Giovedì , 30 Ottobre 2014
VIGNETTA della SETTIMANA
Esercente l'attività editoriale
Realizzazione ed housing
BLOG
MACROLIBRARSI.IT
RICERCA
SU TUTTO IL SITO
TellusFolio > Scuola > Notizie e commenti
 
Share on Facebook Share on Twitter Share on Linkedin Delicious
“Noi Siamo Chiesa” sull'ora di religione 
Anche tanti cattolici, come tutti i protestanti e gli ebrei, condividono la sentenza del TAR
14 Agosto 2009
 

Non sono affatto monocordi le opinioni critiche nel mondo cattolico nei confronti della sentenza del TAR del Lazio. C’è anche un’area di opinione che la condivide in quanto conseguenza di principi irrinunciabili per cattolici che considerano la laicità (senza aggettivi) delle istituzioni patrimonio della loro fede. In sintesi cerco di esporre questo punto di vista.


1) La scelta per la frequenza dell’ora di religione è sempre e comunque la conseguenza di un’opzione eticoreligiosa, anche se essa può essere soggettivamente determinata, in molti, da motivazioni di tipo culturale o sociologico piuttosto che da una convinta partecipazione alla vita della Chiesa.

2) Benché l’ora di religione venga proposta nei documenti e nei programmi ufficiali come insegnamento di tipo culturale e non di tipo catechetico (e benché in alcune situazioni tali siano le sue caratteristiche e validi siano una parte dei docenti che la insegnano), essa ha una struttura completamente di tipo confessionale (formazione degli insegnanti, loro selezione e nomina da parte del vescovi, controllo sugli stessi, programmi di insegnamento ecc.).

3) Questa struttura è la conseguenza di una condizione di privilegio garantita alla Chiesa cattolica dal Concordato del 1929 e confermata dal nuovo Concordato del 1984 e dalle intese successive. Essa entra in conflitto con i principi di laicità su cui si fonda la Costituzione della nostra Repubblica. Quindi, a mio parere, la discussione sull’ora di religione coinvolge l’intero rapporto Stato/Chiesa nel nostro paese. Sono note in proposito le posizioni anticoncordatarie di quei cattolici (gli aderenti a Noi Siamo Chiesa tra questi) che si ispirano al capitolo 76 della Costituzione del Concilio Vaticano II Gaudium et Spes che afferma che «la Chiesa non pone la sua speranza nei privilegi a lei offerti dall’autorità civile. Anzi, essa rinunzierà all’esercizio di certi diritti legittimamente acquisiti, ove constatasse che il loro uso può fare dubitare della sincerità della sua testimonianza».

4) Premesso che la catechesi deve essere compito fondamentale della famiglia e della comunità cristiana, da tempo uomini di cultura e molti dei più attenti osservatori dei nostri ordinamenti scolastici constatano il vuoto di formazione che determina nei giovani del nostro paese l’assenza nelle scuole di un serio insegnamento del fatto religioso, soprattutto della storia delle religioni e in particolare delle tre grandi tradizioni monoteistiche. Esso dovrebbe essere previsto per tutti, obbligatorio e ovviamente soggetto a valutazione perché di tipo curriculare. L’attuale insegnamento confessionale facoltativo non risponde a questa fondamentale esigenza didattica.

5) Nella direzione della realizzazione di questa ipotesi, razionale e, vorrei dire, di buonsenso in una società sempre più secolarizzata e multiculturale, non c’è solo la resistenza delle gerarchie cattoliche ma anche, come scrive Gian Enrico Rusconi su La Stampa di oggi (13 agosto, ndr), la debolezza della cultura laica che non è mai riuscita «a proporre in alternativa all’ora di religione confessionale… lo studio del fenomeno religioso in una grande prospettiva storica comparata». Non si tratta quindi di voler eliminare la religione dalla scuola, come sostiene la facile propaganda fondamentalista della destra cattolica, ma di ritenerla per tutti elemento fondamentale della conoscenza, a partire dalla non contestabile ripresa di attenzione nella società, negli ultimi anni, nei confronti del fatto religioso.

