Giovedì , 14 Novembre 2019
VIGNETTA della SETTIMANA
Esercente l'attività editoriale
Realizzazione ed housing
BLOG
MACROLIBRARSI.IT
RICERCA
SU TUTTO IL SITO
TellusFolio > Critica della cultura > Cittadinanza
 
Share on Facebook Share on Twitter Share on Linkedin Delicious
Luca Vitali. La Media Education e le elezioni 
All'attenzione di tutti i candidati delle consultazioni del 24 e 25 febbraio
01 Febbraio 2013
 

Come ho già spiegato in un precedente articolo apparso su Tellusfolio la “Carta di Bellaria” si propone di promuovere e sostenere la Media Education e la salvaguardia dei valori umani, indicandone strumenti e strategie operative nell’alfabetizzazione ai linguaggi mediali. Propone anche la creazione di una figura professionale che operi all’interno delle scuole e fuori da esse, esperta di educazione e di comunicazione e capace di coordinare le attività che riguardano l’uso dei media e delle nuove tecnologie. Fra le proposte della Carta troviamo:

  • il collegamento in rete di tutti gli educatori e le realtà che lavorano in ambito educativo con i media

  • la nascita di un Osservatorio Interuniversitario per la Media Education

  • la costituzione di un Archivio Nazionale delle Esperienze di Media Education

  • l’accreditamento della figura del media educator nella scuola e nell’extrascuola come profilo professionale nuovo

  • l’impegno da parte delle università alla predisposizione di percorsi formativi specifici

  • l’impegno da parte del Ministero dell’Istruzione Università e Ricerca (MIUR) ad avviare una riflessione attenta sugli spazi didattici per la Media Education all’interno della programmazione scolastica

  • l’impegno da parte dei  ministeri competenti (Affari sociali, Sanità, Pari opportunità) a farsi carico di valorizzare e promuovere iniziative attive di educazione ai, con e attraverso i media per il sostegno e il recupero della persona in situazione di malattia o disagio.

  • l’impegno da parte delle emittenti e le imprese produttive che operano nel settore dei media ad integrare nei loro organici figure competenti sul rapporto tra media e processi formativi.

 

L’Emilia-Romagna, al momento, è l’unica regione italiana che parla esplicitamente di educazione ai media in una legge. La Commissione Europea, il Parlamento Europeo, il Consiglio d’Europa e il Consiglio delle Regioni hanno prodotto, in questi ultimi anni, atti, raccomandazioni, ricerche per far sì che nei Paesi membri venga sviluppata l’educazione ai media come strumento fondamentale per incrementare le competenze di cittadinanza. Eppure ad oggi in Italia le cose procedono lentamente, senza un vero avvallo istituzionale. L’Emilia-Romagna scrive invece che saper gestire i mezzi di comunicazione, saper pensare con la propria testa, sapersi informare utilizzando più fonti, saper riconoscere uno stereotipo permette ai bambini e agli adolescenti di crescere in un contesto di maggior benessere. E lo scrive in una legge, la numero 14 del 2008, che dedica un intero articolo all’educazione ai media.

 

Art. 12

Educazione ai media

 

1. La Regione promuove l’educazione ai media quale fondamentale strumento per lo sviluppo del senso critico, della capacità di analisi dei messaggi e delle strategie comunicative, dell’uso creativo e consapevole delle potenzialità espressive proprie dei diversi soggetti della comunicazione e dei diversi media. A tal fine sostiene iniziative di ricerca e progetti di formazione rivolti alle giovani generazioni riguardanti l’educazione alla comprensione e all’uso dei linguaggi mediali, anche attraverso apposite convenzioni con centri studi, poli specialistici e università.
2. La Regione, attraverso il Comitato regionale per le comunicazioni (CORECOM) e il Garante per l’infanzia e l’adolescenza, promuove iniziative informative, formative, nonché protocolli volti alla diffusione di codici di autoregolamentazione in materia di comunicazione, stampa, trasmissioni radiotelevisive e internet in rapporto alla rappresentazione dei minori e ad iniziative di comunicazione e programmi radiotelevisivi loro rivolti.

3. La Regione e gli enti locali promuovono forme di confronto con il sistema dei mezzi d’informazione al fine di costruire stabili e continuative modalità di raccordo e dialogo per una corretta informazione dell’opinione pubblica sulla condizione e sui diritti dei bambini.

 

Sembra che a distanza di 10 anni molti degli obiettivi dichiarati nella Carta di Bellaria siano restati inattuati, pur restando ancora estremamente validi. Sarebbe interessante sottoporre subito il testo della Carta, unitamente al testo dell’AIART (proposta di legge d'iniziativa popolare) e alla proposta del MED del 2003 sull’introduzione della Media Education nelle scuole, a tutti coloro che si stanno candidando a rappresentarci politicamente nelle sedi regionali e nazionali, per vedere chi, prima delle elezioni politiche e amministrative, intenda prendere degli impegni concreti al riguardo per sostenere queste tematiche nelle sedi opportune.

