Martedì , 04 Agosto 2020
VIGNETTA della SETTIMANA
Esercente l'attività editoriale
Realizzazione ed housing
BLOG
MACROLIBRARSI.IT
RICERCA
SU TUTTO IL SITO
TellusFolio > Nave Terra > Oblò mediorientale
 
Share on Facebook Share on Twitter Share on Linkedin Delicious
Asmae Dachan. L’assedio che uccide più delle armi chimiche [VIDEO SHOCK]
03 Novembre 2013
 

Daraya, provincia di Damasco, 2 novembre 2013 – Cos’è un assedio?

Significato dal dizionario Treccani: «Insieme di operazioni militari (accerchiamento, attacco diretto con armi idonee e materiale di artiglieria, ecc.), che vengono svolte intorno a una piazzaforte per determinarne la resa».

In pratica: isolamento di una città o di un villaggio, imprigionamento di tutta la popolazione – bambini, donne, uomini, anziani – impedimento di entrare e/o uscire dalla zona accerchiata, blocco del riferimento di viveri, medicinali, aiuti di ogni genere.

Traduzione nelle città siriane: denutrizione, mancanza di cure, fame, progressivo indebolimento del corpo, dimagrimento, debilitazione, lenta agonia.

Condanna a morte collettiva. Esecuzione silenziosa, senza armi, senza spargimento di sangue.

Continuiamo a raccontarvi le storie degli ultimi, quelli che il mondo non vuole vedere, di cui nessuno si vuole occupare. Oggi salutiamo Mahmoud Arrifay, un uomo ferito mortalmente circa sei mesi fa, che necessitava di cure specifiche, ma a cui non è stato possibile offrire alcun tipo di assistenza. «Attribuiamo la sua morte non tanto alle ferite riportate, ma alle conseguenze dell’assedio, che hanno impedito di nutrirlo e curarlo adeguatamente».

Mahmoud è stata condannato a morire di una morte lenta, dolorosa. Il suo corpo esanime racconta la sua atroce sofferenza. Il suo, purtroppo, non è un caso isolato. L’assedio sta uccidendo neonati che non ricevono latte e civili di ogni età debilitati, stremati. Migliaia di persone nella periferia meridionale di Damasco, come a Homs e in altre città, stanno lottando contro un genocidio di massa che si consuma nel silenzio, senza armi, senza clamore.

«L’assedio è un crimine contro l’umanità, ci uccide più delle armi chimiche perché nessuno si sporca le mani», denunciano i civili siriani.

Che tipo di umanità accetta tutto questo orrore?

Mahmoud se ne è andato in silenzio, ma la sua morte è il grido di disperazione di un intero popolo, di chiunque abbia ancora un cuore, una coscienza.

 

Asmae Dachan

(da Diario di Siria, 2 novembre 2013)

 

 


Articoli correlati

  Asmae Dachan. Di armi chimiche, di bombe a stelle e strisce e di gattini orfani
  Asmae Dachan. La vita da incubo di una giovane in una tendopoli siriana
  Onsur. Poesia e musica a sostegno del popolo siriano
  Asmae Dachan. 1.584 vittime nel mese dopo il digiuno per la pace in Siria
  Vetrina/ Fiori recisi... Paola Sarcià con Elisabetta Andreoli
  Movimento Nonviolento. Sulla Siria, il nostro “Che fare?”
  Marisa Cecchetti. Guerra chiama guerra: ce lo eravamo dimenticato?
  Asmae Dachan. Dall'altra parte del mare
  Marco Lombardi. Le parole di Quirico sui rivoltosi siriani
  Asmae Dachan. “Mio marito ha disertato”
  Siria, un gesto per la pace
  Preghiera laica del Gazetin per il 7 settembre
  Daniel Jardim. Crisi siriana
  Tirano. “Quattro voci per la Siria”
  Gordiano Lupi. La guerra in Siria secondo Garrincha
  Asmae Dachan. Siria, la favola vera del bimbo e l’uva
  Asmae Dachan. Darayya, la città di Ghiath Matar, condannata a morte
  Asmae Dachan. Il klashen e il triciclo nello stesso baule
  Lidia Menapace. Pace o barbarie
  Emma Bonino: “All'Onu c'è un'atmosfera nuova. Dobbiamo esplorare i segnali dall'Iran”
  In libreria/ Asmae Dachan, Yara AL Zaitr. “Tu, Siria”
  Asmae Dachan. Da cosa fuggono i civili siriani?
  Vetrina/ Maria Lanciotti. Ancora e sempre una possibilità per un sogno di pace
  Vetrina/ Paola Sarcià. Volassero colombe...
 
 
 
Commenti
Lascia un commentoNessun commento da leggere
 
Indietro      Home Page
STRUMENTI
Versione stampabile
Gli articoli più letti
Invia questo articolo
INTERVENTI dei LETTORI
Un'area interamente dedicata agli interventi dei lettori
SONDAGGIO
TURCHIA NELL'UNIONE EUROPEA?

 74.5%
NO
 25.5%

  vota
  presentazione
  altri sondaggi
RICERCA nel SITO



Agende e Calendari

Archeologia e Storia

Attualità e temi sociali

Bambini e adolescenti

Bioarchitettura

CD / Musica

Cospirazionismo e misteri

Cucina e alimentazione

Discipline orientali

Esoterismo

Fate, Gnomi, Elfi, Folletti

I nostri Amici Animali

Letture

Maestri spirituali

Massaggi e Trattamenti

Migliorare se stessi

Paranormale

Patologie & Malattie

PNL

Psicologia

Religione

Rimedi Naturali

Scienza

Sessualità

Spiritualità

UFO

Vacanze Alternative

TELLUSfolio - Supplemento telematico quotidiano di Tellus
Dir. responsabile Enea Sansi - Reg. Trib. Sondrio n. 208 del 21/12/1989 - ISSN 1124-1276 - R.O.C. N. 32755 LABOS Editrice
Sede legale: Via Fontana, 11 - 23017 MORBEGNO - Tel. +39 0342 610861 - C.F./P.IVA 01022920142 - REA SO-77208 privacy policy