Domenica , 17 Novembre 2019
VIGNETTA della SETTIMANA
Esercente l'attività editoriale
Realizzazione ed housing
BLOG
MACROLIBRARSI.IT
RICERCA
SU TUTTO IL SITO
TellusFolio > Nave Terra > Oblò cubano
 
Share on Facebook Share on Twitter Share on Linkedin Delicious
Gianni Minà racconta Cuba 
Il problema è che ancora lo ascoltano…
13 Agosto 2011
 

«Volevo raccontare l’isola di oggi, dal di dentro, con le voci della generazione che fra breve governerà il Paese», dice Gianni Minà a proposito del suo documentario in due parti Cuba nell’epoca di Obama, che sarà proposto dalle Giornate degli Autori - nei giorni 7 e 8 settembre - alla Mostra del Cinema di Venezia. Una non fiction, girata in 14 giorni, realizzata sull’Isola dei fratelli Castro, percorrendo oltre mille chilometri, dall’Avana a Guantanamo.

Fin qui il comunicato Ansa (12/08/11). Ora, che Gianni Minà racconti Cuba nell’epoca di Obama è un suo diritto. Nessuno glielo può negare. Siamo in democrazia, a differenza che a Cuba dove soltanto chi è autorizzato può parlare e solo chi ha un pensiero conforme alle idee del regime viene autorizzato a produrre cultura da diffondere nell’isola. Il problema non è tanto che Gianni Minà ci proponga la solita pappardella sul paese assediato dall’Impero, sui cubani innamorati di Fidel e convinti dalla svolta raulista, sulla presunta democrazia diretta per alzata di mano, sui mali dell’embargo, sulla fantastica sanità cubana e sull’istruzione per tutti. Il problema grave è che la Mostra del Cinema di Venezia dia credito a documentari propagandistici, sponsorizzati dal regime cubano, diretti a mostrare il volto buono d’un regime liberticida. La vera Cuba ce la racconta Andy Garcia (The Arthuro Sandoval Story e The Lost City), ce la descrivono le opere di Guillermo Cabrera Infante (morto in esilio a Londra), i lavori di Virgilio Piñera, la biografia terminale di Reinaldo Arenas (Prima che sia notte, edito da Guanda), i romanzi di Pedro Juan Gutierrez e di Leonardo Padura Fuentes (Il romanzo della mia vita e L’uomo che amava i cani). Non abbiamo bisogno di patetici cantori di un regime al tramonto che ripetono le opinioni del Granma, che parlano di Yoani Sánchez come di una mercenaria, che stigmatizzano i dissidenti come persone pagate dalla CIA. Se al Festival del Cinema di Venezia volevamo presentare un film onesto su Cuba girato da italiani avevano a portata di mano Wishes on a falling star - Cuba in the 50th year of the Revolution (Desideri su una stella cadente - Cuba nel cinquantesimo anniversario della Rivoluzione), realizzato da tre ottimi giornalisti di Rai 3 come Jacopo Cecconi, Paolo Cellammare e Giammarco Sicuro. I cubani non hanno bisogno di mistificazioni ma di realismo. Sanno che il loro mondo va cambiato e sanno pure che la generazione che dovrà guidare la Cuba del futuro non dovrà avere niente a che fare con il Partito Comunista. Cuba ha bisogno di aprirsi al mondo e di inserire nel quotidiano diritti civili, libertà di circolazione, di pensiero, di stampa, libertà economica, tolleranza e dignità della persona umana. Tutto questo adesso manca, con buona pace di Gianni Minà e degli organizzatori del Festival del Cinema di Venezia.

 

