Lunedì , 09 Dicembre 2019
VIGNETTA della SETTIMANA
Esercente l'attività editoriale
Realizzazione ed housing
BLOG
MACROLIBRARSI.IT
RICERCA
SU TUTTO IL SITO
TellusFolio > Nave Terra > Oblò cubano
 
Share on Facebook Share on Twitter Share on Linkedin Delicious
Cuba. Wendy Iriepa e Ignacio Estrada oggi sposi
Wendy e Ignacio, oggi sposi. Auguri!
Wendy e Ignacio, oggi sposi. Auguri! 
13 Agosto 2011
 

Il mio matrimonio con Wendy mette in evidenza che alla comunità LGBT serve un nuovo spazio”

 

 

L’attivista LGBT Ignacio Estrada ha detto che il suo matrimonio con il transessuale Wendy Iriepa segna “una nuova tappa” per la comunità lesbica, gay, bisessuale e transgender cubana.

«La comunità LGBT ha bisogno di un nuovo spazio», ha detto Estrada al periodico digitale Diario de Cuba poche ore prima del suo matrimonio, che si celebra oggi (sabato 13 ottobre, ore 15) nel Palazzo dei Matrimonio di Mayía Rodríguez, nel municipio avanero di 10 de Octubre.

«Le istituzioni non riconoscono il nostro matrimonio come le prime nozze gay a Cuba, perché affermano che Wendy ha ottenuto un cambio di identità da uomo a donna», ha detto Estrada, un omosessuale di 31 anni, membro dell’Osservatorio Cubano per i Diritti LGTB, organizzazione esterna al governo cubano. «Non lo ammetteranno mai, ma questo è il primo matrimonio gay di Cuba», la prima unione legale di questo tipo «riconosciuta dal Ministero della Giustizia» ha concluso.

Wendy Iriepa, 37 anni, si è sottoposta a un’operazione chirurgica di cambio di sesso nel 2007, tramite il Centro Nazionale di Educazione Sessuale (Cenesex), diretto da Mariela Castro. Ha ricevuto quest’anno la documentazione ufficiale che ne riconosce il genere femminile, «ma per i burocrati sarà difficile capire che il suo certificato di nascita riporta la parola maschio», ha detto Yoani Sánchez, testimone delle nozze, in un post pubblicato su Generación Y.

Mariela Castro ha rivolto i migliori auguri a Wendy - che lavorava preso il Cenesex come assaggiatrice ufficiale delle pietanze riservate alla direttrice - ma ha detto che non sarà presente al matrimonio, perché la Iriepa sposa un dissidente. Mariela Castro ha aggiunto che gli Stati Uniti finanziano le organizzazioni gay e lesbiche alternative a quella di Stato. Come al solito la colpa è dell’Impero che mette in piedi battaglie mediatiche contro l’isola felice dei fratelli Castro. Nel frattempo, per dare prova di lungimiranza e di pluralismo democratico, il regime ha fatto pressione sulla Chiesa Cattolica per far spostare lo scomodo Padre José Conrado Rodríguez dalla centrale Iglesia de Santa Teresita alla periferica El Cristo, una parrocchia situata a 15 chilometri da Santiago de Cuba. Troppa indipendenza di giudizio non aiuta…

 

Gordiano Lupi

 

 

14/08/2011 - Su Ser cultos para ser libres
Le foto del primo matrimonio gay a Cuba


Foto allegate

Mariela Castro
Padre José Conrado Rodríguez
Articoli correlati

  Gordiano Lupi. Grave un dissidente cubano in sciopero della fame
  Yoani Sánchez. Il matrimonio della speranza
  A Cuba si celebra la prima sfilata gay
  Gordiano Lupi. La censura nei media cubani
  Twitter vuol dire uguaglianza e l'arroganza non porta lontano
  Yoani Sánchez sarà testimone al matrimonio di Wendy
  Cuba. Un 8 settembre di arresti e violenze
  Reclusi nella chiesa pentecostale
  Gordiano Lupi. A Cuba aumenta la repressione
  Garrincha e Mariela Castro
  A. Torreguitart. Siamo tutti finocchi
  Cuba. Omofobia e ragion di Stato
  Omar Santana. Il regalo di Ahmadinejad
  Antonio Stango. La blogosfera libererà Cuba?
  Uno scrittore pericoloso: Reinaldo Arenas
  Orlando Luis Pardo Lazo. Pessima poesia
  A. Torreguitart Ruiz. Yoani Sánchez contro Mariela Castro
  Gay.it. Cuba. Annullato il primo Pride della storia dell'Isola
  Mariela Castro chiede diritti per i gay cubani
  Yoani Sánchez. Paseo orgoglioso
  Yoani Sánchez. Il Quartiere Rosso e le vetrine cubane
  Gordiano Lupi. “En el cuerpo equivocado” di Marylin Solaya
  La Cuba di Mariela Castro
  Yoani Sánchez. Galletta
  A. Torreguitart Ruiz. Fidel si fa da parte
  Yoani Sánchez sfida Mariela Castro
  Yoani Sánchez ospite virtuale alla Fiera del Libro di Miami
  “La discriminazione degli omosessuali è stata colpa mia!”
  Le favole di Mariela e la stampa compiacente
  Yoani Sánchez. Breve incontro con Mariela
  Antúnez, un “diamante nero” nelle carceri cubane
  Garrincha. Prostitute a Cuba
  José Conrado: “Non mi faranno tacere”
  Gordiano Lupi. A Cuba la situazione si aggrava
  Cuba. Premiato padre Conrado
  Il Papa a Cuba tra ipocrisia e repressione
  Gordiano Lupi. “La Chiesa cubana evita di entrare in conflitto con il governo”
 
 
 
Commenti
Lascia un commentoNessun commento da leggere
 
Indietro      Home Page
STRUMENTI
Versione stampabile
Gli articoli più letti
Invia questo articolo
INTERVENTI dei LETTORI
Un'area interamente dedicata agli interventi dei lettori
SONDAGGIO
TURCHIA NELL'UNIONE EUROPEA?

 75.3%
NO
 24.7%

  vota
  presentazione
  altri sondaggi
RICERCA nel SITO



Agende e Calendari

Archeologia e Storia

Attualità e temi sociali

Bambini e adolescenti

Bioarchitettura

CD / Musica

Cospirazionismo e misteri

Cucina e alimentazione

Discipline orientali

Esoterismo

Fate, Gnomi, Elfi, Folletti

I nostri Amici Animali

Letture

Maestri spirituali

Massaggi e Trattamenti

Migliorare se stessi

Paranormale

Patologie & Malattie

PNL

Psicologia

Religione

Rimedi Naturali

Scienza

Sessualità

Spiritualità

UFO

Vacanze Alternative

TELLUSfolio - Supplemento telematico quotidiano di Tellus
Dir. responsabile Enea Sansi - Reg. Trib. Sondrio n. 208 del 21/12/1989 - ISSN 1124-1276 - R.O.C. N. 32755 LABOS Editrice
Sede legale: Via Fontana, 11 - 23017 MORBEGNO - Tel. +39 0342 610861 - C.F./P.IVA 01022920142 - REA SO-77208 privacy policy