Domenica , 29 Marzo 2020
VIGNETTA della SETTIMANA
Esercente l'attività editoriale
Realizzazione ed housing
BLOG
MACROLIBRARSI.IT
RICERCA
SU TUTTO IL SITO
TellusFolio > Diario di bordo
 
Share on Facebook Share on Twitter Share on Linkedin Delicious
Maria Lanciotti. Senza tregua: nuova denuncia presentata da No Inc 
L'iniziativa dei cittadini si salda con quella dei Sindaci dei Castelli Romani?
Presidio cittadino presso la discarica di Roncigliano, 26 gennaio
Presidio cittadino presso la discarica di Roncigliano, 26 gennaio 
12 Febbraio 2013
 
Via libera alla cantierizzazione per la costruzione dell’inceneritore dei Castelli Romani, già bocciato dal Tar. Con quali soldi? Perché il GSE rifiuta l’accesso agli atti relativi alla convenzione preliminare Co.E.Ma.-GSE?
 
 
   Albano Laziale – Senza tregua. Dopo le varie richieste formulate la scorsa settimana al sindaco di Albano Nicola Marini, al fine di scongiurare il rischio ‘concreto e reale’ che parta il cantiere per la costruzione dell’inceneritore nei pressi della discarica di Roncigliano, il Coordinamento No Inc riparte all’attacco depositando lunedì 11 febbraio in mattinata una nuova denuncia penale presso la Procura della Repubblica di Roma, nei confronti dei nuovi dirigenti dell’Area rifiuti della Regione Lazio. Direttamente coinvolti il direttore regionale dott.ssa Maria Grazia Pompa, il responsabile del procedimento ing. Silvio Ciocchelli, il direttore Guido Magrini, il dirigente dell’area ing. Ernesto Dello Vicario e l’estensore del procedimento Claudio Matronola. L’atto di denuncia – si legge sul comunicato del No Inc – è indirizzato, in modo particolare, al Procuratore Aggiunto Roberto Cucchiari e al P.M. Alberto Galanti, che si stanno già occupando da tempo della questione dei rifiuti di Roma. Il Procuratore Cucchiari segue inoltre, come emerso dalla stampa, – continua il comunicato – la presunta violazione dei brevetti industriali relativi all’inceneritore di Albano presentata diversi mesi fa dai legali della multinazionale Thermoselect nei confronti del Co.E.Ma.
   Sotto accusa la determina regionale B-00266 del 29 gennaio, con cui si autorizzava la costruzione dell’inceneritore e la partenza del cantiere. E tanto per rinverdire la memoria, il Coordinamento contro l’inceneritore di Albano, nella persona del referente legale Daniele Castri, ripercorre la storia quinquennale assai imbrogliata di un cantiere autorizzato nel 2008 da Marrazzo – presidente all’epoca della Regione Lazio – con una ordinanza regionale cui fece seguito la dichiarazione di inizio attività (DIA) del Co.E.Ma. indirizzata sia alla Regione che al comune di Albano. Ma in seguito ad alcuni sopralluoghi la Polizia Municipale locale stabilì che tutti i lavori relativi alla DIA consistevano in realtà alla sola delimitazione dell’area interessata alla costruzione dell’impianto, mediante paletti in ferro e rete metallica. Il cantiere non partì e tuttavia, a giugno del 2009, il Co.E.Ma. stipula col Gestore del Servizio Elettrico nazionale (GSE) una convenzione preliminare per accedere al conferimento dei CIP-6, ovverosia dei 400 milioni di fondi pubblici per la costruzione dell’inceneritore. Ma l’ordinanza di Marrazzo fu poi respinta dal Consiglio di Stato nel marzo del 2012, sentenza che decretò del tutto decaduta la cantierizzazione fantasma. A questo punto il quadro cambia e così gli assetti. Saltano i dirigenti dell’ufficio rifiuti della Regione, travolti dalle indagini della Procura di Roma, e subentra il nuovo direttivo che, nell’autorizzazione di avvio del cantiere del 29 gennaio 2013, pur citando l’ordinanza di Marrazzo e la successiva DIA più di una volta, non fa alcun riferimento al fatto che tali atti sono entrambi decaduti. Nessuno finora è riuscito a visionare il documento della convenzione Co.E.Ma.- GSE, stipulata proprio in funzione di questi due atti respinti a suo tempo dal Consiglio di Stato.
   Il GSE, a detta del No Inc, che ne fornisce piena documentazione, rifiuta ostinatamente l’accesso agli atti sia al Coordinamento No Inc sia al Consigliere regionale Ivano Peduzzi sia al Comune di Albano, che ne fecero richiesta, rispettivamente, a maggio, giugno e ottobre del 2012. Ora anche i sindaci di bacino hanno fatto la loro richiesta al GSE, protocollata il 10 gennaio scorso, e stanno ancora spettando risposta.
   “Perché questa resistenza ingiustificata?” È la domanda legittima che tutti si pongono, ma non la sola. Intanto i sindaci di bacino pare si stiano muovendo per i vari ricorsi e si riattiveranno anche per l’accesso agli atti del GSE, il cui parere favorevole, e qui sta l’assurdo, pare debba venire dal Co.E.Ma.
 
