Venerdì , 22 Novembre 2019
VIGNETTA della SETTIMANA
Esercente l'attività editoriale
Realizzazione ed housing
BLOG
MACROLIBRARSI.IT
RICERCA
SU TUTTO IL SITO
TellusFolio > Nave Terra > Lisistrata
 
Share on Facebook Share on Twitter Share on Linkedin Delicious
Pacs. Il papa è male informato
09 Gennaio 2007
 

Il papa è male informato: aspetto le proteste di Buttiglione, che sostiene non potersi fare alcuna critica o dissociazione di opinioni dal papa, diventando più papista di lui e non ricordando che l'infallibilità è sottoposta a precise procedure e riguarda e impegna solo i credenti cattolici. Ma se il papa è male informato, rettificare le sue parole è invece semplicemente ossequio alla verità.

E non è nemmeno un giudizio temerario perché a questo papa in breve tempo è già capitato di essere male informato o non informato, con danno suo e della Chiesa. Una prima volta quando a Ratisbona ha scelto una infelice citazione a proposito dell'Islam; quando non ha saputo per tempo le compromissioni del candidato vescovo di Varsavia con i servizi segreti polacchi e sovietici; e ora, quando sostiene che i Pacs sarebbero una equiparazione delle unioni civili alla famiglia.

Prima di affrontare questo ultimo tema, che configura anche una ingerenza negli affari dello stato italiano nella sua esplicita prerogativa di istituzione democratica e non autocratica, che fa leggi secondo procedure autonome e sovrane (i primi 12 articoli tra i quali vi è anche l'art. 7 sulla parità e autonomia e sovranità della Repubblica e della Chiesa, non sono mai stati messi in discussione nemmeno dalla proposta di modifica costituzionale, peraltro respinta alla grande da referendum popolare), voglio ricordare che la notizia della collaborazione del candidato vescovo di Varsavia a suo tempo con le autorità e i servizi segreti del regime comunista polacco, è stata data dalla Gazeta polska, la Gazzetta polacca, un giornale di destra, dicono le agenzie: dunque quando il papa dice che vi è in Polonia una ostilità e addirittura persecuzione contro la Chiesa, farebbe bene a specificare che si tratta di attacchi da destra. Non dirlo è reticenza, e le accuse vengono poi indirizzate dai commentatori alla famosa "sinistra radicale" che è un gigante della storia -a quanto pare- perché tiene in ostaggio il governo, manovra le accuse al Vaticano e non so quali altre tremende azioni. Comunque sia, il fatto che da varie parti vi siano state accuse al clero cattolico anche ad alto livello (preti e vescovi pedofili, e adesso un vescovo collaboratore di servizi segreti ecc.) non può essere tacciato di persecuzione, se le accuse sono vere. Il papa vorrebbe forse che tutto fosse trattato in segreto e clandestinamente, ma la democrazia e la libertà di stampa escludono che questa procedura debba o possa essere imposta. Del resto anche il Vangelo dice che la verità non deve restare nascosta sotto il moggio, ma essere messa bene in vista.

Dunque il papa sostiene che la legge sulle unioni civili equipara le stesse alla famiglia. Ciò non è vero: alcuni tra noi forse avrebbero anche voluto che sul terreno del diritto positivo laico e pubblico fosse così, ma nella trattativa del programma dell'Unione i cattolici della Margherita, anche quelli dei Ds e Mastella e altri si sono opposti e la regolamentazione delle unioni civili non è agganciata all'art. 29 della Costituzione che attribuisce alla famiglia un posto rilevante e un ordinamento costituzionalmente protetto, bensì all'art. 2, sui diritti della persona, come singolo e nelle formazioni sociali in cui si sviluppa la sua personalità, con legge ordinaria: la differenza è grande e configura quasi una discriminazione a danno delle unioni civili, ma non sottilizziamo. E stiamo al programma concordato e reso pubblico prima delle elezioni.

Ciò che colpisce particolarmente è che il papa sostiene che vi sarebbe equiparazione e ciò è falso, e quindi chieda conto a chi lo ha male informato.

Inoltre, di suo, provi anche a farsi carico delle difficoltà ingiustizie sofferenze umiliazioni che nella società incontrano molte coppie di fatto. Ha scritto una enciclica sostenendo che Dio è amore, ma sembra un amore molto autoritario e giudicante e punitivo, insomma, non amore. È possibile che delle virtù cristiane la comprensione, la generosità, la misericordia non siano più di casa in Vaticano? Né per chi vive un rapporto non riconosciuto, né per chi cede alla disperazione e si uccide. E allora perché tutta la comprensione per Pinochet le cui esequie solenni e religiose sono un nuovo dolore e quasi insulto a tutti i parenti delle sue vittime per le quali non ha mai chiesto perdono né si è pentito pubblicamente?

