Mercoledì , 11 Dicembre 2019
VIGNETTA della SETTIMANA
Esercente l'attività editoriale
Realizzazione ed housing
BLOG
MACROLIBRARSI.IT
RICERCA
SU TUTTO IL SITO
TellusFolio > Nave Terra > Oblò cubano
 
Share on Facebook Share on Twitter Share on Linkedin Delicious
Yoani Sánchez. Secondo viaggio negato
24 Settembre 2008
 

Dal blog Generación Y

24 settembre 2008

 

 

Colecciono “negativas”

Hay quienes tienen una pared llena de diplomas o la camisa se les tensa bajo el peso de las medallas. Héroes que acumulan cicatrices y ciudadanos que acopiamos frustraciones. Para no quedarme atrás en esas manías generalizadas de coleccionar, trato de hacer mi propio muestrario de algo. Recopilo negativas de viajes, papelitos que repiten no puede salir “por el momento” y boletos de aviones aplazados. Todo eso con la misma compulsión que otros atesoran etiquetas de refresco o figuritas de cerámica.

Cabecidura, como una lata de leche condensada, he vuelto a presentar mis papeles para visitar Europa. No conforme con el “no” que ya me habían dicho en mayo, regresé a la Oficina de Emigración y Extranjería del municipio Plaza. Esperé varios días, mientras la rotura de una máquina de pegatinas prolongaba una respuesta que ya intuía. Al final, alguien de verdeolivo me confirmó que la penalización sigue en pie. El correctivo, el arroz bajo las rodillas, es en mi caso la prohibición de salir de esta Isla. ¿No habrá aprendido Papá-Estado cuán fastidiosos se vuelven los niños que rara vez salen de casa?

Les dejo aquí el segundo documento que, en menos de un año, da cuenta de mi condición de blogger cautiva.

 

Yoani Sánchez

 

 

Colleziono “rifiuti”

C’è chi possiede una parete piena di diplomi o gli si stende la camicia sotto il peso delle medaglie. Eroi che accumulano cicatrici e cittadini che ammassiamo frustrazioni. Per non restare indietro in queste diffuse manie di collezionare, provo a fare un mio catalogo personale. Raccolgo rifiuti di viaggi, foglietti che ripetono non può uscire “per il momento” e biglietti di aerei annullati. Tutto questo con la stessa frenesia con la quale altri conservano etichette di bibite o personaggi di ceramica.

Testa dura, come un contenitore di latte condensato, sono tornata a presentare i miei documenti per visitare l’Europa. Non contenta del “no” che già mi avevano detto a maggio, sono tornata all’Ufficio Emigrazione e Affari Stranieri del municipio Plaza.1 Ho aspettato diversi giorni, mentre la rottura di una macchina di adesivi prolungava i tempi di una risposta che già intuivo. Alla fine, qualcuno in verde olivo2 mi ha confermato che la punizione è ancora in piedi. La misura di correzione, il riso sotto le ginocchia, nel mio caso è la proibizione di uscire da questa Isola. Non avrà appreso Papà-Stato come diventano fastidiosi i bambini che escono poco di casa?

 

Vi lascio qui il secondo documento, che, in meno di un anno, dimostra la mia condizione di blogger prigioniera.

 

Traduzione di Gordiano Lupi

 

 

Nota del traduttore:

1 Yoani era stata invitata in Italia dalla rivista Internazionale per una manifestazione da tenersi a Ferrara nel primo fine settimana di ottobre. Le Edizioni Il Foglio Letterario l’avrebbero presentata nel corso del “Pisa Book Festival” (11 - 13 ottobre) e a Piombino durante la manifestazione “Ottobre Piovono Libri”. Va da sé che ero tra i promotori del suo viaggio in Italia. Niente da fare. Papà-Stato ha optato ancora una volta per il rigore educativo.

2 Il verde olivo è il colore delle divise militari, dei funzionari statali, è il colore della rivoluzione cubana sin dai tempi della Sierra. (Gordiano Lupi)


