Venerdì , 15 Dicembre 2017
VIGNETTA della SETTIMANA
Esercente l'attività editoriale
Realizzazione ed housing
BLOG
MACROLIBRARSI.IT
RICERCA
SU TUTTO IL SITO
TellusFolio > Nave Terra > Sì, viaggiare
 
Share on Facebook Share on Twitter Share on Linkedin Delicious
Gordiano Lupi. Il viaggio è un’avventura bianca e blu 
Un libro ritrovato di Luciano Comida
19 Maggio 2012
 

Stasera mia figlia torna dalla scuola materna con il solito libro del venerdì, quello che per il progetto lettura dobbiamo leggere insieme a voce alta, o meglio, visto che lei non sa leggere e che in casa mia il solo che ama la lettura sono io, tocca leggere a me. L’hai voluta la bicicletta? O pedala! Diceva mio nonno. Leggere fa bene, certo, ma a volte è come lavorare, stanca. Scusami Pavese. Non ce l’ho con te.

Stasera mia figlia torna dalla scuola con il libro, dicevo. Non è il solito libro del Battello a Vapore, non sono i soliti prodotti pubblicizzati e poco interessanti. No, stasera mi porta a casa Il viaggio è un’avventura bianca e blu, titolo che a molti non dirà niente, solo un racconto per bambini di cinque anni scritto in stampatello per facilitare la comprensione, ricco di figure. Edizioni EL, un editore per ragazzi di Trieste, un buon editore che non stampa prodotti di consumo, ma cura i libri, fa le cose con amore, uno dei pochi che resiste. Mia figlia non sa niente di questo libro, l’ha preso per caso dalla biblioteca scolastica, l’ha preso perché in copertina c’è il disegno d’un bambino che vola nel cielo azzurro a cavallo d’una nuvola a forma d’orso. Io, invece, appena lo vedo mi prende un tuffo al cuore, la prima cosa che mi colpisce è il nome dell’autore scritto in copertina. Luciano Comida, il triestino Luciano Comida, morto appena un anno fa, uno che conoscevo bene, per citare un titolo di Pietrangeli, con Luciano Comida abbiamo passato un bel fine settimana ad Anagni per un festival del fantastico. Ho visto Luciano Comida far sorridere i ragazzi con le sue storie, abbiamo cenato insieme, parlato, discusso, ironizzato sul suo nome spagnoleggiante che significa cibo, al tavolo d’un ristorante, davanti a una pietanza calda. Ci siamo scritti spesso con Luciano, lui teneva un blog intitolato Il ringhio di Idefix, avevamo in comune l’amore per la libertà, la repulsione per le dittature, avevamo scambiato parecchie idee sulla difesa d’una Cuba libera, lontana dagli schemi castristi. Lui scriveva storie per ragazzi, collaborava a quotidiani, settimanali, riviste, avrebbe voluto parlare dei miei libri su Cuba, ma un tumore alle ossa se l’è portato via in tre mesi, lasciandoci esterrefatti e soli.

Stasera mi sono letto a voce alta il suo libro, mi sembrava di sentire la sua voce flebile e rassicurante, un libro dolcissimo che a mia figlia è piaciuto un sacco, solo non capiva il motivo della mia commozione. Povero Luciano che come il tuo personaggio sei volato su quella nuvola, abbracci l’arcobaleno, frequenti l’orizzonte dei poeti, viaggi tra i colori incantati e vedi gli animali più strani. Hai trovato un luogo senza confini, non ti serve l’orologio della torre, il tempo è soltanto un'illusione, il sole fa brillare la tua folta barba bianca e scintillare gli occhi vispi e intelligenti. Adesso ricordo, d’un tratto, che un anno e mezzo fa, a Cuneo, sarei dovuto venire ad ascoltarti mentre parlavi ai tuoi bambini, pure io mi trovavo per caso a “Scrittori in città”, a parlare di Yoani Sánchez, ma poi mia figlia si è sentita male e siamo dovuti rientrare a Piombino. Non ci siamo più visti, caro Luciano, fino a stasera che mi capita in mano il tuo libro, lo sfoglio, lo guardo, lo leggo e ripenso ai pochi giorni passati insieme, alle molte mail scambiate, ai tanti discorsi su Cuba, sulla libertà, sulla sinistra, sui sogni, sulla scrittura…

