Venerdì , 18 Ottobre 2019
VIGNETTA della SETTIMANA
Esercente l'attività editoriale
Realizzazione ed housing
BLOG
MACROLIBRARSI.IT
RICERCA
SU TUTTO IL SITO
TellusFolio > Nave Terra > Oblò cubano
 
Share on Facebook Share on Twitter Share on Linkedin Delicious
Un gruppo Facebook promuove una rivolta contro il regime cubano 
Il prigioniero politico Pedro Argüelles Morán in sciopero della fame. Oswaldo Payá Sardiñas candidato al Nobel per la Pace 2011
Pedro Argüelles Morán
Pedro Argüelles Morán 
03 Febbraio 2011
 

Un gruppo Facebook costituito da esiliati sta chiamando i cubani alla “rivolta popolare”, ma per il momento non ha ricevuto il sostegno dei dissidenti che vivono sull’isola. La speranza è quella di risvegliare a Cuba una protesta antigovernativa sul modello egiziano.

«Non esistono le condizioni per organizzare una cosa simile. A Cuba chi si muove finisce in galera, siano venti persone come ventimila», afferma Elizardo Sánchez, attivista per i diritti umani.

Il 'gruppo per la rivolta popolare a Cuba' da quando è sbarcato su Facebook ha suscitato un certo interesse, molti commenti, tantissime adesioni, ma resta un’iniziativa di persone che vivono all’estero, destinata soltanto a produrre un po’ di scalpore.

«Il popolo deve scendere in piazza, senza ricorrere alla violenza, non solo all’interno dell’isola, ma anche all’estero, davanti ai consolati e alle ambasciate, per provocare una rivolta sociale che porti a Cuba la democrazia», recita l’atto costitutivo del gruppo. «Promuovere il diritto alla manifestazione pacifica di ogni persona in uno spazio pubblico nelle strade di Cuba è un modo per chiedere la libertà di espressione. Un diritto che ogni governo deve garantire», continua la nota.

Il gruppo è stato creato da Joel García, un blogger esiliato che vive alle Canarie, e da Frank Prieto, un attore cubano che vive nella Spagna del Nord, per suscitare «un movimento di protesta spontaneo».

La maggior parte dei commentatori del gruppo vive fuori da Cuba. Il principale obiettivo sembra adesso quello di realizzare una protesta generalizzata in occasione del primo anniversario della morte di Zapata Tamayo (23 febbraio).

La stampa cubana diffonde poche notizie in merito alle sommosse di piazza che si stanno verificando in Egitto e il popolo cubano non ha modo di attingere informazioni sulle ribellioni del mondo arabo.

«A Cuba c’è molto scontento, ma il governo mantiene un’enorme capacità di controllo sociale e di intimidazione sulla cittadinanza. Basti pensare che il 15 gennaio sono stati arrestati quattro ragazzi che distribuivano volantini contro il governo per le strade della capitale e sono ancora in attesa di giudizio», ha detto Elizardo Sánchez.

Claudia Cadelo, autrice del blog Octavo Cerco, concorda sul fatto che a Cuba ci sono poche possibilità di riuscire a organizzare proteste di piazza simili a quelle del Cairo.

«Organizzare sollevamenti popolari partendo dalla rete è molto difficile, anche perché a Cuba sono in pochi ad avere la possibilità di collegarsi a Internet», afferma la Cadelo. Resta il fatto che a Cuba c’è grande tensione per le strade, come conferma anche Yoani Sánchez su Twitter.

«Si sente il nervosismo in attesa del primo anniversario della morte di Orlando Zapata Tamayo», conclude Claudia Cadelo.

Il prigioniero politico Pedro Argüelles Morán, intanto, è sceso in sciopero della fame, perché ha rifiutato l’estradizione in Spagna come contropartita alla liberazione. Nel frattempo sono stati liberati altri quattro prigionieri politici del gruppo dei 75 che hanno accettato l’esilio spagnolo. Tra le buone notizie citiamo il fatto che Oswaldo Payá Sardiñas è stato presentato come candidato al Nobel per la Pace 2011. Tra i suoi molti meriti citiamo il Progetto Varela, una lotta costante in favore dei diritti umani e della libertà di espressione in una futura Cuba democratica e pluralista.