6) Il ricorso al TAR è stato promosso, non solo da alcune organizzazioni della cultura laica ma anche e soprattutto da tutte le confessioni cristiane presenti nel nostro paese e dall’UCEI (Unione delle Comunità Ebraiche Italiane). È possibile che questo fatto non interroghi seriamente i vescovi sui fondamenti stessi della loro, molto vivace e polemica, reazione alla sentenza? Perché con questi nostri fratelli, che hanno da tempo elaborato riflessioni di grande interesse su queste tematiche, non si avvia un dialogo a cuore aperto a partire dal comune impegno per proporre a tutti il Vangelo di Gesù? E con la cultura laica l’unica possibilità di rapporto è quella dell’accusa fattale ieri da Mons. Diego Coletti, a nome della CEI, di cadere «nel più bieco e negativo risvolto dell’illuminismo» perché ispirata da «irriducibili laicisti»?


Su queste questioni, come sulle altre oggetto di continui contenziosi, penso che le gerarchie della nostra Chiesa dovrebbero fare un passo indietro e pensare ad un diverso rapporto con le istituzioni, che parta da preoccupazioni e da riflessioni di tipo esclusivamente pastorale”.


Roma, 13 agosto 2009


Noi Siamo Chiesa


www.noisiamochiesa.org


Articoli correlati

  Prospettive dell'IRC nella scuola statale
  Eliana Cambieri. Ancora a proposito di... diritti
  Separazione Stato-Chiesa. La scuola pubblica è ancora territorio italiano?
  Incontro di “Scuola e Diritti” con il Dirigente scolastico provinciale
  Insegnare solo il cattolicesimo è razzismo e discriminazione
  Per la Scuola della Repubblica/CGD. La Gelimini ci riprova?
  Aboliamo l'Ora di Relgione
  Privilegi vaticani. Un esempio per tutti: gli insegnanti di religione
  Tagli alla scuola. Come risparmiare soldi comportandosi da Stato laico
  Andrea Salina. “Non capisco...”
  Scuola e Diritti. Spontanea la domanda: “A quando la stella gialla?”
  Claudio Di Scalzo: Il Vaticano benedice il Popolo della Libertà. Merda d’artista 15
  Andrea Salina. Ancora sull'Ora di Religione
  I fondi per l'ora alternativa ci sono e sono a carico della direzione generale
  Sul voto del docente di religione cattolica nello scrutinio per l’ammissione
  Claudio Di Scalzo. Insegnare religioni monoteistiche con la poesia
  “Scuola e Diritti”. Discriminazione!
  Franca Corradini. Dissonanza contestuale l'ora di religione nelle scuole pubbliche
  Comunisti Anarchici. Per una scuola pubblica di libertà e laicità. Senza steccati religiosi
  Scuola e Diritti. No alla discriminazione
  “Scuola e Diritti”. Educare a 360°… o a 15°
  Antonia Sani. Il Convitato di pietra
  Scuola e Diritti. «Le idee malsane di libertà»...
  Eliana Cambieri. Europa laica!
  Andrea Salina. Religione a scuola? Non facciamone... un dramma
  Comitato Torinese per la Laicità della Scuola. IRC e "attività alternative"
  Eliana Cambieri. Io mi dichiaro… CONTRARIA
  “Per la Scuola della Repubblica”. La Gelmini ha poco da esultare
  “Scuola e Diritti”. Da Fioroni a Gelmini
  “Scuola e Diritti”. Ore… di religione
  “Scuola e Diritti”. Quale stato, quale diritto, quale fede, quale potere?
  Donatella Poretti. Ora di religione. Libertà di scelta o imposizione?
  Ora di religione. Una domanda al ministro dell‘Istruzione: all'asilo è libera scelta?
  Rosario Amico Roxas: Ora di religione obbligatoria? No grazie
  Ora di religione a scuola. Impossibile cambiare idea durante l'anno. Interrogazione