Sei morto il 20 maggio del 2011. Mia figlia, il 18 maggio del 2012, mi porta a casa un tuo libro per leggerlo insieme. Pare quasi che tu abbia voluto dirmi qualcosa, amico mio, pare che tu abbia voluto servirti dei tuoi amici bambini per farmi venire la voglia di scrivere un racconto. Non servirà a niente, come niente serve nella vita, ma il tuo più bel ricordo sono le frasi che hai lasciato, la tua letteratura immortale, semplice e complessa, fatta di favole antiche. Adesso ti conosce anche Laura, amico che sei volato sopra le nuvole a coltivare i sogni, sa della tua barba bianca, delle tue storie incredibili, dei mondi infiniti che sapevi inventare. Sai una cosa? Credo proprio che le saresti piaciuto.

 

Gordiano Lupi

18 maggio 2012



Articoli correlati

  Gordiano Lupi al Camaiore 2014 (XXVI Premio letterario) con Stefania Sandrelli
  Gordiano Lupi. Perché scrivo poco di Cuba
  Caffè Letterari a Reggio Emilia. Baraghini, Bianciardi, Lupi, Anelli e Bucciarelli
  Gordiano Lupi. Altoforno spento
  Gordiano Lupi presenta Yoani Sánchez all'Università di Pisa
  Gordiano Lupi
  Federico Fellini by Mediane. L'ultimo lavoro di Gordiano Lupi
  Almeno il pane, Fidel
  Gordiano Lupi. Per non spegnere il nostro futuro
  Gordiano Lupi. Domani e Empoli, con Giusti e Guerri
  “Yoani Sánchez. In attesa della primavera” di Gordiano Lupi
  Fidel Castro compie 85 anni
  Gordiano Lupi. Lettera da lontano
  Marisa Cecchetti. Del “Miracolo a Piombino” di Gordiano Lupi
  Gordiano Lupi. Il mio triste mondiale
  Gordiano Lupi. Storia della commedia sexy all'italiana
  Gordiano Lupi domani al Liceo Leonardo di Milano
  I libri di Gordiano Lupi su Cuba a Miami
  Gordiano Lupi allo Speciale TG1 su Cuba. Domenica 23 alle ore 23
  Gordiano Lupi. Avana Killing
  Patrizia Garofalo. Le segrete del castello
  Gordiano Lupi. LA MIA AVANA
  Una terribile eredità. Gordiano Lupi in Campidoglio con Giovanni De Ficchy
  In libreria Pierino contro tutti
  Gordiano Lupi. Piombino Leggendaria
  “Focus Cuba”. Al Carnevale di Castrovillari con William Navarrete e Gordiano Lupi
  Due, anzi tre, appuntamenti con Gordiano Lupi
  Gordiano Lupi, por la democracia para Cuba
  Gordiano Lupi. Miracolo a Piombino
  Alberto Figliolia. Calcio e acciaio di Gordiano Lupi
  Lettera di Yoani Sánchez, “intrappolata nella rete”, agli studenti di Cuneo
  Il cielo sopra Piombino
  Gordiano Lupi. Fernando di Leo e il suo cinema nero e perverso. Novità in libreria
  Gordiano Lupi. Lo scrittore sfigato
  Gordiano Lupi a Caserta per parlare di Cuba
  La situazione a Cuba e i blogger alternativi
  Gordiano Lupi. Sogno di primavera
  Vetrina/ Gordiano Lupi. Il sogno d’una cosa
  Gordiano Lupi. Una terribile eredità
  Patrizia Garofalo. Sono al fianco di chi si batte per la democrazia e la libertà
  Lo scrittore toscano dell'anno 2011. Gordiano Lupi tra i vincitori
  Spazio libreria, con Lupi e Micheletti, alla Festa Pd di Piombino
  Veleno. Dieci storie per non dormire
  Gordiano Lupi. I miei Mondiali
  Gordiano Lupi. Velina o Calciatore, altro che scrittore!
  Lupi su Cuba a Bologna. Aperitivo letterario venerdì alle 18
  “La nostra iniziativa è per una Cuba democratica, pluralista e libera”
  Patrizia Garofalo e Gordiano Lupi. A proposito di Cuba. A Ferrara, Venerdì 19 settembre
  Yoani Sánchez. Lady, I love you
  Oltre i muri: da Cuba al Medio Oriente. La sfida per la democrazia
  Cor(ro)sivoTV/ Gordiano Lupi. Un tuttologo di nome Saviano
  Gordiano Lupi. San Giuseppe Artigiano
  Gordiano Lupi su Radio Rai Tre con “Cuba Magica”
  Gordiano Lupi. L’Avana letteraria di un Infante defunto
  Gordiano Lupi. La morte di un padre
  “El otro paredón”, L’altro muro. Assassinio della reputazione a Cuba
  Omar Santana. Voci sulle condizioni di Fidel Castro
  Gordiano Lupi. Miracolo a Piombino. Storia di Marco e di un gabbiano
  Gordiano Lupi. Comunista? No, grazie
  Un Cappuccetto rosso sangue. Un film che ricorda Joe D’Amato
  Marsiglia e L'Avana: luoghi dell'anima per due scrittori
  Gordiano Lupi. Un reduce, L'Avana, l'ambiguità del male
  Carlos Alberto Montaner. HAVANA REAL di Yoani Sánchez
  Gordiano Lupi. Yoani Sánchez, in attesa della primavera
  Gordiano Lupi. Cuba prima della rivoluzione
  Gordiano Lupi. Cattive storie di provincia
  Gordiano Lupi e Sabina Marchesi. Coppie diaboliche
  Gordiano Lupi. Ancora una volta febbraio
  Gordiano Lupi. Confesso che ho sbagliato
  Stefano Pacini e Gordiano Lupi. Mi Cuba
  Marcello Rotili. Autentico elegante romanzo della memoria
 
