Mercoledì , 20 Novembre 2019
VIGNETTA della SETTIMANA
Esercente l'attività editoriale
Realizzazione ed housing
BLOG
MACROLIBRARSI.IT
RICERCA
SU TUTTO IL SITO
TellusFolio > Diario di bordo
 
Share on Facebook Share on Twitter Share on Linkedin Delicious
Simona Borgatti. L'ignoranza è molto prolifica 
Intervista a Rossella Bartolucci, presidente di SOS Infertilità Onlus
30 Marzo 2008
 

È reduce dal convegno “I viaggi della provetta: dove quanti e perché”, è trafelata e sta sempre attaccata al cellulare, ma la prima cosa che colpisce di Rossella Bartolucci, presidente dell’associazione SOS Infertilità Onlus, sono i ricci, segue il timbro della voce forte, chiaro e reso simpatico dalle “c” e dalle “g” toscane. Ed è con queste consonanti aspirate che nomina i suoi gioielli: Giacomo&Cecilia. Gemelli avuti con la PMA (Procreazione Medicalmente Assistita) alla quale si è sottoposta con molta caparbietà per ben sei volte. E ora godendosi i suoi tesori, frutto della sua tenacia e del suo legittimo desiderio di maternità, Rossella non si dimentica la condizione degli aspiranti genitori. Coppie per le quali la caccia alla cicogna necessita del Tom-Tom. E in tempi di legge 40 la caccia al prezioso volatile è più che mai irta di difficoltà. Rossella lo sa molto bene e, memore della sua esperienza, insieme ad altre donne, ha fondato SOS Infertilità Onlus.

 

Quando e perché nasce la tua associazione?

L’associazione nasce quando io e il mio compagno eravamo alla ricerca di un bambino e frequentavamo un gruppo in rete “Mammeonline”. Il problema dell’infertilità, col tempo, interessa più la donna e così con altre ragazze nella mia condizione moderavamo il forum all’interno di “Mammeonline”. In seguito, insieme a Fara Marabelli, ho scritto un libro, Volando con la cicogna, che racchiudeva le storie di coppie infertili oltre a un manuale sulla PMA. Poi, durante il referendum del 2005, ero nei comitati per il SÌ e partecipavo a incontri durante i quali offrivo informazioni e raccontavo la mia esperienza. Dopo l’esito disastroso del referendum e assorbita la delusione decisi di non mollare, ma di aiutare le coppie infertili a sopravvivere nonostante fossi stata baciata dalla cicogna con l’arrivo di Giacomo e Cecilia. Da qualche anno abbiamo avuto il patrocinio della Provincia di Milano che ci ha inseriti all’interno di “Osservatorio Donna” costituendo un numero verde. Al numero rispondono le nostre volontarie per offrire sostegno emotivo, psicologico e informazioni pratiche. A loro si uniscono ginecologi e andrologi per informazioni più pertinenti ai casi specifici.

In cosa consiste l’attività di SOS Infertilità?

Organizziamo gruppi di auto-aiuto con psicologi, convegni con esperti, serate informative. Ci piacerebbe anche editare libri che aiutino a far conoscere l’esistenza del fenomeno infertilità, purtroppo in aumento vertiginoso, ma non possiamo ancora permettercelo. Esistono però dei libri editati da Mammeonline come per esempio Raccontami come sono nato. Questo libro mira a far comprendere che i bambini della provetta sono bambini normalissimi come normalissime sono le coppie che si rivolgono alla PMA.

E Rossella con questa affermazione tocca un tasto dolente, quello dell’indifferenza sociale verso le coppie infertili-sterili.

Perché, secondo te, non c’è interesse verso queste problematiche?

Non c’è interesse perché alla base la condizione è vissuta con imbarazzo e vergogna dalle coppie che hanno difficoltà procreative. È vissuta male, ci si sente sbagliati, frustrati, incompresi. Nonostante il 25% delle coppie in età fertile ne soffra non se ne parla. La sfida è di portare in piazza gli aspiranti genitori. Sono persone che si confidano solo in rete, ma che non vogliono uscire allo scoperto. Occorre creare un tessuto sociale non più giudicante, ma compassionevole affinché le persone fertili capiscano che la PMA è una cura, non un laboratorio di eugenetica per gente capricciosa. In questo modo si darebbe coraggio alle coppie infertili di far sentire la loro voce e forse il referendum non sarebbe fallito. Ognuno nel suo piccolo dovrebbe aiutare a promuovere le associazioni che nascono da pazienti intraprendenti che vogliono farsi sentire.

