Sabato , 21 Settembre 2019
VIGNETTA della SETTIMANA
Esercente l'attività editoriale
Realizzazione ed housing
BLOG
MACROLIBRARSI.IT
RICERCA
SU TUTTO IL SITO
TellusFolio > Diario di bordo
 
Share on Facebook Share on Twitter Share on Linkedin Delicious
Marco Pannella sospende dopo 183 ore lo sciopero della sete e prosegue quello della fame
04 Gennaio 2007
 
Dopo 183 ore dall’avvio dell’iniziativa nonviolenta il leader radicale Marco Pannella ha sospeso lo sciopero della sete e prosegue quello della fame. Nella sua prima fase, l’azione era volta ad ottenere dal governo italiano un impegno straordinario diretto a scongiurare l’esecuzione dell’ex rais iracheno Saddam Hussein, atto che avrebbe guadagnato all’Iraq un processo degno degli standard di uno Stato di diritto e avrebbe innescato in tutta l’area mediorientale un dibattito sulla validità della nonviolenza come alternativa alle dittature e alla guerra. Ancora una volta, come già in occasione della campagna Iraq libero che offriva una proposta alternativa all’intervento armato, la comunità internazionale ha ritenuto di percorrere una strada differente e alle 6 di mattina - ora di Baghdad - del 30 dicembre scorso, Saddam Hussein è stato impiccato, portando con sé la possibilità per kuwaitiani, curdi e iraniani di veder celebrare il processo all’ex dittatore per gli atti criminali compiuti nei loro confronti durante gli anni del regime e l’opportunità, per tutti, di conoscere la natura dei rapporti intercorsi tra Saddam e le cancellerie occidentali.
«In tal modo si regala un Martire al terrorismo internazionale» ha commentato Pannella subito dopo l’esecuzione della condanna, aggiungendo «Ma si chiude la bocca al complice. E si esporta nel mondo inciviltà, e disperata barbarie».
Nel corso di una conferenza stampa, il 30 pomeriggio, Pannella ha definito gli obiettivi della seconda fase della sua azione nonviolenta, arrivata alla 88ª ora di sciopero totale della fame e della sete, chiedendo alle forze politiche di maggioranza e opposizione di impegnarsi affinché la prima proposta italiana al Consiglio di Sicurezza delle Nazioni Unite riguardasse la moratoria universale delle esecuzioni capitali e delineando anche le possibili modalità: convocazione dell’Assemblea generale in seduta straordinaria oppure inserimento della proposta di risoluzione all’ordine del giorno della sessione in corso.
Nel pomeriggio del 2 gennaio, primo giorno di lavoro dell’Italia come membro non permanente del Consiglio di Sicurezza, il Presidente del Consiglio Romano Prodi, informato dal Capo dello Stato delle preoccupanti condizioni fisiche di Pannella, annuncia che l’Ambasciatore italiano al Palazzo di Vetro, Marcello Spatafora (foto), ha presentato in sede di Consiglio di Sicurezza la proposta del governo italiano per la moratoria. Durante una successiva telefonata tra Prodi e Pannella, il cui contenuto è stato poi riferito alle agenzie di stampa dallo stesso Presidente del Consiglio, Pannella esprime l’intenzione di verificare l’effettiva corrispondenza della proposta agli impegni pubblicamente assunti dal governo e chiede che gli venga trasmessa la proposta presentata all’ONU del cui contenuto non è informato neppure il Presidente del Consiglio e che gli sia illustrata la procedura che il governo intende attivare per portarla a buon fine.
 
 
(da Azione radicale transnazionale, 3 gennaio 2007, ore 15:20)

