Venerdì , 15 Dicembre 2017
VIGNETTA della SETTIMANA
Esercente l'attività editoriale
Realizzazione ed housing
BLOG
MACROLIBRARSI.IT
RICERCA
SU TUTTO IL SITO
TellusFolio > Critica della cultura > Telluserra
 
Share on Facebook Share on Twitter Share on Linkedin Delicious
Gordiano Lupi. Lettera da lontano 
(frammento da un romanzo)
14 Luglio 2013
 

Ricordi? Eravamo ancora innamorati quando la spiaggia di Trani conservava i nostri pensieri nascosti da vecchie mura. Adesso cos’è rimasto dei sogni di due ragazzi che si amavano? Cosa cercano i tuoi sguardi spaventati sotto il vento di libeccio? Non so che dire, vorrei rivederti solo per un istante e non essere costretto a scriverti, facendo volare la penna sui sentieri del passato, sulle coste pietrose distrutte dal tempo, su piccoli episodi d’un antico abbandono, dolorosi e dolci come un intermezzo di parole d’amore che riscaldano cuori impauriti. Debora, io lo so che i tuoi occhi di donna ricercano ancora le strade d’un dolce passato, magari nei momenti del risveglio mattutino, quando osservi le barche dei pescatori che approdano nella piccola rada, quando ricordi il calore dei nostri baci sul lungomare, quando voli con il falco sulle pendici dei tuoi pensieri a rincorrere lo stambecco per dirupi inaccessibili, quando sei felice nel vedere i tuoi bambini coperti dalle coltri dei giorni di festa. Li vedi dormire e li culli con dolcezza di madre e ricordi quando bambina ti lasciavi portare lontano tra le braccia della notte, nei risvegli lenti e tranquilli delle giornate senza scuola, quando correvi sulla spiaggia dei nostri pensieri. Debora, quella spiaggia è il panorama inconsolabile di perdute speranze, di lotte cruente, di giorni coltivati a raccogliere sogni da far volare oltre un confine stabilito. I nostri ricordi sono desideri confessati alla notte e a un letto disfatto, portano con sé il colore dei tuoi occhi che percorrono l’infinito e conservano il magico dolore del mare in burrasca. Ripenso un amore nelle lunghe sere d’estate, quando percorrevamo tramonti sul lungomare, osservando le onde frangersi sui muri in granito, scagliando sassi verso le stelle che cadevano troppo vicini alla luce dei nostri cuori. Ricordo sensazioni vissute, dolori giovanili che colgono di sorpresa e non fanno vivere momenti di abbandono. Ricordo il tuo sorriso, le tue lacrime sconfitte, il tuo sguardo di sfida verso il mondo. Sei sempre stata più forte di me, cara Debora, con la tua semplicità mascherata di trepida dolcezza e un cuore grande aperto verso il mondo, con le tue domeniche a messa tra canti d’organo e chitarra, corde tese sul limitare del tempo, sostegno d’un cuore innamorato. Ricordo che ti guardavo senza capire, ti attendevo fuori dalla chiesa per correre verso il mare come due innamorati che chiedono ai loro giorni solo tenerezza, con la mia indifferenza di figlio d’un mondo diverso, con la mia noncuranza di fronte alle tue preghiere e alla fede che ti rendeva sicura nei momenti più duri. Non abbiamo mai litigato, cara Debora, come due perfetti compagni di viaggio, come due complici che attraversano un mare solcato dalle onde nell’abbandono della notte. Come potevamo? Non ci siamo mai chiesti niente più di quel che potevamo concedere, non siamo rimasti in silenzio a sfogliare ricordi, ma abbiamo vissuto e sognato insieme. Adesso mi verrebbe da chiederti se sei felice, con un cuore diviso tra bambini che sorridono alle tue carezze e un uomo che forse hai sposato ma che è troppo cambiato nel volgere degli anni. Sarebbe una domanda che conterrebbe solo nostalgia del passato, pretenderebbe una risposta che non puoi darmi e forse mi farebbe capire di non averti amato abbastanza. Non la voglio quella risposta, cara Debora, perché forse non sarei stato migliore del tuo uomo, sarei cambiato pure io con il tempo che passa, e ti avrei deluso, come spesso la vita delude chi cerca un sogno d’amore. Vorrei ancora vederti come un amico lontano, persa tra i ricordi, nella luce del mare cristallino che riflette il marmo bianco del lungomare, forse sarei ancora capace di coltivare i tuoi sogni, con la stessa cura maniacale con cui coltivavi le tue piante e un magico giardino della casa di mare, la casa dei nostri sogni perduti, come quelle sere lontane passate a rincorrere sorrisi. Da quanto tempo non sorrido più, cara Debora, da quanto tempo sono solo con i miei ricordi che cerco di riordinare e catalogare nel confuso panorama del passato! Di tanto in tanto osservo le stelle nella notte, scrivo parole che corrono nel vento e si cancellano nelle sere di tempesta, scruto il domani come un vecchio marinaio che cerca nel divenire il modo di fermare il tempo, mi ritrovo a pronunciare (come facevo a Trani, ricordi?) tristi parole d’amore che servirebbero solo a farti piangere. “Giovanni, dimmi una frase d’amore, ma senza abbandono…”, diresti. Non ne sarei capace. Le mie parole nascono sconfitte, sono un silenzio interrotto nelle sere invernali, un panorama di tristezze nella notte dei ricordi, campagne inesplorate e marine tranquille dopo venti di libeccio. Siamo così lontani, cara Debora, ma ancora mi resta nel cuore il sapore dei tuoi baci e il calore del tuo sorriso, quando pensavamo che il mondo fosse nelle nostre mani e la nostra vita una favola da vivere insieme decidendone la fine. Sono ancora un uomo che crede nelle fiabe e nel colore dei tramonti, che attende un cormorano planare sul balcone d’una casa di mare, in un panorama di vecchi ricordi, tra nubi rossastre della sera e il silenzio interrotto da lacrime perdute. Vorrei ancora vederti sorridere come un tempo, forte del nostro amore sul lungomare, vorrei non doverti scrivere per recuperare il sapore di giorni lontani. Il nostro mare è ancora davanti a noi che ci attende e la piccola spiaggia del nostro passato è il presente di tanti nuovi sogni che attendono soltanto di spiccare il volo.