Gordiano Lupi


Articoli correlati

  Gordiano Lupi. Gianni Minà attacca Yoani Sánchez
  Falsa biografia di Yoani diffusa a Cuba
  Pierantonio Maria Micciarelli. La Cuba che ho visto io non è “quella di Minà”
  Castroenterite. Come prevenire e (possibilmente) curare, in Italia, la terribile pandemia
  Yoani Sánchez. L’improbabile intervista di Gianni Minà
  «Cuba è già nel futuro»
  Gordiano Lupi. Vieni avanti, Miná!
  Ancora tu? Ma non dovevamo vederci più?
  Gianni Minà diffama Yoani Sánchez
  Roberto Ferranti. Para ellos para todos
  Premio “sbronza dell’anno” a Gianni Minà
  Gordiano Lupi. Per difendere Yoani Sánchez
  Gordiano Lupi. A Cuba la situazione si aggrava
  Hasta cuando, comandante Miná? Vergogna fidelista al Festival del Cinema di Roma
  Andy Garcia: “Oswaldo Payá porta la fiaccola della libertà assoluta in un paese dove non esiste”
  Andy García e la libertà di Cuba
  Guillermo Cabrera Infante e i fiancheggiatori di Castro
  Stefano Pacini e Gordiano Lupi. Mi Cuba
  “The Lost City” di Andy Garcia (2005)
  Bellezza e finzione di Marilyn Monroe
  Guillermo Cabrera Infante. La cicala e la formica
  Gordiano Lupi. Il regime cubano riabilita Cabrera Infante
  Guillermo Cabrera Infante. La morte di mia madre
  Alejandro Torreguitart Ruiz. Moriremo tutti, anche se non siamo Cabrera Infante
  Un Festival controrivoluzionario
  Anticipazione: Alejandro Torreguitart Ruiz. Caino contro Fidel
  Guillermo Cabrera Infante. Todo está hecho con espejos (1999)
  Il mio amico Calvert Casey
  Gordiano Lupi. La castroenterite
  Guillermo Cabrera Infante alla Fiera del Libro di Miami
  Gordiano Lupi. Amazzone notturna
  Letteratura e censura a Cuba
  Guillermo Cabrera Infante. Estelita, la mia “ninfa incostante”
  Pubblicato a Cuba un libro su Cabrera Infante
  Lezama Lima e Virgilio Piñera, due scrittori per un destino
  Gordiano Lupi. Da Gibara a Londra
  All’Avana senza pace e senza guerra
  Gordiano Lupi. La ninfa incostante (2008) di Guillermo Cabrera Infante
  Gordiano Lupi. L’Avana letteraria di un Infante defunto
  Pubblicano le Opere complete di Guillermo Cabrera Infante, sette anni dopo la sua morte
  Gordiano Lupi. Il periodico di Yoani
  Gordiano Lupi. Piperno vince lo Strega… ed è subito notte!
  Alejandro Torreguitart Ruiz. Il vecchio non tira il calzino
  Yoani Sánchez. La luce in fondo al tunnel
  Gordiano Lupi. Caro Bertinotti, questa se la poteva proprio risparmiare…
  Vargas Llosa ricorda i suoi giorni a Cuba con l'ultimo romanzo di Cabrera Infante
  Gordiano Lupi. “Così in pace come in guerra”
  Gordiano Lupi. “O” (1975) di Guillermo Cabrera Infante
  NuovaCuba. Il castrista digitale
  Gordiano Lupi. La cartografia intima di un congedo
  Una visione di Fellini
  San Quentin Tarantino
  Lupi parla di Cuba all'Argonauta di Radio Rai
  Zoé Valdés. Un nuovo anniversario del mio esilio
  Gordiano Lupi. Puro humo (1985)
  Libri e autori assenti alla Fiera del Libro dell'Avana
  Virgilio Piñera. Progetto per un sogno (1944)
  Virgilio Piñera. Come ho vissuto e come sono morto (1956)
  Virgilio Piñera. La battaglia (1944)
  Virgilio Piñera. Tra il freddo e il caldo (1959)
  Il peso di un’isola. Opera poetica di Virgilio Piñera
  Virgilio Piñera. Il poeta di bronzo (1978)
  Virgilio Piñera. Canto funebre per la morte del Principe Fuminaro Konoye (1946)
  Virgilio Piñera. Grafomanía
  Virgilio Piñera. La isla en peso (1943)
  Gordiano Lupi. Il centenario di Virgilio Piñera
  Il giorno di Hugo Chávez e di Virgilio Piñera
  Virgilio Piñera. Una desnudez salvadora
  Cuba libre era solo un cocktail
  Virgilio Piñera. Unión indestructible
  Cuba. Omofobia e ragion di Stato
  Gordiano Lupi. Un poeta di nome Virgilio
  Virgilio Piñera. La decorazione (1956)
  Virgilio Piñera. L’album (1944)
  Virgilio Piñera. El cubo / Il secchio
  Virgilio Piñera. Il parco (1944)
  Virgilio Piñera. Le nozze (1944)
  Poesie di Virgilio Piñera: Le Furie
  Yoani Sánchez. Soluzioni
  Rafael Alcides. Appunti per un discorso per i 100 anni di Virgilio Piñera
  Gordiano Lupi: L’Avana secondo Virgilio Piñera
  Il fantasma di Yoani Sánchez alla fiera di Torino
  Altre poesie di Virgilio Piñera
  Virgilio Piñera. Nel Gatto Torto (1967)
  Virgilio Piñera. Due o tre segreti, Parole di giovane (1978)
  Karla Suárez. La viaggiatrice
  Virgilio Piñera. Reversibilità (1978)
  Ángel Santiesteban. Il triste centenario di Virgilio Piñera
  Virgilio Piñera. Il negozio (1944)
  Patrizia Garofalo. Ricordo di Virgilio Piñera
  Virgilio Piñera. Discorso contro la vasca da bagno non incassata (1962)
  Virgilio Piñera. Il ballo (1944)
  Virgilio Piñera. Colui che venne a salvarmi (1967)
  Gordiano Lupi. L’Avana, ritratto (senza cuore) di una città
  La verità su Cuba
  L'esiliato che torna a Cuba, tema del nuovo film di Padura e Cantet
  Leonardo Padura Fuentes: “Le riforme cambieranno Cuba”
  Leonardo Padura Fuentes. Due pagine per un esempio
  Cuba. Premiato padre Conrado
  Leonardo Padura Fuentes: “La mia generazione non è pronta per il cambiamento”
  Cuba: Premiato l’ultimo romanzo di Leonardo Padura Fuentes
  Con L’Avana nel cuore
  Gordiano Lupi. Ritorno a L'Avana (2014) di Laurent Cantet
  Leonardo Padura Fuentes. La nebbia del passato
  Cina, Cuba e i diritti umani
  L'Avana. Comincia la XXIV Fiera del Libro
  Vidas: Tredici racconti da Cuba
  Eduardo Del Llano. Unplugged
  Incontro con Leonardo Padura Fuentes
  Gordiano Lupi. 7 Days in Havana (2012) di sette abili e coraggiosi registi
  Leonardo Padura Fuentes: “La Cuba di Raúl non è come la Cuba di Fidel”
  “Il romanzo della mia vita” di Leonardo Padura Fuentes
  Wendy Guerra. Padura, campione
  Alejandro Torreguitart Ruiz. Un perseguitato chiamato El Sexto
  La vera Cuba a Firenze
  Intervista video a Yoani Sánchez. Presto in onda su Rai 3
  Wishes on a falling star / Desideri su una stella cadente
  Gordiano Lupi. A Piombino si sostiene il regime cubano
 