Articoli correlati

  Sciascia, Welby, Pannella, i temi della vita e della morte
  Moratoria: una vittoria del diritto e della vita, di tutti
  Pena di morte. Zamparutti: i numeri per vincere all’Onu sulla moratoria
  Pena di morte. Raggiunto l'obiettivo della correzione di marcia sulla campagna per la Moratoria
  “Vivo!” Kenneth Foster: la sua storia e la nostra storia
  Pena di morte, Genova. «Grazie sindaco Vincenzi»
  Pannella: oggi un evento politico senza precedenti nella storia del Parlamento Europeo
  Pena di morte. Dai sindaci europei un appello per la moratoria delle esecuzioni
  Moratoria esecuzioni capitali. Lettera alla Merkel consegnata al Console tedesco a Milano
  Valter Vecellio. Moratoria. A prescindere dal risultato…
  Iran: droga e pena di morte. Grazie alla collaborazione dell'Italia?
  Moratoria. Anche il Dalai Lama si appella a Prodi
  «Moratoria, laicità-temi etici, giustizia, costo della politica, Turchia Israele e Marocco nell’UE»
  Pena di morte. Radicali: sconfitto l'anno del mai
  Pena di morte. Da stasera al 10 ottobre la Mole Antonelliana sarà rossa
  Paul Kagame. Perché il Ruanda ha abolito la pena di morte
  Pena di morte. I Radicali chiedono all'Ue di rispettare gli impegni presi e di sostenere la moratoria
  Anche Formigoni dopo Bresso e Chiamparino...
  Rai. Continua l'occupazione di parlamentari e dirigenti radicali della sede di Roma
  Radicali occupano la sede Rai di Viale Mazzini. Annunciata per domenica 3 giugno una manifestazione
  Pena di morte. Oggi conferenza stampa, domani diretta dalla sede radicale per il voto sulla moratoria
  “Moratoria della pena di morte anche per Tareq Aziz”
  Marco Pannella. Quando lo Stato è il vero Caino
  Pena morte. Straordinaria adesione da tutto il mondo all'appello per la Moratoria subito
  Moratoria pena di morte. Lo sciopero della fame a oltranza prosegue
  Valter Vecellio. Moratoria Sciopero della fame Informazione. Lo stato dei fatti
  Pena di morte. Governo battuto all’unanimità alla Camera su moratoria Onu
  Pena di morte: Nessuno Tocchi Caino lancia appello per una moratoria già da questa Assemblea generale
  Matteo Mecacci. Da Roma un altro passo verso la Moratoria
  Moratoria sulla pena di morte. «Contro la strategia del rinvio»
  Moratoria, sciopero della fame e della sete di Pannella
  Marcia di Pasqua per la Moratoria delle esecuzioni capitali
  Romano Prodi. Moratoria pena di morte: è giunto il momento del “fare”
  Pena di morte. Radicali in sciopero della fame a oltranza per la Moratoria all’Onu subito
  Moratoria delle esecuzioni capitali all’ONU
  Moratoria. Veltroni: «Voglio dar vita ad una presa di posizione dei sindaci delle città europee»
  La pena di morte nel mondo. Presentazione del Rapporto 2007 di “Nessuno tocchi Caino”
  Moratoria esecuzioni. Aspettando insieme il voto al Palazzo di Vetro
  Non c’è solo il digiuno della “sporca dozzina”...
  La Moratoria all’ONU. La parola a Prodi
  Susanna Ricci. Il rapporto di Nessuno Tocchi Caino sulla pena di morte nel mondo
  Pena di morte: Bravo Prodi, ma ora non ti fermare
  Pena di morte. L'Italia aiuta l'Iran a condannare i propri cittadini al patibolo. Interrogazione
  Mellana. Pena di morte
  Pena di morte, Pannella e Cappato: anche il Parlamento Europeo chiede una moratoria subito
  Benedetto Della Vedova. Sulla moratoria delle esecuzioni capitali
  Cappato. Parlamento Europeo imbavagliato riuscirà ad esprimersi su Pena di Morte a Saddam?
  Moratoria universale delle esecuzioni capitali. Perché, da oggi, sciopero della sete
  Piero Capone. Punto economia. Primavera radicale
  Pena di morte. Mandato unanime del CAGRE all'Italia e alla presidenza Ue per preparare il testo di risoluzione sulla Moratoria, da presentare all'Onu
  Moratoria. Matteo Renzi: «Un’iniziativa nel segno della nonviolenza gandhiana»
 
 
 
Commenti
Lascia un commentoNessun commento da leggere
 
Indietro      Home Page
STRUMENTI
Versione stampabile
Gli articoli più letti
Invia questo articolo
INTERVENTI dei LETTORI
Un'area interamente dedicata agli interventi dei lettori
SONDAGGIO
TURCHIA NELL'UNIONE EUROPEA?

 75.7%
NO
 24.3%

  vota
  presentazione
  altri sondaggi
RICERCA nel SITO



Agende e Calendari

Archeologia e Storia

Attualità e temi sociali

Bambini e adolescenti

Bioarchitettura

CD / Musica

Cospirazionismo e misteri

Cucina e alimentazione

Discipline orientali

Esoterismo

Fate, Gnomi, Elfi, Folletti

I nostri Amici Animali

Letture

Maestri spirituali

Massaggi e Trattamenti

Migliorare se stessi

Paranormale

Patologie & Malattie

PNL

Psicologia

Religione

Rimedi Naturali

Scienza

Sessualità

Spiritualità

UFO

Vacanze Alternative

TELLUSfolio - Supplemento telematico quotidiano di Tellus
Dir. responsabile Enea Sansi - Reg. Trib. Sondrio n. 208 del 21/12/1989 - ISSN 1124-1276 - R.O.C. N. 32755 LABOS Editrice
Sede legale: Via Fontana, 11 - 23017 MORBEGNO - Tel. +39 0342 610861 - C.F./P.IVA 01022920142 - REA SO-77208 privacy policy