Sabato , 14 Dicembre 2019
VIGNETTA della SETTIMANA
Esercente l'attività editoriale
Realizzazione ed housing
BLOG
MACROLIBRARSI.IT
RICERCA
SU TUTTO IL SITO
TellusFolio > Nave Terra > Oblò cubano
 
Share on Facebook Share on Twitter Share on Linkedin Delicious
Yoani Sánchez. Sotto pressione, no… ma senza pressione nemmeno
29 Aprile 2009
 

Dal blog Generación Y

27 aprile 2009

 

 

Bajo presión, no…
sin presión tampoco

Esta mañana, algunos amigos acompañamos a Edgar para entregar su apelación ante la negativa de salida del país. A unos pocos pasos de la oficina de Consultoría Jurídica está la sede de Inmigración y Extranjería a nivel nacional. Ya conocía el lugar, pues fue justamente allí donde hace un año hice una reclamación similar, que concluyó con la confirmación de que no podía “viajar por el momento”. Funcionarios uniformados y personas calladas a la espera de que su caso sea revisado, conforman el escenario de esta dependencia del MININT.

Las firmas recogidas entre cubanos de aquí y de allá, fueron entregadas a la oficial de turno, que confirmó que ahora tenían sesenta días para responder a su solicitud. El viernes, dos integrantes de la sección 21 le habían “sugerido” a Edgar que desistiera de presentarse en el lugar donde fuimos hoy. Le insinuaron que si se estaba tranquilo, le darían el permiso de viaje antes de agosto. Después de la huelga de hambre que hizo este joven, las autoridades migratorias no pueden –según contaron los inquietos muchachos- “actuar bajo presión”, porque parecería que se han visto obligados a dejarlo subir al avión.

Como si no fuera lo más común que los ciudadanos presionáramos y en respuesta a ello, los políticos enmendaran sus acciones. Para eso precisamente es que ocupan sus puestos, para ceder –una y otra vez– ante las demandas de la sociedad. ¿Es que no ha sido dicho ya –por suficientes voces– que el permiso de salida y entrada a Cuba, tiene que ser derogado? ¿Qué más tiene que ocurrir para que dejen de secuestrarnos ese derecho?

 

Yoani Sánchez

 

 

Sotto pressione, no…

ma neppure senza pressione

Questa mattina ho accompagnato Edgar insieme ad alcuni amici per consegnare il suo appello dopo la mancata concessione del permesso di uscita dal paese. La sede dell’Ufficio Immigrazione a livello nazionale è situata a pochi passi dall’ufficio di Consulenza Giuridica. Conoscevo il posto, perché giusto un anno fa sono andata a sporgere un reclamo simile, che si è concluso con la conferma che “per il momento” non avrei potuto viaggiare. Funzionari uniformati e persone silenziose in attesa che il loro caso venga rivisto, compongono lo scenario di questa succursale del Ministero degli Interni.

Le firme raccolte tra residenti sull’Isola e cubani della diaspora, sono state consegnate all’impiegato di turno, che ha confermato un termine di sessanta giorni per rispondere alla richiesta. Il venerdì, due componenti della sezione 21 avevano “suggerito” a Edgar di abbandonare l’idea di presentarsi nel luogo dove oggi ci siamo recati. Fecero capire che se fosse rimasto tranquillo, gli avrebbero concesso il permesso di viaggio prima di agosto. Dopo lo sciopero della fame messo in atto da questo giovane, le autorità migratorie non possono secondo quanto riferito dagli inquieti ragazzi “agire sotto pressione”, perché darebbero l’impressione di essere stati obbligati a lasciarlo salire sull’aereo.

Come se non fosse una cosa più che ordinaria che in risposta alle pressioni dei cittadini i politici correggessero le loro azioni. Proprio per questo occupano i loro posti, per cedere una volta o l’altra di fronte alle domande della società. Non è stato già detto da diverse voci che il permesso di uscita e di entrata in Cuba deve essere abolito? Che cosa deve succedere ancora perché cessino di sequestrarci un diritto?

 

