Mercoledì , 26 Giugno 2019
VIGNETTA della SETTIMANA
Esercente l'attività editoriale
Realizzazione ed housing
BLOG
MACROLIBRARSI.IT
RICERCA
SU TUTTO IL SITO
TellusFolio > Diario di bordo
 
Share on Facebook Share on Twitter Share on Linkedin Delicious
Carlos Alberto Montaner. Trionfa Chávez. Si consolida Capriles
10 Ottobre 2012
 

Mi è toccato passare la giornata elettorale in un popolare ristorante di Miami circondato da venezuelani convocati da Alexis Ortiz e Pedro Mena, due leader dell'esilio che rappresentano la Mesa de Unidad Democrática (MUD). Mi è toccato, persino, vedere molti venezuelani piangere di fronte al trionfo di Chávez, perché alcuni analisti politici li avevano convinti che questa volta l'opposizione sarebbe riuscita a sconfiggerlo. Tra l'altro, mezz'ora prima dell'apertura delle urne correva voce che i sondaggi assegnavano la vittoria a Capriles.

Perché ha vinto Chávez, nonostante il suo pessimo operato come presidente? Vladimir Gessen, psicologo e politico venezuelano, ritiene che Henrique Capriles abbia perso le elezioni per non aver saputo o voluto mantenere la sensazione di unità nazionale con cui aveva vinto le primarie.

Il mio pensiero è diverso, anche se questa opinione non va sottovalutata. A mio parere sono stati 4 i fattori decisivi pro Chávez:

* Chávez, con il suo caratteristico stile da caudillo latinoamericano, è entrato in sintonia emotiva con una parte sostanziale dei venezuelani. Fuori dal suo ambiente può sembrare un personaggio ridicolo, persino comico, ma in Venezuela molta gente lo percepisce come un fenomeno quasi religioso.

* Ha creato una forte relazione clientelare con una parte dell'elettorato venezuelano che appartiene ai settori D ed E del paese. Come dimostrarono l'argentino Perón e il PRI messicano, si può governare male per molto tempo, ma essere ancora popolari e avere successo. Le classi sociali più povere sono i due terzi dell'elettorato venezuelano. Quello è il cantiere di voti chavisti e lo sarà fino a quando i poveri si attenderanno benefici dal pittoresco leader.

* I notevoli vantaggi pre elettorali di Chávez rendono molto difficile sconfiggerlo. È padrone di radio e televisione, mezzi di comunicazione che lo vedono protagonista unico. Per ogni minuto di televisione concesso a Capriles, Chávez ne aveva cinquanta.

* Chávez possedeva e utilizzava risorse illimitate provenienti dal petrolio, tramite il PDVSA, suo grande finanziatore, oltre a tutte le strutture statali.

 

In questa situazione, pare persino strano che un giovane politico latinoamericano, con modeste risorse e basso carisma, Henrique Capriles Radonski, abbia ottenuto il 45% del voto popolare, oltre sei miioni di venezuelani. Se la MUD manterrà l'unità dei democratici, e Capriles riuscirà a vincere lo sconforto prodotto dalla sconfitta, convincendo i venezuelani che è stato un successo portare quasi la metà del paese alla causa democratica, sarà la forza politica del futuro, pronta a governare il Venezuela. Il nuovo appuntamento elettorale è per il prossimo dicembre. Saranno elezioni regionali per comporre i parlamenti federali. Per l'opposizione sarà molto importante mantenere alcune zone di potere che già controlla e incrementare la sua influenza su altre, preparando il giorno in cui potrà conquistare la presidenza. Henrique Capriles, oggi molto noto, popolare e rispettato in tutto il paese, farebbe bene a continuare la campagna elettorale a beneficio dei candidati dell'opposizione, per aiutarli a vincere e per mantenere la sua leadership.

Non è lontano il giorno del grande trionfo. L'opposizione ha il 45% dei voti. È solo questione di tempo. È quasi la metà del paese. Inoltre, esiste il problema della grave malattia di cui soffre Hugo Chávez. Quando Franco, già molto vecchio, agonizzava, gli spagnoli parlavano di “soluzione biologica”. In Venezuela può accadere qualcosa di simile. Non so se sarà la soluzione definitiva ma probabilmente sarà il punto di partenza della fine del chavismo. Il caudillo si porterà nella tomba il suo governo.

 

Carlos Alberto Montaner

(da El Nuevo Herald, 8 ottobre 2012)

Traduzione di Gordiano Lupi

 

 

Carlos Alberto Montaner è giornalista e scrittore. Il suo ultimo romanzo è La mujer del coronel, edito in Italia come La moglie del colonnello (Anordest Edizioni, collana “Celébres Inéditos” diretta da Gordiano Lupi).

