Venerdì , 03 Luglio 2020
VIGNETTA della SETTIMANA
Esercente l'attività editoriale
Realizzazione ed housing
BLOG
MACROLIBRARSI.IT
RICERCA
SU TUTTO IL SITO
TellusFolio > Scuola > Laboratorio
 
Share on Facebook Share on Twitter Share on Linkedin Delicious
Mauro Raimondi. “Siriani in transito” nei Civici Corsi di Idoneità
25 Febbraio 2015
   

Qualche milanese, passando all’interno della Stazione Centrale, si sarà forse accorto di bambini, donne e uomini che bivaccano nel mezzanino, sospesi tra il vasto androne dell’ingresso e il piano di accesso ai treni.

Sono “Siriani in transito”, esattamente come hanno chiamato il loro Progetto le mediatrici culturali Marta Mantegazza, Anna Pasotti, Alessandra Pezza e la fotografa Anna Ruggieri, che con incontri e mostre hanno il grande merito di denunciare l’ennesima situazione drammatica che tocca Milano, forse senza che l’opinione pubblica milanese ne sia pienamente consapevole.

Proprio per questo, il 24 febbraio 2015 le ideatrici di “Siriani in transito” sono state invitate dai Civici Corsi di Idoneità la maggiore realtà multietnica tra le scuole milanesi con i suoi alunni provenienti da quaranta Stati al mondo nella sede di via Deledda 11 per raccontare la loro esperienza.

L’incontro, inserito nel percorso didattico “Punti di vista” Una scuola alla ricerca della verità storica giunto alla terza edizione (il genocidio degli Armeni e la Shoah a Milano i due argomenti precedentemente trattati), è stato aperto dalla Preside dell’Istituto, dottoressa Silvia Corniglia, e dall’Assessore all’Educazione e all’Istruzione del Comune di Milano Francesco Cappelli, che con la sua presenza ha voluto dimostrare “fisicamente” l’attenzione che questa Amministrazione porge nei confronti di questi temi dal profondo significato culturale. 

Nell’Aula Magna della scuola, davanti a un folto pubblico formato da alunni e docenti ma anche da milanesi “comuni” (l’iniziativa, infatti, era aperta a tutta la cittadinanza), Marta Mantegazza e Anna Pasotti che hanno frequentato (e frequentano tuttora) i centri di accoglienza per i Siriani a Milano come operatrici e volontarie hanno narrato l’assurdo viaggio per mare e via terra a cui l’U.E. costringe i Siriani dal loro Paese martoriato soprattutto verso la Svezia, che garantisce un asilo politico nella realtà molto difficile da ottenere per l’impossibilità di raggiungerla via aereo, in quanto i profughi sarebbero respinti perché sprovvisti di un regolare visto.  

Testimoni dirette di tutto ciò, le protagoniste del Progetto “Siriani in transito” hanno descritto il rapporto con i “trafficanti di uomini”, gli elevati costi che i Siriani devono sostenere, oltre per l’appunto al loro tragitto che da Lampedusa (dove i più fortunati riescono a sbarcare da quei barconi che ogni giorno lasciano il Nord Africa, spesso con esiti drammatici) passa poi per la Sicilia (e Catania in particolare, scelta come punto di approdo in Europa) e quindi per Milano. Da cui i profughi, attraverso un viaggio in auto raccontato dall’intenso documentario Io sto con la sposa, partono poi verso la Svezia, le città di Malmö e Jönköping spesso come meta finale.

Particolarmente toccanti sono state le singole testimonianze che Marta Mantegazza, Anna Pasotti e Alessandra Pezza hanno raccolto nelle loro interviste alle persone coinvolte in questo dramma, tutte tragicamente colpite negli affetti più cari dalle conseguenza della guerra. A fianco delle parole, poi, molto efficace è risultata anche la proiezione di immagini e di alcuni scatti di Anna Ruggieri, perché – come hanno sostenuto le due mediatrici culturali presenti – proprio dall’intreccio di racconti e fotografie il Progetto vuole delineare una storia collettiva che possa far nascere una nuova riflessione sui processi di accoglienza e di inclusione in Europa. Con la convinzione che la possibilità di scegliere il paese in cui si vuole vivere sia un diritto, e che la libertà di circolazione debba avvenire con mezzi sicuri e legali grazie a una diversa politica nazionale ed europea.

La serata ha ottenuto un notevole successo, testimoniato anche dalle domande che alla fine gli studenti, molti dei quali coetanei di Marta Mantegazza e Anna Pasotti, hanno rivolto loro, chiedendo tra l’altro le motivazioni personali che hanno fatto scattare l’esigenza di narrare questa vicenda.

Da venerdì 27 febbraio al 2 marzo la Mostra delle foto di “Siriani in transito” sarà esposta presso la Fabbrica del Vapore di via Procaccini, mentre dal 16 marzo fino al 28 marzo si troverà al “Piano Terra” di via Confalonieri.