Che differenza verso i potenti, tra gli antichi prelati e l'imperatore: Ambrogio non lasciò entrare in chiesa l'imperatore che tornava dalla guerra se prima non avesse chiesto perdono per avere preso parte a un tale delitto di omicidio. Dante ricorda che Traiano scende da cavallo e si ferma a rendere giustizia alla vecchietta, prima di intraprendere una spedizione. Le priorità erano molto diverse e concrete, non ci si limitava a discorsi di un giorno, eppure eravamo già alla cristianità costantiniana!

Insomma si informi, sottoponga a critica anche le sue fonti, lui che è un accademico e sa che cosa è la filolologia, volere che Dio lo protegga a ogni costo facendo miracoli è una tentazione "generatio prava et adultera quaerit signum neque dabitur illi", le generazioni cattive e infedeli continuano a volere miracoli, ma non li avranno.

 

Lidia Menapace


Articoli correlati

  Il Centrosinistra fa sparire i PACS e l'Italia laica
  “Pacs, unioni civili, equalmarriage…”
  Amore civile. Roma, 10, 11 e 12 maggio 2008
  Boom di violenza sulle donne. La famiglia è un luogo ideale?
  Pietro Yates Moretti. Unioni civili e Family Day
  Presepe e statuine gay: niente di cui pentirsi, anzi...
  Diego Sabatinelli. È necessario dirsi anticlericali?
  Pacs, De Lucia. Sull’art. 7 della Costituzione Napolitano sbaglia
  14 FEBBRAIO. SAN VALENTINO PER MOLTI MA NON PER TUTTI
  Una famiglia “normale” a piazza Farnese
  Presepe Camera. Insultata in Trasatlantico da Gasparri (An)
  Andrea Panerini. Una riflessione sui DICO (ovvero i Pacs all’italiana) e la religione
  Un milione e mezzo di italiani attendono i PACS
  "Dico" bene o male? Bene!
  Unioni civili, Bernardini. Il disegno di legge del Governo non soddisfa Radicali Italiani
  Carlo Troilo. I parlamentari: facciamoci i PACS nostri
  www.matrimoniodirittogay.it
  Maria Bonafede: «Preoccupante il tono usato dai cardinali. Dov'è l'amore di Dio?»
  Benedetto Della Vedova. Coppie di fatto
  Benedetto Della Vedova. Finanziaria e temi “eticamente sensibili”
  Vizi e virtù “cardinali”. Il “capriccio” e la “prudenza”
  Clara Comelli. Che succede in questo paese? Qualcuno mi aiuti a capire
  L’articolo 29 e le assai libere interpretazioni dei vari Giovanardi
  Unioni di fatto. Intromissioni del vaticano per condizionare? Question time al Governo
  Il concubinaggio
  Vaticano/Italia. Interferenze nella nostra politica o un dialogo costruttivo?
  Enea Sansi. Alchimia della famiglia
  Dico/pedofilia. Ecco smascherato finalmente il diavolo!
  Pacs. «Anche due coppie gay nel presepe di Montecitorio»
  Nuovo Comitato Nazionale di Bioetica: e ora buon lavoro, non mancano i temi da affrontare a partire da Piergiorgio Welby
  Diritti ora: Dico? Faccio! Tutti a Roma il 10 marzo
  Dico. Una lezione in parlamento per illuminare su una realtà di fatto!
  Coppie di fatto
  «Un errore molto grave che va corretto» la mancata chiarezza sui Pacs e «Chi vuole la scuola privata se la paghi da solo»
  Giovanni Climaco Mapelli. I “DiDoRè” di Brunetta e Rotondi non passeranno, dice il presidente dei senatori del Pdl...
  Diritti ora...
 
 
 
Commenti
Lascia un commentoLeggi i commenti [ 1 commento ]
 
Indietro      Home Page
STRUMENTI
Versione stampabile
Gli articoli più letti
Invia questo articolo
INTERVENTI dei LETTORI
Un'area interamente dedicata agli interventi dei lettori
SONDAGGIO
TURCHIA NELL'UNIONE EUROPEA?

 75.5%
NO
 24.5%

  vota
  presentazione
  altri sondaggi
RICERCA nel SITO



Agende e Calendari

Archeologia e Storia

Attualità e temi sociali

Bambini e adolescenti

Bioarchitettura

CD / Musica

Cospirazionismo e misteri

Cucina e alimentazione

Discipline orientali

Esoterismo

Fate, Gnomi, Elfi, Folletti

I nostri Amici Animali

Letture

Maestri spirituali

Massaggi e Trattamenti

Migliorare se stessi

Paranormale

Patologie & Malattie

PNL

Psicologia

Religione

Rimedi Naturali

Scienza

Sessualità

Spiritualità

UFO

Vacanze Alternative

TELLUSfolio - Supplemento telematico quotidiano di Tellus
Dir. responsabile Enea Sansi - Reg. Trib. Sondrio n. 208 del 21/12/1989 - ISSN 1124-1276 - R.O.C. N. 32755 LABOS Editrice
Sede legale: Via Fontana, 11 - 23017 MORBEGNO - Tel. +39 0342 610861 - C.F./P.IVA 01022920142 - REA SO-77208 privacy policy