo o letteratura
  Gordiano Lupi. La chiamavano blog-trotter
  Yoani Sánchez. Internet o morte… “Twitteremos!”
  Yoani Sánchez. Democrazia in Chevrolet
  Gordiano Lupi. Gianni Minà attacca Yoani Sánchez
  Yoani Sánchez riceve il “Premio Brunet” per i Diritti Umani
  Tellusfolio nello speciale che La Repubblica dedica a Yoani Sánchez
  Yoani Sánchez. Il blog dei blog
  Gordiano Lupi. Com'è che non riesci più a volare?
  Ivis Acosta Ferrer. Intervista a Yoani Sánchez
  Yoani Sánchez telefona al Parlamento europeo
  Yoani Sánchez. La corruzione della sopravvivenza
  Yoani Sánchez. Cose da uomini
  Yoani Sánchez. Io
  Yoani Sánchez. Uniformi azzurre e ombre
  Cuba. Governo rallenta accesso a blog più cliccato dell'isola
 
 
 
Commenti
Lascia un commentoLeggi i commenti [ 1 commento ]
 
Indietro      Home Page
STRUMENTI
Versione stampabile
Gli articoli più letti
Invia questo articolo
INTERVENTI dei LETTORI
Un'area interamente dedicata agli interventi dei lettori
SONDAGGIO
ISRAELE NELL'UNIONE EUROPEA. Cosa ne pensi?

Sono d'accordo. Facciamolo!
 62.6%
Non so.
 1.1%
Non sono d'accordo.
 36.2%

  vota
  presentazione
  altri sondaggi
RICERCA nel SITO



Agende e Calendari

Archeologia e Storia

Attualità e temi sociali

Bambini e adolescenti

Bioarchitettura

CD / Musica

Cospirazionismo e misteri

Cucina e alimentazione

Discipline orientali

Esoterismo

Fate, Gnomi, Elfi, Folletti

I nostri Amici Animali

Letture

Maestri spirituali

Massaggi e Trattamenti

Migliorare se stessi

Paranormale

Patologie & Malattie

PNL

Psicologia

Religione

Rimedi Naturali

Scienza

Sessualità

Spiritualità

UFO

Vacanze Alternative

TELLUSfolio - Supplemento telematico quotidiano di Tellus
Dir. responsabile Enea Sansi - Reg. Trib. Sondrio n. 208 del 21/12/1989 - ISSN 1124-1276 - R.O.C. N. 24762 LABOS Editrice
Sede legale: Via Fontana, 11 - 23017 MORBEGNO - Tel. e Fax 0342 610861 C.F./P.IVA 00668000144 - SONDRIO REA 46909 - capitale sociale € 7.000 i.v. privacy policy