Martedì , 18 Giugno 2019
VIGNETTA della SETTIMANA
Esercente l'attività editoriale
Realizzazione ed housing
BLOG
MACROLIBRARSI.IT
RICERCA
SU TUTTO IL SITO
TellusFolio > Diario di bordo
 
Share on Facebook Share on Twitter Share on Linkedin Delicious
Vincenzo Donvito. Internet, libertà di espressione e censura: che confusione! 
Tra leggi che ci sono e non vengono applicate, leggi che non ci sono, giudici informati e quelli non informati, persone che ne approfittano per mascherare i loro affari
13 Gennaio 2010
 

Lo scorso 11 gennaio un giudice del Tribunale di Firenze ci ha condannato ad impedire che sui nostri forum si villaneggino i responsabili di presunti illeciti o truffe. Una decisione “non decisione” l'abbiamo definita, perché anziché indicare cosa il giudice ritiene lesivo, e quindi da rimuovere, “rimette la palla in gioco” demandando questo compito a noi, che lo faremo -ovviamente- secondo le nostre logiche. Di conseguenza chi ci ha chiamato in causa “che chiedeva l'oscuramento totale del forum” caso per caso valuterà se sentirsi soddisfatto o richiamarci in giudizio. Quindi. Sulla libertà di espressione ed Internet, il Tribunale ha aperto ad una confluittualità permanente tra difensori e detrattori.

Questa sentenza arriva dopo una dello scorso ottobre dove, invece, un giudice sempre del Tribunale di Firenze, in nome dell'inesistenza del diritto all'anonimato, ci aveva fatto chiudere un intero forum (abbiamo l'appello fra qualche settimana).

Di recente, dopo l'aggressione al capo del Governo, si è scatenata una volontà di censura su Internet perché alcuni avevano inneggiato in Rete a questa violenza.

Poi tutto si è risolto con qualche raccomandazione.

Lo scorso marzo siamo dovuti arrivare in Cassazione per farci sentenziare contro la nostra pretesa che un sito Internet potesse essere considerato, nell'ambito delle responsabilità civili e penali, come un giornale e quindi soggetto alle leggi sulla stampa.

A luglio del 2008 il Tribunale di Catania ci aveva dato ragione contro chi aveva chiesto di censurare i nostri forum in cui alcuni esprimevano con bestemmie le loro opinioni.

A settembre del 2007 il Tribunale di Bari ci diede ragione e negò la richiesta di oscuramento di un nostro forum riconducendo la partecipazione allo stesso come lecita manifestazione dei diritti di libertà di espressione e di critica.

A luglio del 2007, invece, il Tribunale di Palermo ci ha condannati a censurare una lettera pubblicata sul nostro sito che si lamentava -in modo civico- del non-rispetto di un preventivo di un'azienda che, tra l'altro, si era rifiutata di replicare sul nostro sito a queste rimostranze.

Sempre a luglio 2007, il Tribunale di Padova dichiarò illegittimo l'oscuramento delle pagine del nostro sito web che contenevano riferimenti con accezione negativa ad una agenzia viaggi, e affermò il nostro diritto alla libera manifestazione del pensiero.

Nel giugno 2007, la polizia postale di Firenze venne nella nostra sede a sequestrare, in ottemperanza ad un'ordinanza di un giudice del Tribunale di Este-Padova che avevamo già onorato (quindi viaggio inutile), alcune lettere pubblicate sul sito in cui si parlava negativamente dell'agenzia di viaggi di cui sopra. Censura dovuta -a detta del giudice- perché essendo in corso una causa di questa agenzia con altri, non era bene che altrove si parlasse di loro.

 

Per ora ci fermiamo qui. Crediamo di aver reso la drammaticità della situazione:

- che stiamo affrontando di petto e con idee e pratiche determinate;

- che documentiamo nel nostro sito in un settore specifico contro la censura;

- che non ha momenti di sosta e di abbassamento della guardia: mentre scriviamo ci sono altre novità per nuovi e più acerrimi confronti/scontri in tribunale.

Una sola, per ora, è la certezza, quella che abbiamo scritto nel titolo di questo editoriale: Internet, libertà di espressione e censura: che confusione! Tra leggi che ci sono e non vengono applicate, leggi che non ci sono, giudici informati e quelli non informati, persone che ne approfittano per mascherare i loro affari.