 

Gordiano Lupi


Articoli correlati

  Gordiano Lupi al Camaiore 2014 (XXVI Premio letterario) con Stefania Sandrelli
  Gordiano Lupi. Perché scrivo poco di Cuba
  Gordiano Lupi. Il viaggio è un’avventura bianca e blu
  Caffè Letterari a Reggio Emilia. Baraghini, Bianciardi, Lupi, Anelli e Bucciarelli
  Gordiano Lupi. Altoforno spento
  Gordiano Lupi presenta Yoani Sánchez all'Università di Pisa
  Gordiano Lupi
  Federico Fellini by Mediane. L'ultimo lavoro di Gordiano Lupi
  Almeno il pane, Fidel
  Gordiano Lupi. Per non spegnere il nostro futuro
  Gordiano Lupi. Domani e Empoli, con Giusti e Guerri
  “Yoani Sánchez. In attesa della primavera” di Gordiano Lupi
  Fidel Castro compie 85 anni
  Marisa Cecchetti. Del “Miracolo a Piombino” di Gordiano Lupi
  Gordiano Lupi. Il mio triste mondiale
  Gordiano Lupi. Storia della commedia sexy all'italiana
  Gordiano Lupi domani al Liceo Leonardo di Milano
  I libri di Gordiano Lupi su Cuba a Miami
  Gordiano Lupi allo Speciale TG1 su Cuba. Domenica 23 alle ore 23
  Gordiano Lupi. Avana Killing
  Patrizia Garofalo. Le segrete del castello
  Gordiano Lupi. LA MIA AVANA
  Una terribile eredità. Gordiano Lupi in Campidoglio con Giovanni De Ficchy
  In libreria Pierino contro tutti
  Gordiano Lupi. Piombino Leggendaria
  “Focus Cuba”. Al Carnevale di Castrovillari con William Navarrete e Gordiano Lupi
  Due, anzi tre, appuntamenti con Gordiano Lupi
  Gordiano Lupi, por la democracia para Cuba
  Gordiano Lupi. Miracolo a Piombino
  Alberto Figliolia. Calcio e acciaio di Gordiano Lupi
  Lettera di Yoani Sánchez, “intrappolata nella rete”, agli studenti di Cuneo
  Il cielo sopra Piombino
  Gordiano Lupi. Fernando di Leo e il suo cinema nero e perverso. Novità in libreria
  Gordiano Lupi. Lo scrittore sfigato
  Gordiano Lupi a Caserta per parlare di Cuba
  La situazione a Cuba e i blogger alternativi
  Gordiano Lupi. Sogno di primavera
  Vetrina/ Gordiano Lupi. Il sogno d’una cosa
  Gordiano Lupi. Una terribile eredità
  Patrizia Garofalo. Sono al fianco di chi si batte per la democrazia e la libertà
  Lo scrittore toscano dell'anno 2011. Gordiano Lupi tra i vincitori
  Spazio libreria, con Lupi e Micheletti, alla Festa Pd di Piombino
  Veleno. Dieci storie per non dormire
  Gordiano Lupi. I miei Mondiali
  Gordiano Lupi. Velina o Calciatore, altro che scrittore!
  Lupi su Cuba a Bologna. Aperitivo letterario venerdì alle 18
  “La nostra iniziativa è per una Cuba democratica, pluralista e libera”
