Martedì , 22 Ottobre 2019
VIGNETTA della SETTIMANA
Esercente l'attività editoriale
Realizzazione ed housing
BLOG
MACROLIBRARSI.IT
RICERCA
SU TUTTO IL SITO
TellusFolio > Nave Terra > Oblò cubano
 
Share on Facebook Share on Twitter Share on Linkedin Delicious
Osvaldo Ricardo Díaz Sánchez esiliato in Italia 
Le Nazioni Unite condannano l’embargo USA
Elizardo Sánchez (foto d
Elizardo Sánchez (foto d'archivio AP) 
27 Ottobre 2010
 

L’ex prigioniero politico cubano Osvaldo Ricardo Díaz Sánchez, liberato in agosto 2009, è stato accolto martedì in Italia dopo aver chiesto asilo politico in diversi paesi europei. Díaz è giunto a Roma in compagnia della moglie Katia Darias Cintra e della sua figliastra Karina Moreno Darias. Sono stati ospitati in un centro di rifugiati gestito dalla Chiesa Cattolica.

Giornalista indipendente e vicepresidente del Frente Democrático Independiente, Díaz non faceva parte dei 52 prigionieri politici che Cuba ha promesso di liberare prima dell’8 novembre. Non era neppure tra le otto persone la cui liberazione è stata recentemente annunciata. Nel 2006 era stato condannato a cinque anni di prigione per “danneggiamenti” ed è stato liberato nel 2009.

«Negli ultimi mesi, Díaz aveva chiesto asilo politico a Francia, Svezia e Svizzera», ha detto Elizardo Sánchez, della Commissione Cubana per i Diritti Umani e per la Riconciliazione Nazionale. «La sua uscita da Cuba sembra merito della Chiesa Cattolica e del governo italiano», ha commentato Elizardo Sánchez, sorpreso dalla notizia che Díaz Sánchez è arrivato in Italia. «Il governo cubano sta concedendo permessi di uscita ad alcuni oppositori poco conosciuti», ha precisato Sánchez, «ma continua a negarli ai più famosi, come Oswaldo Payá, presidente del Movimento Cristiano di Liberazione e la blogger Yoani Sánchez».

Un’altra notizia importante è che l’Assemblea Generale delle Nazioni Unite ha approvato per il diciannovesimo anno consecutivo una risoluzione che condanna l’embargo economico statunitense contro Cuba. La risoluzione è stata presentata dal Ministro degli Esteri cubano Bruno Rodríguez che ha prodotto un documento contenente una stima dei danni economici prodotti dall’embargo. La risoluzione ha ottenuto l’appoggio di 187 paesi su 192 che appartengono all’Assemblea.

L’ambasciatore statunitense Ronald D. Godard ha replicato: «Nonostante l’embargo gli Stati Uniti sono il quinto partner economico più importante di Cuba e tra i due paesi esiste un intenso scambio commerciale. Obama ha modificato alcuni aspetti della politica commerciale verso Cuba, visto che ha tolto quasi tutte le restrizioni di viaggio e i limiti alle rimesse. Una nuova era di relazioni tra Stati Uniti e Cuba si realizzerà soltanto quando il paese caraibico garantirà il rispetto dei diritti umani e delle più elementari forme di libertà economiche ai suoi cittadini».

Per tutta risposta il cancelliere cubano ha detto che «le riforme strutturali in atto nel suo paese non sono volte a compiacere gli Stati Uniti ma a modernizzare il socialismo che per Cuba resta un sistema irrinunciabile». L’embargo nordamericano contro Cuba venne imposto da John F. Kennedy il 7 febbraio del 1962 e a distanza di quasi quarant’anni non accenna a finire.

 

Gordiano Lupi


Articoli correlati

  Dissidenti cubani firmano progetto unitario di lotta
  Reazioni a Cuba dopo la notizia delle future liberazioni di prigionieri politici
  Cuba. Indulto anche per sette prigionieri politici
  Gordiano Lupi. Cuba: Presto liberi gli ultimi prigionieri politici
  Il silenzio di Raúl Castro
  Valter Vecellio. La terrificante situazione carceraria
  Fariñas arrestato e rilasciato dalla polizia cubana
  Arresti a Cuba
  A Cuba cominciano i licenziamenti
  Cuba. Elezioni farsa mentre 34 prigionieri di coscienza stanno sull'orlo della morte
  Cuba. Un 8 settembre di arresti e violenze
  Yoani Sánchez. L'opposizione cubana eternamente divisa
  Aumenta la repressione a Cuba
  Un gruppo Facebook promuove una rivolta contro il regime cubano
  «Sono di ritorno dall’inferno…» Liberato Francisco Chaviano
  Cuba. Liberato Lázaro González Adán, in carcere dal 2004
  Gordiano Lupi. Grave un dissidente cubano in sciopero della fame
  Reazioni alla morte di Orlando Zapata Tamayo
  Yoani Sánchez incontra Rosa Díez, leader spagnola di Unione Progresso e Democrazia
  È arrivato il momento della Primavera cubana?
  Notizie da Cuba. Tutto quello che il Granma e Diliberto non dicono…
  Rafael Rojas. Il falso dilemma della transizione cubana
  Elizardo e Yoani non credono nel “ritiro” di Fidel Castro
  Gordiano Lupi. Repressione a Cuba
  Gordiano Lupi. A Cuba la situazione si aggrava
  Darsi Ferrer finalmente a casa
  Cuba: Liberati i dissidenti arrestati
  Gordiano Lupi. I rapporti Cuba - Spagna in pericolo dopo le elezioni
 
 
 
Commenti
Lascia un commentoNessun commento da leggere
 
Indietro      Home Page
STRUMENTI
Versione stampabile
Gli articoli più letti
Invia questo articolo
INTERVENTI dei LETTORI
Un'area interamente dedicata agli interventi dei lettori
SONDAGGIO
TURCHIA NELL'UNIONE EUROPEA?

 75.7%
NO
 24.3%

  vota
  presentazione
  altri sondaggi
RICERCA nel SITO



Agende e Calendari

Archeologia e Storia

Attualità e temi sociali

Bambini e adolescenti

Bioarchitettura

CD / Musica

Cospirazionismo e misteri

Cucina e alimentazione

Discipline orientali

Esoterismo

Fate, Gnomi, Elfi, Folletti

I nostri Amici Animali

Letture

Maestri spirituali

Massaggi e Trattamenti

Migliorare se stessi

Paranormale

Patologie & Malattie

PNL

Psicologia

Religione

Rimedi Naturali

Scienza

Sessualità

Spiritualità

UFO

Vacanze Alternative

TELLUSfolio - Supplemento telematico quotidiano di Tellus
Dir. responsabile Enea Sansi - Reg. Trib. Sondrio n. 208 del 21/12/1989 - ISSN 1124-1276 - R.O.C. N. 32755 LABOS Editrice
Sede legale: Via Fontana, 11 - 23017 MORBEGNO - Tel. +39 0342 610861 - C.F./P.IVA 01022920142 - REA SO-77208 privacy policy