Giovedì , 18 Aprile 2019
VIGNETTA della SETTIMANA
Esercente l'attività editoriale
Realizzazione ed housing
BLOG
MACROLIBRARSI.IT
RICERCA
SU TUTTO IL SITO
TellusFolio > Diario di bordo
 
Share on Facebook Share on Twitter Share on Linkedin Delicious
Valter Vecellio. A proposito di una politica di “governo” del carcere che non c’è
11 Settembre 2008
 

Meriterebbe molta più attenzione di quanta non ne abbia avuta, la denuncia del segretario dell’associazione nazionale funzionari di polizia (ANFP) Enzo Marco Letizia, secondo il quale il braccialetto elettronico auspicato dal ministro della Giustizia Alfano «è solo un goloso business per coloro che devono vendere gli apparati allo stato e per quelle aziende di comunicazione che assicureranno la relativa rete». Per Letizia il piano del Governo per svuotare le carceri ritirando fuori il braccialetto è «null’altro se non un nuovo modo di scaricare sulla pubblica sicurezza i costi della giustizia, in una cornice nella quale, a causa della scarsezza di fondi, alla fine chi pagherà un conto salato sarà il cittadino».

A parte «tutte le riserve sulle funzionalità del sistema e sulla costituzionalmente inammissibile disparità di trattamento tra chi si trova in zone tecnicamente cablate, in grado di sopportare il braccialetto e coloro che non lo sono», dice Letizia, «il braccialetto è tanto inutile quanto suggestivamente finalizzato a far credere che si risolvano problemi che non si ha né la capacità, né le risorse per affrontarli».

Forse esagera, Letizia. Di sicuro piacerebbe saperne di più circa quello che viene definito «un goloso business»; e sarà bene tenere gli occhi aperti. Più in generale, mentre il Governo e la maggioranza suonano la grancassa, sarà opportuno fissare “paletti”.

 

Il primo di questi “paletti” è che la legge Gozzini va difesa con le unghie e con i denti dai ricorrenti tentativi di modificarla e snaturarla. Piuttosto che mettere in discussione una legge di civiltà come la Gozzini, va ripensato l’intero sistema penale e prevedere la pena detentiva per un più ristretto numero di reati. Negare le pene alternative che sono la caratteristica della Gozzini, significa tradire l’articolo 27 della Costituzione: «Le pene non possono consistere in trattamenti contrari al senso di umanità, e devono tendere alla rieducazione del condannato».

Le carceri italiane soffrono di un cronico sovraffollamento. Il ministro della Giustizia sostiene che l’indulto è fallito; è in buona compagnia: una persona di buon senso come il sindaco di Torino Sergio Chiamparino dice che l’unico risultato ottenuto «è stato quello di liberare gente che poi si mette a rubacchiare e torna in carcere». Sbagliano. L’indulto non è fallito; compito dell’indulto era quello di decongestionare le carceri, e di guadagnare quel tempo necessario per predisporre quelle politiche che avrebbero dovuto impedire il ritorno alla situazione in cui oggi ci troviamo. Se quelle politiche non si sono neppure immaginate, la colpa non è dell’indulto. Decisione e provvedimento giusti, che è stato giusto prendere, e che – anzi – si sarebbe dovuto accompagnare a un provvedimento di amnistia.

Bisogna prendere atto che esiste qualcosa che non funziona a monte. Bisogna tornare a ripensare l’intero sistema sanzionatorio. La pena detentiva va prevista solo per un numero ristretto di reati e prevedere un’articolata gamma di pene che siano diverse dal carcere.

A quanti cianciano di rivedere la Gozzini giova ricordare alcuni dati: i beneficiari della normativa che concede la semilibertà, la detenzione domiciliare, l’affidamento ai servizi sociali sono circa 7.300. Una decina, nel 2007, i detenuti beneficiari delle misure alternative al carcere che l’hanno violata commettendo un reato, la più bassa percentuale dell’ultimo decennio. Chi beneficia delle misure alternative ha una percentuale di recidiva del 19 per cento. Chi sconta la pena interamente in carcere, del 68,45 per cento.

 

Valter Vecellio

(da Notizie radicali, 10 settembre 2008)


