Martedì , 22 Gennaio 2019
VIGNETTA della SETTIMANA
Esercente l'attività editoriale
Realizzazione ed housing
BLOG
MACROLIBRARSI.IT
RICERCA
SU TUTTO IL SITO
TellusFolio > Diario di bordo
 
Share on Facebook Share on Twitter Share on Linkedin Delicious
Pietro Yates Moretti. Unioni civili e Family Day
31 Gennaio 2016
 

Firenze – In difesa del “matrimonio tradizionale” e “avere figli non è un diritto”. Sono questi i princìpi scanditi dai “due milioni” di manifestanti al Family Day contro il disegno di legge Cirinnà (PD) sulle unioni civili.

Il rispetto dovuto per ogni manifestazione (pacifica) del pensiero non può impedire di chiamare le cose con il loro nome.

Le argomentazioni utilizzate oggi contro le unioni civili e contro la cosiddetta stepchild adoption non sono infatti diverse da quelle che venivano utilizzate, non molto tempo fa, contro la legalizzazione dei matrimoni interrazziali negli Stati Uniti. Anche allora, era la religione organizzata (o almeno i suoi rappresentanti istituzionali) a guidare i “Family Day” dell'epoca in nome della “famiglia naturale”.

Bisogna infatti riconoscere una grande coerenza a questo movimento d'opinione nei secoli: basta sostituire “razza” con “orientamento sessuale”, il ragionamento è lo stesso. Anche all'epoca si argomentava a favore del matrimonio “naturale” (tra razze omogenee) per tutelare i bambini dalle loro famiglie “innaturali”. Una tutela che lo Stato, e non solo la Chiesa, doveva garantire negando le unioni interrazziali e vietando loro procreazione e normale vita familiare.

Non ho alcun dubbio che tra qualche decennio la piazza del Family Day di oggi verrà giudicata pressoché unanimemente al pari dei “Family Day” del passato: la manifestazione di una parte di società che fatica ad abbandonare pregiudizi e discriminazioni, aggrappandosi ad una ideologia della “normalità” o “tradizione” che sta di fatto scomparendo in questa parte di mondo (Deo gratias!). Ora come allora, la sacralizzazione della “tradizione”, pur facendo leva su credenze religiose largamente diffuse e predominanti, può ben poco di fronte al bisogno tutto umano (questo sì naturale e autenticamente tradizionale) di emancipazione, libertà, uguaglianza.

Per questo, spero davvero che il Parlamento e il Governo vadano avanti sul disegno di legge Cirinnà. Tutt'altro che perfetto, è comunque ben più ambizioso di quei Pacs o Dico che un decennio fa il Governo Prodi abbandonò, imbarazzato, di fronte ad un analogo Family Day. Si dimostri il coraggio di scegliere, anche di fronte ad un'opinione pubblica divisa.

La scelta è chiara come lo era in passato: da un parte la “famiglia naturale”, dall'altra i diritti fondamentali dell'uomo, bianco o nero, gay o etero che sia.

 

