Domenica , 29 Novembre 2020
VIGNETTA della SETTIMANA
Esercente l'attività editoriale
Realizzazione ed housing
BLOG
MACROLIBRARSI.IT
RICERCA
SU TUTTO IL SITO
TellusFolio > Nave Terra > Sì, viaggiare
 
Share on Facebook Share on Twitter Share on Linkedin Delicious
Asmae Dachan. Partenza da Ancona: cos’è un confine? 
Dall’altra parte del mare, giorno 1
03 Luglio 2014
 

Allungare la gamba verso l’altra parte del Mediterraneo, per immergersi senza annegare nella realtà della guerra.

Dieci mesi dopo il primo viaggio, sono di nuovo dall’altra parte del mare, senza quella salutare inconsapevolezza della prima esperienza, con la coscienza che nulla è come immagini da lontano, con la consapevolezza che quando ti avvicini troppo al sole, per quanto tu ami la sua luce, finisci inesorabilmente per scottarti…

La traversata di migliaia di chilometri nei rapidi tempi che un volo ti consente oscura quelle infinite diversità che danno ad ogni luogo, peculiarità uniche. Le oscura senza cancellarle. Perché nulla può cancellare l’identità e la storia di un popolo, nulla se non la violenza e le atrocità della guerra. La guerra che uccide per primi i diritti umani e poi, di conseguenza, tutto il resto. Si sgretola ogni certezza, ogni regola. Restano in piedi solo le barriere.

E allora mi chiedo, di fronte a questo scenario, cosa sia un confine: una linea immaginaria che divide due mondi reali, o un muro reale che allontana due metà dialoganti, che si completano, si contaminano, si sostengono? Da una parte la quotidianità sono la morte e la distruzione, dall’altra la quotidianità diventa cercare di dare sostegno a chi cade vittima di tante atrocità e vede il suo territorio diventare un passaggio per innocenti e disperati in fuga.

Attraversare questa sorta di limbo significa farsi avvolgere dal fiato corto della morte, non perché tu sia in pericolo, ma perché lei si è insidiata in ogni sguardo, in ogni parola, nel racconto di ogni vita che incontri. Diventa il collante di un’umanità frantumata in mille schegge taglienti, che solo l’amore può limare, può ricomporre. E la straordinaria forza dell’amore ti spoglia di ogni inutile certezza. L’amore che ti viene reso in un sorriso sincero, in una parola di fratellanza e amicizia che risuona dolcissima contro il fragore delle armi.

 

Asmae Dachan

(da Diario di Siria, 21 giugno 2014)


Articoli correlati

  Vetrina/ Patrizia Garofalo. A.D. 2012, Siria
  Asmae Dachan. “Allah, la Siria, Bashar e basta?”, recensione dell’opera di Alberto Savioli
  Onsur. La fame non aspetta
  Siria, tra macerie e speranza: incontro a Recanati
  Video-intervista a Vanessa Marzullo di Asmae Dachan (2012)
  Asmae Dachan. Da cosa fuggono i civili siriani?
  “Giornalisti del Mediterraneo”. Ad Asmae Dachan il premio della giuria
  Maria Lampa. “Il silenzio del mare” di Asmae Dachan
  Asmae Dachan “nella tana degli uomini bomba”
  Asmae Dachan. Sono un poeta che ha prestato la sua anima alla morte
  Asmae Dachan. Il terrorismo spiegato a mio figlio
  Asmae Dachan. Il mio incontro con Papa Francesco
  Ordine Giornalisti Marche. Il premio "A passo di notizia" ad Asmae Dachan
  Premio giornalismo “Universum Donna” ad Asmae Dachan, ambasciatrice di pace
  Asmae Dachan. La vita da incubo di una giovane in una tendopoli siriana
  In libreria/ Asmae Dachan. Noura
  Asmae Dachan. Uno studente mi ha chiesto…
  Eventi/ Whats Art. Poesia e musica sulla migrazione
  Vetrina/ Asmae Dachan. Farò del mio dolore inchiostro
  Asmae Dachan. Hassun, la vita dopo la morte
  Un progetto poesia con “Girasoli di mare” al “Donegani” di Sondrio
  Asmae Dachan. Omar e Salman, un appello per le voci di pace dell’Iraq
  Asmae Dachan. Il klashen e il triciclo nello stesso baule
  Asmae Dachan. “Non sono presente fisicamente, ma anche io partecipo alla giornata di ecumenica preghiera”
  Sana, la ragazza uccisa dal padre in Pakistan
  Asmae Dachan. “Ho l’obbligo di rispondere alle affermazioni dell’on. Giorgia Meloni”
  Onsur. Poesia e musica a sostegno del popolo siriano
  Il dramma della Siria contemporanea nel romanzo di Asmae Dachan
  Eventi/ “Girasoli di mare” a Macerata, sabato 18 giugno
  Asmae Dachan. Dall'altra parte del mare
  Asmae Dachan. “Figlie di un dio minore”, un reportage che pone interrogativi
  Asmae Dachan. Di armi chimiche, di bombe a stelle e strisce e di gattini orfani
  Asmae Dachan. Siria, la favola vera del bimbo e l’uva
  Asmae Dachan. Siria: Dipingere sulla morte, la storia di Akram
  A Patrizia
  Asmae Dachan. La nebbia, una buona compagna di viaggio
  Asmae Dachan. Siria, “sfollati verso il cielo”
  Asmae Dachan. Siria, otto anni dopo
  Asmae Dachan. Lettera a Mohamed Bouazizi da un’attivista siriana
  Asmae Dachan. Padre Paolo Dall’Oglio, dodici mesi di silenzio
  Asmae Dachan. #Siria: Isis e l’infibulazione dei cervelli
  Asmae Dachan. L’odore della morte, il profumo di un figlio – Parte 2
  Asmae Dachan. #Aleppo: i barili causano oltre 20 vittime nel quartiere di Myassar
  Asmae Dachan. L’odore della morte, il profumo di un figlio – Parte 1
  Asmae Dachan. #Siria, soccorrere feriti e mutilati in una corsa contro il tempo
 
 
 
Commenti
Lascia un commentoLeggi i commenti [ 1 commento ]
 
Indietro      Home Page
STRUMENTI
Versione stampabile
Gli articoli più letti
Invia questo articolo
INTERVENTI dei LETTORI
Un'area interamente dedicata agli interventi dei lettori
SONDAGGIO
TURCHIA NELL'UNIONE EUROPEA?

 75.0%
NO
 25.0%

  vota
  presentazione
  altri sondaggi
RICERCA nel SITO



Agende e Calendari

Archeologia e Storia

Attualità e temi sociali

Bambini e adolescenti

Bioarchitettura

CD / Musica

Cospirazionismo e misteri

Cucina e alimentazione

Discipline orientali

Esoterismo

Fate, Gnomi, Elfi, Folletti

I nostri Amici Animali

Letture

Maestri spirituali

Massaggi e Trattamenti

Migliorare se stessi

Paranormale

Patologie & Malattie

PNL

Psicologia

Religione

Rimedi Naturali

Scienza

Sessualità

Spiritualità

UFO

Vacanze Alternative

TELLUSfolio - Supplemento telematico quotidiano di Tellus
Dir. responsabile Enea Sansi - Reg. Trib. Sondrio n. 208 del 21/12/1989 - ISSN 1124-1276 - R.O.C. N. 32755 LABOS Editrice
Sede legale: Via Fontana, 11 - 23017 MORBEGNO - Tel. +39 0342 610861 - C.F./P.IVA 01022920142 - REA SO-77208 privacy policy