Martedì , 19 Novembre 2019
VIGNETTA della SETTIMANA
Esercente l'attività editoriale
Realizzazione ed housing
BLOG
MACROLIBRARSI.IT
RICERCA
SU TUTTO IL SITO
TellusFolio > Nave Terra > Lisistrata
 
Share on Facebook Share on Twitter Share on Linkedin Delicious
due di giugno
03 Giugno 2008
 

Il mese di maggio ha avuto un finale vorticoso: Roberta Lisi mi chiede un pezzo sul 2 giugno per il giornale della Sinistra democratica e devo essere a Milano la mattina di sabato e a Genova il pomeriggio dello stesso giorno per due diverse iniziative. Poi resterò a Genova il giorno dopo e la mattina del primo giugno a casa di Monica, approfittando che l'iniziativa genovese coinvolgeva tra i relatori Rosangela Pesenti e me e che a Genova è venuto anche Davide Dodesini, mentre né Rosangela né Davide possono essere presenti all'incontro di Pescara a fine giugno perché sono diversamente ma ambedue impegnati con lo svolgimento degli esami di maturità, ci scambiamo alcune idee che io sono incaricata di riferire poi a Pescara.

 

A Milano dunque ero stata invitata da una fondazione (La fondazione Cecchini Pace) di studi analitici, per un incontro su “Il dominio maschile e le sue correlazioni con la violenza” che è risultato per l'impostazione data da Chantal Podio un interessantissimo confronto tra linguaggi e ambiti disciplinari: confrontare i significati e i codici simbolici delle scienze sociali e della politica serve, apre orizzonti e ricomincia -visto dalla parte della politica- un nesso, una trasmissione di dati e domande tra scienze e cultura politica che forse può travolgere espressioni non più comunicative e un parlare rituale e stanco. Mi è piaciuto molto: tra l'altro una delle presenti aveva quasi più di me il pallino del significato delle parole ed è stato piacevole lo scambio. 

Nel pomeriggio mi sono trasferita a Genova dove nella sede di un circolo Arci, Marea e l'Arci appunto avevano organizzato una giornata di studio scambio e confronto, fatto appunto di confronti tra donne di differenti generazioni che si scambiavano esperienze e opinioni su “lavori, saperi, corpo, cittadinanza” e alla fine seguiva una mia lectio magistralis(!) sulla storia del femminismo. Monica Lanfranco che aveva lanciato l'iniziativa, motiva così l'esigenza di essa: «Tutti e tutte dopo la drammatica svolta elettorale di aprile sentiamo fortissimo il pericolo di perdere forze e coraggio nel durissimo lavoro che ci aspetta per ricostruire un tessuto condiviso di pratiche, idee e sogni, per contrastare l'oblio e la cancellazione della memoria storica dei movimenti per il cambiamento, in particolare del movimento delle donne, senza i quali non ci può essere presente e futuro di pace e giustizia».

Una iniziativa di grande respiro e Monica ha poi rivolto a tutte/i un bel messaggio conclusivo (...).

 

La domenica mattina con Rosangela Monica e Davide abbiamo chiacchierato un po' sulla Tavola luxemburghiana “Il pane e le rose”, ponendo alcune esigenze preliminari che saranno riportate in modo più preciso all'assemblea di giugno a Pescara: emerge le necessità di fare nell'estate alcune “lezioni zero” in modo da tarare e sperimentare forme e modi di avviare la Tavola. Sarà necessario anche trovare qualche appoggio economico e forse prendere l'abitudine di chiedere a regioni province comuni il patrocinio o qualche aiuto economico: è giusto, è un esercizio della cittadinanza e consente di costruire condizioni di parità tra le persone che governeranno la scuola e non sono tutte e tutti nelle stesse condizioni economiche e logistiche. Si proverà.

Al momento di ripartire da Genova si scopre che è in corso uno sciopero del compartimento ligure e di quello toscano di vari sindacati delle ferrovie e quindi i miei programmi saltano e però riesco a rimediare abbastanza e arrivo a Bolzano con sole due ore di ritardo, ma ancora prima di notte fonda. Lo sciopero è un fastidio, ma sono contenta che sia stato fatto, non sento mugugni tra i viaggiatori. Non so se sia approvazione o passività, inclino per la seconda interpretazione.

 

Arriva e passa il 2 giugno e qui si misura in modo limpidissimo il disastro capitato. Non vi è la minima protesta per l'aspetto militare dominante: la folla per l'appunto si affolla, da ogni parte d'Italia, per fortuna il ricevimento al Quirinale è più popolare del solito. Il presidente ha dato un qualsiasi riscontro o cenno di attenzione al messaggio di Peyretti? E qualche movimento ha fatto o detto qualcosa?