  Sen. Poretti. Ora di religione: bene Profumo
  Piero Tognoli. Proposta… indecente?
  Roma. Iniziativa ora di religione e laicità della scuola
  Gli spettacoli di Natale e la laicità della scuola
  Claudio Di Scalzo: Studenti esoneratevi dall’ora di Religione!
  Non è più l’ora?
  Gino Songini. “Non c'è più religione”
  Quale Laicità nella scuola pubblica? Seminario CGIL a Roma, martedì 17
  “Scuola e Diritti”. Ancora sull’ora di religione…
  Anna Lanzetta: L'ora di religione tra proteste e dissensi.
  Donatella Poretti. Scuola: voto all'ora di religione?
  “Scuola e Diritti”. Una giornata speciale… a scuola di laicità…?
  Vaticano/giudici. Question time Camera: il Governo non riconosce la palese violazione del Concordato
  Fisco. Maurizio Turco: Rivedere il Concordato? No, c'è da abolire l'articolo 7 della Costituzione
  Vincenzo Donvito. Crocifisso e giudice Tosti. La fiera dell'ipocrisia. Aboliamo l'art. 7 della Costituzione
  Michele Dubini. ICI Vaticano: benefici costosi e distorsivi
  Vincenzo Donvito. 11 febbraio 1929 – 11 febbraio 2011
  Giulia Crivellini. Chiesa e Ici: chi ne è (davvero) esente?
  Vincenzo Donvito. Dimissioni papa e media
  “Noi Siamo Chiesa”. Cattolici anticoncordatari
  Assemblea nazionale di “Facciamo Breccia”. Domenica 14 dicembre 2008 a Firenze
  Valter Vecellio. Il Vaticano impazzito
  Doriana Goracci: San Valentino e amore laico antiautoritario. NO VAT. Facciamo Breccia
  Arriva col treno l'ultimo numero del GAZETIN
  Walter Castaldo. W l'Italia!!!
  Se quello islamico è «risveglio», vi prego non svegliatemi
  “Facciamo Breccia”. NO VAT 2009
  Gianfranco Spadaccia. Una voce anticoncordataria alla commemorazione del 25ennale della revisione del Concordato
  Per una nuova Breccia, un altro 20 Settembre di lotta
  Una speranza per le statue di Garibaldi e per la genealogia laica
  Walter Mendizza. CATTOLAICI
  Convegno "Libere chiese in libero Stato - la Rosa nel pugno per il superamento del Concordato"
  Abolire i privilegi fiscali degli enti ecclesiastici
  Lidia Menapace. Smemorandum
  Mario Staderini. Gli occhi dell’Europa puntati sull’Italia (e sul Vaticano)
  Vaticano/giudici. Domani question time alla Camera
  Comunità cristiane di base. ICI e Chiesa cattolica
  Emanuele Severino. Concordato e Costituzione
  Privilegi Vaticano. Ecco le prove di attività commerciali che non pagano l'ICI
 
 
 
Commenti
Lascia un commentoNessun commento da leggere
 
Indietro      Home Page
STRUMENTI
Versione stampabile
Gli articoli più letti
Invia questo articolo
INTERVENTI dei LETTORI
Un'area interamente dedicata agli interventi dei lettori
SONDAGGIO
Ucraina nell'Unione europea?

 74.3%
No
 25.7%

  vota
  presentazione
  altri sondaggi
RICERCA nel SITO



Agende e Calendari

Archeologia e Storia

Attualità e temi sociali

Bambini e adolescenti

Bioarchitettura

CD / Musica

Cospirazionismo e misteri

Cucina e alimentazione

Discipline orientali

Esoterismo

Fate, Gnomi, Elfi, Folletti

I nostri Amici Animali

Letture

Maestri spirituali

Massaggi e Trattamenti

Migliorare se stessi

Paranormale

Patologie & Malattie

PNL

Psicologia

Religione

Rimedi Naturali

Scienza

Sessualità

Spiritualità

UFO

Vacanze Alternative

TELLUSfolio - Supplemento telematico quotidiano di Tellus
Dir. responsabile Enea Sansi - Reg. Trib. Sondrio n. 208 del 21/12/1989 - R.O.C. N. 7205 I. 5510 - ISSN 1124-1276