Mercoledì , 28 Ottobre 2020
VIGNETTA della SETTIMANA
Esercente l'attività editoriale
Realizzazione ed housing
BLOG
MACROLIBRARSI.IT
RICERCA
SU TUTTO IL SITO
TellusFolio > Diario di bordo
 
Share on Facebook Share on Twitter Share on Linkedin Delicious
Vincenzo Donvito. Crisi economica. Legalizzare droghe leggere 
Otterremmo grossi introiti fiscali e risparmi su spese ordine pubblico
12 Agosto 2011
 

Se negli Usa può sembrare l'idea di un parlamentare abitualmente estroso, come è il democratico Jared Polis che ha proposto legalizzazione di poker online e di marjuana per maggiori introiti fiscali che, per il fatto di essere totalmente nuovi non costerebbero nulla, in Italia l'idea non sarebbe tanto peregrina.

Il poker online, dallo scorso 18 luglio, nella versione cash (con soldi durante tutto il gioco) in Italia è una realtà che, nei suoi primi 15 giorni di vita, ha visto gli italiani divertirsi con ben 350 milioni di euro. Una realtà col proprio codazzo di introiti fiscali per l'Erario.

Le droghe leggere sono anch'esse una realtà quotidiana, ma che allo Stato (e all'Erario per mancati introiti) costano molto come uscite. Non solo, ma con provvedimenti e campagne i cui risultati sono il contrario di quelli prefissi (calo di consumo e delinquenza connessa).

Nonostante i divieti, gli italiani continuano a farsi le canne acquistando dal mercato nero o coltivando clandestinamente in proprio, mentre le varie polizie usano larghi spazi del loro impegno per cercare di combattere consumo, spaccio e traffico.

È facile immaginare come un prodotto così diffuso, con un'alta domanda sempre in crescita, se l'offerta arrivasse da canali legali (e quindi soggetti al Fisco), rappresenterebbe un vantaggio economico per lo Stato. Vantaggio che lo Stato avrebbe anche da un impegno delle forze dell'ordine più concentrato su altre questioni: quindi non sarebbero, come ora, in cronica necessità di organico, mentre le altre illegalità che nuocciono alla comunità sarebbero meglio combattute, con un conseguente minor costo per tutti.

Alcuni esempi: coltivare una piantina di cannabis in casa per uso ludico, come minimo sarebbe gravato dall'Iva e da un'autorizzazione, almeno all'inizio per evitare speculazioni da parte della delinquenza che oggi rifornisce il mercato clandestino; Iva che, invece, non dovrebbe esserci se la coltivazione fosse a scopo medico. Nuovi negozi e nuovi produttori si presenterebbero su un mercato che, soprattutto all'inizio, sarebbe in forte crescita... e tutti pagherebbero le tasse, anche perché meglio controllati da una Guardia di Finanza che non dovrebbero più perder tempo a cercare nelle scuole i ragazzini che si portano gli spinelli.

 

Fantaeconomia e fantapolitica? Probabilmente per chi ha fatto del divieto all'uso di droghe leggere una battaglia ideologica, strumento delle proprie velleità moralizzatrici. Ma per chi ha una visione serena dello Stato e delle leggi, così come dei diritti degli individui, siccome stiamo parlando di sostanze che fanno molto meno male di altre droghe oggi legali, come alcool e tabacco, la loro legalizzazione rappresenterebbe un vantaggio per chiunque, sia economico che sociale e civico.

Sparigliare sui presunti convincimenti diffusi è un'arma che, in situazioni economiche difficili come l'attuale, può rappresentare una delle possibili soluzioni.

 