Pietro Yates Moretti, vicepresidente Aduc


Articoli correlati

  L'irlandese incoraggiante ammonimento
  Cirinnà e Scalfarotto. Persone, coppie e famiglie omosessuali sono esattamente uguali a persone, coppie e famiglie eterosessuali
  Vetrina/ Gigi Fioravanti. Family Day
  Sergio Rovasio. Giovanardi parla cinque giorni a settimana di gay: roba da Freud
  Radicali Milano. Tavoli, leggi, matrimoni e congressi
  Famiglia? No, famiglie! Tutti a Milano l'8 novembre!
  Benedetto Della Vedova. Su unioni civili normali divisioni in maggioranza
  Lombardia Possibile chiede il ritiro dell'adesione di Regione Lombardia al Family Day
  Alessandro Gallucci. Genitori per concorso
  Mauro Biani. #Famiglia
  Clara Comelli. Unioni civili, bicchiere pieno solo con le nozze egualitarie
  Sveglia Arezzo: è ora di essere civili!
  L'ennesimo fallimento sui diritti delle coppie gay sarebbe una sconfitta per l’Italia, non per i laici
  Benedetto Della Vedova. Non è la legge che inventa le “famiglie gay”
  Left: Cosa c’è dietro alla crociata contro le unioni civili che andrà in scena al Family day
  Morbegno. Il circolo PD sulle unioni civili
  Mario Lucchini. Unioni civili
  Enea Sansi. Madre surrogata
  Possibile in piazza sabato 23 gennaio per #SVEGLIAITALIA
  Cassazione. Adozio­ne coparentale: Un passo avanti verso civiltà
  Miriam Della Croce. L'intelligenza di Carlo Giovanardi. A vederlo non sembra
  Enea Sansi. La confusione dell'articolo 7
  Certi Diritti e i Radicali invitano Berlusconi alla contro- conferenza sulle famiglie
  Primo Mastrantoni. Unioni civili
  Renato Pasqualetti. Siamo tutti omosessuali
  14 FEBBRAIO. SAN VALENTINO PER MOLTI MA NON PER TUTTI
  Il Centrosinistra fa sparire i PACS e l'Italia laica
  Presepe e statuine gay: niente di cui pentirsi, anzi...
  Boom di violenza sulle donne. La famiglia è un luogo ideale?
  Unioni di fatto. Intromissioni del vaticano per condizionare? Question time al Governo
  Dico. Una lezione in parlamento per illuminare su una realtà di fatto!
  Diritti ora: Dico? Faccio! Tutti a Roma il 10 marzo
  Nuovo Comitato Nazionale di Bioetica: e ora buon lavoro, non mancano i temi da affrontare a partire da Piergiorgio Welby
  Pacs. Il papa è male informato
  «Un errore molto grave che va corretto» la mancata chiarezza sui Pacs e «Chi vuole la scuola privata se la paghi da solo»
  Un milione e mezzo di italiani attendono i PACS
  Clara Comelli. Che succede in questo paese? Qualcuno mi aiuti a capire
  Diego Sabatinelli. È necessario dirsi anticlericali?
  Amore civile. Roma, 10, 11 e 12 maggio 2008
  “Pacs, unioni civili, equalmarriage…”
  Presepe Camera. Insultata in Trasatlantico da Gasparri (An)
  Pacs, De Lucia. Sull’art. 7 della Costituzione Napolitano sbaglia
  Vaticano/Italia. Interferenze nella nostra politica o un dialogo costruttivo?
  L’articolo 29 e le assai libere interpretazioni dei vari Giovanardi
  "Dico" bene o male? Bene!
  Diritti ora...
  Vizi e virtù “cardinali”. Il “capriccio” e la “prudenza”
  Enea Sansi. Alchimia della famiglia
  Unioni civili, Bernardini. Il disegno di legge del Governo non soddisfa Radicali Italiani
  Andrea Panerini. Una riflessione sui DICO (ovvero i Pacs all’italiana) e la religione
  Una famiglia “normale” a piazza Farnese
  Dico/pedofilia. Ecco smascherato finalmente il diavolo!
  www.matrimoniodirittogay.it
  Maria Bonafede: «Preoccupante il tono usato dai cardinali. Dov'è l'amore di Dio?»
  Coppie di fatto
  Benedetto Della Vedova. Finanziaria e temi “eticamente sensibili”
  Benedetto Della Vedova. Coppie di fatto
  Il concubinaggio
  Carlo Troilo. I parlamentari: facciamoci i PACS nostri
  Giovanni Climaco Mapelli. I “DiDoRè” di Brunetta e Rotondi non passeranno, dice il presidente dei senatori del Pdl...
  Pacs. «Anche due coppie gay nel presepe di Montecitorio»
 
 
 
Commenti
Lascia un commentoNessun commento da leggere
 
Indietro      Home Page
STRUMENTI
Versione stampabile
Gli articoli più letti
Invia questo articolo
INTERVENTI dei LETTORI
Un'area interamente dedicata agli interventi dei lettori
SONDAGGIO
TURCHIA NELL'UNIONE EUROPEA?

 75.0%
NO
 25.0%

  vota
  presentazione
  altri sondaggi
RICERCA nel SITO



Agende e Calendari

Archeologia e Storia

Attualità e temi sociali

Bambini e adolescenti

Bioarchitettura

CD / Musica

Cospirazionismo e misteri

Cucina e alimentazione

Discipline orientali

Esoterismo

Fate, Gnomi, Elfi, Folletti

I nostri Amici Animali

Letture

Maestri spirituali

Massaggi e Trattamenti

Migliorare se stessi

Paranormale

Patologie & Malattie

PNL

Psicologia

Religione

Rimedi Naturali

Scienza

Sessualità

Spiritualità

UFO

Vacanze Alternative

TELLUSfolio - Supplemento telematico quotidiano di Tellus
Dir. responsabile Enea Sansi - Reg. Trib. Sondrio n. 208 del 21/12/1989 - ISSN 1124-1276 - R.O.C. N. 24762 LABOS Editrice
Sede legale: Via Fontana, 11 - 23017 MORBEGNO - Tel. e Fax 0342 610861 C.F./P.IVA 00668000144 - SONDRIO REA 46909 - capitale sociale € 7.000 i.v. privacy policy