  Patrizia Garofalo e Gordiano Lupi. A proposito di Cuba. A Ferrara, Venerdì 19 settembre
  Yoani Sánchez. Lady, I love you
  Oltre i muri: da Cuba al Medio Oriente. La sfida per la democrazia
  Cor(ro)sivoTV/ Gordiano Lupi. Un tuttologo di nome Saviano
  Gordiano Lupi. San Giuseppe Artigiano
  Gordiano Lupi su Radio Rai Tre con “Cuba Magica”
  Gordiano Lupi. L’Avana letteraria di un Infante defunto
  Gordiano Lupi. La morte di un padre
  “El otro paredón”, L’altro muro. Assassinio della reputazione a Cuba
  Omar Santana. Voci sulle condizioni di Fidel Castro
  Gordiano Lupi. Miracolo a Piombino. Storia di Marco e di un gabbiano
  Gordiano Lupi. Comunista? No, grazie
  Un Cappuccetto rosso sangue. Un film che ricorda Joe D’Amato
  Marsiglia e L'Avana: luoghi dell'anima per due scrittori
  Gordiano Lupi. Un reduce, L'Avana, l'ambiguità del male
  Carlos Alberto Montaner. HAVANA REAL di Yoani Sánchez
  Gordiano Lupi. Yoani Sánchez, in attesa della primavera
  Gordiano Lupi. Cuba prima della rivoluzione
  Gordiano Lupi. Cattive storie di provincia
  Gordiano Lupi e Sabina Marchesi. Coppie diaboliche
  Gordiano Lupi. Ancora una volta febbraio
  Gordiano Lupi. Confesso che ho sbagliato
  Stefano Pacini e Gordiano Lupi. Mi Cuba
  Marcello Rotili. Autentico elegante romanzo della memoria
 
 
 
Commenti
Lascia un commentoNessun commento da leggere
 
Indietro      Home Page
STRUMENTI
Versione stampabile
Gli articoli più letti
Invia questo articolo
INTERVENTI dei LETTORI
Un'area interamente dedicata agli interventi dei lettori
SONDAGGIO
ISRAELE NELL'UNIONE EUROPEA. Cosa ne pensi?

Sono d'accordo. Facciamolo!
 62.9%
Non so.
 1.1%
Non sono d'accordo.
 35.9%

  vota
  presentazione
  altri sondaggi
RICERCA nel SITO



Agende e Calendari

Archeologia e Storia

Attualità e temi sociali

Bambini e adolescenti

Bioarchitettura

CD / Musica

Cospirazionismo e misteri

Cucina e alimentazione

Discipline orientali

Esoterismo

Fate, Gnomi, Elfi, Folletti

I nostri Amici Animali

Letture

Maestri spirituali

Massaggi e Trattamenti

Migliorare se stessi

Paranormale

Patologie & Malattie

PNL

Psicologia

Religione

Rimedi Naturali

Scienza

Sessualità

Spiritualità

UFO

Vacanze Alternative

TELLUSfolio - Supplemento telematico quotidiano di Tellus
Dir. responsabile Enea Sansi - Reg. Trib. Sondrio n. 208 del 21/12/1989 - ISSN 1124-1276 - R.O.C. N. 24762 LABOS Editrice
Sede legale: Via Fontana, 11 - 23017 MORBEGNO - Tel. e Fax 0342 610861 C.F./P.IVA 00668000144 - SONDRIO REA 46909 - capitale sociale € 7.000 i.v. privacy policy