Vincenzo Donvito, presidente Aduc


Articoli correlati

  Manovra economica tappabuchi. E la prossima volta? ...Gli Stati Uniti d'Europa?
  Manovra anticrisi: la riforma della controriforma forense? Un cambio di rotta Radicale!
  “Critichiamo la politica perché non è politica”. I Draghi Ribelli di via Nazionale
  Martina Simonini. La manovra di Tremonti ci porterà a sbattere
  Carmelo Lentino. Tutto va a rotoli, ci vuole uno scatto d’orgoglio
  Vincenzo Donvito. Con le liberalizzazioni si fa bene all'economia e alla salute dei cittadini
  Primo Mastrantoni. Manovra economica. Restituire agli italiani 1 miliardo e 685 milioni di euro
  Privilegi Vaticano. Ecco le prove di attività commerciali che non pagano l'ICI
  Marco Lombardi. AAA-doremus
  Vincenzo Donvito. Crisi economica. Fare emergere il 'nero' legalizzandolo. Per un'Italia più europea
  Piero Cappelli. Nuove misure economiche: il Governo è nel caos più assoluto! Che vergogna!
  Manovra: Privilegi vaticani? È ora di darci un taglio!
  Vincenzo Donvito. Iva 21%? Una mazzata su consumatori ed economia
  Lidia Menapace. Governo Monti: non c'è nulla da esultare
  Vincenzo Donvito. Crisi economica. È il sistema che è marcio
  Emma Bonino e Marco De Andreis. Non serve minacciare tagli. L’unica via sono gli eurobond
  Mario Staderini. Gli occhi dell’Europa puntati sull’Italia (e sul Vaticano)
  Il Movimento Nonviolento alla CGIL su sciopero, spese militari, guerra
  Mario Staderini. Prime valutazioni sui provvedimenti del Governo
  G.C. Vallocchia. Anche i preti paghino l'ICI!!!
  Comunità cristiane di base. ICI e Chiesa cattolica
  Nicola Vacca. Un marziano a Palazzo Chigi
  Giovanni Maiolo. La LORO crisi NOI non la paghiamo!
  Patrizia Garofalo. Anche noi grondavamo sangue…
  Valter Vecellio. Crisi. Cronache di un formicaio impazzito
  Marco Lombardi. La crisi economica e le onerose scelte di responsabilità
  Radicali Italiani. I tagli possibili alla casta di cui nessuno parla
  Cesare Maffi. Si può mettere a dieta la casta
  Donatella Poretti. A ciascuno il proprio ordine
  Manovra. L'intervento di Emma Bonino al Senato
  Abolire i privilegi fiscali degli enti ecclesiastici
  Emma Bonino, Marco De Andreis. Il realismo dell’utopia federalista
  Marco Lombardi. La maschera di cera
  Alessandro Barchiesi. Tagliare!
  Flavio Lotti. Manovra economica: tagliate la spesa militare!
  Peppe Sini. Dallo sciopero generale all'alternativa nonviolenta
  Walter Castaldo. W l'Italia!!!
  FAND e FISH. Manovre. No al taglio dell’assistenza! Fermiamoli con una firma!
  Sviluppo. 30 milioni (a costo 0) in più
  Massimo Bonfatti. Quando i coglioni versano
  Marco Lombardi. La banda degli onesti, cornuti e mazziati
  Piero Cappelli. Coalizione per l’emergenza
  Antonella Beccaria. In Italia spendiamo ogni ora 3 milioni per armi
  L'irriverente. Droghe illegali: l'impotenza e la sconfitta della Direzione Nazionale Antimafia
  Primo Mastrantoni. Vasco Rossi, Vincenzo Macrì e gli integralismi
  Claudia Sterzi. La Guerra alla droga non è stata e non può essere vinta
  Venezia Cinema. Vasco contro Giovanardi: la marijuana non uccide
  Rita Bernardini. Tre o quattro finanziarie ogni anno per la criminalità organizzata
  Claudia Sterzi. C'è chi dice no... Vasco Rossi antiproibizionista radicale
  Valter Vecellio. Roberto Saviano, gli enormi guadagni del narco-traffico, la sua preziosa ricerca della verità
  Radicalweb. La Legge Fini-Giova­nar­di è incosti­tu­zio­na­le: ecco cosa cambierà
  Claudia Osmetti: In Colorado incassa lo Stato. Da noi le mafie
  Vincenzo Donvito. Spese per droga e prostituzione in aumento
 
 
 
Commenti
Lascia un commentoNessun commento da leggere
 
Indietro      Home Page
STRUMENTI
Versione stampabile
Gli articoli più letti
Invia questo articolo
INTERVENTI dei LETTORI
Un'area interamente dedicata agli interventi dei lettori
SONDAGGIO
TURCHIA NELL'UNIONE EUROPEA?

 75.3%
NO
 24.7%

  vota
  presentazione
  altri sondaggi
RICERCA nel SITO



Agende e Calendari

Archeologia e Storia

Attualità e temi sociali

Bambini e adolescenti

Bioarchitettura

CD / Musica

Cospirazionismo e misteri

Cucina e alimentazione

Discipline orientali

Esoterismo

Fate, Gnomi, Elfi, Folletti

I nostri Amici Animali

Letture

Maestri spirituali

Massaggi e Trattamenti

Migliorare se stessi

Paranormale

Patologie & Malattie

PNL

Psicologia

Religione

Rimedi Naturali

Scienza

Sessualità

Spiritualità

UFO

Vacanze Alternative

TELLUSfolio - Supplemento telematico quotidiano di Tellus
Dir. responsabile Enea Sansi - Reg. Trib. Sondrio n. 208 del 21/12/1989 - ISSN 1124-1276 - R.O.C. N. 32755 LABOS Editrice
Sede legale: Via Fontana, 11 - 23017 MORBEGNO - Tel. +39 0342 610861 - C.F./P.IVA 01022920142 - REA SO-77208 privacy policy