Articoli correlati

  "Ferragosto in carcere"
  Sondrio. La direttrice del carcere replica alla nota diffusa dei Radicali
  Piero Cappelli: Perdere e ‘ritrovare’ la libertà in silenzio, Dietro le sbarre…
  Rita Bernardini. Carceri: basta con la gioielleria di scena
  Balamòs Teatro. “Ieri, oggi, domani...”
  Il "Palazzo" affossa amnistia e indulto
  Sondrio, Radicali: “Anche la proposta di legge fa male ai detenuti?”
  Valter Vecellio. Le “elementari” verità di Ascanio Celestini mentre la “mattanza” continua…
  Consentire la socializzazione tra i detenuti e il proprio cane
  Alessandro Barchiesi. Convivenza carceraria
  Antonella Martinelli, Vincenzo Samà: “L’edera”. 2ª parte - 'Giornate particolari' 2004-2006
  Natale in carcere: progetto Fonoteca a Lodi e dolci Auguri a Sondrio
  Roberto Fantini. Per una giustizia più giusta, “partiamo da 20x20”
  Carcere Arezzo. Nuova visita ispettiva dopo la rivolta e alcuni risultati si ottengono
  Piero Cappelli: La Collina della speranza. Rieducazione dei carcerati.
  Sondrio e Morbegno. Due appuntamenti sul carcere a fine mese
  Carceri/Ddl Alfano. Approvati due Ordini del giorno presentati dai senatori Radicali
  Antonella Martinelli, Vincenzo Samà: “L’edera”. 1ª parte - Presentazione
  Antonella Martinelli, Vincenzo Samà: “L’edera”. 3ª parte - 'Giornate particolari' 2006-2008
  L'On. Rita Bernardini, deputata radicale, in visita ispettiva al carcere di Sondrio
  Francesco Racchetti. Il fallimento della prigione
  Antonella Martinelli, Vincenzo Samà: “L’edera”. 5ª parte – Altre poesie
  Sondrio/Carcere. “Quel diavolo di un Racchetti...”
  Valter Vecellio. Tre notizie da titolo TG!?...
  Valter Vecellio. Se il diritto viene costantemente minacciato e stravolto…
  Rita Bernardini. La vergogna di San Vittore
  Ferragosto nelle carceri: a Sollicciano la senatrice Donatella Poretti
  Secondo ferragosto in carcere. I dati e la situazione della casa circondariale di Sondrio
  Paola Mara De Maestri. Sulla poesia/ Il Laboratorio del carcere di Opera Milano
  Voci dalla Poesia: Scrittura creativa nel Carcere. Opera e Bollate
  Interrogazione Poretti-Perduca: “Il carcere di Arezzo chiude?”
  Ascanio Celestini. Pro patria. Senza prigioni, senza processi
  “Racchetti riveda la propria decisione”. Da Milano interviene il Provveditore regionale Pagano
  AMNISTIA. Dalla mezzanotte di oggi una giornata di digiuno a favore di un atto di clemenza
  Cercare in carcere libertà
  Sciopero della fame nel carcere di Sondrio
  Sondrio. Il Movimento 5 Stelle sulla situazione del carcere
  Radicali Sondrio: Fine anno nel carcere di via Caimi
  Vetrina/ Paolo Ruffilli. Come gli ospedali
  Paolo Ruffilli. Tutto il possibile
  Vincenzo Donvito. L'irriverente. Tossicodipendente muore per overdose in carcere
  Carcere Arezzo. Sovraffollamento, mancanza di attività e limitazioni alle ispezioni parlamentari
  Il richiamo del Jobèl. La ballata del carcere di Reading
  Visita al carcere di Arezzo. Incontro con la stampa sabato 20 febbraio
  Sondrio. Impegno per un nuovo, moderno carcere
  Francesco Racchetti. Situazione e prospettive al Carcere di Sondrio
  Il ministro Alfano conferma: quella di carceri e giustizia è la vera grande emergenza italiana
  Carcere: Radicali Sondrio chiede il ritorno del Garante Racchetti
  Bimbi in carcere. Bene ministro Alfano, avrà il nostro sostegno!
  Valter Vecellio. Notizie dal “Format” sui diritti umani che non c’è
  Preghiere dal Carcere di Opera
  Giustizia-carcere. È il sito del ministero di Giustizia? No, è quello di “Scherzi a parte”. Cliccare per credere
  Sondrio: Tutti con il Garante dei detenuti… tranne il Sindaco?
  Sondrio. Relazione (e dimissioni) del Garante dei diritti delle persone limitate nella libertà personale
  I dati e la situazione del carcere di Sondrio
  Sondrio. In visita al carcere con Benedetto Della Vedova
  Filomena Gallo. Salute in carcere: il caso Bottigliero
  Bambini in carcere: uno scempio a cui porre rimedio
  Antonella Martinelli, Vincenzo Samà: “L’edera”. 4ª parte – L'inchiesta 'giornalistica' di febbraio e Free Play
 
 
 
Commenti
Lascia un commentoNessun commento da leggere
 
Indietro      Home Page
STRUMENTI
Versione stampabile
Gli articoli più letti
Invia questo articolo
INTERVENTI dei LETTORI
Un'area interamente dedicata agli interventi dei lettori
SONDAGGIO
TURCHIA NELL'UNIONE EUROPEA?

 75.2%
NO
 24.8%

  vota
  presentazione
  altri sondaggi
RICERCA nel SITO



Agende e Calendari

Archeologia e Storia

Attualità e temi sociali

Bambini e adolescenti

Bioarchitettura

CD / Musica

Cospirazionismo e misteri

Cucina e alimentazione

Discipline orientali

Esoterismo

Fate, Gnomi, Elfi, Folletti

I nostri Amici Animali

Letture

Maestri spirituali

Massaggi e Trattamenti

Migliorare se stessi

Paranormale

Patologie & Malattie

PNL

Psicologia

Religione

Rimedi Naturali

Scienza

Sessualità

Spiritualità

UFO

Vacanze Alternative

TELLUSfolio - Supplemento telematico quotidiano di Tellus
Dir. responsabile Enea Sansi - Reg. Trib. Sondrio n. 208 del 21/12/1989 - ISSN 1124-1276 - R.O.C. N. 24762 LABOS Editrice
Sede legale: Via Fontana, 11 - 23017 MORBEGNO - Tel. e Fax 0342 610861 C.F./P.IVA 00668000144 - SONDRIO REA 46909 - capitale sociale € 7.000 i.v. privacy policy