Sabato , 14 Dicembre 2019
VIGNETTA della SETTIMANA
Esercente l'attività editoriale
Realizzazione ed housing
BLOG
MACROLIBRARSI.IT
RICERCA
SU TUTTO IL SITO
TellusFolio > Diario di bordo
 
Share on Facebook Share on Twitter Share on Linkedin Delicious
Enrico Peyretti. Lo statista senza immaginazione. Berlusconi su Obama
10 Novembre 2008
 

Pensavo a una possibile interpretazione psicoanalitica-psicotica della scema battuta del B. su Obama abbronzato. Credendo di fare lo spiritoso, lo immaginava e lo diceva a se stesso come un bianco che ha preso molto sole. È la politica della pacca sulla spalla: “Non importa quel che tu sei, che tu pensi, che tu vuoi. Conta il fatto che io ti considero mio amico, cioè ti prendo nella mia cerchia, o vengo nella tua. Qui ci aggiustiamo tra noi. Infatti, siamo tutti uguali. Così fan tutti, lo sappiamo. Corruzione? No, è la regola. Se tu (Bush) sei più potente di me, non importa cosa fai, conta che io sia amico tuo, ricordatene. Se tu (Putin) diventi potente di nuovo anche tu, qualunque cosa tu faccia, ricordati che siamo compari. E voi, miei deputati e mie deputate, sapete cosa dovete fare per essere rieletti”.

Nel consesso dei potenti, non si accorge che stanno giocando sulla scacchiera la vita dei popoli, e fa le corna al collega dietro la schiena, nella foto, come fanno i ragazzi nell'età scema e irresponsabile della vita. E altro.

Ora compare questo meticcio, emblema incarnato della mescolanza dei popoli, che lui non sente propriamente congeniale. Lui sperava che vincesse l'altro, più simile, più continuatore di Bush. Come incassare la delusione? Ridendoci su. Dal profondo ha difficoltà ad ammettere che potrebbe essere un cambiamento del solito gioco che lui conosce. Dal profondo (per quanto ha di profondo) lo ricupera, lo annette al proprio mondo di furbi, sebbene col senso della propria superiorità.

La sua battuta è la solita pacca sulla spalla. “È soltanto un po' annerito dal sole, ma è uno di noi. Non aspettatevi nulla di nuovo. L'avete votato perché è bello e alto. Io non sono alto (ha trovato persino il coraggio, per l'occasione eccezionale, di ironizzare dolorosamente sulla propria statura), ho altre bellezze e valori per cui mi avete votato. Non immaginate cambiamenti seri. Non cambia nulla. Ha solo preso un po' di sole, è solo più giovane. Non cambia nulla. Tutto è uguale a me, in sostanza, sotto la tinta diversa. Avete capito bene che non può cambiare nulla?”.

Non so se sbaglio. Così immagino che lui immagini. Le battute, le “carinerie”, le successive arrabbiature insultanti e turpiloquiose, è vero che gli vengono dal cuore. O giù di lì. Mentre avviene forse qualcosa di nuovo, si aggrappa ai modi più vecchi.

 