 

 

La vignetta è dell'umorista cubano Garrincha


Articoli correlati

  L'aggressività americana alla prova di Libia e Siria
  La malattia di Chávez e i problemi di Cuba
  Gordiano Lupi. La censura nei media cubani
  Gordiano Lupi. Fidel Castro è vivo
  A. Torreguitart. Regalami un quadretto, compay!
  Simon Romero. Morire dal ridere nel Venezuela di Chávez
  Garrincha. Stabile Chávez
  Alejandro Torreguitart Ruiz. Meo Porcello ce l’ha fatta!
  Carlos Alberto Montaner. I tre misteri di Hugo Chávez
  Gordiano Lupi. Profumi a Cuba
  Il giorno di Hugo Chávez e di Virgilio Piñera
  A. Torreguitart Ruiz. L’ora di Chavez
  A. Torreguitart. Meo Porcello regala un quadro a Fidel
  Castro e Chávez conversano sul futuro del mondo
  Garrincha. Senza capo
  Ricompare Chávez, ancora a Cuba
  Valter Vecellio. La situazione. Cuba, come prima, peggio di prima
  Yoani Sánchez. Segreto di Stato
  Gordiano Lupi. Profumi a Cuba 2
  Il 'santero' di Santana per la salute di Chávez
  Giovanni Maiolo. Ma Chavez che diavolo fa?
  A. Torreguitart Ruiz. Por qué no te callas?
  Yoani Sánchez. Le urne e il combustibile
  Garrincha. Solidarietà internazionale
  Yoani Sánchez. Venezuela divisa a metà
  Visita a sorpresa di Chávez a Cuba
  Henrique Capriles: “Il Venezuela non continuerà a regalare petrolio a Cuba”
  Álvaro Vargas Llosa. Una principessa tra due mondi
  Cuba libre era solo un cocktail
  Carlos Alberto Montaner. Anatomia del tentativo di assassinare la mia reputazione
  Gordiano Lupi alle Isole Tremiti con Carlos Alberto Montaner per “La moglie del colonnello”
  Carlos Alberto Montaner. Cuba dopo Chávez
  Obama e Raúl Castro: incontri e disincontri
  Yoani Sánchez ospite virtuale alla Fiera del Libro di Miami
  Prensa Gulag. Il nuovo romanzo di Julio San Francisco
  “Havana Real” di Yoani Sánchez presentato a Miami
  “El otro paredón”: Distruzione della reputazione a Cuba
  Carlos Alberto Montaner. HAVANA REAL di Yoani Sánchez
  Carlos Alberto Montaner. La Cuba di Raúl Castro: il lato peggiore dei due mondi
  Anna Cherubini. Le domande da fare a Montaner
  Gordiano Lupi. Il Granma diffama Carlos Alberto Montaner
  Carlos Alberto Montaner. Un altro che è disposto a morire
  La moglie del colonnello. Gordiano Lupi intervista Carlos Alberto Montaner
  Letteratura e censura a Cuba
  Gordiano Lupi. Conversazione con Carlos Alberto Montaner
  Carlos Alberto Montaner. La primavera latinoamericana
  Miami. Muore suicida lo storico cubano Carlos Ripoll
  Carlos Alberto Montaner. Quel che il Papa ha visto a Cuba
  Gordiano Lupi. Il periodico di Yoani
  “El otro paredón”, L’altro muro. Assassinio della reputazione a Cuba
  Un socialismo dal volto capitalista
  Carlos Alberto Montaner. La nuova morte di Fidel Castro
  Con "La moglie del colonnello" di Carlos Alberto Montaner
  Gordiano Lupi. Jeffrey Goldberg risponde a Fidel: “Nessun malinteso!”
  Carlos Alberto Montaner. Benvenuto, Pablo Milanés
 
 
 
Commenti
Lascia un commentoLeggi i commenti [ 1 commento ]
 
Indietro      Home Page
STRUMENTI
Versione stampabile
Gli articoli più letti
Invia questo articolo
INTERVENTI dei LETTORI
Un'area interamente dedicata agli interventi dei lettori
SONDAGGIO
TURCHIA NELL'UNIONE EUROPEA?

 75.2%
NO
 24.8%

  vota
  presentazione
  altri sondaggi
RICERCA nel SITO



Agende e Calendari

Archeologia e Storia

Attualità e temi sociali

Bambini e adolescenti

Bioarchitettura

CD / Musica

Cospirazionismo e misteri

Cucina e alimentazione

Discipline orientali

Esoterismo

Fate, Gnomi, Elfi, Folletti

I nostri Amici Animali

Letture

Maestri spirituali

Massaggi e Trattamenti

Migliorare se stessi

Paranormale

Patologie & Malattie

PNL

Psicologia

Religione

Rimedi Naturali

Scienza

Sessualità

Spiritualità

UFO

Vacanze Alternative

TELLUSfolio - Supplemento telematico quotidiano di Tellus
Dir. responsabile Enea Sansi - Reg. Trib. Sondrio n. 208 del 21/12/1989 - ISSN 1124-1276 - R.O.C. N. 24762 LABOS Editrice
Sede legale: Via Fontana, 11 - 23017 MORBEGNO - Tel. e Fax 0342 610861 C.F./P.IVA 00668000144 - SONDRIO REA 46909 - capitale sociale € 7.000 i.v. privacy policy