Mercoledì , 02 Dicembre 2020
VIGNETTA della SETTIMANA
Esercente l'attività editoriale
Realizzazione ed housing
BLOG
MACROLIBRARSI.IT
RICERCA
SU TUTTO IL SITO
TellusFolio > Nave Terra > Oblò mediorientale
 
Share on Facebook Share on Twitter Share on Linkedin Delicious
Asmae Dachan. “Mio marito ha disertato” 
Perché sporcarsi le mani col sangue di innocenti significa morire ogni giorno
17 Settembre 2013
 

Perché molti poliziotti e militari siriani hanno defezionato? Me lo ha raccontato Wisal, che ora sta con la famiglia in un campo profughi nella periferia di Idlib. Innamorata del marito e fiera di lui, oggi è lei a dargli forza.

«Siamo originari di Hass; il giorno prima di abbandonare la nostra casa abbiamo contato tra le cinquanta e le sessanta bombe piovute sopra il nostro villaggio. Appena c’è stato un momento di tregua abbiamo cercato di fuggire. Mio marito era nascosto in un villaggio vicino già da qualche giorno. Da tempo era preso di mira dai suoi superiori, perché disobbediva agli ordini: inizialmente gli avevano chiesto di prendere a manganellate i manifestanti e fotografarli per identificarli e arrestarli; non lo aveva mai fatto, limitandosi a urlare contro di loro per spaventarli; lì aveva ricevuto il primo richiamo. Successivamente era stato imposto alla sua divisione di molestare le ragazze che prendevano parte ai cortei, sequestrando quelle più giovani e graziose; anche lì aveva disobbedito, limitandosi ancora una volta a fare la voce grossa e ricevendo minacce pesanti dai suoi preposti.

Quando, infine, gli hanno intimato di sparare ai giovani manifestanti, puntando alle ginocchia e alla testa, ha preso la decisione di disertare. Mio marito non è un martire, è ancora vivo, ma è come se gli avessero ucciso l’anima. Non ha mai voluto raccontarmi quello che ha visto in caserma, ma se è arrivato a disertare, mettendo a rischio la sua e la nostra vita, posso solo dedurre che era qualcosa di drammatico. Spesso mi dice che è in pena perché con la sua scelta ci ha portato alla fuga, fino al campo profughi, ma io sono fiera di lui e gli dico che vivere onestamente da profughi significa essere felici, mentre sporcarsi le mani col sangue degli innocenti significa morire ogni giorno. Ora è addetto alla sicurezza del campo».

 

Asamae Dachan

(da Diario di Siria, 15 settembre 2013)


Articoli correlati

  Asmae Dachan. Da cosa fuggono i civili siriani?
  Emma Bonino: “All'Onu c'è un'atmosfera nuova. Dobbiamo esplorare i segnali dall'Iran”
  Asmae Dachan. L’assedio che uccide più delle armi chimiche [VIDEO SHOCK]
  Vetrina/ Fiori recisi... Paola Sarcià con Elisabetta Andreoli
  Gordiano Lupi. La guerra in Siria secondo Garrincha
  Asmae Dachan. Darayya, la città di Ghiath Matar, condannata a morte
  Asmae Dachan. La vita da incubo di una giovane in una tendopoli siriana
  Movimento Nonviolento. Sulla Siria, il nostro “Che fare?”
  Tirano. “Quattro voci per la Siria”
  Asmae Dachan. 1.584 vittime nel mese dopo il digiuno per la pace in Siria
  Asmae Dachan. Il klashen e il triciclo nello stesso baule
  Vetrina/ Paola Sarcià. Volassero colombe...
  Marco Lombardi. Le parole di Quirico sui rivoltosi siriani
  Onsur. Poesia e musica a sostegno del popolo siriano
  Asmae Dachan. Dall'altra parte del mare
  Siria, un gesto per la pace
  Preghiera laica del Gazetin per il 7 settembre
  Daniel Jardim. Crisi siriana
  Vetrina/ Maria Lanciotti. Ancora e sempre una possibilità per un sogno di pace
  Asmae Dachan. Di armi chimiche, di bombe a stelle e strisce e di gattini orfani
  Marisa Cecchetti. Guerra chiama guerra: ce lo eravamo dimenticato?
  Lidia Menapace. Pace o barbarie
  Asmae Dachan. Siria, la favola vera del bimbo e l’uva
  In libreria/ Asmae Dachan, Yara AL Zaitr. “Tu, Siria”
 
 
 
Commenti
Lascia un commentoNessun commento da leggere
 
Indietro      Home Page
STRUMENTI
Versione stampabile
Gli articoli più letti
Invia questo articolo
INTERVENTI dei LETTORI
Un'area interamente dedicata agli interventi dei lettori
SONDAGGIO
TURCHIA NELL'UNIONE EUROPEA?

 74.6%
NO
 25.4%

  vota
  presentazione
  altri sondaggi
RICERCA nel SITO



Agende e Calendari

Archeologia e Storia

Attualità e temi sociali

Bambini e adolescenti

Bioarchitettura

CD / Musica

Cospirazionismo e misteri

Cucina e alimentazione

Discipline orientali

Esoterismo

Fate, Gnomi, Elfi, Folletti

I nostri Amici Animali

Letture

Maestri spirituali

Massaggi e Trattamenti

Migliorare se stessi

Paranormale

Patologie & Malattie

PNL

Psicologia

Religione

Rimedi Naturali

Scienza

Sessualità

Spiritualità

UFO

Vacanze Alternative

TELLUSfolio - Supplemento telematico quotidiano di Tellus
Dir. responsabile Enea Sansi - Reg. Trib. Sondrio n. 208 del 21/12/1989 - ISSN 1124-1276 - R.O.C. N. 32755 LABOS Editrice
Sede legale: Via Fontana, 11 - 23017 MORBEGNO - Tel. +39 0342 610861 - C.F./P.IVA 01022920142 - REA SO-77208 privacy policy