 

Lidia Menapace


Articoli correlati

  Parata militare. Il milione risparmiato non sarà per l'Abruzzo ma per Palermo
  Marco Beltrandi. Per ore impedite a Roma la libera manifestazione del pensiero e dell'attività politica
  Lidia Menapace. 2 giugno, Festa della Repubblica
  Sondrio. I parlamentari 'valtellinesi' tacciono: tutto-va-ben, madama-la-marchesa?
  2 giugno, festa della Repubblica
  Lidia Menapace. Il Papa e il Presidente
  Alex Zanotelli. Tangenti sulla vendita d’armi: quanto va ai partiti?
  Asmae Dachan. “Ho l’obbligo di rispondere alle affermazioni dell’on. Giorgia Meloni”
  Carlo Forin. Il governo Conte ha giurato in Quirinale
  UDI Ferrara. Cittadine da 70 anni
  Lidia Menapace. 2 giugno repubblicano
  Peppe Sini. Nove ruminazioni per la Festa della Repubblica
  Parola di donna… L’Arvangia al femminile per la Festa della Repubblica
  Sondrio. Camminata della Repubblica. Accessibile a tutti
  Lidia Menapace. Festa della Repubblica
  Enrico Peyretti. Due giugno: Caro senatore...
  2 giugno: civile manifestazione di pace
  Lidia Menapace. Viva la Repubblica!
  Ancora sul 2 giugno, adesso che la “festa” è passata
  Un appello al Presidente della Repubblica affinché il 2 giugno sia festa della Costituzione. Senza parata militare
  Festa della Repubblica. Caro Presidente, cosa c'è da festeggiare?
  Il 2 giugno. A Firenze e a Morbegno. Intanto, a Piateda...
  Lidia Menapace. 2 giugno, Festa della sovranità popolare esercitata
  Elisa Merlo. Belle scene di guerra
  Piccoli esperimenti di democrazia
  2 giugno, Festa della Repubblica e della Costituzione. Scriviamo al Presidente Napolitano
  Lidia Menapace. Le priorità
  Morbegno-Talamona. 2 giugno 2011
  Terzo racconto dal Parlamento. Mentre sgorga l'ingorgo, con un antico andazzo oligarchico
  Annullata la parata del 2 giugno (1976)
  Rosangela Pesenti. Elogio di un lavoratore
  Rosangela Pesenti. Stare dentro o chiamarsi fuori: perché ho scelto di candidarmi nel PRC
  Lidia Menapace. Lettera dalle catacombe. Con saluti sgomenti (di Rosangela Pesenti) e altre lettere (di Enrico Peyretti etc.)
  Lidia Menapace. Il treno, il lotto, la mutazione genetica
  Lidia Menapace. Lettera ...dall'anticamera del Palazzo
  Rosangela Pesenti. Perché ho fischiato Formigoni, il 25 aprile in piazza a Milano
  Rosangela Pesenti. Sulla violenza alle donne 1977-2007
  Monica Lanfranco. Pensieri sulla violenza sulle donne e sul che fare
  Monica Lanfranco. Nuovo numero di Marea
  Monica Lanfranco. Le madri cattive esistono: le produce l’ignoranza di sé
  Monica Lanfranco. Faccende da donne
  Monica Lanfranco. Islam: Dove sono i laici?
  Monica Lanfranco. Forse le femministe sono invisibili?
  Lidia Menapace. Femminile plurale
  Monica Lanfranco. Il lato oscuro della competenza femminile
  Monica Lanfranco. Dalla vostra inviata al Cairo. Report primo giorno con Nawal Al Sadaawi e Drude Dalerup
  Punto G 2011: Genova, genere, globalizzazione
  I 95 anni di Lidia e i 25 di Marea
 
 
 
Commenti
Lascia un commentoNessun commento da leggere
 
Indietro      Home Page
STRUMENTI
Versione stampabile
Gli articoli più letti
Invia questo articolo
INTERVENTI dei LETTORI
Un'area interamente dedicata agli interventi dei lettori
SONDAGGIO
TURCHIA NELL'UNIONE EUROPEA?

 75.9%
NO
 24.1%

  vota
  presentazione
  altri sondaggi
RICERCA nel SITO



Agende e Calendari

Archeologia e Storia

Attualità e temi sociali

Bambini e adolescenti

Bioarchitettura

CD / Musica

Cospirazionismo e misteri

Cucina e alimentazione

Discipline orientali

Esoterismo

Fate, Gnomi, Elfi, Folletti

I nostri Amici Animali

Letture

Maestri spirituali

Massaggi e Trattamenti

Migliorare se stessi

Paranormale

Patologie & Malattie

PNL

Psicologia

Religione

Rimedi Naturali

Scienza

Sessualità

Spiritualità

UFO

Vacanze Alternative

TELLUSfolio - Supplemento telematico quotidiano di Tellus
Dir. responsabile Enea Sansi - Reg. Trib. Sondrio n. 208 del 21/12/1989 - ISSN 1124-1276 - R.O.C. N. 32755 LABOS Editrice
Sede legale: Via Fontana, 11 - 23017 MORBEGNO - Tel. +39 0342 610861 - C.F./P.IVA 01022920142 - REA SO-77208 privacy policy