Venerdì , 29 Maggio 2020
VIGNETTA della SETTIMANA
Esercente l'attività editoriale
Realizzazione ed housing
BLOG
MACROLIBRARSI.IT
RICERCA
SU TUTTO IL SITO
TellusFolio > Diario di bordo
 
Share on Facebook Share on Twitter Share on Linkedin Delicious
Maria Lanciotti. La collina degli oleandri
06 Agosto 2012
 

Eravamo tutti lì, chi più cresciuto, chi invecchiato e chi appena nato. Eravamo lì per una tre giorni da passare insieme e si voleva creare un’aria di festa, ma sembrava di stare a vegliare un catafalco enorme ricoperto di arbusti disposti geometricamente come piante d’insalata in un orto. Ma non si tratta d’insalata e non si tratta di un orto. Stiamo parlando della collina degli oleandri, così ormai viene chiamato il VII invaso della discarica di Roncigliano nel comune di Albano. Alta 15 metri, come un palazzo di sette piani, e in continua crescita in altezza e in lunghezza, nasconde quello che c’è dentro e dietro e una bella porzione di cielo. Ma i fiori grandi e vistosi dell’oleandro che cominciano a colorare la ‘collina’ con tonalità che vanno dal bianco al rosa al rosso carminio – e che come tutte le varietà coltivate dovrebbero essere quasi tutti profumati – sono una vista più orrenda dello stesso catafalco. Fra poco i ‘filari’ di una delle piante più tossiche che si conoscono ricopriranno il posto di una ricca fioritura e sarà la morte per qualsiasi specie animale che lì transiterà. Foglie corteccia e semi di questa pianta mortale, che conserva i suoi principi tossici anche dopo l’essiccamento, sarà il cibo avvelenato per equini, bovini e i piccoli carnivori come lepri ricci e volpi, ma anche (e qui sta il motivo ispiratore di piantar fiori sopra a un cadavere in decomposizione) ratti, topi, pantegane e zoccole, troveranno la morte per collasso cardio-respiratorio e non andranno in giro a fare la spia sui grandi segreti della discarica per la raccolta indifferenziata dei rifiuti, in cui si può trovare anche quello che non cerchi e nemmeno uno si vuole immaginare. E mica tutti possono avere lo stomaco di ferro di certi struzzi, sebbene a sembianze mostruosamente umane!

Così, si diceva, eravamo tutti lì al Villaggio Ardeatino – da venerdì 3 a domenica 5 agosto – per il 3° discamping contro la discarica e l’inceneritore, e si voleva essere festosi se non altro perché ancora si stava lì a protestare e l’inceneritore non svetta ancora a trafiggere il cuore dei Castelli, e poi in una casa nei pressi è appena nata Sofia ed è il segno che la vita continua e prospera, ma un’amarezza di fondo, una preoccupazione consapevole e motivata, uno sconforto duro da tenere a bada, rendevano quello stare insieme quasi un commovente abbraccio di solidarietà fra persone in pericolo non tanto e non solo per la propria vita, ma per il vivere stesso dell’Umanità e del Pianeta.

Sì, il discorso parte da Roncigliano ma si allarga a tutta la Penisola, a tutto il mondo, a tutte le genti. Come sempre si registra nella storia, una mente folle e perversa può decretare la sorte di popoli interi, salvo stabilire a posteriori che il folle di turno andava semplicemente rinchiuso dentro una gabbia dotata di tutti i comfort, ma anche di cancelli di sicurezza.

E invece i folli di turno, la storia insegna, riescono a trascinare nella loro stessa rovina i fedelissimi e chi tenta di tener loro testa. Ma forse la Storia è stanca di ripetersi e cerca nuovi sviluppi, nuove possibilità. Forse la Storia, ormai matura e pensante, non vuole più avvilire se stessa ma riscattare i suoi errori con un atto di lealtà e di coraggio che rimetta tutto in discussione e consideri nuove e rispettabili alternative.

Dove sorge la collina degli oleandri a coprire il catafalco e a nascondere ciò che avviene nel retro, c’era prima un vigneto uguale a quello che ospita il discamping 2012 del Coordinamento NoInc. È questa considerazione, è questa mancanza di bellezza proprio lì di fronte, è quell’alito di morte che da lì proviene e paralizza l’espressione più alta del vivere che impedisce la gioia vera di stare insieme per uno scopo comune, perché in realtà la collina degli oleandri è più che una discarica a cielo aperto, è il simbolo della pazzia e della corruzione che si fa sistema e contagia tutto ciò che sfiora. E laddove non attacca scatena l’amarezza di sentirsi preda di speculatori a tuttotondo, ampiamente protetti dai loro superprotetti.

