Domenica , 17 Novembre 2019
VIGNETTA della SETTIMANA
Esercente l'attività editoriale
Realizzazione ed housing
BLOG
MACROLIBRARSI.IT
RICERCA
SU TUTTO IL SITO
TellusFolio > Diario di bordo
 
Share on Facebook Share on Twitter Share on Linkedin Delicious
Martina Simonini. Donne e politica
10 Febbraio 2013
 

In molti mi sollecitano a raccontare come ho vissuto la mia candidatura e “scandidatura” nella lista del PD per il consiglio regionale. Non nascondo che un po’ d’amarezza questa vicenda me l’ha lasciata, ma non perdo di vista l’obiettivo generale e ben più importante che è quello di sostenere Ambrosoli per un necessario cambio di passo in Regione Lombardia. Quindi faccio campagna a pancia bassa. Spero che alla fine, anche se insoddisfatti dallo spettacolo che la politica ci ha riservato negli ultimi anni, tutti vadano a votare…

La vicenda che mi riguarda mi ha indotto a riflettere sui diversi modi di interpretare l’appartenenza a un partito e vi ho potuto notare notevoli differenze tra i modi femminili e quelli maschili. I due candidati uomini (Del Barba e Costanzo) hanno organizzato due diverse conferenze stampa; le due candidate donne (Roberta Songini e Francesca Zucchetti) si sono affidate ad un comunicato stampa congiunto stilato nel corso di una pizza insieme. Nel mio caso, la direzione regionale ha deciso che non c’era più tempo per le primarie regionali e che le candidature si sarebbero decise all’interno delle direzioni provinciali… La direzione vota in mio favore, ma una serie di altre questioni, portano all’individuazione di Giacomo Capponi quale candidato.

All’indomani delle primarie per il parlamento, quando una donna (Roberta Songini), messa lì come candidatura di servizio, è arrivata ad un pugno di voti dal primo classificato (Mauro Del Barba che ora si trova in posizione eleggibile al Senato), qualcuno ha parlato di “congiura delle donne”. Verrebbe da rispondere con una celebre frase di Cicerone al senato romano (63 a.C.) a proposito della congiura di Catilina e rivolto a Catilina stesso.

Quosque tandem, Catilina, abutere patientia nostra? (Fino a quanto, Catilina, abuserai della nostra pazienza?)

Ci sono diversi modi per stare dentro ad un partito e anche in questo periodo mi sono persuasa che c’è un abisso tra i modi femminili e quelli maschili. Tutti legittimi s’intende! Ma profondamente diversi.

I modi che si possono osservare in questa vicenda sono i seguenti:

- C’è Del Barba: …non sono iscritto al partito, non lo frequento, non partecipo in alcun modo, ma colgo le opportunità…

- C’è Ciapponi: assumo il ruolo di Segretario provinciale, quando vado sotto in direzione, mi sento, giustamente, sfiduciato, ma a questo punto minaccio le dimissioni immediate (v’è da dire in questo caso che a Modena è andata diversamente – Stesso Partito, stessa situazione di Segretario provinciale sfiduciato dai risultati delle primarie, ma diversa reazione).

- C’è Costanzo: Lavoro sodo e senza risparmiarmi fatiche e sacrifici e pretendo che questo mi venga riconosciuto anche quando compio degli errori. Mi candido alle primarie, ma poiché arrivo terzo, non corro più, mi faccio da parte dicendo che voglio lasciare spazio ad altri…

- C’è Paolo Accoto: Serve un candidato di servizio… Va bene lo faccio io.

Poi ci sono i modi femminili:

- C’è quello di Elena Del Giorgio: colgo le opportunità, mi guadagno un ruolo da vice-segretario, ma al momento di cogliere l’opportunità di una candidatura faccio un passo indietro: “Sono stata poco presente al partito negli ultimi tempi e quindi mi metto a disposizione ma in subordine ad altre candidature femminili”.