Enrico Peyretti


Articoli correlati

  Yoani Sánchez. Una visita più simbolica che politica
  Piero Capone. Il programma barackiano di Veltroni
  Il cambiamento alla Casa Bianca e il cambiamento di ognuno di noi
  Certi Diritti. Obama, Hollande, Cameron, Key: Sì al matrimonio tra persone dello stesso sesso. E l'Italia?
  Marco Lombardi. Abortirai con dolore
  Dal discorso tenuto da Barack Obama all'Università del Cairo. Proposta per gli esami.
  Wendy Guerra. Visite di primavera all’Avana
  Roberto Malini. Salvare il nostro pianeta
  Niccolò Bulanti. Presidenziali Usa. Novità è speranza, se l'apparenza non inganna
  Bruna Spagnuolo: La lungimiranza-quasi chiaroveggenza di Tellusfolio su Barack Obama
  Barack Obama. Il nuovo inizio
  Carlo Forin. Lèggere una società che precipita
  Antonia Sani. Un non-bianco alla Casa Bianca
  Renato Pierri. Che cosa c'entra mai con la pace la posizione di Obama nei riguardi dell'aborto?
  Raniero La Valle. I cocci del Medio Oriente
  Dal Consiglio provinciale di Novara e su Obama
  Moonisa: Abuja, 5.11.2008. Lo specchio della vittoria di Obama in Africa
  Marco Zacchera. Le mine di Obama. Le protesi di Cairo
  Damiano Mazzotti. Stati Uniti, Crisi del’29 e Caos del 2009
  Reinaldo Escobar. Il carcere di Guantánamo
  Claudia Osmetti. Il Quarto emendamento di Obama
  Massimo Aprile. Dateci il voto e trasformeremo la nazione!
  Yoani Sánchez. Questo martedì potrebbe cominciare qualcosa
  Marco Zacchera. Obama visto da destra (dal Texas)
  Gino Songini. Barack Obama negli States, Licio Gelli da noi
  Lidia Menapace. L'imperialismo USA nell'era di Obama
  Lidia Menapace. Neutralità, Nato, Caschi blu
  Il patriarcato gentile di Obama
  Yoani Sánchez. Noi, il popolo
  Annagloria Del Piano. Obama è Presidente!
  Marco Lombardi. L'Italia è gossip
  Adieu, Madame Thatcher
  Yoani Sánchez: “Credo che il cambiamento sia sempre più vicino”
  Gigi Fioravanti / Marco Lombardi. Una ballata e una nenia per questi nostri tristi giorni
  Gino Songini. Una gita con Berlusconi
  Rosario Amico Roxas. Nel pieno della simonia
  Renato Pierri. Rassegnazione nel Dna
  “Noi Siamo Chiesa” sul profondo malessere determinato dal nuovo scandalo
  Rosario Amico Roxas. Due discorsi per due uomini
  Carlo Forin. Il porcile
  Gianni Somigli. La international pole position di sua poca altezza e quasi santità (santo subito!) con raccolta di firme incorporata
  Rosario Amico Roxas. “Er più” vincente perché sconfitto
  Claudia Osmetti. Processo Mediaset: Non si vive di solo (anti)berlusconismo
  Veronica Tussi. Un sogno 'originato' da recenti scandalose vicende
  History of Italy (opinione inglese)
  Rosario Amico Roxas. Avvertimento al PD
  Valter Vecellio. Berlusconi al “Foglio”. C’è qualcosa di più grave del “reato di cena privata”...
  Gino Songini. Mentre i cardinali tacciono
  Primo Mastrantoni. Tasse e Berlusconi al Parlamento
  Paolo Diodati. La solitudine del numero uno
  Caso Ruby. Uovo di Colombo: Perché non abbassare la maggiore età?
  Lidia Menapace. Quel benefattore di Berlusconi
  Valter Vecellio. Pensieri “spettinati”. Tra indecenza e volgarità
  Rosario Amico Roxas. La vera crisi
  Rosario Amico Roxas. Il cavaliere e “La Perdonanza”
  Un appello dei “ragazzi di don Milani”
  Martina Simonini. Tre o quattro pillole per il 2013
  Martina Simonini. È tempo che ciascuno ci metta del suo
  Valter Vecellio. Berlusconi, il paese di “merda” e tutti gli altri...
  Veronica Tussi. Le amare considerazioni di Alessio
  Valter Vecellio. La risorsa maggiore di Berlusconi è un PD senza proposte e iniziativa politica
  Maria G. Di Rienzo. Nel nome del “papi”
  Gino Songini. Ma diamogli un calcio nel sedere (metaforico, s'intende)
  Proprio l’8 Marzo?
  “Papi” sul Gazetin di giugno
  Gianni Somigli. Contrordine casuale prefestivo
  Rosario Amico Roxas. La vittoria di Pirro
  Valter Vecellio. La situazione: calma. È caos
  Lidia Menapace. Berlusconi (e Formigoni)
  Elsa Morante. Come ogni mimo, si immagina sempre di essere il personaggio che vuole rappresentare
  Valter Vecellio. Berlusconi in pensione? Chissà. Forse
  Alessandra Borsetti Venier. Lettera di Elvira Dones a Berlusconi
  Garrincha. Berluscó
  Lidia Menapace. Mai sopravvalutare Berlusconi...
  Nicola Vacca. Il basso impero del berlusconismo
  Rosario Amico Roxas. Le forze del male e il cavaliere
  Marco Cipollini: E diamoglielo il Nobel per la pace a Berlusconi!
  Enrico Peyretti. Va cacciato
  Giannelli. Settennato
  Rosario Amico Roxas. Ma non è un purosangue, è solo un brocco in disarmo
  Maria G. Di Rienzo: C'è riscatto nella voce
  Paolo Farinella. Senza la profezia, rimane la complicità
  Valter Vecellio. “Il baratto” di Michele De Lucia
  Maolori
  Maria Lanciotti. Bignamino di una cronaca non ancora storicizzata – 7
  Luigi Fioravanti. Il vero scandalo
  Claudio Forleo. Le dame e il Cavaliere
  Marco Lombardi. La maschera di cera
  Annapaola Laldi. Il dito di Bossi, le corna e le carinerie di Berlusconi e il 5 in condotta
  Valter Vecellio. Più che le parole di Berlusconi, quello che “pesa” è il silenzio di tanti alleati
  Rosario Amico Roxas. Quanto costa il Nobel per la Pace?
  Gigi Fioravanti. Appello elettorale
  Renato Pierri. Una cosa mi consola
  Renato Pierri. Il senso del ridicolo
  Primo Mastrantoni. Berlusconi e la “non sfiducia”
  Valter Vecellio. Può essere che Berlusconi invecchi male… ma forse c’è un metodo nella sua “follia”
  Jardim. Il gondoliere ('El Nuevo Herald', Miami 04/02/2011)
  Marco Pannella. La mia lettera a Beppe Grillo
  Maria G. Di Rienzo. Differenze
 
