Domenica , 21 Ottobre 2018
VIGNETTA della SETTIMANA
Esercente l'attività editoriale
Realizzazione ed housing
BLOG
MACROLIBRARSI.IT
RICERCA
SU TUTTO IL SITO
TellusFolio > Diario di bordo
 
Share on Facebook Share on Twitter Share on Linkedin Delicious
Droghe: le deleghe restano a Renzi  
Radicali: “Premier convochi conferenza nazionale per cambiare verso”
30 Ottobre 2015
 

Il testo rivisto della cosiddetta “legge di stabilità” presente sul sito del governo non riporta più la previsione del trasferimento al Ministero della salute delle funzioni esercitate dalla Presidenza del Consiglio dei ministri in materia di politiche antidroga

 

 

Noi radicali siamo stati i soli a segnalare il tentativo di tornare indietro in materia di politiche antidroga, assegnando le competenze a un’esponente del NCD, invece di andare avanti, dopo la sciagurata gestione Giovanardi/Serpelloni e dopo gli ultimi venti mesi di vuoto politico del governo Renzi, che ha agito in materia unicamente perché costrettovi dalla sentenza della Consulta che ha cassato la L. 49/2006, tristemente nota come “legge Fini/Giovanardi”.

Ora che apprendiamo che il Presidente del Consiglio detiene ancora le funzioni in materia di politiche antidroga, gli chiediamo di esercitare tale funzioni nell’unico modo ragionevolmente utile, convocando quella sesta conferenza nazionale sulla droga che già avrebbe dovuto essere convocata dal governo Monti (l’art. 1, comma 15, del DPR 309/1990, assegna al premier il compito di convocare la conferenza ogni tre anni; l’ultima conferenza nazionale si tenne a Trieste nell’aprile del 2009).

Una conferenza nazionale necessaria non solo per rispettare la legge, non solo per riflettere sui cambiamenti intercorsi negli ultimi sei anni ma anche per cambiare finalmente verso anche in questo campo. La legislazione proibizionista dimostra la sua inefficacia nell’arginare l’azione di narcomafie sempre più potenti. L’unica vera misura di contrasto alle mafie è l’antiproibizionismo, la legalizzazione della produzione, commercio e consumo di tutte le sostanze stupefacenti ora proibite (a parole).

 

Giulio Manfredi, Igor Boni e Silvja Manzi

(da Associazione radicale Adelaide Aglietta, 29 ottobre 2015)


Articoli correlati

  Rita Bernardini. Cannabis legale: Benedetto, c'è un regalo per te
  Regione Lombardia. Cannabis e Biotestamento: tempo scaduto!
  Narcoguerra. Cattura di El Chapo Guzman: morto un papa se ne fa un altro…
  Vincenzo Donvito. Cannabis terapeu­ti­ca e non solo. Quan­to tempo perso…
  Giuseppe Civati. La cannabis terapeutica in Lombardia
  Vincenzo Donvito. Droghe, discoteche e ministeriale tolleranza zero
  L'irriverente al sen. Giovanardi: si faccia una canna e si guardi allo specchio
  Marco Perduca. La lunga marcia verso la legalizzazione della marijuana in Italia
  Marco Perduca. Canapa medica, Italia all’avanguardia
  Mario Capanna. Sua Maestà la Canapa
  Benedetto Della Vedova. La proibizione aumenta il consumo. Legalizzare per controllare
  Vincenzo Donvito. Spese per droga e prostituzione in aumento
  Ora si firma su cannabis terapeutica e testamento biologico in Lombardia
  Alessandro Barchiesi. Non notiziabili
  Milano. Radicali d'aprile
  L’Erba Voglio: a Milano, lunedì 20 aprile
  A Bormio il “camper dei diritti” di “Radicali Sondrio”
  Semi di Ribellione – Resistenza botanica al proibizionismo
  Radicali lanciano raccolta firme su legge popolare per legalizzazione cannabis
  Benedetto Della Vedova. Rapporto agenzia Ue su droghe conferma fallimento proibizionismo
  Radicali Milano: Yes we Cannabis! La battaglia che unisce!
  Matteo Renzi, sindaco di Firenze. Biglietto gioioso di Anna Lanzetta
  Roberto Malini: Matteo Renzi è vicino alla comunità LGBT?
  Matteo Renzi: “1.000 tavoli per l'Italia”
  “Sulle carceri l'Italia rischia un miliardo”
  Vincenzo Donvito. Italia-America Latina: Business e cocaina? Far finta di nulla...
  Roberto Malini. Arriva l'era di Matteo Renzi
  Carlo Forin. È sbagliato il quesito costituzionale
  Nonviolenza. Matteo Renzi scrive al responsabile del “Centro di ricerca per la pace” di Viterbo
  Marco Lombardi. À la guerre comme à la guerre
  L'irriverente. Le mimetiche dei potenti...
  “Un’altra Italia è già qui! Basta farla entrare!”
  Lidia Menapace. Primarie PD: quali prospettive?
  Arezzo-Firenze. Comitato 13 Maggio sui criteri di rappresentanza di Matteo Renzi
  Mellana. Il dubbio
  Martina Simonini. “Non mi adeguo”. E sto con Civati
  Lidia Menapace. Il “nuovo” (?) mondo
  Lidia Menapace. Identità
  Valter Vecellio. Vade retro amnistia
  Prostituzione e Sindaco di Firenze. Il vecchio che avanza... o i 'parchi del sesso'?
  Il Presidente incarichi Enrico Letta
  Marco Perduca. Adesso Renzi smantelli il Dipartimento politiche antidroga
  Gianni Somigli. Renzi e la spina laicità
  Amnistia: “Renzi fu durissimo contro, io sono a favore”
  Annagloria Del Piano. Il colpaccio di Renzi
  Marco Perduca. Giustizia: Renzi lanci “contrordine compagni”
  Benedetto Della Vedova. Dopo il congresso si conclude la mia esperienza in Scelta Civica. Ecco perché
 
 
 
Commenti
Lascia un commentoLeggi i commenti [ 4 commenti ]
 
Indietro      Home Page
STRUMENTI
Versione stampabile
Gli articoli più letti
Invia questo articolo
INTERVENTI dei LETTORI
Un'area interamente dedicata agli interventi dei lettori
SONDAGGIO
TURCHIA NELL'UNIONE EUROPEA?

 75.6%
NO
 24.4%

  vota
  presentazione
  altri sondaggi
RICERCA nel SITO



Agende e Calendari

Archeologia e Storia

Attualità e temi sociali

Bambini e adolescenti

Bioarchitettura

CD / Musica

Cospirazionismo e misteri

Cucina e alimentazione

Discipline orientali

Esoterismo

Fate, Gnomi, Elfi, Folletti

I nostri Amici Animali

Letture

Maestri spirituali

Massaggi e Trattamenti

Migliorare se stessi

Paranormale

Patologie & Malattie

PNL

Psicologia

Religione

Rimedi Naturali

Scienza

Sessualità

Spiritualità

UFO

Vacanze Alternative

TELLUSfolio - Supplemento telematico quotidiano di Tellus
Dir. responsabile Enea Sansi - Reg. Trib. Sondrio n. 208 del 21/12/1989 - ISSN 1124-1276 - R.O.C. N. 24762 LABOS Editrice
Sede legale: Via Fontana, 11 - 23017 MORBEGNO - Tel. e Fax 0342 610861 C.F./P.IVA 00668000144 - SONDRIO REA 46909 - capitale sociale € 7.000 i.v. privacy policy