 
 
Commenti
Lascia un commentoLeggi i commenti [ 5 commenti ]
 
Indietro      Home Page
STRUMENTI
Versione stampabile
Gli articoli più letti
Invia questo articolo
INTERVENTI dei LETTORI
Un'area interamente dedicata agli interventi dei lettori
SONDAGGIO
TURCHIA NELL'UNIONE EUROPEA?

 75.9%
NO
 24.1%

  vota
  presentazione
  altri sondaggi
RICERCA nel SITO



Agende e Calendari

Archeologia e Storia

Attualità e temi sociali

Bambini e adolescenti

Bioarchitettura

CD / Musica

Cospirazionismo e misteri

Cucina e alimentazione

Discipline orientali

Esoterismo

Fate, Gnomi, Elfi, Folletti

I nostri Amici Animali

Letture

Maestri spirituali

Massaggi e Trattamenti

Migliorare se stessi

Paranormale

Patologie & Malattie

PNL

Psicologia

Religione

Rimedi Naturali

Scienza

Sessualità

Spiritualità

UFO

Vacanze Alternative

TELLUSfolio - Supplemento telematico quotidiano di Tellus
Dir. responsabile Enea Sansi - Reg. Trib. Sondrio n. 208 del 21/12/1989 - ISSN 1124-1276 - R.O.C. N. 32755 LABOS Editrice
Sede legale: Via Fontana, 11 - 23017 MORBEGNO - Tel. +39 0342 610861 - C.F./P.IVA 01022920142 - REA SO-77208 privacy policy