Domenica , 17 Dicembre 2017
VIGNETTA della SETTIMANA
Esercente l'attività editoriale
Realizzazione ed housing
BLOG
MACROLIBRARSI.IT
RICERCA
SU TUTTO IL SITO
TellusFolio > Nave Terra > Oblò cubano
 
Share on Facebook Share on Twitter Share on Linkedin Delicious
Yoani Sánchez. Lady, I love you
16 Gennaio 2009
 

Dal blog Generación Y

15 gennaio 2009

 

 

Lady, I love you

Espero en un banco del Parque Central a unas amigas, que ya llevan media hora de retraso. Ha sido un día duro y tengo pocas ganas de conversar con alguien. Un muchacho -que no rebasa los veinte- se me sienta al lado. Habla pésimamente el inglés, pero lo usa para preguntarme de dónde vengo y si comprendo el español. En un primer impulso tengo ganas de decirle que se largue, que no estoy para jineteros a la caza de turistas, pero lo dejo avanzar en su fallida estrategia de seducción.

No sabe que mi pálido pellejo lo he heredado de dos abuelos españoles, pero mi pasaporte es tan azul y nacional como el que tiene él. Si no fuera por su falsa apreciación de que soy extranjera, nunca se me acercaría. No soy un buen partido –eso se ve a la legua– pero él calcula que aunque parezca una forastera pobre, al menos puedo generarle una visa para emigrar. Llega a decirme, estimulado por mi mutismo: “Lady, I love you” y después de semejante declaración de amor, no puedo seguir conteniendo la risa. Le apunto en mi peor slang centrohabanero “No gastes balas conmigo, que soy cubiche”. Se levanta como si lo hubiera picado una bibijagua y se va insultándome. Lo escucho cuando exclama en voz alta “esa flaca parece yuma, pero es de aquí y vale menos que la moneda nacional”. Mi día ha cambiado repentinamente y empiezo a reírme sola en aquel banco, a pocos metros del Martí de mármol que adorna el parque.

La revancha le llega rápido al frustrado Casanova. Una nórdica en bermudas pasa por su lado y él le repite el mismo estribillo que me soltó a mí. Ella sonríe y parece deslumbrada ante su juventud y sus trencitas que terminan en cuentas de colores. Los veo irse juntos, mientras el ágil mancebo le declara su amor, en una lengua de la que apenas conoce una docena de palabras.

 

Yoani Sánchez

 

 

Lady, I love you

Seduta su una panchina di Parque Central aspetto alcune amiche già in ritardo di mezz’ora. È stata una giornata dura e ho poca voglia di conversare con qualcuno. Un ragazzo che non ha ancora vent’anni si siede accanto a me. Parla un inglese scadente, ma lo utilizza per domandarmi da dove vengo e se comprendo lo spagnolo. In un primo momento mi viene voglia di mandarlo via e di dirgli che non sono una preda per jineteros a caccia di turiste, ma alla fine lo lascio continuare nella sua frustrata strategia di seduzione.

Non sa che il colore pallido della pelle l’ho ereditato dai miei nonni spagnoli, anche se il mio passaporto è azzurro e nazionale come il suo. Se non fosse stato perché mi credeva straniera, non mi avrebbe mai avvicinato. Non sono un buon partito questo si vede lontano un miglio ma lui calcola che anche se sembro una forestiera povera, posso fargli guadagnare almeno un visto per emigrare. Arriva a dirmi, stimolato dal mio mutismo: “Lady, I love you” e dopo aver udito una simile dichiarazione d’amore, non posso trattenere oltre la mia ilarità. Ribatto nel mio peggior slang da abitante di Centro Avana: “Non sprecare frottole con me, che sono cubana”. Si alza come se lo avesse punto una formica rossa e si allontana insultandomi. Lo sento quando esclama a voce alta: “questa ragazza magra sembra straniera, ma è di qui e vale meno della moneta nazionale”. All’improvviso il mio giorno è cambiato e comincio a ridere da sola su quella panchina, a pochi metri dal Martí di marmo che adorna il parco.

La rivincita arriva rapida per il frustrato Casanova. Una nordica in bermuda gli passa accanto e lui ripete il medesimo ritornello che ha cantato a me. Lei sorride e sembra abbagliata di fronte alla sua gioventù e le sue treccine che terminano con palline colorate. Li vedo andarsene insieme, mentre l’agile giovanotto le dichiara il suo amore, in una lingua della quale conosce appena una dozzina di parole.

 

Traduzione di Gordiano Lupi

 

 

Nota del traduttore: Non traduco il termine jineteros, che sarebbe riduttivo rendere con l’italiano gigolò. Per una definizione completa del fenomeno jineterismo a Cuba rimando alla lettura di Mi Cuba (Mediane, 2009) e Almeno il pane Fidel (Stampa Alternativa, 2007).


