Mercoledì , 05 Agosto 2020
VIGNETTA della SETTIMANA
Esercente l'attività editoriale
Realizzazione ed housing
BLOG
MACROLIBRARSI.IT
RICERCA
SU TUTTO IL SITO
TellusFolio > Diario di bordo
 
Share on Facebook Share on Twitter Share on Linkedin Delicious
Fecondazione. Subi­to linee guida e cam­pa­gna infor­mativa su dona­zio­ne gameti 
Lettera aperta di Filomena Gallo alla Ministra Beatrice Lorenzin
16 Gennaio 2015
   

(Valentina Stella) Filomena Gallo, Segretario dell'Associazione Luca Coscioni, ha inviato una lettera aperta al Ministro della Salute Beatrice Lorenzin (oggi pubblicata anche sul Garantista) sul tema della fecondazione assistita e della assistenza ai disabili. Di seguito il testo integrale della lettera:

 

 

Gentile Ministra,

 

è con gioia che Le faccio i migliori auguri per la gravidanza gemellare che porta in grembo.

E mi fa particolarmente piacere rivolgermi oggi non solo alla sensibilità di una donna ma anche allo sguardo nuovo che questa esperienza dona non solo al Suo ruolo ma anche al desiderio di maternità che è qualcosa che nella vita non è opzionale ma profondamente radicato anche nella nostra umanità.

Ho letto una sua recente intervista in cui ha dichiarato “Un paese che non fa bambini muore”: a partire da questa comune convinzione per tanti anni insieme al partito radicale, all’Associazione Luca Coscioni e a tanti cittadini ho combattuto per eliminare i divieti della legge 40 e garantire così alle coppie italiane che non hanno la possibilità di avere una gravidanza in sicurezza la stessa gioia, la stessa pienezza che dà l’esperienza che Lei sta provando.

E questo non perché debba esistere un diritto ad “avere un figlio a tutti i costi”, come spesso sostengono i detrattori delle tecniche di riproduzione assistita, ma perché credo che tutti debbano essere posti nelle stesse condizioni di poter perseguire questa speranza senza subire discriminazioni né di censo né di età.

Sempre nella stessa intervista Lei ha confessato: «Ho 43 anni e questa gravidanza, cercata, voluta, è arrivata quasi fuori tempo massimo. Mi ero quasi rassegnata».

Proprio per questo, per scongiurare ogni tipo di rassegnazione nel desiderio genitoriale più che mai penso che Lei possa comprendere il senso di alcune richieste ancora oggi inevase nel nostro Paese a cui va posto un rimedio urgente.

Chiedo a Lei che sia rispettata la legge 40 con l’emanazione di nuove linee guida, che aboliscano il limite illegittimo dei 43 anni introdotto con le linee guida della conferenza stato regioni per l’accesso all’eterologa con pagamento di ticket nel pubblico e nel privato convenzionato: nessuno venga discriminato da un limite così arbitrario, non contemplato nella stessa legge 40, e costretto a rivolgersi a strutture private o a rinunciare in assenza di disponibilità economiche.

È fondamentale anche avviare una campagna ministeriale informativa, come previsto già da altri Stati, sulla donazione di gameti: un dono che tanti italiani sarebbero pronti a fare per consentire ad altre coppie di diventare madri e padri.

Non meno importante la questione del Registro nazionale dei donatori per la fecondazione eterologa: è necessario rispettare la loro privacy così anche per i nati. Questi registri se utilizzati diversamente costituirebbero un deterrente molto forte per la donazione stessa.

Come Associazione Luca Coscioni auspichiamo che anche gli ultimi divieti previsti dalla stessa legge 40 non cadano, come i precedenti, per merito della Corte Costituzionale, ma bensì per una volontà politica, e quindi nella sua sede più naturale, degna di una democrazia matura, attraverso una legge abrogativa che preveda anche l’accesso alle tecniche per le coppie fertili e l’utilizzo degli embrioni non idonei per una gravidanza ai fini della ricerca scientifica, come già avviene in altri Paesi. Significherebbe da un lato far tonare l’Italia e i suoi scienziati ad essere competitivi a livello internazionale e dall’altro potenziare la ricerca di cure a malattie fino ad ora inguaribili e invalidanti e dare risposte ai malati.

E a partire da quest’ultimo punto che concludo con un forte appello per l’aggiornamento dei Livelli Essenziali di Assistenza – in cui inserire le tecniche di fecondazione medicalmente assistita sia omologhe che eterologhe – e del nomenclatore tariffario: termini forse complessi ma che equivalgono a fornire una dignitosa assistenza e una vita indipendente a migliaia di persone, troppo spesso tradite dalla burocrazia e dalla politica indifferente.

 