 
Luca Vitali


Articoli correlati

  Luca Vitali. Il pc in un Centro Diurno per persone disabili
  Luca Vitali. Dal Cinematografo al Personal Computer
  Luca Vitali. Ragazzi, tecnologie e media: il progetto VSAV
  Profumo di rodondendro in Tellusfolio con il 2012
  Luca Vitali. Scuole e siti Internet
  Luca Vitali. “Ciak, si gira!”
  Luciano Canova. La Net Comunicazione Politica di Francesco Pira
  Luca Vitali. “Radici”: un cortometraggio con foto animate
  Social network
  Luca Vitali. Un interessante articolo di “Vita e pensiero”
  Luca Vitali. Storia della Educazione ai media nella scuola italiana
  Luca Vitali. Un progetto di educazione ai media?
  Luca Vitali. La Carta di Treviso
  Luca Vitali. La educazione ai media è una esigenza reale
  Luca Vitali. La Carta di Bellaria
  Luca Vitali. Il mio primo video scolastico
  La Media Education in Lombardia
  Indicazioni nazionali per il curricolo
  Maurizio Turco. Legge Elettorale: solo convenienze, mai convinzioni, tantomeno legalità
  Emiliano Silvestri. Perché è importante un voto alla lista “Amnistia Giustizia Libertà”
  Mario Staderini. Grazie a noi riduzione firme per tutti
  Le Primarie della Cultura
  Appello a firmare per consentire la presentazione delle liste radicali
  Mauro Del Barba, Roberta Songini, Angelo Costanzo, Francesca Zucchetti
  Consumo di suolo e tutela del paesaggio: cosa ne pensano i candidati alle elezioni?
  Martina Simonini. Vicolo cieco, con un'unica... certezza
  Tsunami Tour. Non solo Grillo ma soprattutto una grande festa per tutti
  Lidia Menapace. Il rischio massimo
  Gigi Fioravanti. Appello elettorale
  Vincenzo Donvito. Spending review ed election day
  5Stelle. A Tirano e a Cosio Valtellino per il dopo-elezioni
  Un voto Radicale al Senato per legalizzare Sondrio e l'Italia
  Prossima Italia. Una firma per #primarieparlamentari
  Giuseppe Civati. Casino Royale
  Lidia Menapace. Il centrodestra di Monti
  Firma Day: Rush del Movimento 5 Stelle per arrivare alle elezioni
  Andrea Sarubbi. Non è tempo per noi
  Sondrio. Incontro pubblico con Oscar Giannino
  ancoracade. I dieci Passi
  Martina Simonini. Donne e politica
  Marco Cappato. Diritti civili, Agenda Monti e Agenda Napolitano
  Balotelli. Della Vedova: “Ora sfido Berlusconi e Lega ad approvare legge su cittadinanza figli immigrati”
  Simone Sapienza. L'Italia SÌ muova! Da Catania a Treviso
  Vetrina/ Gigi Fioravanti. Consigli elettorali
  Gino Songini. Dalla villa di Arcore a quella di Sant'Ilario, da un pifferaio a un altro
  Luca Comellini. F35, promesse di Bersani e asini “volanti”…
  Primo Mastrantoni. Berlusconi e la “non sfiducia”
  Valter Vecellio. “Amnistia, Giustizia, Libertà”, l’unico, vero voto utile (al cittadino)
  Lista di scopo AMNISTIA GIUSTIZIA e LIBERTÀ? Parliamone...
  Vittorio Bellavite. Il Vaticano ha perso l’occasione di stare zitto
  Le liste Amnistia Giustizia e Libertà in Emilia Romagna
  Giuseppe Civati. Missione impossibile (ma però)
  Il tempo è scaduto non ci sono più scuse
  Sondrio. Candidati e raccolta firme “Per fermare il declino”
 
 
 
Commenti
Lascia un commentoNessun commento da leggere
 
Indietro      Home Page
STRUMENTI
Versione stampabile
Gli articoli più letti
Invia questo articolo
INTERVENTI dei LETTORI
Un'area interamente dedicata agli interventi dei lettori
SONDAGGIO
TURCHIA NELL'UNIONE EUROPEA?

 75.9%
NO
 24.1%

  vota
  presentazione
  altri sondaggi
RICERCA nel SITO



Agende e Calendari

Archeologia e Storia

Attualità e temi sociali

Bambini e adolescenti

Bioarchitettura

CD / Musica

Cospirazionismo e misteri

Cucina e alimentazione

Discipline orientali

Esoterismo

Fate, Gnomi, Elfi, Folletti

I nostri Amici Animali

Letture

Maestri spirituali

Massaggi e Trattamenti

Migliorare se stessi

Paranormale

Patologie & Malattie

PNL

Psicologia

Religione

Rimedi Naturali

Scienza

Sessualità

Spiritualità

UFO

Vacanze Alternative

TELLUSfolio - Supplemento telematico quotidiano di Tellus
Dir. responsabile Enea Sansi - Reg. Trib. Sondrio n. 208 del 21/12/1989 - ISSN 1124-1276 - R.O.C. N. 32755 LABOS Editrice
Sede legale: Via Fontana, 11 - 23017 MORBEGNO - Tel. +39 0342 610861 - C.F./P.IVA 01022920142 - REA SO-77208 privacy policy