Articoli correlati

  Gordiano Lupi. Perché scrivo poco di Cuba
  Gordiano Lupi. Altoforno spento
  Gordiano Lupi domani al Liceo Leonardo di Milano
  Gordiano Lupi presenta Yoani Sánchez all'Università di Pisa
  Gordiano Lupi
  Federico Fellini by Mediane. L'ultimo lavoro di Gordiano Lupi
  Lo scrittore toscano dell'anno 2011. Gordiano Lupi tra i vincitori
  Almeno il pane, Fidel
  Gordiano Lupi. Per non spegnere il nostro futuro
  “Yoani Sánchez. In attesa della primavera” di Gordiano Lupi
  Fidel Castro compie 85 anni
  Gordiano Lupi. Lettera da lontano
  Marisa Cecchetti. Del “Miracolo a Piombino” di Gordiano Lupi
  Gordiano Lupi. Il mio triste mondiale
  Gordiano Lupi. Storia della commedia sexy all'italiana
  I libri di Gordiano Lupi su Cuba a Miami
  Gordiano Lupi allo Speciale TG1 su Cuba. Domenica 23 alle ore 23
  Gordiano Lupi. Avana Killing
  Patrizia Garofalo. Le segrete del castello
  Gordiano Lupi. LA MIA AVANA
  In libreria Pierino contro tutti
  Gordiano Lupi. Il viaggio è un’avventura bianca e blu
  Gordiano Lupi. Piombino Leggendaria
  “Focus Cuba”. Al Carnevale di Castrovillari con William Navarrete e Gordiano Lupi
  Caffè Letterari a Reggio Emilia. Baraghini, Bianciardi, Lupi, Anelli e Bucciarelli
  Due, anzi tre, appuntamenti con Gordiano Lupi
  Gordiano Lupi, por la democracia para Cuba
  Gordiano Lupi. Miracolo a Piombino
  Alberto Figliolia. Calcio e acciaio di Gordiano Lupi
  Lettera di Yoani Sánchez, “intrappolata nella rete”, agli studenti di Cuneo
  Il cielo sopra Piombino
  Gordiano Lupi. Fernando di Leo e il suo cinema nero e perverso. Novità in libreria
  Gordiano Lupi. Lo scrittore sfigato
  Gordiano Lupi a Caserta per parlare di Cuba
  La situazione a Cuba e i blogger alternativi
  Gordiano Lupi. Sogno di primavera
  Vetrina/ Gordiano Lupi. Il sogno d’una cosa
  Gordiano Lupi al Camaiore 2014 (XXVI Premio letterario) con Stefania Sandrelli
  Gordiano Lupi. Una terribile eredità
  Patrizia Garofalo. Sono al fianco di chi si batte per la democrazia e la libertà
  Una terribile eredità. Gordiano Lupi in Campidoglio con Giovanni De Ficchy
  Spazio libreria, con Lupi e Micheletti, alla Festa Pd di Piombino
  Veleno. Dieci storie per non dormire
  Gordiano Lupi. I miei Mondiali
  Gordiano Lupi. Velina o Calciatore, altro che scrittore!
  Lupi su Cuba a Bologna. Aperitivo letterario venerdì alle 18
  “La nostra iniziativa è per una Cuba democratica, pluralista e libera”
  Patrizia Garofalo e Gordiano Lupi. A proposito di Cuba. A Ferrara, Venerdì 19 settembre
  Oltre i muri: da Cuba al Medio Oriente. La sfida per la democrazia
  Cor(ro)sivoTV/ Gordiano Lupi. Un tuttologo di nome Saviano
  Gordiano Lupi. San Giuseppe Artigiano
  Gordiano Lupi. L’Avana letteraria di un Infante defunto
  Gordiano Lupi. La morte di un padre
  “El otro paredón”, L’altro muro. Assassinio della reputazione a Cuba
  Omar Santana. Voci sulle condizioni di Fidel Castro
  Gordiano Lupi. Miracolo a Piombino. Storia di Marco e di un gabbiano
  Gordiano Lupi. Comunista? No, grazie
  Gordiano Lupi su Radio Rai Tre con “Cuba Magica”
  Un Cappuccetto rosso sangue. Un film che ricorda Joe D’Amato
  Marsiglia e L'Avana: luoghi dell'anima per due scrittori
  Gordiano Lupi. Un reduce, L'Avana, l'ambiguità del male
  Carlos Alberto Montaner. HAVANA REAL di Yoani Sánchez
  Gordiano Lupi. Yoani Sánchez, in attesa della primavera
  Gordiano Lupi. Cuba prima della rivoluzione
  Gordiano Lupi. Cattive storie di provincia
  Gordiano Lupi e Sabina Marchesi. Coppie diaboliche
  Gordiano Lupi. Domani e Empoli, con Giusti e Guerri
  Gordiano Lupi. Ancora una volta febbraio
  Gordiano Lupi. Confesso che ho sbagliato
  Stefano Pacini e Gordiano Lupi. Mi Cuba
  Marcello Rotili. Autentico elegante romanzo della memoria
 
 
 
Commenti
Lascia un commentoNessun commento da leggere
 
Indietro      Home Page
STRUMENTI
Versione stampabile
Gli articoli più letti
Invia questo articolo
INTERVENTI dei LETTORI
Un'area interamente dedicata agli interventi dei lettori
SONDAGGIO
ISRAELE NELL'UNIONE EUROPEA. Cosa ne pensi?

Sono d'accordo. Facciamolo!
 62.9%
Non so.
 1.1%
Non sono d'accordo.
 36.0%

  vota
  presentazione
  altri sondaggi
RICERCA nel SITO



Agende e Calendari

Archeologia e Storia

Attualità e temi sociali

Bambini e adolescenti

Bioarchitettura

CD / Musica

Cospirazionismo e misteri

Cucina e alimentazione

Discipline orientali

Esoterismo

Fate, Gnomi, Elfi, Folletti

I nostri Amici Animali

Letture

Maestri spirituali

Massaggi e Trattamenti

Migliorare se stessi

Paranormale

Patologie & Malattie

PNL

Psicologia

Religione

Rimedi Naturali

Scienza

Sessualità

Spiritualità

UFO

Vacanze Alternative

TELLUSfolio - Supplemento telematico quotidiano di Tellus
Dir. responsabile Enea Sansi - Reg. Trib. Sondrio n. 208 del 21/12/1989 - ISSN 1124-1276 - R.O.C. N. 24762 LABOS Editrice
Sede legale: Via Fontana, 11 - 23017 MORBEGNO - Tel. e Fax 0342 610861 C.F./P.IVA 00668000144 - SONDRIO REA 46909 - capitale sociale € 7.000 i.v. privacy policy