Mercoledì , 26 Giugno 2019
VIGNETTA della SETTIMANA
Esercente l'attività editoriale
Realizzazione ed housing
BLOG
MACROLIBRARSI.IT
RICERCA
SU TUTTO IL SITO
TellusFolio > Diario di bordo
 
Share on Facebook Share on Twitter Share on Linkedin Delicious
A Roma il 20 febbraio, Assemblea per l'Uninominale 
Partitocrazia no, Democrazia sì. Alternativa “americana” per gli Stati Uniti d’Europa, subito
14 Febbraio 2012
 

L’Assemblea della Lega per l’Uninominale è convocata per lunedì 20 febbraio 2012, a Roma, presso Palazzo Santa Chiara (ex Teatro dei Comici), in piazza di Santa Chiara n. 14.

Apertura dei lavori alle ore 9:00

 

Il tema dell’Assemblea sarà: 

PARTITOCRAZIA NO, DEMOCRAZIA SÌ
ALTERNATIVA “AMERICANA”
PER GLI STATI UNITI D’EUROPA, SUBITO

 

La partitocrazia italiana ha trovato nell’attuale legge elettorale (n. 270/2005), la “porcata” calderoliana benedetta sostanzialmente da tutti i principali partiti allora esistenti, la sua estrema blindatura, impedendo anche formalmente agli elettori di scegliere i propri rappresentanti, per riservare la nomina di questi ultimi alle segreterie dei partiti.

Nei mesi scorsi sono entrate in scena diverse iniziative in materia elettorale, di volta in volta presentate dai promotori come di vera e propria “liberazione dal male”, e puntualmente riproposte come tali dai mezzi di comunicazione di massa. In questa linea si sono mossi anche i referendum - poi bocciati, com’era prevedibile sin dalla formulazione dei quesiti, dalla Corte costituzionale - per il ritorno alla legge Mattarella, quando quella legge si basava a sua volta su un modello partitocratico, prevedendo semplicemente un diverso modo di fare le nomine.

Sulla stessa linea si muovono i recentissimi progetti pieni di tecnicismi incomprensibili per i cittadini (perché impossibili da spiegare), inadeguati ad assicurare al demos il diritto di scegliere al tempo stesso il Governo e i propri rappresentanti, ma - con ogni probabilità - atti ad ottenere un nulla di fatto che porti a “nominare” anche il prossimo Parlamento con l’attuale legge elettorale. 

A tutto questo la Lega per l’Uninominale deve rispondere confermando e rilanciando il proprio obiettivo istituzionale tendenziale, che veda al centro:

1) da un lato, il collegio uninominale maggioritario e la personalizzazione della contesa tra candidati, selezionati con opportune procedure infrapartitiche o infracoalizionali;

2) dall’altro, il diritto per l’elettore di scegliere il governo e i rappresentanti sulla base del principio dell’eguaglianza tendenziale delle opportunità nel campo della presentazione delle candidature, del rimborso delle spese elettorali e della comunicazione politica.

Dobbiamo, inoltre, essere più che mai consapevoli che la gravissima crisi politica ed economica in corso è frutto di una riqualificazione epocale dei rapporti di forza geopolitici e che non può essere affrontata e risolta dai singoli ordinamenti nazionali del Continente europeo, ma solo con un’Europa finalmente politica, insomma con gli Stati Uniti d’Europa, subito! A somiglianza di ciò che accadde in America nel 1787, di fronte alla crisi del debito pubblico e della capacità di decisione, se si vuole difendere l’Europa, superando il gap di democraticità esistente, bisogna scommettere sulla riforma federale delle istituzioni dell’UE, al fine di evitare che la scarsa efficienza delle singole situazioni nazionali e l’ipoteca che queste hanno posto sull’Unione - prospettino a noi tutti un futuro molto prossimo di povertà, se non di miseria, e una definitiva crisi della forma di Stato di “democrazia pluralista”.

“Il fatto è che non c’è oggi più alcun grande problema concernente l’economia, la moneta, il collegamento sociale del nostro sviluppo con quello dei paesi poveri del mondo, la difesa, l’ecologia, lo sviluppo scientifico e tecnologico, l’universalità della cultura, non c’è, dico, grande problema che possa essere ancora affrontato seriamente con criteri e con strumenti nazionali”, scriveva Altiero Spinelli ancora nel 1985.

È ora di rimboccarsi le maniche, perché non c’è più tempo.

Grazie, un caro saluto, con la speranza di incontrarti il 20 febbraio a Roma. 

