Lunedì , 04 Luglio 2022
VIGNETTA della SETTIMANA
Esercente l'attività editoriale
Realizzazione ed housing
BLOG
MACROLIBRARSI.IT
RICERCA
SU TUTTO IL SITO
TellusFolio > Nave Terra > Oblò mediorientale
 
successivo  
Share on Facebook Share on Twitter Share on Linkedin Delicious
Asmae Dachan. Oxfam: Siria, dopo 11 anni di guerra si muore di fame
26 Marzo 2022
 

Oltre il 60% della popolazione, 12,4 milioni di persone, soffrono la fame. I prezzi del cibo sono raddoppiati nell’ultimo anno. Con la crisi ucraina si sono interrotte le importazioni dalla Russia in Siria. Il Governo ha già iniziato il razionamento di grano, zucchero, riso e carburante. Tantissime famiglie costrette a ore e ore di fila per un po’ di pane.

 

A 11 anni esatti dallo scoppio della guerra in Siria, il 60% della popolazione soffre la fame, con i prezzi dei beni alimentari che sono raddoppiati nell’ultimo anno. Il paese fino ad oggi ha fatto affidamento sulle importazioni di cibo dalla Russia, ma ora, con la crisi ucraina, i prezzi alimentari potranno diventare ancor più proibitivi.

È l’allarme lanciato oggi da Oxfam, che ha realizzato un’indagine tra 300 siriani nelle zone del Paese controllate dal Governo: il 90% degli intervistati ha dichiarato di potersi permettere al momento solo un po’ di pane e riso, solo occasionalmente verdura.

 

L’impatto della crisi ucraina e della pandemia
sul crollo dell’economia siriana

In un sistema economico già ridotto ai minimi termini da oltre un decennio di guerra, due anni di pandemia e dalla crisi bancaria libanese, in questo momento le sanzioni sulla Russia hanno un effetto dirompente, provocando l’interruzione delle importazioni di cibo e carburante, con la sterlina siriana che si sta svalutando ad una velocità vertiginosa.

«6 siriani su 10 non sanno letteralmente come procurarsi il cibo», ha detto Paolo Pezzati, policy advisor per le emergenze umanitarie di Oxfam Italia. «Nell’area intorno a Damasco le persone fanno ore e ore di fila per il pane, mentre i bambini cercano qualcosa da mangiare tra i rifiuti. Per sopravvivere molte famiglie si stanno indebitando, o decidono di mandare i figli a lavorare, razionano il numero di pasti. Per avere una bocca in meno da sfamare, fanno sposare le figlie, anche minorenni. Sono questi gli indicibili effetti di un conflitto dimenticato, in un Paese dove il 90% della popolazione vive sotto la soglia di povertà, il tasso di disoccupazione è arrivato al 60% e il salario minimo mensile nel settore pubblico è di 26 dollari».

In questo momento 12,4 milioni di persone in Siria vivono in una condizione di insicurezza alimentare, il lavoro minorile è diffuso nell’84% delle comunità, mentre i matrimoni precoci nel 71%. Il Paese inoltre fino ad oggi ha fatto affidamento sulle importazioni di grano dalla Russia.

Con lo scoppio della crisi in Ucraina, il Governo ha deciso perciò il razionamento delle riserve alimentari e non solo: oltre al grano, zucchero, riso e carburante.

«Vivere sotto le bombe in Siria era meno terrificante di non poter nutrire i nostri figli». Oxfam ha raccolto diverse testimonianze che raccontano il dramma che in questo momento sta vivendo il popolo siriano.

«Per noi non ha senso pensare al domani, se non sappiamo cosa mettere in tavola oggi per sfamare i nostri figli», racconta Hala, che vive a Deir-ez-Zor una delle zone più devastate dalla guerra dove Oxfam è al lavoro per soccorrere la popolazione.

«Lavoro 13 ore al giorno per sfamare i miei figli, ma non sembra bastare» continua Majed che vive nel governatorato di Rural Damascus. «A volte vorrei che la giornata durasse più di 24 ore per lavorare di più. Sono stanchissimo e non so se riusciremo a sopravvivere».

«Uno stipendio medio basta appena per le spese essenziali», aggiunge Moutaz Adam.

 

L’appello alla comunità internazionale

«Per quanto scioccante sia, i Siriani dicono che vivere sotto le bombe era terribile, ma non aver da mangiare per i figli lo è ancor di più», conclude Pezzati. «A 11 anni dall’inizio della crisi siriana, il dolore e la sofferenza sembrano non avere fine. Per questo lanciamo un appello urgente alla comunità internazionale e ai paesi donatori perché concentrino gli aiuti sul finanziamento di programmi urgenti di risposta alla fame e di protezione sociale per salvare vite e ridare speranza ad un intero popolo».