- C’è quello di Roberta Songini e Francesca Zucchetti: si mettono in gioco senza velleità, per il gusto di dare un contributo al partito, di guadagnarsi un po’ di visibilità in vista di nuove sfide e per mettersi alla prova sottoponendosi al giudizio dei votanti alle primarie. Fanno gioco di squadra collaborando tra loro, consapevoli che quello che ad alcuni uomini del partito appare come una debolezza è invece il loro punto di forza perché costituisce la novità che la gente chiede.

- C’è il mio modo: Sto convintamente dentro un partito che a volte mi va un po’ stretto (per le battaglie per l’acqua pubblica, per la laicità dello Stato ecc. ecc.). Mi candido per le regionali. Vengo votata dalla direzione ma accetto la bocciatura della direzione regionale senza sgomitare… in una competizione c’è chi la spunta e chi no, ma non sempre la vittoria è più onorevole di una sconfitta… o almeno io la vedo così.

Ci sono senz’altro decine di altri modi di interpretare l’appartenenza e la militanza ad un partito… Chi si iscrive ad intermittenza, chi si iscrive ma non partecipa, chi partecipa ma non si iscrive, chi vota convintamente ma non si iscrive e osserva da lontano…

C’è però di sicuro una differenza di genere nell’interpretare ruoli in politica ed amministrazione. Ciò è probabilmente dovuto a differenti culture, sensibilità, modi di leggere ed interpretare la realtà che, a mio parere, sono spesso diametralmente opposti.

Il tema meriterebbe un approfondimento. A partire dalle quote rosa che ritorneranno di estremo interesse nella formazione delle liste comunali giacché in quel caso una recente normativa ha introdotto la possibilità dell’espressione di preferenza duale (cioè si può esprimere una preferenza maschile ed una femminile). Quello che succede in questo caso è che se le liste sono formate con il contingente femminile del 30%, le preferenze per le donne saranno certamente superiori che quelle per gli uomini… sarà scelta obbligata formare le liste al 50% di genere… Un cambio epocale.

Quello che accade per il 24 e 25 febbraio è che non potrete votare con la preferenza sulle liste bloccate per le elezioni nazionali; sulle regionali invece dovrete esprimere la preferenza per il candidato scrivendone il cognome.

Comunque la pensiate, non rinunciate al diritto/dovere di andare a votare!

 

Martina Simonini

(da 'l Gazetin, febbraio 2013)


 

Nella foto: Francesca Zucchetti (Tirano, 1975). Candidata alla Camera dei Deputati nella lista PD (n. 38, circoscrizione Lombardia 2)