In Italia quante associazioni ci sono?

Sei principali.

Avete aiuti dal Ministero della Salute? Interventi?

No, purtroppo. Aspettiamo ancora. Infatti i tre anni per la revisione della legge 40 in base al numero di gravidanze ottenute – calate drasticamente – sono scaduti nonostante i ricorsi contro la legge soprattutto per la parte di diagnosi pre impianto.

Rimaniamo in campo politico. Al di là dello schieramento del PD che mette insieme da Scienza&Vita ai radicali, cosa ne pensi delle promesse elettorali in campo di “bioetica riproduttiva”?

Ohh…., mi piacerebbe moltissimo avere un confronto con la senatrice Binetti, ma lei glissa nonostante ci fossimo sfiorate durante la campagna referendaria. Noi dell’associazione abbiamo notato che nei programmi dei maggiori partiti la revisione della legge 40 non è prevista. Il popolo degli infertili è scontenta ed essendo elettori anche loro darebbero volentieri il voto a chi metterebbe la legge 40 nel suo programma elettorale. Paradossalmente ci sentiamo orfani per questa “dimenticanza” che mira a tenere più tranquillo il clima elettorale.

La legge 40 e il resto del mondo.

La legge 40 è la legge più punitiva in campo di PMA. L’Italia, e lo si è ben visto dall’ultimo nostro convegno “I viaggi della Provetta: dove, quanti e perché”, è l’unico Paese che proibisce il congelamento dell’embrione a qualsiasi stadio, idem per la fecondazione dei 3 ovociti. La legge non aiuta, ad esempio, coppie con situazioni drammatiche (avere un secondo figlio con la PMA e la diagnosi pre impianto per aiutare il fratellino malato con la donazione di staminali), ma sappiamo che davanti a questi casi complessi tanti medici, che in Italia non possono lavorare per i paletti imposti, scappano all’estero. Proprio come le coppie.

Cosa ne pensi del neologismo “turismo procreativo”?

Trovo che sia un neologismo molto triste.

A proposito di neologismi coniati dai media, secondo te come trattano l’argomento?

Purtroppo c’è la tendenza a trattarlo in modo scandalistico anche se nell’ultimo periodo c’è stato un miglioramento nell’informazione che è più corretta. Forse trattare l’argomento in modo sensazionalistico-negativo deriva dall’ignoranza. Occorrerebbe che l’informazione fosse medico-scientifica e fosse più seria. Io suggerirei un documentario su una coppia e che ne segua l’iter dall’inizio alla fine. Ma forse su qualche pay-tv lo fanno già.

Vista l’indifferenza sociale, immagino abbiate difficoltà nel reperimento fondi…

La Provincia contribuisce attualmente in modo fattivo, ma i fondi arrivano dalle quote associative e dall’autofinanziamento. Rari sono i casi di donazioni spontanee sull’onda emotiva come invece accade per altre Onlus che trattano patologie mediche diverse dalla nostra. Ora però ci attiveremo a fare un po’ di marketing perché i nostri progetti sono ambiziosi.

Testimonial?

Nessun VIP italiano ci metterebbe la faccia per essere testimonial di un progetto sull’infertilità sebbene molti abbiano beneficiato della cicogna in provetta, ma pubblicamente non lo dicono. Questo dimostra ancora che l’infertilità in Italia è vissuta con vergogna. Negli USA, invece, molti non ne fanno mistero.

Mi piacerebbe un mondo fare un po’ di gossip fivettaro, ma Rossella mi dice che non può farmi nessun nome, anche se immagino un nutrito elenco. E io non devo essere scandalistica, gliel’ho promesso.

Infertility-day e family-day.