 

Asmae Dachan

(da Diario di Siria, 22 marzo 2022)


Articoli correlati

  Istanbul. Uccisa la giornalista siriana Hala Barakat
  Asmae Dachan. Aleppo is burning
  La Siria e la crisi dei rifugiati in Europa spiegate in un video
  Radicali Milano. Con i siriani contro il regime
  Tirano. “Quattro voci per la Siria”
  Lidia Menapace. Pace o barbarie
  Yoani Sánchez. A Cuba Assad è soltanto una vittima
  Asmae Dachan. Siria, dove muoiono i diritti umani
  In libreria/ Asmae Dachan, Yara AL Zaitr. “Tu, Siria”
  Christian Flammia. “È in corso la terza guerra mondiale”
  Ordine Giornalisti Marche. Il premio "A passo di notizia" ad Asmae Dachan
  Asmae Dachan. Aleppo est e Aleppo ovest: ecco come vive chi ha deciso di restare
  Asmae Dachan. 1.584 vittime nel mese dopo il digiuno per la pace in Siria
  Vetrina/ Patrizia Garofalo. Notti stellate da incendi...
  Maria Lampa. “Il silenzio del mare” di Asmae Dachan
  Asmae Dachan. “Figlie di un dio minore”, un reportage che pone interrogativi
  Maria Lanciotti. Non in mio nome
  Asmae Dachan. Aleppo non deve morire
  Asmae Dachan. Diritti umani violati in Siria
  Asmae Dachan. Aylan e quella volta che il mondo ha urlato “Mai più”
  Vetrina/ Maria Lanciotti. Ancora e sempre una possibilità per un sogno di pace
  Marisa Cecchetti. Guerra chiama guerra: ce lo eravamo dimenticato?
  Asmae Dachan. Douma, neonato estratto vivo dalle macerie. Decine di bimbi feriti
  Asmae Dachan. Bambini siriani condannati a morire di fame
  Asmae Dachan. L’odore della morte, il profumo di un figlio – Parte 2
  Asmae Dachan. Io, siriana di Aleppo, vi racconto la nostra guerra
  Sondrio. Due mesi in Siria con Medici senza frontiere
  Asmae Dachan. #Siria, soccorrere feriti e mutilati in una corsa contro il tempo
  Asmae Dachan. Dall'altra parte del mare
  Urlo imprigionato (Merendelli – Garofalo)
  Asmae Dachan. Siria, la favola vera del bimbo e l’uva
  Asmae Dachan. Il klashen e il triciclo nello stesso baule
  Unicef: Cinque milioni e mezzo di bambini siriani han bisogno d’aiuto [infografica]
  Asmae Dachan. Aleppo, si cancella la memoria delle stragi
  L’irriverente degli Stati Uniti d’Europa. Dimmi cosa fai e saprò chi sei
  Preghiera laica del Gazetin per il 7 settembre
  Onsur. Poesia e musica a sostegno del popolo siriano
  Siria, tra macerie e speranza: incontro a Recanati
  Asmae Dachan. Marc, l’artista che dipinge la guerra
  Tutti i bambini che vengono da noi sono scheletri, ridotti pelle e ossa
  Daniel Jardim. Crisi siriana
  Sondrio. Genocidio in Siria e il silenzio delle coscienze
  Movimento Nonviolento. Sulla Siria, il nostro “Che fare?”
  L'aggressività americana alla prova di Libia e Siria
  Commercio internazionale d'armi: dal nuovo Governo ci aspettiamo un aumento di trasparenza
  Asmae Dachan. Siria: Dipingere sulla morte, la storia di Akram
  Vetrina/ Patrizia Garofalo. A.D. 2012, Siria
  Vetrina/ Patrizia Garofalo. Un foglio di guerra
  Garrincha. Andamento della guerra in Siria
  Vetrina/ Fiori recisi... Paola Sarcià con Elisabetta Andreoli
  Asmae Dachan. #Aleppo: i barili causano oltre 20 vittime nel quartiere di Myassar
  Asmae Dachan. L’allarme delle Ong sui valichi umanitari ad Aleppo
  “Sacra violenza: terrorismo, guerra, religione, dialogo e libertà”
  Poesiabambina/ Prima e dopo il 4 Novembre...
  Asmae Dachan. #Siria: Isis e l’infibulazione dei cervelli
  Asmae Dachan. Il coraggio delle bambine siriane: “Non potrete ucciderci con l’ignoranza”
  Asmae Dachan. Un'utile bibliografia sulla Siria
  Il dramma della Siria contemporanea nel romanzo di Asmae Dachan
  Emma Bonino: Conti sotto controllo, +Europa con Germania e Francia, crisi siriana
  Asmae Dachan. Di armi chimiche, di bombe a stelle e strisce e di gattini orfani
  Asmae Dachan. I diciott’anni di un figlio
  Asmae Dachan. La Siria e la primavera spezzata
  Asmae Dachan. Agguato al regista siriano Muhammad Bayazid
  Asmae Dachan. Aleppo, vigilia di Ramadan nel segno del sangue
  Asmae Dachan. Darayya, la città di Ghiath Matar, condannata a morte
  Asmae Dachan. La nebbia, una buona compagna di viaggio
  Silvja Manzi e Igor Boni. Per la Siria l'Europa batta un colpo
  Roma, martedì sera. “BiSogno di Pace”
  Poesiabambina/ Ero rimasto solo io... La guerra è un tira e molla tra la vita e la morte
  Raniero La Valle. I cocci del Medio Oriente
  Gianluca Eramo. Giustizia per i bambini siriani
  Appello per Aleppo e una nuova Siria
  Asmae Dachan. L’odore della morte, il profumo di un figlio – Parte 1
  Angioletti... moderni
  Lidia Menapace. Guerre e bugie
  Maria G. Di Rienzo. Ayat al-Qarmezi, il volto del vento del cambiamento nel Bahrain
  Asmae Dachan. Siria, otto anni dopo
  Valter Vecellio. Appunti. Libia, ma anche nucleare, rischio terremoti, antrace, mafia nel Nord, sondaggi...
  Siria: “Gli attacchi intenzionali contro i civili sono crimini di guerra”
  Asmae Dachan. “Ma io non so disegnare…”
  Asmae Dachan. La vita da incubo di una giovane in una tendopoli siriana
  Asmae Dachan. L’ottobre rosso in Siria: 40 massacri denunciati dal SNHR
  Asmae Dachan. “Perdere la propria libertà per la libertà degli altri”
  Asmae Dachan. Padre Paolo Dall’Oglio, dodici mesi di silenzio
  Asmae Dachan. “Mio marito ha disertato”
  Anna Lanzetta. Di fronte alla morte di Aylan, bimbo siriano
  Siria, un gesto per la pace
  Asmae Dachan. Oltre 8mila bambini vittime dei conflitti armati nel 2016
  18 aprile 2011: #In­ter­na­tio­nal_Homs_day
  Asmae Dachan. Da cosa fuggono i civili siriani?
  Marco Lombardi. Le parole di Quirico sui rivoltosi siriani
  Vetrina/ Asmae Dachan. Farò del mio dolore inchiostro
  Asmae Dachan. L’assedio che uccide più delle armi chimiche [VIDEO SHOCK]
  Un’informazione malata è un pericolo per la democrazia
  Torino 20 giugno: incontro sulla Siria
  Vetrina/ Paola Sarcià. Volassero colombe...
  Gianfranco Cercone. “L'altro volto della speranza” di Aki Kaurismaki
  Oltre i muri: da Cuba al Medio Oriente. La sfida per la democrazia
  Mauro Raimondi. “Siriani in transito” nei Civici Corsi di Idoneità
  Asmae Dachan. Siria, medici nel mirino e interventi underground
  Roberto Fantini. Bombardamenti russi sulla Siria: le denunce di Amnesty International
  Emma Bonino: “All'Onu c'è un'atmosfera nuova. Dobbiamo esplorare i segnali dall'Iran”
  Asmae Dachan. #Siria #Ucraina: le nostre lacrime non cadono per terra
  Asmae Dachan. Siria, “sfollati verso il cielo”
  Gordiano Lupi. La guerra in Siria secondo Garrincha
  Marisa Cecchetti. “Siamo gli eroi del circo” di Alessandra Altamura
  Linda Pasta, Leonardo Antonio Mesa Suero. Tutti pazzi per Favour!
  Asmae Dachan. Libere #Vanessa e #Greta
  Asmae Dachan. Partenza da Ancona: cos’è un confine?
  Maria G. Di Rienzo. Voci nel vento
  Pace e libertà per il popolo siriano
  Asmae Dachan. C’era un nido di rondini sul mio balcone
  Siria-Italia. Greta e Vanessa, il coraggio contro l’indifferenza
  Asmae Dachan. “Allah, la Siria, Bashar e basta?”, recensione dell’opera di Alberto Savioli
 