 
 
Commenti
Lascia un commentoLeggi i commenti [ 2 commenti ]
 
Indietro      Home Page
STRUMENTI
Versione stampabile
Gli articoli più letti
Invia questo articolo
INTERVENTI dei LETTORI
Un'area interamente dedicata agli interventi dei lettori
SONDAGGIO
ISRAELE NELL'UNIONE EUROPEA. Cosa ne pensi?

Sono d'accordo. Facciamolo!
 62.9%
Non so.
 1.1%
Non sono d'accordo.
 35.9%

  vota
  presentazione
  altri sondaggi
RICERCA nel SITO



Agende e Calendari

Archeologia e Storia

Attualità e temi sociali

Bambini e adolescenti

Bioarchitettura

CD / Musica

Cospirazionismo e misteri

Cucina e alimentazione

Discipline orientali

Esoterismo

Fate, Gnomi, Elfi, Folletti

I nostri Amici Animali

Letture

Maestri spirituali

Massaggi e Trattamenti

Migliorare se stessi

Paranormale

Patologie & Malattie

PNL

Psicologia

Religione

Rimedi Naturali

Scienza

Sessualità

Spiritualità

UFO

Vacanze Alternative

TELLUSfolio - Supplemento telematico quotidiano di Tellus
Dir. responsabile Enea Sansi - Reg. Trib. Sondrio n. 208 del 21/12/1989 - ISSN 1124-1276 - R.O.C. N. 24762 LABOS Editrice
Sede legale: Via Fontana, 11 - 23017 MORBEGNO - Tel. e Fax 0342 610861 C.F./P.IVA 00668000144 - SONDRIO REA 46909 - capitale sociale € 7.000 i.v. privacy policy