Articoli correlati

  Marco Cappato. Regionali 2013: Appello a “fascisti” e... “democratici”
  Milano. “In Lombardia, impossibile raccogliere le firme”
  Appello a firmare per consentire la presentazione delle liste radicali
  Sondrio. Incontro pubblico con Oscar Giannino
  Primarie Lombardia. Umberto Ambrosoli a Sondrio il 5 dicembre
  Marco Cappato. Lombardia: tra illegalità e giustizialismo
  Primarie Lombardia. Le “cartoline” di Alessandra Kustermann
  Cappato. Albertini invita a firmare le liste Amnistia Giustizia Libertà
  Lombardia. Il MoVimento 5 stelle indica Silvana Carcano
  Si sceglie Ambrosoli per rinnovare la Lombardia
  Giuseppe Civati. Spala e vota
  Sondrio. Candidati e raccolta firme “Per fermare il declino”
  Firma Day: Rush del Movimento 5 Stelle per arrivare alle elezioni
  Lombardia: Non nominare l'amnistia invano?
  Regionali 2013: oltre 500 firme in tre giorni con un solo autenticatore
  Marco Cappato. Diritti civili, Agenda Monti e Agenda Napolitano
  Sondrio. “Noi sosteniamo Andrea Di Stefano”
  Cappato: “Vietata l'unica lista che contesta il carattere criminale del potere lombardo”
  Primarie Lombardia. Incontri con Andrea Di Stefano in Valtellina e Valchiavenna
  Primarie Lombardia. Questa sera il confronto fra i tre candidati su Telelombardia
  Da Ambrosoli no alla lista Amnistia Giustizia Libertà. Al via la raccolta firme
  Elezioni Lombardia. Una nuova legge regionale per l'acqua pubblica!
  Lombardia. Per una nuova legge regionale sull’acqua e sul servizio idrico integrato
  Sondrio. Lista di scopo “Amnistia Giustizia Libertà”
  Cinque stelle. Il Movimento chiude a Morbegno la campagna elettorale del candidato al Consiglio regionale Stefano Salinetti
  Maurizio Turco. Legge Elettorale: solo convenienze, mai convinzioni, tantomeno legalità
  Emiliano Silvestri. Perché è importante un voto alla lista “Amnistia Giustizia Libertà”
  Le Primarie della Cultura
  Un voto Radicale al Senato per legalizzare Sondrio e l'Italia
  Mauro Del Barba, Roberta Songini, Angelo Costanzo, Francesca Zucchetti
  Mario Staderini. Grazie a noi riduzione firme per tutti
  Consumo di suolo e tutela del paesaggio: cosa ne pensano i candidati alle elezioni?
  Martina Simonini. Vicolo cieco, con un'unica... certezza
  Tsunami Tour. Non solo Grillo ma soprattutto una grande festa per tutti
  Lidia Menapace. Il rischio massimo
  Gigi Fioravanti. Appello elettorale
  Vincenzo Donvito. Spending review ed election day
  5Stelle. A Tirano e a Cosio Valtellino per il dopo-elezioni
  Balotelli. Della Vedova: “Ora sfido Berlusconi e Lega ad approvare legge su cittadinanza figli immigrati”
  Prossima Italia. Una firma per #primarieparlamentari
  Giuseppe Civati. Casino Royale
  Luca Vitali. La Media Education e le elezioni
  Andrea Sarubbi. Non è tempo per noi
  ancoracade. I dieci Passi
  Simone Sapienza. L'Italia SÌ muova! Da Catania a Treviso
  Gino Songini. Dalla villa di Arcore a quella di Sant'Ilario, da un pifferaio a un altro
  Luca Comellini. F35, promesse di Bersani e asini “volanti”…
  Valter Vecellio. “Amnistia, Giustizia, Libertà”, l’unico, vero voto utile (al cittadino)
  Lista di scopo AMNISTIA GIUSTIZIA e LIBERTÀ? Parliamone...
  Vittorio Bellavite. Il Vaticano ha perso l’occasione di stare zitto
  Le liste Amnistia Giustizia e Libertà in Emilia Romagna
  Giuseppe Civati. Missione impossibile (ma però)
  Vetrina/ Gigi Fioravanti. Consigli elettorali
  Primo Mastrantoni. Berlusconi e la “non sfiducia”
  Lidia Menapace. Il centrodestra di Monti
  Il tempo è scaduto non ci sono più scuse
 
 
 
Commenti
Lascia un commentoNessun commento da leggere
 
Indietro      Home Page
STRUMENTI
Versione stampabile
Gli articoli più letti
Invia questo articolo
INTERVENTI dei LETTORI
Un'area interamente dedicata agli interventi dei lettori
SONDAGGIO
TURCHIA NELL'UNIONE EUROPEA?

 75.9%
NO
 24.1%

  vota
  presentazione
  altri sondaggi
RICERCA nel SITO



Agende e Calendari

Archeologia e Storia

Attualità e temi sociali

Bambini e adolescenti

Bioarchitettura

CD / Musica

Cospirazionismo e misteri

Cucina e alimentazione

Discipline orientali

Esoterismo

Fate, Gnomi, Elfi, Folletti

I nostri Amici Animali

Letture

Maestri spirituali

Massaggi e Trattamenti

Migliorare se stessi

Paranormale

Patologie & Malattie

PNL

Psicologia

Religione

Rimedi Naturali

Scienza

Sessualità

Spiritualità

UFO

Vacanze Alternative

TELLUSfolio - Supplemento telematico quotidiano di Tellus
Dir. responsabile Enea Sansi - Reg. Trib. Sondrio n. 208 del 21/12/1989 - ISSN 1124-1276 - R.O.C. N. 32755 LABOS Editrice
Sede legale: Via Fontana, 11 - 23017 MORBEGNO - Tel. +39 0342 610861 - C.F./P.IVA 01022920142 - REA SO-77208 privacy policy