Chissà, forse in mezzo ai passeggini del family-day c’erano tanti bimbi venuti dal freddo…personalmente trovo che ci sia molta ipocrisia. Le coppie senza figli non sono famiglie? E soltanto i bambini concepiti naturalmente possono avere lo status di figli normali? Vorremmo fare una manifestazione sull’infertilità, magari portando a Roma tanti, troppi passeggini vuoti. Purtroppo. Ma la gente non è ancora pronta e soprattutto le coppie infertili si vergognano troppo. Infertility Pride sarebbe anch’esso un neologismo triste da non usare, ma d’impatto forte, servirebbe solo a ricordare che il problema esiste e che le coppie vanno aiutate.

Giacomo e Cecilia?

Loro sono splendidi e ci tengo a ribadire, normali, ma non voglio strumentalizzarli in questo mio impegno sociale. Mi rendo conto di aver idealizzato la mia maternità nei lunghi anni d’infertilità e ora mi trovo alle prese con due bimbi che stanno crescendo. Io e il mio compagno siamo felici, anche se mi reputo, forse per quello che ho passato per metterli al mondo, una madre un po’ ansiosa.

Normale, come tutte le madri del mondo. Naturali o “fivettare” che siano.

 

Simona Borgatti

simgatti@tiscalinet.it

 

 

INFO E INIZIATIVE

 

www.sosinfertilita.net

Provincia di Milano – Osservatorio Donna

N° verde: 800.097.999, il martedì e il giovedì dalle 14:00 alle 16:00

 

9 aprile, ore 21:00, Milano – Via Fezzan 6 (MM Gambara)

Serata informativa “Procreazione Assistita e terapie naturopatiche” in collaborazione con S.I.M.O. (Scuola Italiana di Medicina Olistica)

28 maggio, ore 21:00, Milano – Via Fezzan 6 (MM Gambara)

Serata informativa “PMA su ciclo spontaneo: vantaggi e svantaggi”

18 marzo, 1° aprile, 22 aprile, Roma

Genitori oggi, con scienza e coscienza” per info vd. sito SOS Infertilità

Per tutte le novità medico-scientifiche, per i ricorsi contro la legge 40, per le convenzioni con i laboratori, per conoscere meglio i centri di PMA, per gli atti del convegno sulla provetta estera, andare direttamente sul sito www.sosinfertilita.net e cercare nei link.


