Venerdì , 15 Dicembre 2017
VIGNETTA della SETTIMANA
Esercente l'attività editoriale
Realizzazione ed housing
BLOG
MACROLIBRARSI.IT
RICERCA
SU TUTTO IL SITO
TellusFolio > Nave Terra > Oblò cubano
 
Share on Facebook Share on Twitter Share on Linkedin Delicious
Gordiano Lupi. Comunista? No, grazie
Con Carlos Alberto Montaner, l
Con Carlos Alberto Montaner, l'estate scorsa 
19 Ottobre 2012
 

Se c’è un errore di cui mi vergogno, ed è bene dirlo, scriverlo, non si sa mai qualcuno ti venga a rinfacciare cose che hai sempre detto ad amici, parenti, conoscenti, ecco, se c’è una cosa di cui mi vergogno è di aver creduto che il comunismo potesse essere la soluzione di tutti i problemi. Certo, ho le mie attenuanti, sono nato in una famiglia di operai, mia nonna lavorava in Magona, mio nonno alle Acciaierie, mio padre era ferroviere, tutti comunisti, qualcuno di loro persino iscritto al PCI, mio padre lo mandarono via dall’Arma dei Carabinieri proprio per quel motivo, ai tempi in cui l’Italia era governata da fascisti travestiti da democristiani. Ma non voglio accampare scuse, tra l’altro il Partito Comunista Italiano, da Berlinguer in poi, è stato un partito dignitoso, senza scheletri stalinisti nell’armadio, quindi non si può considerare un peccato aver creduto in quel comunismo più vicino alla Primavera di Praga che all’Unione Sovietica. Altra cosa Togliatti, ma lasciamo stare, ero piccolo a quei tempi, non potevo capire, sono colpe dei padri che ricadono sui figli.

La mia vergogna più grande è quella di aver creduto in Fidel Castro e nella sua specie di comunismo caraibico, ché allora avevo l’età della ragione, ma non la usavo, mi lasciavo abbindolare dalle sirene italiane quando scrivevano che a Cuba c’era la giustizia sociale, tutti avevano il minimo garantito, non si viveva per avere, sanità e istruzione funzionavano benissimo, altro che da noi… Ero così convinto di quelle panzane che ai tempi del mio primo viaggio a Cuba – saranno passati vent’anni, come corre il tempo… – tentavo di convincere i cubani delle mie verità apodittiche lette su Latinoamerica, il Granma versione italiana, sui testi di Gianni Vattimo, sugli articoli di Gianni Minà nel Manifesto… sì, perché compravo pure Il Manifesto e criticavo chi acquistava Il Giornale, senza capire che erano due facce della testa falsa medaglia. Ecco, questo pezzo che mi è venuto voglia di scrivere oggi è una sorta di confessione tardiva, una ritrattazione – ma non stalinista – un modo per dire quanto sono stato stupido a farmi imbottire di tante sciocchezze. Ho avuto persino a che fare con l’Associazione Italia-Cuba, pensate un po’, sia pure per poco, ricoprendo compiti direttivi nella sezione Alta Maremma. Adesso sono proprio loro che mi vomitano addosso bile e insulti, in perfetto stile comunista, secondo il copione dell’assassinio della reputazione, così in voga nell’estrema sinistra intollerante. E io mi vergogno, sì, mi vergogno da morire di aver parlato come loro, un tempo, ma l’ho fatto perché non avevo toccato con mano, perché non avevo ancora conosciuto il loro Paradiso e non potevo immaginare che era soltanto un paradiso perduto, come recita il titolo di un vecchio racconto cubano, scritto di ritorno dal primo viaggio nell’isola caraibica, una storia autobiografica, una prima forma di abiura verso quel comunismo che mi aveva allattato. Ricordo d’aver pensato, durante il viaggio di ritorno dal Caribe, a bordo d’un poco confortevole volo Cubana: “Non voterò mai più un partito che abbia per simbolo una falce e un martello”. E ho tenuto fede a quel proposito. Ma forse non le avevo mai scritte queste cose, non le avevo mai messe nero su bianco, più per me che per gli altri, per rendermene conto, io per primo, per capire che la giustizia sociale non passa per la dittatura, che il sogno d’un mondo migliore non significa privazione della libertà personale. La democrazia è un sistema imperfetto, ha molti punti deboli, spesso lascia a desiderare, ma con tutti i suoi difetti è pur sempre il sistema migliore che siamo riusciti a inventare. Churchill aveva proprio ragione. Chi l’avrebbe mai detto…

 