 

Maria Lanciotti


Articoli correlati

  Maria Lanciotti. Rifiuti. Pillole avvelenate dispensate dal presidente Cremonesi
  Torna l’incubo Inceneritore ai Castelli Romani e Litorale Laziale
  La partita contro l’inceneritore di Albano Laziale ancora non è chiusa
  “No Inc” Albano. Sulla manifestazione di sabato
  Maria Lanciotti. Da Marrazzo a Clini
  Maria Lanciotti. Il “No Inc” di Albano all’attacco
  Albano Laziale, Rifiuti. Il tempo stringe e la decisione finale si avvicina
  Maria Lanciotti. Il No Inc incontra i Dirigenti GSE
  Daniele Castri. Costruzione dell’Inceneritore ai Castelli Romani ad alto rischio
  Maria Lanciotti. Sei sindaci al 13° corteo di Albano
  Maria Lanciotti. La vera faccia del corteo contro l’inceneritore di Albano
  Daniele Castri. Ancora una volta tutti in piazza contro l'inceneritore dei Castelli Romani
  “No Inc” Albano. Sabato assemblea pubblica a Genzano
  Maria Lanciotti. Albano Laziale: Assoluzione piena per tutti i manifestanti denunciati
  Maria Lanciotti. Inceneritore dei Castelli Romani: Allarme rosso
  Daniele Castri. Sabato Albano risponde con un corteo alle pressioni del re della monnezza
  Albano Laziale. Cancellare l’inceneritore, chiudere e bonificare la discarica di Roncigliano
  Maria Lanciotti. Prossimo weekend dis-camping del No Inc alla IV edizione
  Maria Lanciotti. Il 7 marzo avvio cantiere per mega inceneritore di Roncigliano?
  NoInc Castelli Romani. Dalle stelle… alle stalle
  Maria Lanciotti. Senza tregua: nuova denuncia presentata da No Inc
  Albano Laziale. No Inc: sabato nuovo presidio per chiusura discarica Roncigliano
  Maria Lanciotti. Comunanza d’intenti e amicizia al corteo di Albano
  Maria Lanciotti. Dodicesimo corteo contro l’inceneritore di Albano Laziale
  Daniele Castri. Castelli Romani: le carte son tante, ma grandi son anche la voglia di trasparenza e la determinazione dei cittadini
  Daniele Castri. Albano Laziale in attesa del Consiglio di Stato
  In Regione il Coordinamento contro l’inceneritore di Albano Laziale
  Contro lo scempio del territorio castellano e nel quadrante a sud di Roma
  Roncigliano, Castelli Romani. Una torta con quattro candeline
  Cerroni invitato dal No Inc ad Albano, per un dibattito pubblico
  DifferenziaTi. I Castelli Romani rifiutano l'inceneritore di Cerroni
  Maria Lanciotti. Il sabato dei Villaggi
  Maria Lanciotti. V campeggio al Villaggio Ardeatino
  Maria Lanciotti. Ad Albano si fa il punto in assemblea
  Maria Lanciotti. Rifiuti Lazio. La terra dei fuochi spenti
  “No Inc” di Albano. Presentato esposto nei confronti del Ministro all'Ambiente, Corrado Clini
  Facce nuove, vecchie ricette
  Maria Lanciotti. Lotte tante: a suon di corretta informazione...
  Indagini Procura di Roma su inceneritore Albano, Rando si dimette
  Daniele Castri. “Regione Lazio non costruirà altri inceneritori”
  Maria Lanciotti. Multicolore, pacifico, inattaccabile, irreprensibile, motivato...
  “No Inc” Albano. Un’infamia contro la popolazione dei Castelli Romani
  Maria Lanciotti. Inceneritore di Albano. Roba che scotta
 
 
 
Commenti
Lascia un commentoNessun commento da leggere
 
Indietro      Home Page
STRUMENTI
Versione stampabile
Gli articoli più letti
Invia questo articolo
INTERVENTI dei LETTORI
Un'area interamente dedicata agli interventi dei lettori
SONDAGGIO
TURCHIA NELL'UNIONE EUROPEA?

 74.3%
NO
 25.7%

  vota
  presentazione
  altri sondaggi
RICERCA nel SITO



Agende e Calendari

Archeologia e Storia

Attualità e temi sociali

Bambini e adolescenti

Bioarchitettura

CD / Musica

Cospirazionismo e misteri

Cucina e alimentazione

Discipline orientali

Esoterismo

Fate, Gnomi, Elfi, Folletti

I nostri Amici Animali

Letture

Maestri spirituali

Massaggi e Trattamenti

Migliorare se stessi

Paranormale

Patologie & Malattie

PNL

Psicologia

Religione

Rimedi Naturali

Scienza

Sessualità

Spiritualità

UFO

Vacanze Alternative

TELLUSfolio - Supplemento telematico quotidiano di Tellus
Dir. responsabile Enea Sansi - Reg. Trib. Sondrio n. 208 del 21/12/1989 - ISSN 1124-1276 - R.O.C. N. 32755 LABOS Editrice
Sede legale: Via Fontana, 11 - 23017 MORBEGNO - Tel. +39 0342 610861 - C.F./P.IVA 01022920142 - REA SO-77208 privacy policy