Mercoledì , 02 Dicembre 2020
VIGNETTA della SETTIMANA
Esercente l'attività editoriale
Realizzazione ed housing
BLOG
MACROLIBRARSI.IT
RICERCA
SU TUTTO IL SITO
TellusFolio > Nave Terra > Oblò Madama [ARCHIVIO 06-12]
 
Share on Facebook Share on Twitter Share on Linkedin Delicious
Turismo sanitario. In Spagna anche per la diagnosi preimpianto per salvare i fratellini malati
09 Dicembre 2006
 

La Commissione Nazionale spagnola della Riproduzione assistita ha autorizzato, per la prima volta, l'applicazione della diagnosi preimpianto finalizzata ad avere non solo un figlio sano, ma anche compatibile per salvare la vita di un altro figlio malato grazie alle staminali del cordone ombelicale, ovvero di praticare il cosiddetto "designer baby".

Tutta la procedura era partita nel 2004 dall'Ivi, l'Istituto Valenziano di Infertilità, quando tre coppie spagnole, a cui se ne erano aggiunte due italiane, avevano chiesto di realizzare questo intervento in Spagna e non essere costrette ad andare all'estero, in particolare negli Usa o in Turchia.

La notizia è la conferma e la spiegazione del perché la Spagna sia la meta privilegiata da parte delle coppie italiane che per avere un figlio hanno bisogno di accedere alle pratiche di fecondazione assistita.

Secondo gli ultimi dati sono quadruplicati i pazienti che vanno all'estero: la notizia è un ulteriore segnale di come il nostro Paese stia abdicando la gestione della sanità all'estero, visto che in Italia questa pratica è proibita, sia perché è vietata la diagnosi preimpianto (anche se poi con diagnosi prenatale come villocentesi o amniocentesi si lascia la porta aperta all'interruzione volontaria di gravidanza), e sia perché le tecniche di fecondazione in vitro sono accessibili solo a persone con problemi di fertilità e non con malattie genetiche ereditarie.

Il Parlamento si deve muovere, a partire dalle varie proposte di riforma, alcune anche della Rosa nel Pugno: chi ha a cuore la salute dei cittadini è bene che consideri che, visto il fallimento del referendum abrogativo (non la sconfitta, in quanto è mancato il quorum che avrebbe resa valida la consultazione), l'unica via percorribile è quella parlamentare. Tenersi questa legge significa regalare ad altri Paesi la libertà delle donne e delle coppie italiane, nonché il business ad essa connesso.

Negli anni 70, anche il turismo sanitario all'estero delle donne che volevano abortire, contribuì a far approvare la specifica legge. Se la storia è fatta di corsi e ricorsi, spero che l'attuale turismo produca altrettanto sulla legge 40.

 