Gordiano Lupi


Articoli correlati

  Gordiano Lupi al Camaiore 2014 (XXVI Premio letterario) con Stefania Sandrelli
  Gordiano Lupi. Perché scrivo poco di Cuba
  Gordiano Lupi. Il viaggio è un’avventura bianca e blu
  Caffè Letterari a Reggio Emilia. Baraghini, Bianciardi, Lupi, Anelli e Bucciarelli
  Gordiano Lupi. Altoforno spento
  Gordiano Lupi presenta Yoani Sánchez all'Università di Pisa
  Gordiano Lupi
  Federico Fellini by Mediane. L'ultimo lavoro di Gordiano Lupi
  Almeno il pane, Fidel
  Gordiano Lupi. Per non spegnere il nostro futuro
  Gordiano Lupi. Domani e Empoli, con Giusti e Guerri
  “Yoani Sánchez. In attesa della primavera” di Gordiano Lupi
  Fidel Castro compie 85 anni
  Gordiano Lupi. Lettera da lontano
  Marisa Cecchetti. Del “Miracolo a Piombino” di Gordiano Lupi
  Gordiano Lupi. Il mio triste mondiale
  Gordiano Lupi. Storia della commedia sexy all'italiana
  Gordiano Lupi domani al Liceo Leonardo di Milano
  I libri di Gordiano Lupi su Cuba a Miami
  Gordiano Lupi allo Speciale TG1 su Cuba. Domenica 23 alle ore 23
  Gordiano Lupi. Avana Killing
  Patrizia Garofalo. Le segrete del castello
  Gordiano Lupi. LA MIA AVANA
  Una terribile eredità. Gordiano Lupi in Campidoglio con Giovanni De Ficchy
  In libreria Pierino contro tutti
  Gordiano Lupi. Piombino Leggendaria
  “Focus Cuba”. Al Carnevale di Castrovillari con William Navarrete e Gordiano Lupi
  Due, anzi tre, appuntamenti con Gordiano Lupi
  Gordiano Lupi, por la democracia para Cuba
  Gordiano Lupi. Miracolo a Piombino
  Alberto Figliolia. Calcio e acciaio di Gordiano Lupi
  Lettera di Yoani Sánchez, “intrappolata nella rete”, agli studenti di Cuneo
  Il cielo sopra Piombino
  Gordiano Lupi. Fernando di Leo e il suo cinema nero e perverso. Novità in libreria
  Gordiano Lupi. Lo scrittore sfigato
  Gordiano Lupi a Caserta per parlare di Cuba
  La situazione a Cuba e i blogger alternativi
  Gordiano Lupi. Sogno di primavera
  Vetrina/ Gordiano Lupi. Il sogno d’una cosa
  Gordiano Lupi. Una terribile eredità
  Patrizia Garofalo. Sono al fianco di chi si batte per la democrazia e la libertà
  Lo scrittore toscano dell'anno 2011. Gordiano Lupi tra i vincitori
  Spazio libreria, con Lupi e Micheletti, alla Festa Pd di Piombino
  Veleno. Dieci storie per non dormire
  Gordiano Lupi. I miei Mondiali
  Gordiano Lupi. Velina o Calciatore, altro che scrittore!
  Lupi su Cuba a Bologna. Aperitivo letterario venerdì alle 18
  “La nostra iniziativa è per una Cuba democratica, pluralista e libera”
  Patrizia Garofalo e Gordiano Lupi. A proposito di Cuba. A Ferrara, Venerdì 19 settembre
  Yoani Sánchez. Lady, I love you
  Oltre i muri: da Cuba al Medio Oriente. La sfida per la democrazia
  Cor(ro)sivoTV/ Gordiano Lupi. Un tuttologo di nome Saviano
  Gordiano Lupi. San Giuseppe Artigiano
  Gordiano Lupi su Radio Rai Tre con “Cuba Magica”
  Gordiano Lupi. L’Avana letteraria di un Infante defunto
  Gordiano Lupi. La morte di un padre
  “El otro paredón”, L’altro muro. Assassinio della reputazione a Cuba
  Omar Santana. Voci sulle condizioni di Fidel Castro
  Gordiano Lupi. Miracolo a Piombino. Storia di Marco e di un gabbiano
  Un Cappuccetto rosso sangue. Un film che ricorda Joe D’Amato
  Marsiglia e L'Avana: luoghi dell'anima per due scrittori
  Gordiano Lupi. Un reduce, L'Avana, l'ambiguità del male
  Carlos Alberto Montaner. HAVANA REAL di Yoani Sánchez
  Gordiano Lupi. Yoani Sánchez, in attesa della primavera
  Gordiano Lupi. Cuba prima della rivoluzione
  Gordiano Lupi. Cattive storie di provincia
  Gordiano Lupi e Sabina Marchesi. Coppie diaboliche
  Gordiano Lupi. Ancora una volta febbraio
  Gordiano Lupi. Confesso che ho sbagliato
  Stefano Pacini e Gordiano Lupi. Mi Cuba
  Marcello Rotili. Autentico elegante romanzo della memoria
 
 
 
Commenti
Lascia un commentoLeggi i commenti [ 24 commenti ]
 
Indietro      Home Page
STRUMENTI
Versione stampabile
Gli articoli più letti
Invia questo articolo
INTERVENTI dei LETTORI
Un'area interamente dedicata agli interventi dei lettori
SONDAGGIO
ISRAELE NELL'UNIONE EUROPEA. Cosa ne pensi?

Sono d'accordo. Facciamolo!
 62.9%
Non so.
 1.1%
Non sono d'accordo.
 35.9%

  vota
  presentazione
  altri sondaggi
RICERCA nel SITO



Agende e Calendari

Archeologia e Storia

Attualità e temi sociali

Bambini e adolescenti

Bioarchitettura

CD / Musica

Cospirazionismo e misteri

Cucina e alimentazione

Discipline orientali

Esoterismo

Fate, Gnomi, Elfi, Folletti

I nostri Amici Animali

Letture

Maestri spirituali

Massaggi e Trattamenti

Migliorare se stessi

Paranormale

Patologie & Malattie

PNL

Psicologia

Religione

Rimedi Naturali

Scienza

Sessualità

Spiritualità

UFO

Vacanze Alternative

TELLUSfolio - Supplemento telematico quotidiano di Tellus
Dir. responsabile Enea Sansi - Reg. Trib. Sondrio n. 208 del 21/12/1989 - ISSN 1124-1276 - R.O.C. N. 24762 LABOS Editrice
Sede legale: Via Fontana, 11 - 23017 MORBEGNO - Tel. e Fax 0342 610861 C.F./P.IVA 00668000144 - SONDRIO REA 46909 - capitale sociale € 7.000 i.v. privacy policy