 
 
Commenti
Lascia un commentoLeggi i commenti [ 1 commento ]
 
Indietro      Home Page
STRUMENTI
Versione stampabile
Gli articoli più letti
Invia questo articolo
INTERVENTI dei LETTORI
Un'area interamente dedicata agli interventi dei lettori
SONDAGGIO
TURCHIA NELL'UNIONE EUROPEA?

 75.2%
NO
 24.8%

  vota
  presentazione
  altri sondaggi
RICERCA nel SITO



Agende e Calendari

Archeologia e Storia

Attualità e temi sociali

Bambini e adolescenti

Bioarchitettura

CD / Musica

Cospirazionismo e misteri

Cucina e alimentazione

Discipline orientali

Esoterismo

Fate, Gnomi, Elfi, Folletti

I nostri Amici Animali

Letture

Maestri spirituali

Massaggi e Trattamenti

Migliorare se stessi

Paranormale

Patologie & Malattie

PNL

Psicologia

Religione

Rimedi Naturali

Scienza

Sessualità

Spiritualità

UFO

Vacanze Alternative

TELLUSfolio - Supplemento telematico quotidiano di Tellus
Dir. responsabile Enea Sansi - Reg. Trib. Sondrio n. 208 del 21/12/1989 - ISSN 1124-1276 - R.O.C. N. 32755 LABOS Editrice
Sede legale: Via Fontana, 11 - 23017 MORBEGNO - Tel. +39 0342 610861 - C.F./P.IVA 01022920142 - REA SO-77208 privacy policy