Venerdì , 18 Ottobre 2019
VIGNETTA della SETTIMANA
Esercente l'attività editoriale
Realizzazione ed housing
BLOG
MACROLIBRARSI.IT
RICERCA
SU TUTTO IL SITO
TellusFolio > Diario di bordo
 
Share on Facebook Share on Twitter Share on Linkedin Delicious
Vincenzo Donvito. Spending review ed election day 
Come il Palazzo ci vive lontano, e si fa male
16 Novembre 2012
 

Firenze – Non si sa ancora con quale legge elettorale andremo a votare, così come non si sa se le elezioni per il rinnovo dei consigli regionali di Lombardia, Molise e Lazio saranno insieme alle politiche di aprile o a febbraio o prima ancora. I nostri rappresentanti istituzionali sembrano molto appassionati in questo periodo a parlarsi più o meno addosso, per perorare una legge pinco o una legge pallo, sostenendo -tutti (tranne i radicali per la verità, ndr)- che con l'attuale (la cosiddetta porcellum) non è possibile procedervi; e ignorano che le direttive europee in materia vietano la modifica della legge elettorale con tempi così ravvicinati alla scadenza delle elezioni... ma questo poco interessa a chi ci governa e a chi ci fa le leggi, perché per loro la ragion di Stato non è quella che fa delle leggi un baluardo, ma solo uno straccio da usare a proprio piacimento. “Ma allora tu vuoi tenerti il porcellum”, dirà qualcuno. Ed io gli rispondo: non mi interessa il porcellum o un'altra legge, so solo che per il mio Paese il problema più grosso che c'è (anche rispetto ad una legge elettorale) è il deficit di legalità; per cui se si riuscisse a non stracciarla di continuo, forse ricomincerei ad avere un po' più di fiducia nei miei rappresentanti istituzionali.

Sarà che come associazione di consumatori lottiamo tutti i giorni per il rispetto della legalità e dei diritti e doveri dei cittadini, ma questo “chiodo fisso” della legalità non solo non riusciamo proprio a levarcelo di testa, ma crediamo che sia il grimaldello per la rivoluzione delle rivoluzioni, quella dalla parte della certezza dei diritti e delle pene.

In questo contesto, è significativo il balletto sull'election day, trasversale a tutti gli schieramenti ufficiali. Anche il meno attento alle “cose pubbliche”, capisce che l'accorpamento di tutte le consultazioni in un unico giorno, oltre che risparmio economico (notevole!!) avrebbe un grande pregio: evitare che il Paese sia per mesi e mesi in campagna elettorale, favorendo così -a nostro avviso- l'aumento della disaffezione degli italiani verso le decisioni per la “cosa pubblica”.

Possibile che i nostri rappresentanti istituzionali non capiscano che un periodo così lungo di campagna elettorale fa parte solo di un loro DNA sempre più lontano da quello degli italiani? Italiani che invece vorrebbero occuparsi delle questioni della loro vita che controllano direttamente -dopo opportuna delega per quelle istituzionali. Se i nostri rappresentanti non capiscono questo semplice passaggio, credendo che il loro mondo sia quello degli italiani, si preparino a cantar vittoria per le roboanti percentuali che i loro schieramenti otterranno alle elezioni, ma con la consapevolezza che saranno sul 50% o molto meno dell'intero corpo elettorale.

Così crediamo che sia. E il cittadino medio continuerà a non fare, per esempio, distinzione tra il proprio Comune incapace di gestire -anche nelle infrastrutture- il traffico urbano e “quelli che scaldano le seggiole a Roma”. E per non avere troppi danni da entrambi, non solo ignorerà se farsi rappresentare da tizio o caio, ma cercherà di fare da sé in tutto, dando meno soldi possibile allo Stato centrale o locale.

 

