Martedì , 19 Novembre 2019
VIGNETTA della SETTIMANA
Esercente l'attività editoriale
Realizzazione ed housing
BLOG
MACROLIBRARSI.IT
RICERCA
SU TUTTO IL SITO
TellusFolio > Nave Terra > Oblò Madama [ARCHIVIO 06-12]
 
Share on Facebook Share on Twitter Share on Linkedin Delicious
Dico. Una lezione in parlamento per illuminare su una realtà di fatto!
'Oggi sposi' (da www.aduc.it) 
13 Febbraio 2007
 

Continuano i commenti sul disegno di leggo sui Dico: tra annunci di non partecipazione al voto parlamentare e proclami disperati sulla necessità di salvaguardare la famiglia tradizionale, un gruppo di 24 giuristi ha sottoscritto un appello promosso dalla Fondazione Critica liberale in cui si afferma che: «Il riconoscimento giuridico di altre tipologie di famiglia non comporterebbe alcun disconoscimento dei diritti delle famiglie fondate sul matrimonio e non potrebbe quindi violare il disposto dell'articolo 29, primo comma, della Costituzione». Il discorso è molto semplice: se è vero che la nostra Carta Costituzionale riconosce i diritti della famiglia fondata sul matrimonio, è altrettanto vero che da nessuna parte è scritto che non possa esserci il riconoscimento dei diritti di altre forme familiari.

Non c'è alcuna imposizione costituzionale sulle tipologie di famiglia da riconoscere, l'articolo 29, maneggiato in questi ultimi mesi secondo le più svariate convenienze, non è così rigido come ci vogliono far credere. Alcune dichiarazioni in sede di Assemblea Costituente (si parla quindi del 1946, 47!!) tra cui spicca quella di Aldo Moro, ce lo ricordano: «Non è una definizione, è una determinazione di Limiti».

Purtroppo non tutti hanno la possibilità o il tempo di rendersi conto di come questo tema sia stato manipolato e la confusione verbale e non regna sovrana: pacs, coppie di fatto, unioni civili e ora "dico". In questi ultimi giorni ci siamo lasciati seppellire dalle dichiarazioni, più spesso simili a slogan e a spot pubblicitari, dei molti politici, cardinali e giornalisti, perdendo di vista il punto centrale della questione.

Colgo con piacere quindi l'iniziativa presa da un gruppo di studenti fiorentini che insieme ai loro professori hanno chiamato alcuni esperti per illustrare in una lezione, il disegno di legge Bindi-Pollastrini. «Solo per parlare di argomenti che a scuola non vengono trattai», hanno spiegato i ragazzi, dimostrando molta più maturità di coloro che siedono in Parlamento. A riguardo, ricordo solamente l'indignazione, sfociata nella mancata partecipazione, degli esponenti del centro destra e di parte del centro sinistra in commissione Affari sociali, quando i rappresentanti delle associazioni delle famiglie di fatto furono chiamati per le audizioni sulle condizioni sociali delle famiglie in Italia.

Forse sarebbe il caso che anche in Parlamento fosse fatta qualche lezione a partecipazione obbligatoria: solo per parlare di argomenti che nelle sedi istituzionali non si vogliono affrontare!

 

Donatella Poretti


Articoli correlati

  “Pacs, unioni civili, equalmarriage…”
  Amore civile. Roma, 10, 11 e 12 maggio 2008
  «Un errore molto grave che va corretto» la mancata chiarezza sui Pacs e «Chi vuole la scuola privata se la paghi da solo»
  Boom di violenza sulle donne. La famiglia è un luogo ideale?
  Presepe e statuine gay: niente di cui pentirsi, anzi...
  Pietro Yates Moretti. Unioni civili e Family Day
  Diego Sabatinelli. È necessario dirsi anticlericali?
  Pacs, De Lucia. Sull’art. 7 della Costituzione Napolitano sbaglia
  14 FEBBRAIO. SAN VALENTINO PER MOLTI MA NON PER TUTTI
  Una famiglia “normale” a piazza Farnese
  Andrea Panerini. Una riflessione sui DICO (ovvero i Pacs all’italiana) e la religione
  Carlo Troilo. I parlamentari: facciamoci i PACS nostri
  Un milione e mezzo di italiani attendono i PACS
  "Dico" bene o male? Bene!
  Unioni civili, Bernardini. Il disegno di legge del Governo non soddisfa Radicali Italiani
  Presepe Camera. Insultata in Trasatlantico da Gasparri (An)
  Nuovo Comitato Nazionale di Bioetica: e ora buon lavoro, non mancano i temi da affrontare a partire da Piergiorgio Welby
  www.matrimoniodirittogay.it
  Maria Bonafede: «Preoccupante il tono usato dai cardinali. Dov'è l'amore di Dio?»
  Benedetto Della Vedova. Coppie di fatto
  Benedetto Della Vedova. Finanziaria e temi “eticamente sensibili”
  Pacs. «Anche due coppie gay nel presepe di Montecitorio»
  Vizi e virtù “cardinali”. Il “capriccio” e la “prudenza”
  Clara Comelli. Che succede in questo paese? Qualcuno mi aiuti a capire
  L’articolo 29 e le assai libere interpretazioni dei vari Giovanardi
  Pacs. Il papa è male informato
  Unioni di fatto. Intromissioni del vaticano per condizionare? Question time al Governo
  Il concubinaggio
  Vaticano/Italia. Interferenze nella nostra politica o un dialogo costruttivo?
  Enea Sansi. Alchimia della famiglia
  Dico/pedofilia. Ecco smascherato finalmente il diavolo!
  Diritti ora: Dico? Faccio! Tutti a Roma il 10 marzo
  Coppie di fatto
  Il Centrosinistra fa sparire i PACS e l'Italia laica
  Giovanni Climaco Mapelli. I “DiDoRè” di Brunetta e Rotondi non passeranno, dice il presidente dei senatori del Pdl...
  Diritti ora...
 
 
 
Commenti
Lascia un commentoNessun commento da leggere
 
Indietro      Home Page
STRUMENTI
Versione stampabile
Gli articoli più letti
Invia questo articolo
INTERVENTI dei LETTORI
Un'area interamente dedicata agli interventi dei lettori
SONDAGGIO
TURCHIA NELL'UNIONE EUROPEA?

 75.9%
NO
 24.1%

  vota
  presentazione
  altri sondaggi
RICERCA nel SITO



Agende e Calendari

Archeologia e Storia

Attualità e temi sociali

Bambini e adolescenti

Bioarchitettura

CD / Musica

Cospirazionismo e misteri

Cucina e alimentazione

Discipline orientali

Esoterismo

Fate, Gnomi, Elfi, Folletti

I nostri Amici Animali

Letture

Maestri spirituali

Massaggi e Trattamenti

Migliorare se stessi

Paranormale

Patologie & Malattie

PNL

Psicologia

Religione

Rimedi Naturali

Scienza

Sessualità

Spiritualità

UFO

Vacanze Alternative

TELLUSfolio - Supplemento telematico quotidiano di Tellus
Dir. responsabile Enea Sansi - Reg. Trib. Sondrio n. 208 del 21/12/1989 - ISSN 1124-1276 - R.O.C. N. 32755 LABOS Editrice
Sede legale: Via Fontana, 11 - 23017 MORBEGNO - Tel. +39 0342 610861 - C.F./P.IVA 01022920142 - REA SO-77208 privacy policy