Maria Lanciotti

Articoli correlati

  Maria Lanciotti. Il No Inc incontra i Dirigenti GSE
  Maria Lanciotti. Sei sindaci al 13° corteo di Albano
  Maria Lanciotti. Da Marrazzo a Clini
  Albano Laziale, Rifiuti. Il tempo stringe e la decisione finale si avvicina
  “No Inc” Albano. Sabato assemblea pubblica a Genzano
  Maria Lanciotti. La vera faccia del corteo contro l’inceneritore di Albano
  Daniele Castri. Ancora una volta tutti in piazza contro l'inceneritore dei Castelli Romani
  Indagini Procura di Roma su inceneritore Albano, Rando si dimette
  Maria Lanciotti. Dodicesimo corteo contro l’inceneritore di Albano Laziale
  Daniele Castri. “Regione Lazio non costruirà altri inceneritori”
  Daniele Castri. Costruzione dell’Inceneritore ai Castelli Romani ad alto rischio
  Maria Lanciotti. Inceneritore dei Castelli Romani: Allarme rosso
  Daniele Castri. Sabato Albano risponde con un corteo alle pressioni del re della monnezza
  Contro lo scempio del territorio castellano e nel quadrante a sud di Roma
  Maria Lanciotti. Il 7 marzo avvio cantiere per mega inceneritore di Roncigliano?
  NoInc Castelli Romani. Dalle stelle… alle stalle
  Maria Lanciotti. Inceneritore di Albano. Roba che scotta
  Maria Lanciotti. La collina degli oleandri
  Daniele Castri. Castelli Romani: le carte son tante, ma grandi son anche la voglia di trasparenza e la determinazione dei cittadini
  Daniele Castri. Albano Laziale in attesa del Consiglio di Stato
  Albano Laziale. No Inc: sabato nuovo presidio per chiusura discarica Roncigliano
  Roncigliano, Castelli Romani. Una torta con quattro candeline
  In Regione il Coordinamento contro l’inceneritore di Albano Laziale
  “No Inc” Albano. Sulla manifestazione di sabato
  Facce nuove, vecchie ricette
  Maria Lanciotti. Il “No Inc” di Albano all’attacco
  Cerroni invitato dal No Inc ad Albano, per un dibattito pubblico
  Maria Lanciotti. Il sabato dei Villaggi
  Maria Lanciotti. Ad Albano si fa il punto in assemblea
  “No Inc” di Albano. Presentato esposto nei confronti del Ministro all'Ambiente, Corrado Clini
  Torna l’incubo Inceneritore ai Castelli Romani e Litorale Laziale
  Maria Lanciotti. Lotte tante: a suon di corretta informazione...
  Maria Lanciotti. V campeggio al Villaggio Ardeatino
  Maria Lanciotti. Comunanza d’intenti e amicizia al corteo di Albano
  Maria Lanciotti. Rifiuti. Pillole avvelenate dispensate dal presidente Cremonesi
  Maria Lanciotti. Albano Laziale: Assoluzione piena per tutti i manifestanti denunciati
  Maria Lanciotti. Rifiuti Lazio. La terra dei fuochi spenti
  Albano Laziale. Cancellare l’inceneritore, chiudere e bonificare la discarica di Roncigliano
  La partita contro l’inceneritore di Albano Laziale ancora non è chiusa
  Maria Lanciotti. Multicolore, pacifico, inattaccabile, irreprensibile, motivato...
  Maria Lanciotti. Prossimo weekend dis-camping del No Inc alla IV edizione
  “No Inc” Albano. Un’infamia contro la popolazione dei Castelli Romani
  DifferenziaTi. I Castelli Romani rifiutano l'inceneritore di Cerroni
 
 
 
Commenti
Lascia un commentoNessun commento da leggere
 
Indietro      Home Page
STRUMENTI
Versione stampabile
Gli articoli più letti
Invia questo articolo
INTERVENTI dei LETTORI
Un'area interamente dedicata agli interventi dei lettori
SONDAGGIO
TURCHIA NELL'UNIONE EUROPEA?

 74.2%
NO
 25.8%

  vota
  presentazione
  altri sondaggi
RICERCA nel SITO



Agende e Calendari

Archeologia e Storia

Attualità e temi sociali

Bambini e adolescenti

Bioarchitettura

CD / Musica

Cospirazionismo e misteri

Cucina e alimentazione

Discipline orientali

Esoterismo

Fate, Gnomi, Elfi, Folletti

I nostri Amici Animali

Letture

Maestri spirituali

Massaggi e Trattamenti

Migliorare se stessi

Paranormale

Patologie & Malattie

PNL

Psicologia

Religione

Rimedi Naturali

Scienza

Sessualità

Spiritualità

UFO

Vacanze Alternative

TELLUSfolio - Supplemento telematico quotidiano di Tellus
Dir. responsabile Enea Sansi - Reg. Trib. Sondrio n. 208 del 21/12/1989 - ISSN 1124-1276 - R.O.C. N. 32755 LABOS Editrice
Sede legale: Via Fontana, 11 - 23017 MORBEGNO - Tel. +39 0342 610861 - C.F./P.IVA 01022920142 - REA SO-77208 privacy policy