Donatella Poretti


Articoli correlati

  Turismo procreativo. Lo stato italiano delega la sanità all'estero
  Il diritto di provare ad avere un figlio
  Simona Borgatti. Il mondo delle aspiranti madri
  Nobel Medicina a Robert Edwards
  Relazione annuale legge 40: il Parlamento la metta subito in calendario
  Legge 40 - caso Cutolo. Discriminazione nei confronti di tutte le coppie non sterili e non fertili non sottoposte al 41 bis
  Legge 40 fecondazione assistita. Le linee guida già scadute... Il ministro della salute le vuole fare o che?
  Fecondazione, sentenza Corte Costituzionale su legge 40. Vittoria dei malati, fine della discriminazione
  Legge 40 fecondazione. Chiusura politica a Castellana Grotte (Ba)?
  Associazione Luca Coscioni. Fecondazione: inviata lettera a Napolitano
  Legge 40: basta con i finanziamenti alla ricerca per il congelamento degli ovociti
  Sanità. Audizione Sacconi in Senato
  Legge 40: interpretazioni scorrette del ministro della salute. È necessario riscriverla!
  8 marzo. Donne si appellano a Ministro Turco su linee guida legge 40
  Associazione Coscioni. Petizione al Parlamento
  Primo Mastrantoni. Legge 40: un'infamia
  Simona Borgatti. L'ignoranza è molto prolifica
  Legge 40, linee guida vietano diagnosi preimpianto: è polemica
  Associazioni pazienti sterili e Associazione Luca Coscioni scrivono una lettera aperta al Ministro Livia Turco
  Diagnosi preimpianto e legge 40 illegittima?
  Sanità: “Incontriamoci per affrontare insieme Nomenclatore, legge 40/04, nomine Asl”
  Simona Maggiorelli. Legge 40: Risarcimento anni
  Mozione su legge 40 presentata ieri al Sento
  Simona Borgatti. Il miracolo delle P.A.V. (Primipare Attempate Vip)
  Legge 40. Bene l'appello delle associazioni dei pazienti sterili per la revisione delle linee guida
  Procreazione assistita e sottosegretaria Roccella. Suburra di regime
  Procreazione medicalmente assistita. Come complicare le cose... complicate
  Linee guida legge 40. Cancellata l'illegalità ma permangono vari problemi
  Legge fecondazione assistita. Subito le nuove linee guida. Interpellanza
  Riforma legge 40. Al ministro Turco appuntamento a settembre
  Filomena Gallo. Embrioni: “Intervenga il Governo”
  A tre anni dalla legge 40: ripartiamo dalle linee guida
  “Subito un referendum interno al Partito democratico sulla Legge 40”
  Roma, 8 aprile: Convegno “Staminali e fecondazione assistita”
  Legge 40. Dopo 8 anni di sentenze anche il Parlamento faccia la sua parte
  Valter Vecellio. L’interrogazione: 34mila enti che non dovrebbero esistere
  Procreazione. Ministro Turco adotta nuove lineee guida. Associazione Coscioni: speriamo eliminino le proibizioni
  La legge 40 dopo la decisione della Corte europea dei diritti dell'uomo
  Incontro con Prodi. Bioetica, fine vita e droghe: uscire dall'immobilismo
  Legge fecondazione assistita. Subito le linee guida!
  Legge 40 a due anni dal referendum. Questa sera a Milano
  Marco Cappato. Ministro Turco ultima chiamata
  Fecondazione eterologa. Il Parlamento rimetta mano alla legge 40
  Corte costituzionale boccia la legge 40 che ha condannato per 5 anni le donne a parti a rischio
  Procreazione assistita. L'oblio della sottosegretaria sulle linee guida
  Legge 40: più che di riflettere c'è bisogno di agire!
  Fecondazione. Subi­to linee guida e cam­pa­gna infor­mativa su dona­zio­ne gameti
  Marco Cappato. Lettera aperta al Presidente del Consiglio dei Ministri Romano Prodi
  Legge 40. Attenzione ai facili entusiasmi!
  Simona Borgatti. Vi presento Lisa Corva, già “giornalista finto glam”
  Filomena Gallo: TAR Veneto annulla deli­be­ra regionale su età accesso eterologa
  Fecondazione. Divieto di eterologa contrario alla giurisprudenza europea, mozione al Senato
  Ministro della Salute... del Governo o dei cittadini?
  Legge 40: ancora una sentenza per cancellare una legge ingiusta e contro il diritto alla salute
  Corte Strasburgo, leggi italiane, screening embrionale. Occasione da non perdere
  Milleproroghe. Da Governo gusto dell'orrido contro donne che cercano di avere un figlio
  Miriam Della Croce. Il progetto di un palazzo, è un palazzo?
  Nuovo Comitato Nazionale di Bioetica: e ora buon lavoro, non mancano i temi da affrontare a partire da Piergiorgio Welby
 
 
 
Commenti
Lascia un commentoNessun commento da leggere
 
Indietro      Home Page
STRUMENTI
Versione stampabile
Gli articoli più letti
Invia questo articolo
INTERVENTI dei LETTORI
Un'area interamente dedicata agli interventi dei lettori
SONDAGGIO
TURCHIA NELL'UNIONE EUROPEA?

 74.6%
NO
 25.4%

  vota
  presentazione
  altri sondaggi
RICERCA nel SITO



Agende e Calendari

Archeologia e Storia

Attualità e temi sociali

Bambini e adolescenti

Bioarchitettura

CD / Musica

Cospirazionismo e misteri

Cucina e alimentazione

Discipline orientali

Esoterismo

Fate, Gnomi, Elfi, Folletti

I nostri Amici Animali

Letture

Maestri spirituali

Massaggi e Trattamenti

Migliorare se stessi

Paranormale

Patologie & Malattie

PNL

Psicologia

Religione

Rimedi Naturali

Scienza

Sessualità

Spiritualità

UFO

Vacanze Alternative

TELLUSfolio - Supplemento telematico quotidiano di Tellus
Dir. responsabile Enea Sansi - Reg. Trib. Sondrio n. 208 del 21/12/1989 - ISSN 1124-1276 - R.O.C. N. 32755 LABOS Editrice
Sede legale: Via Fontana, 11 - 23017 MORBEGNO - Tel. +39 0342 610861 - C.F./P.IVA 01022920142 - REA SO-77208 privacy policy