Martedì , 22 Ottobre 2019
VIGNETTA della SETTIMANA
Esercente l'attività editoriale
Realizzazione ed housing
BLOG
MACROLIBRARSI.IT
RICERCA
SU TUTTO IL SITO
TellusFolio > Nave Terra > Oblò cubano
 
Share on Facebook Share on Twitter Share on Linkedin Delicious
Darsi Ferrer finalmente a casa 
Scarcerato un altro prigioniero politico cubano. La mediazione della Chiesa Cattolica sta dando i suoi frutti
23 Giugno 2010
 

Il medico dissidente Darsi Ferrer martedì è tornato a casa, dove sconterà i quattro mesi restanti della pena di un anno e tre mesi che gli sono stati imposti da un tribunale dell’Avana.

«Adesso sento ancora di più il mio impegno e la mia responsabilità affinché a Cuba si possa vivere nel pieno rispetto dei diritti umani, perché tutti possiamo essere considerati uguali e si rispettino le libertà e i diritti fondamentali delle persone», ha detto Ferrer, 40 anni, direttore dell’oppositore Centro di Salute e Diritti Umani Juan Bruno Zayas.

Ferrer è stato accusato di “favoreggiamento” e “oltraggio”, delitti per i quali il Pubblico Ministero aveva chiesto tre anni di carcere. È stato recluso per 11 mesi nel carcere di Valle Grande, all’Avana, in attesa di essere giudicato.

«Ho provato sulla mia pelle quel che stanno vivendo i miei fratelli di lotta che per le loro idee politiche hanno passato sette lunghi anni nelle mie stesse condizioni, barbare e difficili», ha aggiunto alludendo ai 52 oppositori del gruppo dei 75, incarcerati nel 2003 che ancora si trovano in prigione.

«Per questo motivo quella che dovrebbe essere una giornata allegra, perché sono di nuovo con la mia famiglia, conserva una parte di sofferenza», ha precisato.

Darsi Ferrer ha rincarato: «La celebrazione del mio giudizio dopo 11 mesi di carcere conferma le violazioni dei procedimenti e dei termini legali. Non è stato mai provato che avevo commesso un reato. Sono del tutto innocente e sono stato semplicemente punito dalla Sicurezza di Stato per le mie idee».

In ogni caso il medico ha aggiunto che gli piacerebbe pensare che la sentenza che lo riguarda «sia motivo o conseguenza» del processo di dialogo cominciato tra la Chiesa Cattolica cubana e il governo, che ha dato come primi risultati la scarcerazione di un prigioniero politico molto malato e il trasferimento di dodici prigionieri in carceri vicini ai loro luoghi di residenza.

«Ho visto che per la prima volta il governo riconosce un’istituzione indipendente della società civile e le concede un ruolo di mediazione», ha detto.

Come dice Yoani Sánchez nel suo Twitter, le autorità hanno permesso solo la presenza di familiari all’interno del tribunale, ma fuori dell’aula si sono radunati una trentina di dissidenti. Alcuni hanno gridato: “Libertà!”. Diversi diplomatici, tra questi uno della Sezione di Interessi degli Stati Uniti all’Avana e un altro della Gran Bretagna, si trovavano di fronte al tribunale.

Elizardo Sánchez, presidente della Commissione Cubana dei Diritti Umani e Riconciliazione Nazionale (CCDHRN) ha detto che, a suo giudizio, le imputazioni rivolte a Ferrer sono state «un pretesto» per «toglierlo di circolazione». Si è trattato di una punizione «arbitraria», anche se «il governo avrebbe potuto imporre una condanna maggiore e solo il caso ha voluto che non lo abbia fatto», ha detto Sánchez. Il leader della CCDHRN ha aggiunto: «Ferrer si potrà muovere liberamente, ma si suppone che non potrà partecipare a manifestazioni politiche pubbliche come era abituato a fare, perché correrebbe il rischio di essere incarcerato di nuovo».