Vincenzo Donvito, presidente Aduc


Articoli correlati

  Sondrio. Incontro pubblico con Oscar Giannino
  Emiliano Silvestri. Perché è importante un voto alla lista “Amnistia Giustizia Libertà”
  Le Primarie della Cultura
  Lidia Menapace. Il centrodestra di Monti
  Primo Mastrantoni. Berlusconi e la “non sfiducia”
  Simone Sapienza. L'Italia SÌ muova! Da Catania a Treviso
  Consumo di suolo e tutela del paesaggio: cosa ne pensano i candidati alle elezioni?
  Maurizio Turco. Legge Elettorale: solo convenienze, mai convinzioni, tantomeno legalità
  Tsunami Tour. Non solo Grillo ma soprattutto una grande festa per tutti
  Martina Simonini. Vicolo cieco, con un'unica... certezza
  Appello a firmare per consentire la presentazione delle liste radicali
  Lidia Menapace. Il rischio massimo
  Sondrio. Candidati e raccolta firme “Per fermare il declino”
  Giuseppe Civati. Casino Royale
  Balotelli. Della Vedova: “Ora sfido Berlusconi e Lega ad approvare legge su cittadinanza figli immigrati”
  Mario Staderini. Grazie a noi riduzione firme per tutti
  Un voto Radicale al Senato per legalizzare Sondrio e l'Italia
  Prossima Italia. Una firma per #primarieparlamentari
  Luca Vitali. La Media Education e le elezioni
  Firma Day: Rush del Movimento 5 Stelle per arrivare alle elezioni
  Andrea Sarubbi. Non è tempo per noi
  ancoracade. I dieci Passi
  Martina Simonini. Donne e politica
  Marco Cappato. Diritti civili, Agenda Monti e Agenda Napolitano
  Gigi Fioravanti. Appello elettorale
  Mauro Del Barba, Roberta Songini, Angelo Costanzo, Francesca Zucchetti
  Vetrina/ Gigi Fioravanti. Consigli elettorali
  5Stelle. A Tirano e a Cosio Valtellino per il dopo-elezioni
  Gino Songini. Dalla villa di Arcore a quella di Sant'Ilario, da un pifferaio a un altro
  Luca Comellini. F35, promesse di Bersani e asini “volanti”…
  Valter Vecellio. “Amnistia, Giustizia, Libertà”, l’unico, vero voto utile (al cittadino)
  Lista di scopo AMNISTIA GIUSTIZIA e LIBERTÀ? Parliamone...
  Vittorio Bellavite. Il Vaticano ha perso l’occasione di stare zitto
  Le liste Amnistia Giustizia e Libertà in Emilia Romagna
  Giuseppe Civati. Missione impossibile (ma però)
  Il tempo è scaduto non ci sono più scuse
  I vescovi ci indicano la retta via proporzionale per le migliori istituzioni?
  Mario Staderini. Come nelle dittature
  La soluzione per la legge elettorale che aspettiamo da otto anni
  Anna Finocchiaro e Luigi Zanda. Forse non tutti pensano che il Porcellum vada archiviato
  Lega per l'uninominale. I nuovi organi e le decisioni prese
  ADUC. Tagliare il numero dei Parlamentari?
  Felice Besostri. Un popolo “archepensevole” (in senso orwelliano)
  Siamo su “Scherzi a parte”?
  Appello per l'uninominale
  Claudio Madricardo. “L’Italicum come il Porcellum. È incostituzionale”
  Francesco Verducci. Abrogare il Porcellum e tornare alla “legge Mattarella”
  Amedeo Barletta. La bozza Vassallo - Ceccanti e l’eterno dibattito sul sistema elettorale
  Andrea Pertici. Il pasticcio sulla legge elettorale e le prospettive per l’immediato futuro
  Giuseppe Civati. A proposito delle commissioni (e della legge elettorale)
  Claudia Osmetti, Domenico Letizia. Doveri di Libertà
  Critica liberale. Riforme elettorali ed istituzionali
  Felice Besostri. Il gioco delle tre tavolette
  A proposito della reintroduzione del proporzionale
  MayDay! 'Allarme rosso' per la legge elettorale
  Giuseppe Civati. Breve riflessione politica sulla legge elettorale
  Lidia Menapace. Oltre gli auguri: vi parlo del sistema elettorale
  Via la cattiva modifica della Costituzione; adesso via la pessima legge elettorale!
  Martina Simonini. Così è se vi pare (o anche se non)
  Lidia Menapace. Quale democrazia?: paritaria, di genere o rappresentativa?
  Uninominale e maggioritario. Il sistema elettorale radicale
  Vincenzo Donvito. Contro il Parlamento dei nominati dal potere. Non mollare!
  Andrea Ermano. Il percorso misterioso
  Berlusconi e Veltroni favorevoli al maggioritario uninominale
  Raniero La Valle. La legge beffa
  A Roma il 20 febbraio, Assemblea per l'Uninominale
  LeG. Mai più alle urne con questa legge
  Felice C. Besostri. Prepariamoci a battere il semi-presidenzialismo
  Arriva col treno l'ultimo numero del GAZETIN
  Perché voterò e voterò no ai tre referendum elettorali del 21 e 22 giugno
  Emanuele Rigitano. Sistema elettorale: i particolari faranno la differenza
  Radicali Italiani. I tagli possibili alla casta di cui nessuno parla
  Legge elettorale. Sì all’appello di Italia Unica contro Italicum
  Enea Sansi. Franceschini, gli impegni, Pannella, il referendum
  Marco Pannella. L'uninominale secca
  “Non lasceremo sopravvivere questa indegna legge”
  Benedetto Della Vedova. Difendere il bipolarismo
  Valter Vecellio. Riforma americana e anglosassone
  Ricette veloci. 1 - La legge elettorale
 
 
 
Commenti
Lascia un commentoNessun commento da leggere
 
Indietro      Home Page
STRUMENTI
Versione stampabile
Gli articoli più letti
Invia questo articolo
INTERVENTI dei LETTORI
Un'area interamente dedicata agli interventi dei lettori
SONDAGGIO
TURCHIA NELL'UNIONE EUROPEA?

 75.5%
NO
 24.5%

  vota
  presentazione
  altri sondaggi
RICERCA nel SITO



Agende e Calendari

Archeologia e Storia

Attualità e temi sociali

Bambini e adolescenti

Bioarchitettura

CD / Musica

Cospirazionismo e misteri

Cucina e alimentazione

Discipline orientali

Esoterismo

Fate, Gnomi, Elfi, Folletti

I nostri Amici Animali

Letture

Maestri spirituali

Massaggi e Trattamenti

Migliorare se stessi

Paranormale

Patologie & Malattie

PNL

Psicologia

Religione

Rimedi Naturali

Scienza

Sessualità

Spiritualità

UFO

Vacanze Alternative

TELLUSfolio - Supplemento telematico quotidiano di Tellus
Dir. responsabile Enea Sansi - Reg. Trib. Sondrio n. 208 del 21/12/1989 - ISSN 1124-1276 - R.O.C. N. 32755 LABOS Editrice
Sede legale: Via Fontana, 11 - 23017 MORBEGNO - Tel. +39 0342 610861 - C.F./P.IVA 01022920142 - REA SO-77208 privacy policy