 

Fulco Lanchester, Antonio Martino, Marco Pannella

Presidenti della Lega per l’Uninominale

Michele De Lucia

Tesoriere della Lega per l’Uninominale


Articoli correlati

  Enea Sansi. Franceschini, gli impegni, Pannella, il referendum
  Lidia Menapace. Quale democrazia?: paritaria, di genere o rappresentativa?
  Giuseppe Civati. A proposito delle commissioni (e della legge elettorale)
  Uninominale e maggioritario. Il sistema elettorale radicale
  Anna Finocchiaro e Luigi Zanda. Forse non tutti pensano che il Porcellum vada archiviato
  Arriva col treno l'ultimo numero del GAZETIN
  Amedeo Barletta. La bozza Vassallo - Ceccanti e l’eterno dibattito sul sistema elettorale
  A proposito della reintroduzione del proporzionale
  Claudia Osmetti, Domenico Letizia. Doveri di Libertà
  La soluzione per la legge elettorale che aspettiamo da otto anni
  LeG. Mai più alle urne con questa legge
  Perché voterò e voterò no ai tre referendum elettorali del 21 e 22 giugno
  Andrea Pertici. Il pasticcio sulla legge elettorale e le prospettive per l’immediato futuro
  Critica liberale. Riforme elettorali ed istituzionali
  Benedetto Della Vedova. Difendere il bipolarismo
  Francesco Verducci. Abrogare il Porcellum e tornare alla “legge Mattarella”
  Lidia Menapace. Oltre gli auguri: vi parlo del sistema elettorale
  Vincenzo Donvito. Spending review ed election day
  MayDay! 'Allarme rosso' per la legge elettorale
  I vescovi ci indicano la retta via proporzionale per le migliori istituzioni?
  Vincenzo Donvito. Contro il Parlamento dei nominati dal potere. Non mollare!
  Giuseppe Civati. Breve riflessione politica sulla legge elettorale
  Claudio Madricardo. “L’Italicum come il Porcellum. È incostituzionale”
  Via la cattiva modifica della Costituzione; adesso via la pessima legge elettorale!
  Martina Simonini. Così è se vi pare (o anche se non)
  Andrea Ermano. Il percorso misterioso
  Raniero La Valle. La legge beffa
  Berlusconi e Veltroni favorevoli al maggioritario uninominale
  Lega per l'uninominale. I nuovi organi e le decisioni prese
  Maurizio Turco. Legge Elettorale: solo convenienze, mai convinzioni, tantomeno legalità
  Marco Pannella. L'uninominale secca
  ADUC. Tagliare il numero dei Parlamentari?
  Emanuele Rigitano. Sistema elettorale: i particolari faranno la differenza
  Legge elettorale. Sì all’appello di Italia Unica contro Italicum
  Valter Vecellio. Riforma americana e anglosassone
  Radicali Italiani. I tagli possibili alla casta di cui nessuno parla
  Siamo su “Scherzi a parte”?
  Appello per l'uninominale
  Felice Besostri. Un popolo “archepensevole” (in senso orwelliano)
  Felice C. Besostri. Prepariamoci a battere il semi-presidenzialismo
  “Non lasceremo sopravvivere questa indegna legge”
  Mario Staderini. Come nelle dittature
  Felice Besostri. Il gioco delle tre tavolette
  Ricette veloci. 1 - La legge elettorale
 
 
 
Commenti
Lascia un commentoNessun commento da leggere
 
Indietro      Home Page
STRUMENTI
Versione stampabile
Gli articoli più letti
Invia questo articolo
INTERVENTI dei LETTORI
Un'area interamente dedicata agli interventi dei lettori
SONDAGGIO
TURCHIA NELL'UNIONE EUROPEA?

 75.2%
NO
 24.8%

  vota
  presentazione
  altri sondaggi
RICERCA nel SITO



Agende e Calendari

Archeologia e Storia

Attualità e temi sociali

Bambini e adolescenti

Bioarchitettura

CD / Musica

Cospirazionismo e misteri

Cucina e alimentazione

Discipline orientali

Esoterismo

Fate, Gnomi, Elfi, Folletti

I nostri Amici Animali

Letture

Maestri spirituali

Massaggi e Trattamenti

Migliorare se stessi

Paranormale

Patologie & Malattie

PNL

Psicologia

Religione

Rimedi Naturali

Scienza

Sessualità

Spiritualità

UFO

Vacanze Alternative

TELLUSfolio - Supplemento telematico quotidiano di Tellus
Dir. responsabile Enea Sansi - Reg. Trib. Sondrio n. 208 del 21/12/1989 - ISSN 1124-1276 - R.O.C. N. 24762 LABOS Editrice
Sede legale: Via Fontana, 11 - 23017 MORBEGNO - Tel. e Fax 0342 610861 C.F./P.IVA 00668000144 - SONDRIO REA 46909 - capitale sociale € 7.000 i.v. privacy policy