Lunedì , 18 Novembre 2019
VIGNETTA della SETTIMANA
Esercente l'attività editoriale
Realizzazione ed housing
BLOG
MACROLIBRARSI.IT
RICERCA
SU TUTTO IL SITO
TellusFolio > Nave Terra > Oblò cubano
 
Share on Facebook Share on Twitter Share on Linkedin Delicious
Lettera della figlia di Juan Juan Almeida al Vaticano 
“Mio padre ha bisogno di aiuto, è una persona molto malata…”
16 Agosto 2010
 

Indira Omaña, figlia di Juan Juan Almeida, ha scritto una lettera aperta al Vaticano per chiedere un intervento umanitario a favore del padre, in sciopero della fame per ottenere un permesso di uscita da Cuba e poter a curare all’estero una grave malattia. Ecco il testo.

 

 

Il mio nome è Indira Omaña, sono figlia di Juan Juan Almeida García, figlio a sua volta dello scomparso Comandante della Rivoluzione Cubana Juan Almeida Bosque.

 

Sono ormai sette anni che mio padre, Juan Juan Almeida García, chiede un permesso di uscita per curare una malattia di cui soffre, il cui nome è spondilite anchilosante, per la cui peculiarità non esiste un trattamento medico a Cuba. Questa malattia degenerativa, che porta alla perdita della posizione eretta e alla calcinazione della base dei polmoni, lo costringe a dormire seduto, perché ogni giorno che passa si aggravano i dolori articolari e la stessa può anche condurre allo sviluppo di uveiti oculari, infiammazioni della uvea, una delle palpebre dell’occhio. Sono più di dieci anni che non riceve trattamenti medici adeguati a Bruxelles, paese al quale fu inviato, al principio degli anni Ottanta, tramite la Croce Rossa Internazionale. Dopo innumerevoli lettere dirette al Ministro della Salute Pubblica e al Presidente Raúl Castro, ha deciso di dichiararsi in sciopero della fame dal 15 giugno scorso visto il costante divieto di uscire dal paese; divieto che le alte sfere del governo non motivano. Un atto estremo, come uno sciopero della fame, sembra l’unica via di uscita per ottenere un trattamento medico gratuito e per poter abbracciare la sua famiglia, ma resta il fatto che è un mezzo dettato dalla disperazione e che il maggior dono della vita è proprio quello di essere vivo.

 

Mio padre oltre un anno fa ha tentato di uscire illegalmente dal paese, visto che le autorità cubane non concedevano il visto, e dopo questo incidente, durante gli ultimi 18 mesi, è stato obbligato a recarsi a firmare a Vila Marista, Centro di Detenzione della Sicurezza di Stato, con la motivazione che potrebbe essere processato. Dopo è stato incarcerato in diverse occasioni e tre giorni fa è stato ricoverato in ospedale per il delicato stato di salute in cui si trova e ha dovuto abbandonare l’ospedale perché volevano internarlo in maniera definitiva nel Reparto Psichiatrico.

 

Vi prego di intercedere a favore della sua salute: mio padre è una persona molto malata.

 

Grazie per l’attenzione,

  

Indira Omaña

indiraomana@aol.com

Gordiano Lupi


Articoli correlati

  Juan Juan Almeida obbligato a restare
  Juan Juan Almeida esce da Cuba. Reina Luisa Tamayo apre un blog
  Gordiano Lupi. Nuovi blogger e repressione
  “Per Dio, mi considero un essere vivente... un cubano, un avanero!” Yoani Sánchez intervista Juan Juan Almeida (2ª parte)
  L'Avana. Fermato Juan Juan Almeida?
  Cuba. Juan Juan Almeida in sciopero della fame
  Fidel Castro fa marcia indietro sulla guerra nucleare
  Di nuovo arrestato Luis Felipe Rojas Rosabal
  Carlos Alberto Montaner. Un altro che è disposto a morire
  “Sono avanero di nascita e di cuore”. Yoani Sánchez intervista Juan Juan Almeida (1ª parte)
  Reazioni alla morte di Orlando Zapata Tamayo
  Yoani: Anche per oggi non si viaggia
  Coco Fariñas in sciopero della fame e della sete
  “Il governo cubano usa il terrore contro la penna”. Espulso da Cuba un giornalista spagnolo
  Yoani Sánchez. La luce in fondo al tunnel
  Dal Twitter di Yoani Sánchez. Preoccupazione per Juan Juan Almeida
  Juan Juan Almeida riabbraccia i suoi cari
  Cuba. Un 8 settembre di arresti e violenze
  I desideri proibiti di Yoani Sánchez
 
 
 
Commenti
Lascia un commentoNessun commento da leggere
 
Indietro      Home Page
STRUMENTI
Versione stampabile
Gli articoli più letti
Invia questo articolo
INTERVENTI dei LETTORI
Un'area interamente dedicata agli interventi dei lettori
SONDAGGIO
TURCHIA NELL'UNIONE EUROPEA?

 75.9%
NO
 24.1%

  vota
  presentazione
  altri sondaggi
RICERCA nel SITO



Agende e Calendari

Archeologia e Storia

Attualità e temi sociali

Bambini e adolescenti

Bioarchitettura

CD / Musica

Cospirazionismo e misteri

Cucina e alimentazione

Discipline orientali

Esoterismo

Fate, Gnomi, Elfi, Folletti

I nostri Amici Animali

Letture

Maestri spirituali

Massaggi e Trattamenti

Migliorare se stessi

Paranormale

Patologie & Malattie

PNL

Psicologia

Religione

Rimedi Naturali

Scienza

Sessualità

Spiritualità

UFO

Vacanze Alternative

TELLUSfolio - Supplemento telematico quotidiano di Tellus
Dir. responsabile Enea Sansi - Reg. Trib. Sondrio n. 208 del 21/12/1989 - ISSN 1124-1276 - R.O.C. N. 32755 LABOS Editrice
Sede legale: Via Fontana, 11 - 23017 MORBEGNO - Tel. +39 0342 610861 - C.F./P.IVA 01022920142 - REA SO-77208 privacy policy