Articoli correlati

  Yoani Sánchez ancora prigioniera di Papà Stato
  Nuovo premio per Yoani Sánchez
  Yoani non potrà ritirare il Premio iRedes in Spagna
  Gordiano Lupi. Cuba elimina il permesso di uscita, ma restano i limiti...
  “Scusate il mio scetticismo...” Ma Y. Sánchez non rinuncia al “dibattito precongressuale”
  Di nuovo arrestato Luis Felipe Rojas Rosabal
  Riforma migratoria cubana. Tra chi parte e chi resta
  Il regime cubano vieta l’uscita dal paese alla blogger Claudia Cadelo
  Yoani Sánchez ricorre al Ministro degli Interni
  Yoani Sánchez ottiene il passaporto!
  Yoani prigioniera dei Castro
  L'insistenza sui permessi d'uscita, la bellezza di sorridere e la tecnologia per comunicare
  Yoani, ancora senza permesso di uscita
  I cubani potranno viaggiare per turismo?
  “Violazione sistematica dei diritti umani”
  Opinione di uno scrittore cubano sulla “riforma migratoria”
  Jardim. Il salto con l'asta di Yoani e le insidie di Raúl
  Yoani Sánchez ringrazia per il Premio Donne Coraggiose
  Il governo cubano nega a Yoani Sánchez il permesso di viaggio per recarsi in Brasile
  Gordiano Lupi racconta la Cuba di Yoani Sánchez. Piombino, 18 ottobre 2008
  Yoani Sánchez: Non mi sembra vero. Potrò viaggiare!
  Così la Farnesina sui 'niet' cubani a Yoani Sánchez
  Yoani Sánchez ha ricevuto il Premio Principe Claus
  Roberto Pereira. Lettera alla stampa di un ragazzo cubano
  Appello a Raúl Castro per Yoani Sánchez
  Yoani Sánchez. “Tutti i cubani sono prigionieri politici”
  Yoani Sánchez. Papà Stato non mi lascia uscire
  A Cuba si parla ancora di riforma migratoria
  Massimo Campo. Il paradosso cubano: essere ignoranti per essere liberi
  Garrincha. La fattoria di Fidel
  Liberato Fariñas
  Yoani Sánchez non esce da Cuba
  Il fantasma di Yoani Sánchez alla fiera di Torino
  Yoani Sánchez: “La visita di Dilma Rousseff non dovrà essere soltanto un incontro istituzionale”
  Oswaldo Payá rilancia il Progetto Heredia
  Claudia Cadelo. Confessioni su un viaggio utopico
  I cubani sperano che Raúl Castro conceda libertà di viaggiare
  Gordiano Lupi. La riforma migratoria tra fughe e incertezze
  “Vogliamo essere liberi di entrare e uscire dal nostro paese”
  Yoani Sánchez, ancora una volta 'assente'
  Yoani e la punizione di non poter uscire da Cuba
  Cuba. La nuova politica sui viaggi all'estero è frutto della paura
  Gordiano Lupi. Yoani Sánchez ancora bloccata a Cuba
  Raúl Castro e la nuova politica migratoria
  Riforma migratoria cubana umoristica
  Oswaldo Payá. Adesso abbia fine la cortina di spine
  Yoani Sánchez. Il tritadiritti
  Yoani Sánchez. In nessun posto, però ovunque
  Cuba. Sul caso Sánchez i senatori radicali interrogano la Farnesina
  Tessera del partito e voglia di fuga
  Cuba. Il Governo nega il visto per l'Italia alla blogger Sánchez. Interrogazione alla Farnesina
  Yoani Sánchez. Tre tazze e niente brodo
  Riforma migratoria a Cuba: due vignette di Garrincha
  Yoani Sánchez. Sulla linea di partenza
  Yoani Sánchez ospite virtuale alla Fiera del Libro di Miami
  I Cubani possono viaggiare. Da oggi, forse
  Gli Stati Uniti chiedono libertà di movimento per Yoani Sánchez
  Se andrò in Olanda sarà merito del nove!
  Yoani Sánchez. Sotto pressione, no… ma senza pressione nemmeno
  Un nuovo premio per Yoani Sánchez
  Finisce in una bolla di sapone la libertà di viaggiare
  La riforma migratoria cubana tra dubbi e incertezze
  Yoani Sánchez e Guillermo Fariñas in attesa di un permesso
 
 
 
Commenti
Lascia un commentoLeggi i commenti [ 3 commenti ]
 
Indietro      Home Page
STRUMENTI
Versione stampabile
Gli articoli più letti
Invia questo articolo
INTERVENTI dei LETTORI
Un'area interamente dedicata agli interventi dei lettori
SONDAGGIO
TURCHIA NELL'UNIONE EUROPEA?

 75.3%
NO
 24.7%

  vota
  presentazione
  altri sondaggi
RICERCA nel SITO



Agende e Calendari

Archeologia e Storia

Attualità e temi sociali

Bambini e adolescenti

Bioarchitettura

CD / Musica

Cospirazionismo e misteri

Cucina e alimentazione

Discipline orientali

Esoterismo

Fate, Gnomi, Elfi, Folletti

I nostri Amici Animali

Letture

Maestri spirituali

Massaggi e Trattamenti

Migliorare se stessi

Paranormale

Patologie & Malattie

PNL

Psicologia

Religione

Rimedi Naturali

Scienza

Sessualità

Spiritualità

UFO

Vacanze Alternative

TELLUSfolio - Supplemento telematico quotidiano di Tellus
Dir. responsabile Enea Sansi - Reg. Trib. Sondrio n. 208 del 21/12/1989 - ISSN 1124-1276 - R.O.C. N. 32755 LABOS Editrice
Sede legale: Via Fontana, 11 - 23017 MORBEGNO - Tel. +39 0342 610861 - C.F./P.IVA 01022920142 - REA SO-77208 privacy policy