 

Mauro Raimondi

 

 

Per contatti e info: www.sirianintransito.com, info@sirianintransito.com, www.facebook.com/sirianintransito.


Articoli correlati

  Asmae Dachan. “Perdere la propria libertà per la libertà degli altri”
  Asmae Dachan. Diritti umani violati in Siria
  Roberto Fantini. Bombardamenti russi sulla Siria: le denunce di Amnesty International
  Maria Lanciotti. Non in mio nome
  Vetrina/ Patrizia Garofalo. Notti stellate da incendi...
  Un’informazione malata è un pericolo per la democrazia
  Anna Lanzetta. Di fronte alla morte di Aylan, bimbo siriano
  Siria-Italia. Greta e Vanessa, il coraggio contro l’indifferenza
  “Sacra violenza: terrorismo, guerra, religione, dialogo e libertà”
  Asmae Dachan. L’ottobre rosso in Siria: 40 massacri denunciati dal SNHR
  La Siria e la crisi dei rifugiati in Europa spiegate in un video
  Ordine Giornalisti Marche. Il premio "A passo di notizia" ad Asmae Dachan
  Asmae Dachan. “Ma io non so disegnare…”
  Asmae Dachan. Aylan e quella volta che il mondo ha urlato “Mai più”
  Asmae Dachan. Douma, neonato estratto vivo dalle macerie. Decine di bimbi feriti
  Siria, tra macerie e speranza: incontro a Recanati
  Asmae Dachan. Il coraggio delle bambine siriane: “Non potrete ucciderci con l’ignoranza”
  Il Polo “A. Manzoni” bussola dell’orientamento milanese
  CIA Manzoni. La lezione si fa alla radio
  “Milano e il cinema” a palazzo Morando
  “Dal tetto del Duomo”. Alberto Figliolia intervista Mauro Raimondi
  Milano nel cinema
  Mauro Raimondi
  Mauro Raimondi. Un tuffo nella memorabile Milano degli anni ‘60
  Giovedì a Milano. Presentazione del libro “Cento novantesimi”
  “Il cinema racconta Milano” di Palazzini, Raimondi e Veronesi Carbone
  I luoghi del derby di Milano
  Alberto Figliolia, Davide Grassi, Mauro Raimondi. Eravamo in Centomila
  Da bambino il cielo. Autobiografia di Franco Loi
  Mauro Raimondi. Salviamo i Corsi di Idoneità del Comune, un patrimonio di tutti i milanesi
  Milanesi per sempre a Book City
  Milano e il suo derby, 102 anni di passione sportiva
  Buon compleanno, Franco!
  Milano tra poesia e storia di Alberto Figliolia e Mauro Raimondi
  Mauro Raimondi. La Prima Guerra Mondiale che non ci hanno raccontato…
  Ma l'aria di città (cartoon), Eravamo in Centomila (derby Inter-Milan)
  Milano. Il prof. Marco Rossi-Doria al polo scolastico “A. Manzoni”
  La storia di Milano attraverso il suo derby
  Davide Grassi, Mauro Raimondi: “Milano è rossonera”
  Mauro Raimondi e Marco Palazzini. Milano Films 1896-2009
  Mauro Raimondi. La lezione del partigiano Alfa
  “Il mio cinema”. Intervista a Franco Loi
 
 
 
Commenti
Lascia un commentoNessun commento da leggere
 
Indietro      Home Page
STRUMENTI
Versione stampabile
Gli articoli più letti
Invia questo articolo
INTERVENTI dei LETTORI
Un'area interamente dedicata agli interventi dei lettori
SONDAGGIO
TURCHIA NELL'UNIONE EUROPEA?

 74.7%
NO
 25.3%

  vota
  presentazione
  altri sondaggi
RICERCA nel SITO



Agende e Calendari

Archeologia e Storia

Attualità e temi sociali

Bambini e adolescenti

Bioarchitettura

CD / Musica

Cospirazionismo e misteri

Cucina e alimentazione

Discipline orientali

Esoterismo

Fate, Gnomi, Elfi, Folletti

I nostri Amici Animali

Letture

Maestri spirituali

Massaggi e Trattamenti

Migliorare se stessi

Paranormale

Patologie & Malattie

PNL

Psicologia

Religione

Rimedi Naturali

Scienza

Sessualità

Spiritualità

UFO

Vacanze Alternative

TELLUSfolio - Supplemento telematico quotidiano di Tellus
Dir. responsabile Enea Sansi - Reg. Trib. Sondrio n. 208 del 21/12/1989 - ISSN 1124-1276 - R.O.C. N. 32755 LABOS Editrice
Sede legale: Via Fontana, 11 - 23017 MORBEGNO - Tel. +39 0342 610861 - C.F./P.IVA 01022920142 - REA SO-77208 privacy policy