Lunedì , 06 Luglio 2020
VIGNETTA della SETTIMANA
Esercente l'attività editoriale
Realizzazione ed housing
BLOG
MACROLIBRARSI.IT
RICERCA
SU TUTTO IL SITO
TellusFolio > Nave Terra > Oblò cubano
 
Share on Facebook Share on Twitter Share on Linkedin Delicious
Yoani Sánchez. Noi, il popolo
22 Gennaio 2009
 

Dal blog Generación Y

20 gennaio 2009

 

 

Nosotros, el Pueblo

Soy post-moderna y descreída: los discursos me provocan sueño y un líder subido a la tribuna resulta -para mí- el colmo del tedio. Asocio los micrófonos con los llamados a la intransigencia y la elogiada oratoria de algunos, siempre me ha parecido puros gritos para ensordecer al “enemigo”. En los actos públicos lograba escabullirme y prefiero el zumbido de una mosca antes que escuchar las promesas de un político. He tenido que oír tantas arengas -muchas de ellas al parecer interminables- que no soy el público indicado para aguantar una nueva perorata.

Para mí, la voz que emerge de los estrados ha traído más intolerancia que concordia, una porción mayor de crispación que de llamados a la armonía. Salidos de las tribunas, he visto vaticinios de invasiones que nunca llegaron, planes económicos que tampoco se cumplieron y hasta expresiones tan discriminatorias como “¡Que se vaya la escoria, que se vaya!” De ahí que esté tan confundida con la alocución serena que ha pronunciado hoy Barack Obama, con su manera de hilvanar argumentos e invocar a la concordia.

Me ha parecido al leerlo -no tengo una parabólica ilegal para ver la tele- que toda una retórica ha quedado condenada al siglo XX. Hemos empezado a decir adiós a esa convulsionada elocuencia, que ya no nos conmueve. Solo espero que seamos “Nosotros, el Pueblo”* quienes escribamos a partir de ahora los discursos.

 

Yoani Sánchez

 

* Tomado de la traducción del discurso de Barack Obama publicada en el diario español El País.

 

 

Noi, il popolo

Sono post-moderna e incredula: i discorsi mi provocano sonnolenza e un leader che sale sul podio risulta - per me - il massimo della noia. Associo i microfoni con le chiamate all’intransigenza e la lodata eloquenza di alcuni, mi ha sempre fatto l’effetto di un semplice gridare per stordire il “nemico”. Nelle azioni pubbliche riuscivo a svignarmela e preferisco il ronzio di una mosca prima di udire le promesse di un politico. Ho dovuto ascoltare tanti discorsi - molti di essi davvero interminabili - che non sono il pubblico più indicato per sostenere una nuova tiritera.

Per me, la voce che si eleva dai palchi ha portato più intolleranza che concordia, una porzione maggiore di esasperazione piuttosto che inviti all’armonia. Ho visto scaturire dai podi previsioni di invasioni che non si sono mai verificate, piani economici mai compiuti e persino espressioni discriminatorie come “Che se ne vadano le scorie, che se ne vadano!”. Per questo motivo sono rimasta piuttosto disorientata dal discorso sereno pronunciato oggi da Barack Obama, con il suo modo di imbastire argomenti e appellarsi alla concordia.

Mentre lo leggevo - non possiedo un’antenna parabolica illegale per vedere la televisione - mi è sembrato che tutta una retorica sia stata condannata al secolo XX. Abbiamo cominciato a dire addio a certa agitata eloquenza, che adesso non ci commuove. Spero soltanto che a partire da questo momento saremo «Noi, il Popolo»* a scrivere i discorsi.

 

Traduzione di Gordiano Lupi

 

* Ripreso dalla traduzione del discorso di Barack Obama pubblicata sul quotidiano spagnolo El País.


Articoli correlati

  Yoani Sánchez. Una visita più simbolica che politica
  Yoani Sánchez. Questo martedì potrebbe cominciare qualcosa
  Roberto Malini. Salvare il nostro pianeta
  Piero Capone. Il programma barackiano di Veltroni
  Marco Lombardi. L'Italia è gossip
  Wendy Guerra. Visite di primavera all’Avana
  Barack Obama. Il nuovo inizio
  Antonia Sani. Un non-bianco alla Casa Bianca
  Renato Pierri. Che cosa c'entra mai con la pace la posizione di Obama nei riguardi dell'aborto?
  Niccolò Bulanti. Presidenziali Usa. Novità è speranza, se l'apparenza non inganna
  Dal Consiglio provinciale di Novara e su Obama
  Yoani Sánchez: “Credo che il cambiamento sia sempre più vicino”
  Marco Zacchera. Le mine di Obama. Le protesi di Cairo
  Certi Diritti. Obama, Hollande, Cameron, Key: Sì al matrimonio tra persone dello stesso sesso. E l'Italia?
  Carlo Forin. Lèggere una società che precipita
  Moonisa: Abuja, 5.11.2008. Lo specchio della vittoria di Obama in Africa
  Reinaldo Escobar. Il carcere di Guantánamo
  Lidia Menapace. L'imperialismo USA nell'era di Obama
  Massimo Aprile. Dateci il voto e trasformeremo la nazione!
  Raniero La Valle. I cocci del Medio Oriente
  Marco Zacchera. Obama visto da destra (dal Texas)
  Claudia Osmetti. Il Quarto emendamento di Obama
  Dal discorso tenuto da Barack Obama all'Università del Cairo. Proposta per gli esami.
  Lidia Menapace. Neutralità, Nato, Caschi blu
  Annagloria Del Piano. Obama è Presidente!
  Bruna Spagnuolo: La lungimiranza-quasi chiaroveggenza di Tellusfolio su Barack Obama
  Damiano Mazzotti. Stati Uniti, Crisi del’29 e Caos del 2009
  Il patriarcato gentile di Obama
  Il cambiamento alla Casa Bianca e il cambiamento di ognuno di noi
  Marco Lombardi. Abortirai con dolore
  Enrico Peyretti. Lo statista senza immaginazione. Berlusconi su Obama
  Gino Songini. Barack Obama negli States, Licio Gelli da noi
  Adieu, Madame Thatcher
 
 
 
Commenti
Lascia un commentoNessun commento da leggere
 
Indietro      Home Page
STRUMENTI
Versione stampabile
Gli articoli più letti
Invia questo articolo
INTERVENTI dei LETTORI
Un'area interamente dedicata agli interventi dei lettori
SONDAGGIO
TURCHIA NELL'UNIONE EUROPEA?

 74.7%
NO
 25.3%

  vota
  presentazione
  altri sondaggi
RICERCA nel SITO



Agende e Calendari

Archeologia e Storia

Attualità e temi sociali

Bambini e adolescenti

Bioarchitettura

CD / Musica

Cospirazionismo e misteri

Cucina e alimentazione

Discipline orientali

Esoterismo

Fate, Gnomi, Elfi, Folletti

I nostri Amici Animali

Letture

Maestri spirituali

Massaggi e Trattamenti

Migliorare se stessi

Paranormale

Patologie & Malattie

PNL

Psicologia

Religione

Rimedi Naturali

Scienza

Sessualità

Spiritualità

UFO

Vacanze Alternative

TELLUSfolio - Supplemento telematico quotidiano di Tellus
Dir. responsabile Enea Sansi - Reg. Trib. Sondrio n. 208 del 21/12/1989 - ISSN 1124-1276 - R.O.C. N. 32755 LABOS Editrice
Sede legale: Via Fontana, 11 - 23017 MORBEGNO - Tel. +39 0342 610861 - C.F./P.IVA 01022920142 - REA SO-77208 privacy policy