Manca, cioè, la certezza dei diritti e delle pene su una materia che, mediamente, si crede di poter disciplinare con leggi pensate e approvate anche prima di quando Internet era vago argomento dei film di fantascienza in bianco e nero.

 

Vincenzo Donvito, presidente Aduc


Articoli correlati

  Agorà Digitale. Giovedì 21 luglio Calabrò convocato al Senato
  Vincenzo Donvito. Censura/ Sequestro Labos Editrice. Provvedimento d'urgenza dieci anno dopo la pubblicazione?
  Internet e censura. Vittoria Aduc al tribunale di Viterbo. Il prezzo della libertà di espressione
  Incredibile, ma vero: Giudice sequestra giornale pubblicato sul Web dieci anni fa
  Giovanna Corradini. Blog in Italia. È l'inizio della soluzione finale?
  Rosario Amico Roxas: Come il dittatore Berlusconi oscura Internet
  Censura. Aduc ancora in tribunale per difendere la libertà di espressione
  Agcom: non censurare internet!
  Degli effetti pregiudizievoli
  Enea Sansi. Il Tribunale di Sondrio revoca l'ordinanza di sequestro del Gazetin
  Vincenzo Donvito. Censura Internet. Il caso Oreste
  Vanna Mottarelli. Il fastidio dei “potenti” per le “pulci”. Appello al popolo della rete per la libertà di stampa
  Censura forum Aduc. Il Tribunale di Catania sentenzia in nome del popolo vaticano?
  Enea Sansi. Censura Internet. L'abnorme caso di Sondrio
  Vincenzo Donvito. Censura e social network. Che fa la Gran Bretagna, distrugge la storia per emulare l'Iran?
  Censura web. Forum su Fabio Oreste: Aduc di nuovo in Tribunale
  Agorà Digitale. 7 emendamenti per salvare il Web
  Walter Mendizza. Attacco alla democrazia
  Michelle Bonev. Hanno oscurato il mio blog
  Emmanuela Bertucci. Brutto e disonesto gay italiano di m... L'onore e il decoro ai tempi di Facebook
  Censura/Internet. Si pronuncia il Garante per la Privacy dando ragione ad Aduc
  Censura Internet. Tribunale Firenze riapre forum Aduc su Fabio Oreste
  Vincenzo Donvito. Silenzio e imbarazzo sulla tragedia dell'Italia nel rapporto di “Reporters sans frontières”
  Censura Internet. Tribunale di Viterbo: no oscuramento forum Aduc
  Articolo 21, articolo 21!
  Censura su Internet. Altro che necessità di leggi speciali per il Web!
  Censura Web. Aduc chiede aiuto: raccolta straordinaria fondi per causa 'Consumatori contro Fabio Oreste'
  Avaaz.org – Per la libertà di Internet, per l'informazione libera
  Internet e libertà di espressione. Aduc di nuovo in giudizio per i forum del proprio sito
 
 
 
Commenti
Lascia un commentoNessun commento da leggere
 
Indietro      Home Page
STRUMENTI
Versione stampabile
Gli articoli più letti
Invia questo articolo
INTERVENTI dei LETTORI
Un'area interamente dedicata agli interventi dei lettori
SONDAGGIO
TURCHIA NELL'UNIONE EUROPEA?

 74.8%
NO
 25.2%

  vota
  presentazione
  altri sondaggi
RICERCA nel SITO



Agende e Calendari

Archeologia e Storia

Attualità e temi sociali

Bambini e adolescenti

Bioarchitettura

CD / Musica

Cospirazionismo e misteri

Cucina e alimentazione

Discipline orientali

Esoterismo

Fate, Gnomi, Elfi, Folletti

I nostri Amici Animali

Letture

Maestri spirituali

Massaggi e Trattamenti

Migliorare se stessi

Paranormale

Patologie & Malattie

PNL

Psicologia

Religione

Rimedi Naturali

Scienza

Sessualità

Spiritualità

UFO

Vacanze Alternative

TELLUSfolio - Supplemento telematico quotidiano di Tellus
Dir. responsabile Enea Sansi - Reg. Trib. Sondrio n. 208 del 21/12/1989 - ISSN 1124-1276 - R.O.C. N. 24762 LABOS Editrice
Sede legale: Via Fontana, 11 - 23017 MORBEGNO - Tel. e Fax 0342 610861 C.F./P.IVA 00668000144 - SONDRIO REA 46909 - capitale sociale € 7.000 i.v. privacy policy