Venerdì , 15 Novembre 2019
VIGNETTA della SETTIMANA
Esercente l'attività editoriale
Realizzazione ed housing
BLOG
MACROLIBRARSI.IT
RICERCA
SU TUTTO IL SITO
TellusFolio > Nave Terra > Oblò cubano
 
Share on Facebook Share on Twitter Share on Linkedin Delicious
Juan Juan Almeida riabbraccia i suoi cari
Ieri a Miami, con la figlia Indira e la moglie Consuelo
Ieri a Miami, con la figlia Indira e la moglie Consuelo 
27 Agosto 2010
 

Juan Juan Almeida, figlio di uno dei più famosi comandanti della rivoluzione cubana, è arrivato ieri sera all'Aereoporto Internazionale di Miami, passando per la città messicana di Cancún, dopo essere riuscito a lasciare Cuba, al termine di un lungo sciopero della fame per reclamare un permesso di uscita umanitario.

«Ringrazio i media, la Chiesa cattolica, tutti coloro che hanno influito in maniera determinante sulla mia liberazione. Ringrazio pure chi mi ha criticato», ha detto Almeida alla stampa. «Il mio obiettivo era ricongiungermi alla mia famiglia», ha spiegato il figlio dello scomparso comandante Juan Almeida Bosque, ex vicepresidente del Consiglio di Stato.

Almeida è arrivato a Miami con un permesso temporaneo, ottenuto grazie all'intervento risolutivo del cardinale Jaime Ortega.

«Finalmente siamo tutti uniti» ha detto la figlia Indira Omana «io e mia madre abbiamo percorso un cammino difficile e siamo molto nervose».

Negli anni Ottanta, Almeida godeva del permesso per recarsi ogni due anni in Belgio dove si curava una malattia degenerativa alle ossa, ma dal 2003 questa concessione è stata revocata.

Almeida ha cominciato a realizzare atti di protesta lungo le strade dell'Avana reclamando giustizia e si è trasformato in un critico del governo cubano. Ha scritto anche un libro con forti accenti polemici nei confronti del castrismo, intitolato Memorias de un guerrillero cubano desconocido. In diverse occasioni ha tentato di uscire illegalmente dall'isola.

Almeida dovrebbe restare almeno una settimana con la moglie Consuelo Quesada e con la figlia Indira, che vivono a Miami, dopo andrà a Los Angeles per curarsi nel centro medico del Sinaì.

«La Chiesa ha svolto un ruolo decisivo e devo ringraziarla. Il Vaticano ha accolto con favore la lettera degli intellettuali e le accorate preghiere di mia figlia. Devo ringraziare molte persone, persino il governo che ha cambiato opinione».

Resta il fatto che Juan Juan Almeida ha dovuto attendere oltre sette anni per esercitare un diritto fondamentale: lasciare il paese per curarsi e rivedere la sua famiglia. Non è poco.

 

Gordiano Lupi

 

(Fonte El Nuevo Herald)


Articoli correlati

  Juan Juan Almeida obbligato a restare
  Juan Juan Almeida esce da Cuba. Reina Luisa Tamayo apre un blog
  Dal Twitter di Yoani Sánchez. Preoccupazione per Juan Juan Almeida
  Gordiano Lupi. Nuovi blogger e repressione
  “Per Dio, mi considero un essere vivente... un cubano, un avanero!” Yoani Sánchez intervista Juan Juan Almeida (2ª parte)
  Cuba. Juan Juan Almeida in sciopero della fame
  L'Avana. Fermato Juan Juan Almeida?
  Fidel Castro fa marcia indietro sulla guerra nucleare
  Carlos Alberto Montaner. Un altro che è disposto a morire
  “Sono avanero di nascita e di cuore”. Yoani Sánchez intervista Juan Juan Almeida (1ª parte)
  Reazioni alla morte di Orlando Zapata Tamayo
  Yoani: Anche per oggi non si viaggia
  Coco Fariñas in sciopero della fame e della sete
  Di nuovo arrestato Luis Felipe Rojas Rosabal
  “Il governo cubano usa il terrore contro la penna”. Espulso da Cuba un giornalista spagnolo
  Yoani Sánchez. La luce in fondo al tunnel
  Lettera della figlia di Juan Juan Almeida al Vaticano
  Cuba. Un 8 settembre di arresti e violenze
  I desideri proibiti di Yoani Sánchez
 
 
 
Commenti
Lascia un commentoNessun commento da leggere
 
Indietro      Home Page
STRUMENTI
Versione stampabile
Gli articoli più letti
Invia questo articolo
INTERVENTI dei LETTORI
Un'area interamente dedicata agli interventi dei lettori
SONDAGGIO
TURCHIA NELL'UNIONE EUROPEA?

 75.9%
NO
 24.1%

  vota
  presentazione
  altri sondaggi
RICERCA nel SITO



Agende e Calendari

Archeologia e Storia

Attualità e temi sociali

Bambini e adolescenti

Bioarchitettura

CD / Musica

Cospirazionismo e misteri

Cucina e alimentazione

Discipline orientali

Esoterismo

Fate, Gnomi, Elfi, Folletti

I nostri Amici Animali

Letture

Maestri spirituali

Massaggi e Trattamenti

Migliorare se stessi

Paranormale

Patologie & Malattie

PNL

Psicologia

Religione

Rimedi Naturali

Scienza

Sessualità

Spiritualità

UFO

Vacanze Alternative

TELLUSfolio - Supplemento telematico quotidiano di Tellus
Dir. responsabile Enea Sansi - Reg. Trib. Sondrio n. 208 del 21/12/1989 - ISSN 1124-1276 - R.O.C. N. 32755 LABOS Editrice
Sede legale: Via Fontana, 11 - 23017 MORBEGNO - Tel. +39 0342 610861 - C.F./P.IVA 01022920142 - REA SO-77208 privacy policy