 
 
Commenti
Lascia un commentoLeggi i commenti [ 1 commento ]
 
Indietro      Home Page
STRUMENTI
Versione stampabile
Gli articoli più letti
Invia questo articolo
INTERVENTI dei LETTORI
Un'area interamente dedicata agli interventi dei lettori
SONDAGGIO
TURCHIA NELL'UNIONE EUROPEA?

 75.3%
NO
 24.7%

  vota
  presentazione
  altri sondaggi
RICERCA nel SITO



Agende e Calendari

Archeologia e Storia

Attualità e temi sociali

Bambini e adolescenti

Bioarchitettura

CD / Musica

Cospirazionismo e misteri

Cucina e alimentazione

Discipline orientali

Esoterismo

Fate, Gnomi, Elfi, Folletti

I nostri Amici Animali

Letture

Maestri spirituali

Massaggi e Trattamenti

Migliorare se stessi

Paranormale

Patologie & Malattie

PNL

Psicologia

Religione

Rimedi Naturali

Scienza

Sessualità

Spiritualità

UFO

Vacanze Alternative

TELLUSfolio - Supplemento telematico quotidiano di Tellus
Dir. responsabile Enea Sansi - Reg. Trib. Sondrio n. 208 del 21/12/1989 - ISSN 1124-1276 - R.O.C. N. 32755 LABOS Editrice
Sede legale: Via Fontana, 11 - 23017 MORBEGNO - Tel. +39 0342 610861 - C.F./P.IVA 01022920142 - REA SO-77208 privacy policy