Ferrer è noto per aver organizzato negli ultimi anni diverse marce all’Avana per la Giornata Mondiale dei Diritti Umani, che si celebra il 10 dicembre. Si ricordano anche le sue denunce sistematiche sulla situazione del sistema di salute cubano, che sono state pubblicate su periodici stranieri. Nel febbraio scorso Amnesty International lo aveva dichiarato “prigioniero di coscienza”.

 

Gordiano Lupi

 

Fonte: Diario De Cuba


Articoli correlati

  Il venerdì nero dei diritti umani
  Gordiano Lupi. A Cuba segnali di fermento
  A Cuba la tessera del razionamento è sempre più magra
  Un riconoscimento tardivo
  Notizie da una Cuba in movimento
  Nuova biblioteca indipendente all'Avana
  Dissidenti cubani firmano progetto unitario di lotta
  Reazioni a Cuba dopo la notizia delle future liberazioni di prigionieri politici
  Cuba. Indulto anche per sette prigionieri politici
  Gordiano Lupi. Cuba: Presto liberi gli ultimi prigionieri politici
  Osvaldo Ricardo Díaz Sánchez esiliato in Italia
  Il silenzio di Raúl Castro
  Valter Vecellio. La terrificante situazione carceraria
  Fariñas arrestato e rilasciato dalla polizia cubana
  Arresti a Cuba
  A Cuba cominciano i licenziamenti
  Cuba. Elezioni farsa mentre 34 prigionieri di coscienza stanno sull'orlo della morte
  Cuba. Un 8 settembre di arresti e violenze
  Yoani Sánchez. L'opposizione cubana eternamente divisa
  Aumenta la repressione a Cuba
  Un gruppo Facebook promuove una rivolta contro il regime cubano
  «Sono di ritorno dall’inferno…» Liberato Francisco Chaviano
  Cuba. Liberato Lázaro González Adán, in carcere dal 2004
  Gordiano Lupi. Grave un dissidente cubano in sciopero della fame
  Reazioni alla morte di Orlando Zapata Tamayo
  Yoani Sánchez incontra Rosa Díez, leader spagnola di Unione Progresso e Democrazia
  È arrivato il momento della Primavera cubana?
  Notizie da Cuba. Tutto quello che il Granma e Diliberto non dicono…
  Rafael Rojas. Il falso dilemma della transizione cubana
  Elizardo e Yoani non credono nel “ritiro” di Fidel Castro
  Gordiano Lupi. Repressione a Cuba
  Gordiano Lupi. A Cuba la situazione si aggrava
  Cuba: Liberati i dissidenti arrestati
  Gordiano Lupi. I rapporti Cuba - Spagna in pericolo dopo le elezioni
  Cuba. La CCDHRN denuncia la morte di un prigioniero politico in attesa di giudizio
 
 
 
Commenti
Lascia un commentoLeggi i commenti [ 1 commento ]
 
Indietro      Home Page
STRUMENTI
Versione stampabile
Gli articoli più letti
Invia questo articolo
INTERVENTI dei LETTORI
Un'area interamente dedicata agli interventi dei lettori
SONDAGGIO
TURCHIA NELL'UNIONE EUROPEA?

 75.7%
NO
 24.3%

  vota
  presentazione
  altri sondaggi
RICERCA nel SITO



Agende e Calendari

Archeologia e Storia

Attualità e temi sociali

Bambini e adolescenti

Bioarchitettura

CD / Musica

Cospirazionismo e misteri

Cucina e alimentazione

Discipline orientali

Esoterismo

Fate, Gnomi, Elfi, Folletti

I nostri Amici Animali

Letture

Maestri spirituali

Massaggi e Trattamenti

Migliorare se stessi

Paranormale

Patologie & Malattie

PNL

Psicologia

Religione

Rimedi Naturali

Scienza

Sessualità

Spiritualità

UFO

Vacanze Alternative

TELLUSfolio - Supplemento telematico quotidiano di Tellus
Dir. responsabile Enea Sansi - Reg. Trib. Sondrio n. 208 del 21/12/1989 - ISSN 1124-1276 - R.O.C. N. 32755 LABOS Editrice
Sede legale: Via Fontana, 11 - 23017 MORBEGNO - Tel. +39 0342 610861 - C.F./P.IVA 01022920142 - REA SO-77208 privacy policy