 

Gordiano Lupi


Articoli correlati

  Dissidenti cubani firmano progetto unitario di lotta
  Reazioni a Cuba dopo la notizia delle future liberazioni di prigionieri politici
  Yoani Sánchez incontra Rosa Díez, leader spagnola di Unione Progresso e Democrazia
  Gordiano Lupi. Cuba: Presto liberi gli ultimi prigionieri politici
  Osvaldo Ricardo Díaz Sánchez esiliato in Italia
  Il silenzio di Raúl Castro
  «Sono di ritorno dall’inferno…» Liberato Francisco Chaviano
  Valter Vecellio. La terrificante situazione carceraria
  Arresti a Cuba
  Fariñas arrestato e rilasciato dalla polizia cubana
  A Cuba cominciano i licenziamenti
  Cuba. Indulto anche per sette prigionieri politici
  Cuba. Elezioni farsa mentre 34 prigionieri di coscienza stanno sull'orlo della morte
  Cuba. Un 8 settembre di arresti e violenze
  Yoani Sánchez. L'opposizione cubana eternamente divisa
  Aumenta la repressione a Cuba
  Gordiano Lupi. Grave un dissidente cubano in sciopero della fame
  Reazioni alla morte di Orlando Zapata Tamayo
  Cuba. Liberato Lázaro González Adán, in carcere dal 2004
  È arrivato il momento della Primavera cubana?
  Notizie da Cuba. Tutto quello che il Granma e Diliberto non dicono…
  Rafael Rojas. Il falso dilemma della transizione cubana
  Elizardo e Yoani non credono nel “ritiro” di Fidel Castro
  Gordiano Lupi. Repressione a Cuba
  Gordiano Lupi. A Cuba la situazione si aggrava
  Darsi Ferrer finalmente a casa
  Cuba: Liberati i dissidenti arrestati
  Gordiano Lupi. I rapporti Cuba - Spagna in pericolo dopo le elezioni
  Pedro Argüelles Morán. Se io fossi l’ultimo
  Pablo Pacheco Avila. Abbiate cura di voi
  Pedro Argüelles Morán. Sciopero della fame 2
  Pablo Pacheco. Le impronte della memoria
  Richiesta di solidarietà dalla prigione cubana di Canaleta
  Reinaldo Escobar / Guillermo Fariñas. Conto alla rovescia per la liberazione
  Yoani Sánchez. Chi teme i libri?
  Pedro Argüelles Morán. León Profeta
  Pedro Argüelles Morán. Sciopero della fame
 
 
 
Commenti
Lascia un commentoNessun commento da leggere
 
Indietro      Home Page
STRUMENTI
Versione stampabile
Gli articoli più letti
Invia questo articolo
INTERVENTI dei LETTORI
Un'area interamente dedicata agli interventi dei lettori
SONDAGGIO
TURCHIA NELL'UNIONE EUROPEA?

 75.5%
NO
 24.5%

  vota
  presentazione
  altri sondaggi
RICERCA nel SITO



Agende e Calendari

Archeologia e Storia

Attualità e temi sociali

Bambini e adolescenti

Bioarchitettura

CD / Musica

Cospirazionismo e misteri

Cucina e alimentazione

Discipline orientali

Esoterismo

Fate, Gnomi, Elfi, Folletti

I nostri Amici Animali

Letture

Maestri spirituali

Massaggi e Trattamenti

Migliorare se stessi

Paranormale

Patologie & Malattie

PNL

Psicologia

Religione

Rimedi Naturali

Scienza

Sessualità

Spiritualità

UFO

Vacanze Alternative

TELLUSfolio - Supplemento telematico quotidiano di Tellus
Dir. responsabile Enea Sansi - Reg. Trib. Sondrio n. 208 del 21/12/1989 - ISSN 1124-1276 - R.O.C. N. 32755 LABOS Editrice
Sede legale: Via Fontana, 11 - 23017 MORBEGNO - Tel. +39 0342 610861 - C.F./P.IVA 01022920142 - REA SO-77208 privacy policy