Filomena Gallo


Articoli correlati

  “In difesa dello Stato di diritto democratico? Libertà e Scienza!”
  Mirella Parachini. Aborto: Lorenzin bada ai numeri e non alla qualità delle Ivg
  Lidia Menapace. La controriforma “moderna”
  Associazione Coscioni. Via libera dal MEF per LEA e Nomenclatore
  Maria G. Di Rienzo. Fatti, non polemiche
  Legge 40. Bene l'appello delle associazioni dei pazienti sterili per la revisione delle linee guida
  Procreazione assistita. L'oblio della sottosegretaria sulle linee guida
  Incontro con Prodi. Bioetica, fine vita e droghe: uscire dall'immobilismo
  Procreazione. Ministro Turco adotta nuove lineee guida. Associazione Coscioni: speriamo eliminino le proibizioni
  Legge 40: ancora una sentenza per cancellare una legge ingiusta e contro il diritto alla salute
  Corte costituzionale boccia la legge 40 che ha condannato per 5 anni le donne a parti a rischio
  8 marzo. Donne si appellano a Ministro Turco su linee guida legge 40
  Legge 40: interpretazioni scorrette del ministro della salute. È necessario riscriverla!
  Simona Maggiorelli. Legge 40: Risarcimento anni
  Associazioni pazienti sterili e Associazione Luca Coscioni scrivono una lettera aperta al Ministro Livia Turco
  Sanità: “Incontriamoci per affrontare insieme Nomenclatore, legge 40/04, nomine Asl”
  Diagnosi preimpianto e legge 40 illegittima?
  Filomena Gallo: TAR Veneto annulla deli­be­ra regionale su età accesso eterologa
  Simona Borgatti. Il miracolo delle P.A.V. (Primipare Attempate Vip)
  Fecondazione eterologa. Il Parlamento rimetta mano alla legge 40
  Legge 40. Dopo 8 anni di sentenze anche il Parlamento faccia la sua parte
  Legge 40, linee guida vietano diagnosi preimpianto: è polemica
  Filomena Gallo. Embrioni: “Intervenga il Governo”
  Marco Cappato. Lettera aperta al Presidente del Consiglio dei Ministri Romano Prodi
  Il diritto di provare ad avere un figlio
  Associazione Coscioni. Petizione al Parlamento
  “Subito un referendum interno al Partito democratico sulla Legge 40”
  Procreazione assistita e sottosegretaria Roccella. Suburra di regime
  Sanità. Audizione Sacconi in Senato
  Legge 40 a due anni dal referendum. Questa sera a Milano
  Legge 40 fecondazione assistita. Le linee guida già scadute... Il ministro della salute le vuole fare o che?
  Turismo procreativo. Lo stato italiano delega la sanità all'estero
  Relazione annuale legge 40: il Parlamento la metta subito in calendario
  Legge fecondazione assistita. Subito le nuove linee guida. Interpellanza
  A tre anni dalla legge 40: ripartiamo dalle linee guida
  Legge 40: più che di riflettere c'è bisogno di agire!
  Mozione su legge 40 presentata ieri al Sento
  La legge 40 dopo la decisione della Corte europea dei diritti dell'uomo
  Simona Borgatti. L'ignoranza è molto prolifica
  Roma, 8 aprile: Convegno “Staminali e fecondazione assistita”
  Nobel Medicina a Robert Edwards
  Turismo sanitario. In Spagna anche per la diagnosi preimpianto per salvare i fratellini malati
  Marco Cappato. Ministro Turco ultima chiamata
  Legge 40. Attenzione ai facili entusiasmi!
  Ministro della Salute... del Governo o dei cittadini?
  Linee guida legge 40. Cancellata l'illegalità ma permangono vari problemi
  Legge fecondazione assistita. Subito le linee guida!
  Valter Vecellio. L’interrogazione: 34mila enti che non dovrebbero esistere
  Legge 40 fecondazione. Chiusura politica a Castellana Grotte (Ba)?
  Associazione Luca Coscioni. Fecondazione: inviata lettera a Napolitano
  Riforma legge 40. Al ministro Turco appuntamento a settembre
  Legge 40: basta con i finanziamenti alla ricerca per il congelamento degli ovociti
  Simona Borgatti. Vi presento Lisa Corva, già “giornalista finto glam”
  Fecondazione. Divieto di eterologa contrario alla giurisprudenza europea, mozione al Senato
  Fecondazione, sentenza Corte Costituzionale su legge 40. Vittoria dei malati, fine della discriminazione
  Legge 40 - caso Cutolo. Discriminazione nei confronti di tutte le coppie non sterili e non fertili non sottoposte al 41 bis
  Simona Borgatti. Il mondo delle aspiranti madri
  Procreazione medicalmente assistita. Come complicare le cose... complicate
  Primo Mastrantoni. Legge 40: un'infamia
 
 
 
Commenti
Lascia un commentoNessun commento da leggere
 
Indietro      Home Page
STRUMENTI
Versione stampabile
Gli articoli più letti
Invia questo articolo
INTERVENTI dei LETTORI
Un'area interamente dedicata agli interventi dei lettori
SONDAGGIO
TURCHIA NELL'UNIONE EUROPEA?

 74.5%
NO
 25.5%

  vota
  presentazione
  altri sondaggi
RICERCA nel SITO



Agende e Calendari

Archeologia e Storia

Attualità e temi sociali

Bambini e adolescenti

Bioarchitettura

CD / Musica

Cospirazionismo e misteri

Cucina e alimentazione

Discipline orientali

Esoterismo

Fate, Gnomi, Elfi, Folletti

I nostri Amici Animali

Letture

Maestri spirituali

Massaggi e Trattamenti

Migliorare se stessi

Paranormale

Patologie & Malattie

PNL

Psicologia

Religione

Rimedi Naturali

Scienza

Sessualità

Spiritualità

UFO

Vacanze Alternative

TELLUSfolio - Supplemento telematico quotidiano di Tellus
Dir. responsabile Enea Sansi - Reg. Trib. Sondrio n. 208 del 21/12/1989 - ISSN 1124-1276 - R.O.C. N. 32755 LABOS Editrice
Sede legale: Via Fontana, 11 - 23017 MORBEGNO - Tel. +39 0342 610861 - C.F./P.IVA 01022920142 - REA SO-77208 privacy policy