Traduzione di Gordiano Lupi


Articoli correlati

  Yoani non potrà ritirare il Premio iRedes in Spagna
  Yoani Sánchez ancora prigioniera di Papà Stato
  Gordiano Lupi. Cuba elimina il permesso di uscita, ma restano i limiti...
  Yoani Sánchez ricorre al Ministro degli Interni
  I Cubani possono viaggiare. Da oggi, forse
  Un nuovo premio per Yoani Sánchez
  Se andrò in Olanda sarà merito del nove!
  “Scusate il mio scetticismo...” Ma Y. Sánchez non rinuncia al “dibattito precongressuale”
  Riforma migratoria cubana. Tra chi parte e chi resta
  Garrincha. La fattoria di Fidel
  Di nuovo arrestato Luis Felipe Rojas Rosabal
  L'insistenza sui permessi d'uscita, la bellezza di sorridere e la tecnologia per comunicare
  I cubani potranno viaggiare per turismo?
  “Violazione sistematica dei diritti umani”
  Liberato Fariñas
  Jardim. Il salto con l'asta di Yoani e le insidie di Raúl
  Oswaldo Payá rilancia il Progetto Heredia
  Il governo cubano nega a Yoani Sánchez il permesso di viaggio per recarsi in Brasile
  Opinione di uno scrittore cubano sulla “riforma migratoria”
  Raúl Castro e la nuova politica migratoria
  Gordiano Lupi racconta la Cuba di Yoani Sánchez. Piombino, 18 ottobre 2008
  Yoani Sánchez: Non mi sembra vero. Potrò viaggiare!
  Così la Farnesina sui 'niet' cubani a Yoani Sánchez
  Yoani Sánchez ha ricevuto il Premio Principe Claus
  Roberto Pereira. Lettera alla stampa di un ragazzo cubano
  Appello a Raúl Castro per Yoani Sánchez
  Yoani Sánchez. Papà Stato non mi lascia uscire
  Yoani e la punizione di non poter uscire da Cuba
  A Cuba si parla ancora di riforma migratoria
  Nuovo premio per Yoani Sánchez
  Massimo Campo. Il paradosso cubano: essere ignoranti per essere liberi
  Yoani Sánchez ottiene il passaporto!
  Yoani Sánchez ringrazia per il Premio Donne Coraggiose
  Yoani Sánchez non esce da Cuba
  Yoani Sánchez: “La visita di Dilma Rousseff non dovrà essere soltanto un incontro istituzionale”
  Il fantasma di Yoani Sánchez alla fiera di Torino
  Yoani, ancora senza permesso di uscita
  Claudia Cadelo. Confessioni su un viaggio utopico
  I cubani sperano che Raúl Castro conceda libertà di viaggiare
  Yoani prigioniera dei Castro
  Gordiano Lupi. La riforma migratoria tra fughe e incertezze
  “Vogliamo essere liberi di entrare e uscire dal nostro paese”
  Cuba. La nuova politica sui viaggi all'estero è frutto della paura
  Gordiano Lupi. Yoani Sánchez ancora bloccata a Cuba
  Yoani Sánchez. “Tutti i cubani sono prigionieri politici”
  Riforma migratoria cubana umoristica
  Oswaldo Payá. Adesso abbia fine la cortina di spine
  Yoani Sánchez. Il tritadiritti
  Yoani Sánchez. In nessun posto, però ovunque
  Cuba. Sul caso Sánchez i senatori radicali interrogano la Farnesina
  Il regime cubano vieta l’uscita dal paese alla blogger Claudia Cadelo
  Tessera del partito e voglia di fuga
  Yoani Sánchez, ancora una volta 'assente'
  Cuba. Il Governo nega il visto per l'Italia alla blogger Sánchez. Interrogazione alla Farnesina
  Yoani Sánchez. Secondo viaggio negato
  Yoani Sánchez. Tre tazze e niente brodo
  Riforma migratoria a Cuba: due vignette di Garrincha
  Yoani Sánchez. Sulla linea di partenza
  Yoani Sánchez ospite virtuale alla Fiera del Libro di Miami
  Gli Stati Uniti chiedono libertà di movimento per Yoani Sánchez
  Finisce in una bolla di sapone la libertà di viaggiare
  La riforma migratoria cubana tra dubbi e incertezze
  Yoani Sánchez e Guillermo Fariñas in attesa di un permesso
 
 
 
Commenti
Lascia un commentoNessun commento da leggere
 
Indietro      Home Page
STRUMENTI
Versione stampabile
Gli articoli più letti
Invia questo articolo
INTERVENTI dei LETTORI
Un'area interamente dedicata agli interventi dei lettori
SONDAGGIO
TURCHIA NELL'UNIONE EUROPEA?

 75.3%
NO
 24.7%

  vota
  presentazione
  altri sondaggi
RICERCA nel SITO



Agende e Calendari

Archeologia e Storia

Attualità e temi sociali

Bambini e adolescenti

Bioarchitettura

CD / Musica

Cospirazionismo e misteri

Cucina e alimentazione

Discipline orientali

Esoterismo

Fate, Gnomi, Elfi, Folletti

I nostri Amici Animali

Letture

Maestri spirituali

Massaggi e Trattamenti

Migliorare se stessi

Paranormale

Patologie & Malattie

PNL

Psicologia

Religione

Rimedi Naturali

Scienza

Sessualità

Spiritualità

UFO

Vacanze Alternative

TELLUSfolio - Supplemento telematico quotidiano di Tellus
Dir. responsabile Enea Sansi - Reg. Trib. Sondrio n. 208 del 21/12/1989 - ISSN 1124-1276 - R.O.C. N. 32755 LABOS Editrice
Sede legale: Via Fontana, 11 - 23017 MORBEGNO - Tel. +39 0342 610861 - C.F./P.IVA 01022920142 - REA SO-77208 privacy policy