Foto allegate

Articoli correlati

  Legge 40 fecondazione. Chiusura politica a Castellana Grotte (Ba)?
  Legge 40. Dopo 8 anni di sentenze anche il Parlamento faccia la sua parte
  Sanità. Audizione Sacconi in Senato
  Marco Cappato. Lettera aperta al Presidente del Consiglio dei Ministri Romano Prodi
  Procreazione assistita. L'oblio della sottosegretaria sulle linee guida
  Procreazione medicalmente assistita. Come complicare le cose... complicate
  Legge 40 fecondazione assistita. Le linee guida già scadute... Il ministro della salute le vuole fare o che?
  Nobel Medicina a Robert Edwards
  “Subito un referendum interno al Partito democratico sulla Legge 40”
  Legge 40: interpretazioni scorrette del ministro della salute. È necessario riscriverla!
  Primo Mastrantoni. Legge 40: un'infamia
  Procreazione assistita e sottosegretaria Roccella. Suburra di regime
  Simona Maggiorelli. Legge 40: Risarcimento anni
  Associazione Luca Coscioni. Fecondazione: inviata lettera a Napolitano
  Diagnosi preimpianto e legge 40 illegittima?
  Fecondazione. Divieto di eterologa contrario alla giurisprudenza europea, mozione al Senato
  Simona Borgatti. Il miracolo delle P.A.V. (Primipare Attempate Vip)
  Legge 40 a due anni dal referendum. Questa sera a Milano
  Ministro della Salute... del Governo o dei cittadini?
  Legge 40: basta con i finanziamenti alla ricerca per il congelamento degli ovociti
  Fecondazione eterologa. Il Parlamento rimetta mano alla legge 40
  Legge 40, linee guida vietano diagnosi preimpianto: è polemica
  Simona Borgatti. Vi presento Lisa Corva, già “giornalista finto glam”
  Associazione Coscioni. Petizione al Parlamento
  Simona Borgatti. Il mondo delle aspiranti madri
  Marco Cappato. Ministro Turco ultima chiamata
  Fecondazione, sentenza Corte Costituzionale su legge 40. Vittoria dei malati, fine della discriminazione
  Legge 40: più che di riflettere c'è bisogno di agire!
  Turismo procreativo. Lo stato italiano delega la sanità all'estero
  Legge fecondazione assistita. Subito le nuove linee guida. Interpellanza
  Mozione su legge 40 presentata ieri al Sento
  Sanità: “Incontriamoci per affrontare insieme Nomenclatore, legge 40/04, nomine Asl”
  Roma, 8 aprile: Convegno “Staminali e fecondazione assistita”
  La legge 40 dopo la decisione della Corte europea dei diritti dell'uomo
  Turismo sanitario. In Spagna anche per la diagnosi preimpianto per salvare i fratellini malati
  Filomena Gallo. Embrioni: “Intervenga il Governo”
  Legge 40. Bene l'appello delle associazioni dei pazienti sterili per la revisione delle linee guida
  Procreazione. Ministro Turco adotta nuove lineee guida. Associazione Coscioni: speriamo eliminino le proibizioni
  Legge 40. Attenzione ai facili entusiasmi!
  Linee guida legge 40. Cancellata l'illegalità ma permangono vari problemi
  A tre anni dalla legge 40: ripartiamo dalle linee guida
  Legge 40: ancora una sentenza per cancellare una legge ingiusta e contro il diritto alla salute
  Legge 40 - caso Cutolo. Discriminazione nei confronti di tutte le coppie non sterili e non fertili non sottoposte al 41 bis
  Filomena Gallo: TAR Veneto annulla deli­be­ra regionale su età accesso eterologa
  Il diritto di provare ad avere un figlio
  8 marzo. Donne si appellano a Ministro Turco su linee guida legge 40
  Associazioni pazienti sterili e Associazione Luca Coscioni scrivono una lettera aperta al Ministro Livia Turco
  Legge fecondazione assistita. Subito le linee guida!
  Incontro con Prodi. Bioetica, fine vita e droghe: uscire dall'immobilismo
  Corte costituzionale boccia la legge 40 che ha condannato per 5 anni le donne a parti a rischio
  Relazione annuale legge 40: il Parlamento la metta subito in calendario
  Valter Vecellio. L’interrogazione: 34mila enti che non dovrebbero esistere
  Fecondazione. Subi­to linee guida e cam­pa­gna infor­mativa su dona­zio­ne gameti
  Riforma legge 40. Al ministro Turco appuntamento a settembre
 
 
 
Commenti
Lascia un commentoLeggi i commenti [ 2 commenti ]
 
Indietro      Home Page
STRUMENTI
Versione stampabile
Gli articoli più letti
Invia questo articolo
INTERVENTI dei LETTORI
Un'area interamente dedicata agli interventi dei lettori
SONDAGGIO
TURCHIA NELL'UNIONE EUROPEA?

 75.9%
NO
 24.1%

  vota
  presentazione
  altri sondaggi
RICERCA nel SITO



Agende e Calendari

Archeologia e Storia

Attualità e temi sociali

Bambini e adolescenti

Bioarchitettura

CD / Musica

Cospirazionismo e misteri

Cucina e alimentazione

Discipline orientali

Esoterismo

Fate, Gnomi, Elfi, Folletti

I nostri Amici Animali

Letture

Maestri spirituali

Massaggi e Trattamenti

Migliorare se stessi

Paranormale

Patologie & Malattie

PNL

Psicologia

Religione

Rimedi Naturali

Scienza

Sessualità

Spiritualità

UFO

Vacanze Alternative

TELLUSfolio - Supplemento telematico quotidiano di Tellus
Dir. responsabile Enea Sansi - Reg. Trib. Sondrio n. 208 del 21/12/1989 - ISSN 1124-1276 - R.O.C. N. 32755 LABOS Editrice
Sede legale: Via Fontana, 11 - 23017 MORBEGNO - Tel. +39 0342 610861 - C.F./P.IVA 01022920142 - REA SO-77208 privacy policy